Home / Agnese Codignola (pagina 20)

Agnese Codignola

Agnese Codignola
giornalista scientifica

Dolcificanti: negli USA via libera all’ advantame: 37 mila volte più potente dello zucchero. Giudizio positivo anche dall’Efsa

La Food and Drug Administration statunitense ha approvato  l’uso di un nuovo dolcificante molto potente chiamato advantame,  parente stretto dell’aspartame. Il via libero definitivo risale a pochi giorni fa, ed è giunto dopo l’analisi di 37 studi condotti su animali e sull’uomo, dai quali non sono emersi elementi di criticità specifici,  o aspetti di tossicità rilevanti.   La sostanza, che …

Continua »

Data di scadenza dello yogurt: la Spagna dice stop e la sostituisce con il termine minimo di conservazione per ridurre gli sprechi

La Spagna, con un decreto reale datato 28 aprile, ha deciso di abolire la data di scadenza sugli yogurt. Si tratta di un provvedimento che si inserisce in una questione di cui si dibatte da anni, e che probabilmente prima o poi dovrà trovare una composizione europea: quella dell’indicazione della data di scadenza sui prodotti freschi. Il provvedimento è entrato …

Continua »

Diminuiscono le piantagioni di caffè arabica pregiato di montagna, sostituite da coltivazioni intensive al sole che minacciano la biodiversità e depauperano i terreni

caffè

Sono sempre più intensive e sempre meno sostenibili le piantagioni di caffè nel mondo. Negli ultimi vent’anni le coltivazioni sono diventate distese di terreno in pieno sole, gestite con moderne tecniche agroindustriali, nonostante le tendenze commerciali vadano in tutt’altra direzione. Stanno sparendo i campi di montagna, all’ombra, coltivati ai margini delle foreste, che permettono il mantenimento della biodiversità. Tutto ciò …

Continua »

I ristoranti americani dovranno indicare le calorie dei pasti. La legge entrerà in vigore presto, ma le polemiche non si placano

Si avvicina la decisione finale sulla nuova legge negli USA relativa all’indicazione delle calorie dei pasti. Il testo definitivo è stato mandato nei giorni scorsi dalla Food and Drug Administration alla Casa Bianca per la firma presidenziale e, salvo modifiche dell’ultima ora, dovrebbe entrare in vigore al massimo entro la fine di quest’anno, ma probabilmente prima.   In questi mesi …

Continua »

Non mangiate quella frutta! È allerta in Europa per i frutti di bosco contaminati dal virus dell’epatite A. Oltre mille casi in Italia e 240 in Francia, Germania, Olanda… Pericolo contagio da persona a persona

La vicenda dell’epatite A veicolata dalle confezioni di frutti di bosco surgelati venduti in Italia sta assumendo contorni sempre più preoccupanti, anche se l’opinione pubblica ignora il problema e il ministro della salute Beatrice Lorenzin porta avanti una comunicazione che definire insufficiente è poco. Aumenta la conta dei paesi dove sono segnalate infezioni e cresce il numero di persone che, …

Continua »

Api: le perdite sembrano meno gravi del previsto, lo dice uno studio dell’Unione Europea su 32.000 colonie di 17 paesi

api fiore-

Buone notizie per le api europee: la perdita delle colonie è meno grave del previsto. Lo ha stabilito il più grande studio mai realizzato in materia, l’indagine EPILOBEE, finanziata dall’Unione Europea con 3,3 milioni di euro, condotta su quasi 32.000 colonie di 17 paesi europei e relativa al periodo compreso tra la fine del 2012 e l’estate del 2013. (Scarica …

Continua »

Più negozi di frutta e verdura per incentivarne il consumo nella dieta quotidiana, ma l’esperimento non dà i risultati sperati. Sconti sostanziosi funzionano di più

Tra i molti provvedimenti sperimentati per incrementare il consumo di alimenti sani vi è l’apertura di negozi e supermercati che diano a questo tipo di prodotti un ruolo primario, favorendone l’acquisto, a discapito di altri cibi meno salutari. Non è detto che sia sempre così. Uno studio pubblicato su Health Affairs dai ricercatori dell’Università della Pennsylvania insieme con i colleghi …

Continua »

Sul blog di Beppe Grillo un video di Max Bugani critica l’app Coop sull’origine dei prodotti alimentari, ma le idee sono troppo confuse

Sul blog di Beppe Grillo si può vedere il video di Max Bugani, consigliere del Movimento 5 Stelle al Comune di Bologna, che punta il dito contro un’iniziativa della Coop. Stiamo parlando di Coop Origini, un’applicazione per cellulari e tablet che permette di conoscere la provenienza e l’origine degli ingredienti impiegati nei 1.400 prodotti a marchio Coop. Il meccanismo è semplice: …

Continua »

Più tempo si passa davanti a uno schermo, maggiore è il peso corporeo: due nuovi studi sulla salute infantile per approfondire un legame su cui si discute da tempo. Difficile da stabilire il nesso causa-effetto

Più tempo si passa davanti a uno schermo (computer, telefono, tablet e, soprattutto televisione) maggiore sarà il peso corporeo e minore il benessere psicologico. L’equazione non è nuova, ma è sempre stata suggerita nell’ambito di studi che non sono mai risultati del tutto convincenti. Ora però JAMA Pediatrics pubblica due articoli sullo stesso numero: hanno alcune analogie e molte differenze …

Continua »

I semafori sull’etichetta funzionano e favoriscono il consumo di alimenti sani. Il test dell’ospedale MGH in Massachusetts

semafori in etichetta

Continua lo studio dei comportamenti in seguito  all’introduzione di etichette con i semafori nella caffetteria di un grande ospedale statunitense, il Massachusetts General Hospital (MGH) . I nuovi dati confermano che la giusta rappresentazione del valore nutrizionale degli alimenti, unita a un posizionamento intelligente dei cibi offerti, possa aiutare i clienti a compiere scelte più salutari e, nel tempo, ad …

Continua »

Allergie alimentari: arrivano le linee guida del Ministero della salute per fare ordine in un settore dove regnano speculazione e scarsa informazione

Le allergie sono un tema che coinvolge decine di migliaia di persone,  e purtroppo spesso dietro questo problema si  registrano  forme di speculazione alimentate dalla scarsa chiarezza. Per questo motivo il Ministero della salute ha pubblicato una guida “Allergie alimentari e Sicurezza del consumatore” che fa il punto della situazione. Questa regolamentazione, elaborata dall’ufficio V della Direzione Generale Igiene e …

Continua »

USA: il mondo segreto del cibo con OGM comprende migliaia di prodotti e additivi. Tutti i consigli per evitarli

I consumatori americani sono più esposti degli europei  agli alimenti derivanti da organismi geneticamente modificati (OGM), perché in Nordamerica l’impiego di queste piante è permesso e non bisogna segnalarne l’impiego in etichetta. Le associazioni ambientaliste non hanno mai gradito questa scelta. Per questo motivo pochi giorni una dei più importanti raggruppamenti l’Environmental Working Group, ha pubblicato una guida sul proprio …

Continua »

Globalizzazione alimentare: i rischi di una dieta poco variabile, soprattutto in caso di epidemie o avversità climatiche. In Africa e Asia si diffonde l’alimentazione Occidentale ricca di grassi e dannosa per la salute

C’è molta omologazione sulla Terra per quanto riguarda l’alimentazione. Troppa, e in crescita. L’allarme lanciato da anni da studiosi e ambientalisti assume ora contorni più definiti – e se possibile preoccupanti – grazie a un grande studio pubblicato su PNAS, che ha preso in esame i dati della FAO relativi a 50 diverse sementi coltivate in 150 paesi dal 1961 …

Continua »

I bambini consumano troppo sale: presente soprattutto nei prodotti industriali come pane e cereali. Aumentano i rischi per la salute

troppo sale pesce crocchetta 99935615

I bambini inglesi, e in generale tutti i bambini dei paesi più sviluppati che hanno un’alimentazione basata anche su cibi industriali, assumono troppo sodio, predisponendosi così fin da piccoli all’ipertensione, all’obesità e ad altri disturbi metabolici. Eppure basterebbe aggiungere meno sale ad alcuni degli alimenti più comuni come il pane e i cereali per la colazione, perché lì si annida …

Continua »

Comportamenti a rischio per chi consuma energy drink: alcol, fumo e guida pericolosa sono le pessime abitudini associate. I ragazzi spesso non conoscono le conseguenze

I giovani consumatori abituali di energy drink sono più propensi degli altri ad assumere comportamenti a rischio quali il fumo, il consumo di alcol, la guida in condizioni alterate. Questa osservazione di per sé non è sufficiente per stabilire un nesso di causa-effetto, ma secondo gli autori dello studio pubblicato su Preventive Medicine, merita comunque un approfondimento.   Lo studio …

Continua »