Home / Tecnologia e Test

Tecnologia e Test

Pesce di allevamento: cosa ne pensano gli italiani? Partecipa al questionario dell’Università di Parma

Un gruppo composto da studenti e ricercatori dell’Università di Parma all’interno della corso di laurea in Scienze Gastronomiche e in collaborazione con il CNR di Torino ha sviluppato un questionario con l’obiettivo di valutare quello che pensano i consumatori italiani del pesce di allevamento. Le domande derivano da un accurato esame della letteratura disponibile e analisi simili sono già state fatte in …

Continua »
tomato vision syngenta serra

Tomato Vision, inaugurato in Olanda l’innovativo centro di ricerca sul pomodoro di Syngenta. Una piattaforma reale e virtuale

Si chiama Tomato Vision ed è un’immersione nel mondo del pomodoro. Una piattaforma reale e virtuale, presentata nei giorni scorsi da Syngenta, realizzata su un’area di 14 mila metri quadrati in Olanda, a Maasland, per permettere ai visitatori di apprezzare gli 800 innovativi ibridi di pomodoro coltivati al suo interno, ma, anche, di essere parte attiva nella ricerca attraverso la rete.  …

Continua »
agricoltura di precisione tablet

Il futuro del cibo in 75 tecnologie: dall’intelligenza artificiale agli insetti le soluzioni per un sistema alimentare più sostenibile su Nature Food

Entro i prossimi trent’anni l’umanità dovrà trovare il modo di produrre una quantità di cibo superiore a quella attuale in una percentuale che, a seconda delle stime, va dal 30 al 70%. È possibile? Sarà in grado di farlo senza rendere il pianeta del tutto inabitabile? Queste domande sono tra le più urgenti del presente, perché è sempre più evidente che …

Continua »
ricotta con basilico e pomodori sfocati sullo sfondo. Fotografia controluce

Ricotta ai raggi X. Con l’irraggiamento si può ridurre lo spreco alimentare. Ma l’ostacolo è la diffidenza dei consumatori

“La quantità di rifiuti è sbalorditiva. La più grande cooperativa lattiero-casearia della nazione, Dairy Farmers of America, stima che gli agricoltori buttino ogni giorno fino a 3,7 milioni di galloni di latte”. Sono le parole del The New York Times sullo spreco alimentare durante la pandemia. I prodotti alimentari che maggiormente si trasformano in rifiuto sono quelli più deperibili come latte, …

Continua »
DASH flexitarian mediterranean diet to stop hypertension, low blood pressure

Tracce infinitesime di molecole e/o farmaci nel cibo non giustificano un’allerta alimentare, come invece succede. Il contributo di Giovanni Ballarini, accademico dei Georgofili

Proponiamo questo contributo di Giovanni Ballarini, accademico dei Georgofili, sulle contaminazioni infinitesimali e i metodi di analisi sempre più precisi. Nella seconda metà del secolo passato si diceva che “è il chimico che fa il contaminante” nel senso che la presenza di quest’ultimo in un alimento dipende dalla sensibilità del metodo usato per rilevarlo. Al tempo stesso valeva e continua a …

Continua »
carne coltivata

Carne coltivata: migliora la consistenza e si riducono i costi. Un passo avanti verso la produzione su larga scala

Continuano gli studi per migliorare le caratteristiche organolettiche della carne coltivata, e ancora una volta sono ricercatori israeliani a fare un significativo passo in avanti. Il gruppo di Shulamit Levenberg, ingegnera tissutale del Technion – Israel Institute of Technology di Haifa, che da diversi anni lavora nel campo, ha appena pubblicato su Nature Food la sua soluzione per ottenere una consistenza …

Continua »
bunch of overripe spoiled mini-bananas on a pale pink background.

Spreco alimentare: dal MIT un nuovo sensore per monitorare la maturazione di frutta e verdura e ridurre sprechi

Per capire per tempo quando frutta e verdura si avvicinano alla fine della loro vita e ridurre lo spreco, i ricercatori del Massachusetts Institute of Technology di Boston propongono un nuovo sensore, che riesce a sfruttare un fenomeno naturale con un’elevatissima sensibilità. Il sistema si basa sull’emissione durante la maturazione di una sostanza gassosa chiamata etilene, i cui livelli salgono …

Continua »

Tisane di camomilla, finocchio o menta… Alcaloidi e pesticidi sotto osservazione

Le tisane per molti sono diventate un rito quotidiano, e vengono sorseggiate per cercare un momento di relax, per digerire o per conciliare il sonno. L’Efsa però mette in guardia gli assidui consumatori di tè, infusioni di erbe e miele, sugli alcaloidi pirrolizidinici, sostanze naturalmente presenti nelle piante, ma potenzialmente cancerogeni. Queste tossine rappresentano un potenziale rischio, nel lungo termine, …

Continua »
cultured meat making image, lab grown meat concept

Carne coltivata, start up americana si prepara a costruire un impianto di produzione. È il secondo al mondo

Memphis Meat, azienda californiana dedita alla ricerca sulla carne coltivata, è pronta al grande passo: la costruzione di un impianto pilota per la produzione di scala, in previsione della commercializzazione dei suoi prodotti. La decisione è stata presa dopo aver fatto i conti: l’ultima raccolta di fondi dagli investitori – tra i quali Mark Zuckerberg, Richard Branson e Kimbal Musk …

Continua »
Customers buy organic vegetables from hydroponics farm and pay using QR code scanning system payment at food market shop. Technology and futuristic business. E wallet and digital cashless concept

Foodchain, usare la blockchain per valorizzare il Made in Italy puntando sulla trasparenza

Si parla di blockchain e si pensa a una moneta virtuale come i bitcoin, o in generale a operazioni finanziarie. In realtà, una blockchain è semplicemente una piattaforma tecnologica, una sorta di registro pubblico, nel quale sono archiviate in modo sicuro informazioni criptate. Uno strumento per raccogliere notizie, che può essere utilizzato da vari settori, incluso quello alimentare. “Con la …

Continua »

Riduzione del becco dei pulcini: perché si deve fare negli allevamenti delle galline? Problema o soluzione?

Si sente molto parlare di benessere animale e qualcuno aggiunge alla lista delle problematiche negli allevamenti il taglio del becco dei pulcini destinati a diventare galline (detto anche debeccaggio). Alcuni considerano questa procedura un maltrattamento, anche perché il termine evoca qualcosa di violento e spinge a immaginare situazioni lontane dalla realtà. In effetti sarebbe meglio definire l’operazione come un trattamento …

Continua »

Farmaci nel latte scrive Il Salvagente. Evitare allarmismi irrazionali, dice il direttore di Ruminantia Alessandro Fantini

Pubblichiamo il commento del direttore di Ruminantia® Alessandro Fantini, sull’inchiesta relativa al latte realizzata dal Il Salvagente. L’articolo fa un’analisi scientifica dei dati e conclude con un invito rivolto al giornalismo d’inchiesta ad usare in modo più prudente titoli, occhielli e sommari, e più in generale le parole, per evitare irrazionali allarmismi. L’inchiesta del Salvagente “Ombre sul latte“, pubblicata sul numero di …

Continua »

Quello che mangiamo è veramente “come natura crea” o piuttosto il risultato di millenni di selezione?

“Come natura crea” era lo slogan di un noto marchio di passata di pomodoro, pelati e verdure in scatola. In realtà ben poco di ciò che mangiamo, sia conservato sia fresco, è “come la natura l’ha creato”. Forse gli unici articoli che compriamo tal quali sono i funghi porcini, i prodotti della pesca (non quelli provenienti da allevamenti!) e la …

Continua »

Verdura a km zero: come sfruttare un pregiudizio positivo per stimolare comportamenti virtuosi

Quanto contano le informazioni nella scelta di un alimento? Molto, soprattutto in certi casi quali quelli della verdura, come ha dimostrato uno studio molto chiaro condotto dai ricercatori della Cornell University di New York e pubblicato su Agricultural and Resource Economics Review. Nella prima parte di test condotti in cieco, senza cioè che i partecipanti avessero informazioni specifiche, i broccoli …

Continua »

Panettone: il test di Altroconsumo premia Coop Fior Fiore, Galup, Eurospin ed Esselunga

Come ogni anno Altroconsumo pubblica online un test su 15 marche di panettone, acquistate tra supermercati e pasticcerie. La prova in laboratorio ha preso in considerazione valori come la presenza di uvetta, burro e canditi. Per quanto riguarda il giudizio sensoriale la rivista si è affidata a un gruppo di pasticceri professionisti e a 150 consumatori che hanno utilizzato occhi, …

Continua »