Home / Tecnologia e Test

Tecnologia e Test

olio d'oliva plastica PET

Olio d’oliva, nelle bottiglie di plastica si conserva di meno e la qualità diminuisce prima. Scadenze tutte da rivedere?

Conservare l’olio d’oliva nella plastica potrebbe non essere una buona idea. Come riferisce Teatro Naturale, secondo uno studio dei ricercatori dell’Università di Atene pubblicato sulla rivista scientifica Food Packaging and Shelf Life, la conservabilità di un olio in bottiglia di Petpotrebbe essere più breve di quanto si pensava.Nel calcolare il termine  minimo di conservazione non si tiene conto di un …

Continua »
bottiglie acqua minerale plastica

Mercurio nelle acque minerali italiane: ottimi i risultati dello studio del Cnr-Idpa

L’acqua minerale in bottiglia italiana è sicura per le basse concentrazioni di mercurio. Molto rassicuranti i risultati di uno studio dell’Istituto per la dinamica dei processi ambientali del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Idpa), in collaborazione con l’Istituto di nanotecnologia (Cnr-Nanotec), le Università Sapienza di Roma, della Calabria (Unical), degli Studi di Ferrara, Ca’ Foscari di Venezia e Magna Graecia di …

Continua »
Nespresso tab caffè capsule

Il caffè in capsule? Ottimo secondo il test della rivista Il Salvagente. Ma le capsule sono ancora un problema per l’ambiente

Il Salvagente ha pubblicato un servizio sulle capsule di caffè evidenziando la buona qualità delle miscele e una completa sicurezza. Le analisi di laboratorio condotte su undici campioni di tipo “intenso”, cioè quello più corposo e con una tostatura intensa, hanno indagato la presenza di pesticidi, micotossine e contaminanti di processo oltre all’eventuale migrazione di sostanze estranee provenienti dai contenitori. …

Continua »

I consumatori tedeschi bocciano l’olio extravergine di oliva venduto nei supermercati. Due campioni si salvano

I consumatori tedeschi bocciano gli oli extravergini di oliva venduti nei supermercati perché, secondo le analisi di laboratorio condotte dalla rivista Öko Test, sarebbero contaminati da pesticidi, plastificanti e residui di oli minerali. La rivista ha acquistato venti oli (di cui 12 biologici) presso supermercati, discount e negozi biologici, in un range di prezzi tra 2,39 sino a 13,2 euro, …

Continua »

Riso parboiled: una nuova lavorazione potrebbe aiutare a ridurre molto le concentrazioni di arsenico inorganico

Un nuovo metodo di lavorazione del riso parboiled potrebbe aiutare a ridurre molto le concentrazioni di arsenico inorganico, che in alcuni paesi come il Bangladesh, dove le acque sono contaminate e il riso è il cardine della dieta, costituisce un problema enorme di sanità pubblica. Un team internazionale di ricercatori delle Università di Belfast (Irlanda del Nord) e Mymensingh(Bangladesh) e …

Continua »

Pane con fibra di agrumi: buccia, polpa e semi di arance e limoni per migliorare il profilo nutrizionale

I ricercatori del Crea (Centro Cerealicoltura e Colture Industriali e del Centro di Olivicoltura, Frutticoltura e Agrumicoltura), hanno messo a punto un pane ad alto contenuto di fibre, arricchito con farina di agrumi. La prima novità è l’integrazione del pane con un prodotto considerato uno scarto della lavorazione degli agrumi chiamato pastazzo. Si tratta di un miscuglio costituito da buccia, …

Continua »

Cyber agricoltura: delegate all’intelligenza artificiale la crescita e la messa a punto delle condizioni ideali

L’agricoltura diventa cyber, al Massachusetts Institute of Technology di Boston e produce, per iniziare, basilico a elevata concentrazione di oli essenziali. Ne dà conto PLoS One, in uno studio in cui i ricercatoti spiegano come siano riusciti a delegare all’intelligenza artificiale il lavoro che fino a poco tempo fa richiedeva una pazienza infinita, ovvero la messa a punto delle condizioni …

Continua »

Un “codice a barre” genetico per certificare zafferano, farine e tonno: il DNA barcoding si affaccia nel mondo agroalimentare

Come si può essere sicuri che il bastoncino di pesce panato sia proprio merluzzo o che la polverina rossa comprata sia davvero zafferano? Quando gli alimenti sono lavorati e non si riconoscono più a occhio nudo, un’azienda deve fidarsi dei propri fornitori e i consumatori dell’etichetta. L’alternativa possibile è analizzare il prodotto con la tecnica del DNA barcoding, di cui …

Continua »
lavastoviglie piatti stoviglie elettrodomestici cucina

Lavastoviglie: Samsung con il nuovo sistema Waterwall la migliore del test di Que Choisir, ma che prezzo! Bosch prima tra i prodotti a incasso

Le lavastoviglie sono presenti nella maggior parte delle cucine dei consumatori, ma da anni ormai non si registrano grandi innovazioni. I produttori si sono concentrati soprattutto nell’eliminare alcuni difetti come l’eccessivo rumore, riducendo i consumi di elettricità ed acqua. Nell’ultimo test realizzato dalla rivista Que Choisir dell’Unione francese dei consumatori – condotto su 17 lavastoviglie (di cui sette a incasso) …

Continua »
Food analysis process. Rice under microscope, red beans and wheat in petri dishes on grey background top view copyspace

Laser portatile contro le frodi alimentari firmato Enea. La tecnologia è stata già testata su cibi di grande consumo

Si chiama Safefood ed è un dispositivo laser portatile per lo screening rapido e affidabile della qualità del cibo (ne avevamo già parlato in questo articolo). Lo ha presentato l’Enea (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile), che nei laboratori di Frascati sta lavorando a due prototipi: uno destinato alle attività ispettive di organi di …

Continua »

Il test sulle macchine per il sottovuoto domestiche: Altroconsumo ne ha provate sette

La rivista Inchieste di Altroconsumo ha messo alla prova sette macchine per il sottovuoto domestico dei prodotti alimentari, valutandone l’efficacia, la facilità d’uso, la solidità e la rumorosità. Stiamo parlando di un piccolo elettrodomestico da cucina fino a pochi anni fa considerato una nicchia di mercato, che però è sempre più presente nelle case degli italiani. Potrebbe rivelarsi un ottimo …

Continua »
padella

Padelle antiaderenti, Ikea si riconferma tra le migliori nel test francese di Que Choisir: per un buon prodotto non serve spendere tanto

Per comprare una buona padella antiaderente non serve spendere un capitale. Lo dimostra l’ultimo test di Que Choisir, il magazine dell’associazione francese dei consumatori UFC, che ha portato in laboratorio 11 padelle antiaderenti rivestite di teflon e quattro in ceramica, una volta considerate una valida alternativa alle classiche antiaderenti, ma ora passate un po’ di moda. Per valutare le performance …

Continua »

Riso iper proteico: una varietà eccezionale, richiede meno acqua e ha una resa maggiore, senza essere Ogm

Dopo anni di esperimenti in laboratorio e nei campi Herry Utomo, agronomo dell’Università della Louisiana, ha ottenuto, per successive ibridazioni, una varietà di riso eccezionalmente ricca di proteine e che per di più ha rese superiori a quello normale, e richiede meno acqua e calore per essere cotto. Il nuovo riso iper proteico, brevettato nel 2017 e al momento coltivato …

Continua »

Nuovo spazio e sostegno alle start up agroalimentari con il progetto Agrofood Bic

Agrofood Bic è un  polo creato da un gruppo di aziende che ruotano intorno al mondo agro alimentare  (Granarolo, Gellify, Camst, Conserve Italia, Cuniola Società Agricola ed Eurovo) per creare nuove start-up. I segmenti su  cui progettare  spaziano dall’ealthy food alla tracciabilità dei prodotti, dall’imballaggio sostenibile al food delivery sino all’agricoltura di precisione.  L’iniziativa prevede il finanziamento per il primo …

Continua »
plastica bottiglie riciclo raccolta differenziata vuoto a rendere

Ecco Junker, l’app per fare la raccolta differenziata senza errori. L’idea di una start up italiana

Tra plastica, carta e materiali misti, non è sempre facile separare correttamente le confezioni e gli imballaggi dei prodotti alimentari venduti al supermercato. Mentre alcune aziende più attente all’ambiente semplificano il compito dei consumatori indicando precisamente sulle etichette come smaltire le confezioni, altre si limitano a indicare i simboli e le sigle dei materiali. Per aiutare i cittadini a fare …

Continua »