Home / Lettere

Lettere

Nutritionist hard work with patient

Nutrizione: di cosa hanno bisogno veramente i pazienti? La lettera di due medici

Il Fatto Alimentare, nel corso degli anni, ha parlato spesso di nutrizionisti, anche con botta e risposta tra professionisti del settore, ma sempre concentrandosi sulla domanda “chi può fare il nutrizionista?”. Poco è stato detto, invece, sui pazienti, sulle loro esigenze e su come devono essere seguiti durante la dieta. Sono questi alcuni degli argomenti trattati nella lettera di due …

Continua »
bottiglie di plastica

Acqua Sant’Anna: due lettrici segnalano bottiglie con cattivo odore e sapore

Abbiamo ricevuto delle segnalazioni da due lettrici che hanno acquistato bottiglie di acqua Sant’Anna con un cattivo odore e sapore, appartenenti al medesimo lotto, ma con scadenze diverse. Entrambe le lettrici si sono rivolte al servizio clienti dell’azienda che ha risposto solo in un caso. Dopo avere ricevuto queste segnalazioni abbiamo inviato una richiesta di chiarimenti a Sant’Anna che ha …

Continua »
latte in polvere

Latte in polvere per neonati, come preparare il biberon senza rischi. Un lettore segnala i consigli dell’Oms e l’errore dell’Anses

Un lettore ci segnala che i consigli dell’Anses per i genitori sulla preparazione del latte in polvere per neonati riportati in un articolo pubblicato il 14 novembre scorso contengono alcune criticità e non rispettano le raccomandazioni dell’Oms. Ecco la lettera giunta in redazione: Dato che il rischio di contaminazione intrinseca (da Cronobacter, Salmonelle, Bacillus cereus, ecc.) delle formule in polvere …

Continua »

Dieta a crudo per cani e gatti: la riflessione di un veterinario che chiarisce alcuni punti

Pubblichiamo di seguito il commento di un medico veterinairo, Valerio Guiggi, che ci ha scritto in risposta all’articolo di Agnese Codignola sull’alimentazione per cani e gatti a base di cibi crudi (BARF). Alcuni giorni fa, sulle pagine de “Il Fatto Alimentare”, è stato pubblicato un articolo relativo ai rischi legati alle alimentazioni a crudo per cani e gatti. Si tratta …

Continua »

Spinaci Findus surgelati con frammenti di plastica: la scoperta di un lettore e la risposta dell’azienda

Vi comunico con una certa urgenza che ieri sera, nel cucinare gli spinaci congelati della Findus acquistati presso il supermercato Mercatò a Torino (Via Sant’Ambrogio 21), abbiamo trovato della plastica, fortunatamente il pezzo di plastica non è stato ingerito, ma sfortunatamente è stato cucinato per 10 minuti insieme agli spinaci. Vi allego le foto degli spinaci Findus del lotto L9163BT079 …

Continua »
olive

Olio extravergine, i dubbi di un lettore sull’ottima annata italiana e la risposta di Alberto Grimelli

L‘articolo che avete pubblicato sulla qualità e la quantità dell’olio extravergine italiano, che quest’anno dovrebbe essere eccellente, mi sembra una sequela di contraddizioni. Scrivete che è un’ottima annata per l’olio, però solo al sud! Mah. E il resto d’Italia che fa, guarda? L’articolo dice che i migliori risultati saranno in Puglia, però il Salento conferma il trend negativo per via …

Continua »

Lidl: il burro Milbona va consumato entro due giorni! Le perplessità di un lettore e la risposta della catena che conferma

Il tema delle scadenze e di quanto realmente durino gli alimenti è sempre attuale. In passato abbiamo più volte spiegato la differenza tra scadenza e Tmc (termine minimo di conservazione) e di come queste due indicazioni vadano seguite con un po’ di buon senso ma anche flessibilità. Se per alcuni alimenti la data di scadenza va rispettata rigorosamente per scongiurare …

Continua »
Asiago Alaska

Asiago d’Alaska: il problema non risolto dei prodotti che “suonano” italiani ma sono interamente fatti all’estero

Sono da poco tornato da un viaggio in Alaska, dove, oltre ad ammirare la bellezza della natura, mi sono divertito a curiosare fra gli scaffali dei market locali per approfondire in qualche modo la cultura alimentare del territorio. Mi sono imbattuto in diverse imitazioni di prodotti alimentari italiani, quello che mi ha maggiormente sorpreso è stato un formaggio stagionato 6 …

Continua »

Perché Esselunga non vende i limoni verdi italiani sfusi? La domanda di un lettore e la risposta della catena

Dopo il nostro articolo sulla provenienza dei limoni verdi e gialli venduti da Esselunga, oggetto di numerosi commenti e reazioni, un lettore ci ha scritto sollevando una questione sul confezionamento degli agrumi. Ecco la lettera: Faccio spesso la spesa alla Esselunga e conosco bene la faccenda dei limoni gialli e verdi. Quelli disponibili sono sia italiani sia esteri, e questi …

Continua »

Inchiostro sull’affettato Coop: la segnalazione di un lettore e la risposta della catena di supermercati

Ieri mattina ho comperato al banco gastronomia dell’Ipercoop di Crema del petto di pollo cotto al forno a fette. Ma una volta a casa, prima di servire l’affettato, ho notato che l’inchiostro della carta era passato sulla carne, lasciando ben impresso il marchio coop (come si vede nelle fotografie). Possibile che utilizzino delle buste che trasferiscono l’inchiostro sulla carta? Si …

Continua »

Polline e pappa reale: perché non c’è il paese di origine? Risponde l’esperto in prodotti delle api

Buongiorno, chiedo per curiosità, questa mattina ero in un supermercato e ho notato che sulla pappa reale e sul il polline non era indicata l’origine. Non è obbligatorio mettere il paese di origine in etichetta? Come posso acquistare un prodotto italiano o almeno europeo? Grazie. Michela. Il polline è l’insieme di granuli microscopici contenuti nei fiori che le api operaie …

Continua »

Yogurt alla greca della Lidl: un lettore chiede se l’elenco degli ingredienti è corretto

L’elenco degli ingredienti dello yogurt della Lidl è corretta? Se lo chiede un nostro lettore che ci ha inviato una lettera interessante, alla quale ha risposto la catena di supermercati. Ho un dubbio sulla correttezza dell’elenco degli ingredienti dello yogurt alla greca di Milbona (Lidl): “panna (?), proteine del latte, fermenti lattici”. Di solito gli yogurt, per essere definiti tali, …

Continua »

Kinder Merendero: una lettrice chiede l’origine del latte che la Ferrero usa per la versione estiva dell’ovetto Kinder

Ho dovuto acquistare per le mie figlie due Kinder merendero (versione estiva degli ovetti) causa posizionamento ad altezza bimbi alla cassa del supermercato (li hanno presi senza fatica)*. Leggendo le informazioni sulla confezione ho notato che c’è scritto “latte proveniente esclusivamente da latterie d’eccellenza” ma non è specificato nemmeno se UE, ironicamente potrebbe perfino essere latte cinese. Come mai sui …

Continua »
cappello FIPGC pasticceri italiani febbraio 2018

Perché i cuochi del ristorante di Padova non portano il cappello? Lo chiede un lettore

Ho visitato Padova come turista dieci giorni fa. Bellissima città d’arte. Per due sere sono stato ospite di amici a cena in un famoso ristorante appena fuori città. La seconda sera ho chiesto al titolare come mai tutti i suoi bravi e giovani cuochi (le cucine sono a vista: ogni avventore può vedere come lavorano) non portassero il copricapo come …

Continua »