Home / Pubblicità & Bufale

Pubblicità & Bufale

Cioccolato Venchi, la barretta Chocaviar non ha il 75% di cacao come scritto sul bollino della confezione. Sanzione di 70.000 € decisa da Agcm

La società Venchi è stata sanzionata dal’Autorità garante delle concorrenza e del mercato e deve pagare una somma pari a 70 mila euro, per aver indicato in maniera ingannevole la percentuale di cacao contenuta nella barretta “Chocaviar extra fondente 75%”, in violazione agli articoli 20, comma 2, e 21, comma 1, lettera b, del Codice del Consumo. La percentuale del 75% – enfaticamente riportata …

Continua »

Snack Risibisi per bambini: l’Istituto di autodisciplina pubblicitaria censura lo spot tv, è scorretto

Il Comitato di controllo del Giurì dell’autodisciplina pubblicitaria, ha deciso che la comunicazione relativa al prodotto snack per bambini Risibisi di Valledoro propone un modello alimentare scorretto. Il prodotto viene presentato come un adeguato sostituto dei legumi, in una versione più comoda e sfiziosa da mangiare. La sentenza, datata 25 maggio 2020, censura il messaggio perché contrario all’articolo 11 – Bambini …

Continua »

Pubblicità, bambini e adolescenti francesi troppo esposti al marketing del cibo poco sano. Lo studio di Santé Publique France

Child watching tv

Più della metà delle pubblicità alimentari viste in TV dai bambini e dagli adolescenti francesi nel 2018 aveva come protagonisti prodotti troppo grassi, zuccherati o salati. Lo rivela uno studio pubblicato alla fine del mese di giugno da Santé Publique France, l’agenzia francese di salute pubblica, secondo cui non è possibile stimare quanto siano esposti al marketing del cibo poco …

Continua »

Integratori alimentari, lo Iap censura le pubblicità di Mavosten, Normolip 5 e Ansiolev. Suggerivano effetti tipici dei farmaci

Il Comitato di controllo dell’Istituto di autodisciplina pubblicitaria, con l’ingiunzione numero 26/20 del 5 giugno 2020 nei confronti del produttore Restaxil GmbH e di Manzoni & C S.p.a, ha censurato la pubblicità dell’integratore Mavosten. L’inserzione, comparsa l’11 maggio sul quotidiano La Repubblica con il messaggio “Fastidi alla schiena o al collo? Spesso è una questione di nervi!”, è stata ritenuta contraria all’articolo 23bis …

Continua »

Finish detersivo per lavastoviglie, lo Iap censura la pubblicità. Non fa risparmiare 38 litri di acqua

Finish detersivo

Il Giuri dell’autodisciplina pubblicitaria ha censurato lo spot tv e i messaggi pubblicati sui canali social e nel sito internet di due detersivi per lavastoviglie dell’azienda Reckitt Benckiser. Si tratta di Finish Quantum Ultimate e Finish Gel. Le frasi sotto accusa riguardano la possibilità di risparmiare acqua per sciacquare i piatti prima di metterli  nella lavastoviglie. Il Giurì ha ritenuto …

Continua »

Antitrust dispone in via cautelare l’eliminazione dal sito Geolam di riferimenti all’efficacia dei dispositivi per prevenire Covid-19

L’Autorità garante della concorrenza e del mercato (Agcm), in via cautelare, ha disposto l’eliminazione dal sito Geolam.info di ogni riferimento all’efficacia nella prevenzione e cura del Covid-19 dei dispositivi “Transmission Plus Braccialetto multifunzioni ad uso personale anti Covid-19”, “Placchetta combinata IMMUNITARIO + PSICHE”, “Placchetta IMMUNITARIO”, “Transmission braccialetto per uso personale”, “Transmission ciondolo per uso personale” e “Combiplus card multifunzione ad uso personale …

Continua »

Coronavirus, ancora bufale smontate dal ministero della Salute: alcol protettivo, barbe rischiose e bagni di candeggina

uomo barba mascherina spesa supermercato coronavirus

Ogni giorno si diffondono nuove fake news sul coronavirus. Che si tratti di un’improbabile cura, di uno strano metodo di prevenzione o una bufala senza fondamento. Di pari passo, continuano ad arrivare le smentite del ministero della Salute, continuamente impegnato a sfatare miti sul Covid-19, talvolta anche pericolosi per i consumatori. E come sempre, tra le bufale che girano in …

Continua »

Dal latte che cura l’infezione alle zecche che diffondono il coronavirus. Le ultime bufale smontate dal ministero della Salute

Woman holding a bottle of milk

Ogni giorno sembra comparire una nuova bufala sul coronavirus: dalle teorie del complotto sulle sue origini, a strampalati metodi per la cura e la prevenzione dell’infezione. Tra questi ultimi non possono mancare i rimedi “fai da te” a base di cibi o bevande che tutti abbiamo in casa. Il ministero della Salute ci offre una carrellata delle ultime fake news …

Continua »

Burger King, censurata in UK la pubblicità del Rebel Whopper: inadatto a vegani e vegetariani, ma gli spot sono fuorvianti

rebel whopper burger king

Brutta tegola per Burger King nel Regno Unito. L’Autorità britannica per la pubblicità (Advertising standards authority) ha censurato la campagna del Rebel Whopper, l’ormai famoso panino con burger vegetale che la catena di fast food ha lanciato nel novembre 2019. Secondo l’Asa la pubblicità sarebbe ingannevole perché lascia intendere che il prodotto sia adatto a una dieta vegetariana o vegana. …

Continua »

Gel igienizzante “specifico” contro il coronavirus, lo Iap censura la pubblicità di ODStore. La nota di Sapori Artigianali Srl

dettaglio pubblicita metro odstore gel igienizzante primagel coronavirus

Con l’emergenza sanitaria in corso, si è alzato il livello di vigilanza sulle pubblicità, per assicurarsi che nel tentativo di vendere qualche prodotto in più non si facciano riferimento impropri e ingannevoli al coronavirus. E proprio in questo contesto, l’Istituto di autodisciplina pubblicitaria, con l’ingiunzione 14/2020 del Comitato di controllo, ha censurato il messaggio pubblicitario del gel mani disinfettante Primagel …

Continua »

Coronavirus, la truffa dei falsi buoni Coop e Conad: promettevano generi alimentari gratis per rubare i dati dei consumatori

Nel caos informativo che circonda la pandemia di coronavirus, si insinuano spesso anche fake news e messaggi truffaldini. In questi giorni sta girando in rete una nuova truffa che promette buoni Coop dal valore di 250 euro per la distribuzione di generi alimentari gratuiti destinati a sostenere la popolazione durante l’epidemia. Il fatto è stato denunciato dalla stessa Coop alla …

Continua »

Tisanoreica e Gianluca Mech, censurate due pubblicità per riferimenti impropri all’emergenza coronavirus. Per lo Iap sono ingannevoli

tisanoreica dolce respiro

Due pubblicità dei prodotti Tisanoreica sono stati ritenuti ingannevoli dal Comitato di controllo dell’Istituto di autodisciplina pubblicitaria  per via del riferimento improprio all’emergenza coronavirus.  L’ingiunzione datata del 27 marzo 2020, ha censurato uno spot trasmesso su La7 lo scorso 23 marzo 2020 e il video dal titolo inequivocabile “Coronavirus and Tisanoreica Diet” postato il 5 marzo 2020 sull’account Facebook di …

Continua »

Panzironi: integratori contro il coronavirus. L’Agcom apre un nuovo procedimento e bacchetta La7 per le ospitate

panzironi

Continuano a fioccare le sanzioni nei confronti di Adriano Panzironi, il creatore del metodo Life120, che è finito di nuovo nei guai con l’Autorità garante delle comunicazioni a causa del coronavirus. Il giornalista – per ora sospeso dall’ordine – ha dedicato una parte della programmazione di Il Cerca Salute a “quello che non ti hanno detto sul coronavirus”. Nel corso della …

Continua »

La vitamina C non protegge dal coronavirus. Un’altra bufala social smontata da “Dottore, ma è vero che…?”

Per conoscere in tempo reale il numero di persone colpite in Italia  clicca qui Per conoscere in tempo reale il numero di persone colpite nel mondo clicca qui No, la vitamina C non previene l’infezione da coronavirus. Non c’è alcuna evidenza scientifica che lo sostenga. Così come nel caso delle bevande calde, anche questa bufala si è diffusa rapidamente sui …

Continua »

Pan di Stelle Barilla e influencer: sospetta pubblicità occulta su Instagram. L’Agcm accetta gli impegni a una maggiore trasparenza

Young adult food stylist woman taking photo on smartphone

La trasparenza del cosiddetto influencer marketing continua a essere un problema. Questa volta è Barilla a finire sotto la lente dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato (Agcm) per un sospetto caso di pubblicità occulta della linea Pan di Stelle presente su Insanitypage, un profilo Instagram da quasi 3 milioni di follower. Analoghi sospetti per nove micro influencer che non hanno …

Continua »