Home / Agnese Codignola (pagina 21)

Agnese Codignola

Agnese Codignola
giornalista scientifica

Niente bevande zuccherate al lavoro. Con il divieto dell’Università della California tagliati i consumi a metà tra i dipendenti

Female doctor sit at desk work on computer with medical document hold cola in hospital isolated on pastel pink wall background. Woman in medical gown glasses stethoscope. Healthcare medicine concept.

Eliminare le bevande zuccherate dai luoghi di lavoro ha effetti positivi molto evidenti, e quindi dovrebbe essere fatto, anche perché si tratta di un provvedimento che non richiede investimenti onerosi e non incontra la stessa opposizione di altre misure come quella di introdurre una sugar tax. La conferma arriva da Berkeley, California, dove la locale università ha deciso di non …

Continua »

Carne cruda per cani e gatti? No grazie. Un rischio per gli animali e le persone

Una moda pericolosa e priva di qualunque fondamento scientifico si sta affermando sempre più tra i proprietari di animali domestici, e sta preoccupando la comunità scientifica. Si tratta di dare all’amato cane o gatto (soprattutto, ma non solo) cibi crudi, acquistati così come sono o in preparazioni chiamate BARF da Biologically appropriate raw food, arricchite con frutta e verdura biologicamente …

Continua »

Benessere animale: l’Europa crea un centro per la protezione dei polli e dei piccoli animali da allevamento

Poultry farm business for the purpose of farming meat or eggs for food from, White chicken Farming feed in indoor housing

L’Europa ha istituito il secondo centro continentale per il benessere animale, dedicato a polli, volatili, conigli e in generale ai piccoli animali da allevamento. Il primo, l’EURCAW-Pigs, era stato varato nel 2018 ed era destinato ai suini, sotto il coordinamento dell’Università di Wageningen, in Olanda.  In questo caso la guida è stata affidata all’Agenzia per la sicurezza alimentare francese (Anses), …

Continua »

Bisfenolo B, l’allarme dell’Anses: è un interferente endocrino, non usatelo come sostituto di BPA e BPS

Good quality food in take away boxes with fresh vegetables

L’Autorità per la sicurezza alimentare francese, l’Anses, si è pronunciata contro il bisfenolo B, un parente strettissimo del bisfenolo A o BPA, interferente endocrino già eliminato da molti prodotti in tutto il mondo. Il derivato del BPA, che ne stava prendendo il posto in un numero crescente di materiali, alla prova dei fatti ha dimostrato di avere caratteristiche del tutto simili …

Continua »

Cala il mercurio nell’ambiente, ma aumenta nel pesce. I ricercatori di Harvard puntano il dito su pesca eccessiva e cambiamento climatico

Big Cod fishes in huge water tank.

Tra il 1995 e il 2010 la concentrazione di mercurio immesso nell’ambiente (principalmente in mare) nell’emisfero nord è scesa del 30%, grazie a leggi e regolamenti sempre più restrittivi. Eppure il pesce che vive in questi mari non sempre ha visto diminuire nell’identica misura la concentrazione del metilmercurio, il derivato inorganico e tossico del mercurio, che si trova nelle sue …

Continua »

È guerra alle Fake Meat. Ma vietare la parola “carne” sulle etichette delle alternative vegetali e coltivate aiuterà i consumatori?

I produttori di carne americani, dopo quelli francesi, dichiarano una guerra semantica alla finta carne vegana, sperando che il divieto di indicarla come carne possa scoraggiare i consumatori e riportarli alla bistecca. Nel mese di aprile del 2018 la Francia ha vietato le denominazioni come hambuger di soia, sulla scorta di quanto l’Unione Europea aveva deciso in merito alle bevande vegetali qualche …

Continua »

Integratori alimentari: promosso solo un prodotto su 10 nel test francese di 60 Millions de consommateurs

Healthy vitamin supplements on black spoons against pink color background integratori

La rivista francese 60 Millions de consommateurs dichiara guerra agli integratori, con un numero speciale da cui esce un ritratto assai poco rassicurante per quanto riguarda sicurezza ed efficacia. Gli esperti del magazine, che hanno commentato i risultati con un lapidario “la vigilanza è obbligatoria”, hanno analizzato 120 prodotti tra i più venduti, compresi vari cocktail di vitamine, alga spirulina, estratti …

Continua »

Etichette poco chiare e marketing aggressivo spingono le vendite di bevande zuccherate per bambini. Il rapporto americano

roup of asian children drinking red juice water with ice from glass together in the summer time

Il 62% di tutto ciò che bevono i bambini e i ragazzi americani è rappresentato da bibite zuccherate o dolcificate, in un mercato – quello delle bevande per i più giovani – che, nel suo insieme, frutta 2,2 miliardi di dollari. Si capisce quindi perché, nel solo 2018, le aziende abbiano speso 20,7 milioni di dollari per pubblicizzare prodotti con …

Continua »

Come far mangiare meglio i cittadini? La strategia più efficace è cercare di far cambiare abitudini

insalata salute uomo pranzo

Non tutti gli strumenti finalizzati a convincere le persone a mangiare meglio sortiscono lo stesso risultato. E tra i meno efficaci e i più utili c’è una grande differenza, quanto a risultati. Lo dimostra una singolare metanalisi condotta dai ricercatori della IÉSEG Scuola di Management di Parigi, pubblicata su Marketing Science, nella quale sono stati presi in esame ben 96 …

Continua »

Singapore vara una politica molto severa contro lo zucchero per arginare le malattie metaboliche associate all’obesità

mars cioccolato

Anche Singapore si muove verso una politica molto severa nei confronti delle bibite dolci e forse, gradualmente, di tutto ciò che è zuccherato, perché anche lei deve fare i conti con tassi di malattie metaboliche associate all’obesità e, in primo luogo, di diabete di tipo 2, tali da indurla a prendere contromisure urgenti. Nel 2016 i casi tra i maggiorenni …

Continua »

Dietro lo studio a favore della carne rossa spuntano legami con la lobby alimentare. La scoperta del New York Times

Raw meat beef steak on black top view.

Il New York Times smonta lo studio che sembrava attenuare, se non negare, il legame tra consumo di carne rossa e malattie. È infatti ancora una volta il giornale statunitense a denunciare i pesanti conflitti di interesse che gettano più di un’ombra su una ricerca che, nei giorni scorsi, ha avuto una vasta eco sui media di tutto il mondo, ma …

Continua »

SOS tonno: è allarme pesca insostenibile. Catture aumentate del 1000% negli ultimi 60 anni grazie ai sistemi industriali

tonno pesca

Il tonno potrebbe presto diventare un alimento raro, da consumare saltuariamente, se non si metteranno in atto provvedimenti volti a proteggerlo e a permettere il ripopolamento dei mari. Negli ultimi decenni, infatti, la pesca è diventata sempre meno sostenibile, ha depauperato i banchi di tutto il mondo e oggi le diverse varietà sono quasi tutte a rischio. È questo il quadro …

Continua »

Dolciumi, bibite e acne: anche la cattiva alimentazione è associata a un aumento del rischio di problemi dermatologici

Young woman with acne problem holding chocolate bars on color background. Skin allergy

L’abitudine a consumare dolciumi, cioccolato, pasticceria e bevande zuccherate è associata, oltreché al sovrappeso, all’obesità e alle patologie cardiometaboliche, anche a un aumento del rischio di sviluppare l’acne. Avere una cattiva alimentazione ha quindi influenza su una malattia che certamente risente di fattori interni come la condizione del sistema immunitario e la presenza di specifici ceppi batterici, ma che può …

Continua »

Più verdure in mensa: basta un’opzione vegetariana in più per ridurre il consumo di carne. Lo studio di Cambridge

piatti vegetariani mensa cambridge

Aumentare la disponibilità di piatti vegetariani a scapito di quelli di carne induce chi mangia in mensa a dare più spazio ai primi, senza che questo abbia effetti negativi sulle vendite. E non c’è un effetto rebound, cioè chi consuma più verdura a pranzo non compensa con maggiore quantità di carne durante la cena. Lo dimostra uno studio condotto nel …

Continua »

Stop a cibo e bevande sui mezzi pubblici per combattere l’obesità: la proposta radicale che arriva dal Regno Unito

woman eating pretzel while traveling by train

Nei giorni scorsi Sally Davies, ex Chief medical officer (CMO) del governo inglese e responsabile delle politiche di salute pubblica, ha reso noto il suo rapporto di fine mandato secondo cui un bambino su tre a 11 anni è obeso, e per questo ha indicato una serie di azioni drastiche da introdurre quanto prima per cercare di invertire la tendenza. …

Continua »