Home / Beniamino Bonardi (pagina 3)

Beniamino Bonardi

Beniamino Bonardi

Francia, troppi coloranti vietati o in eccesso nei macaron. I primi risultati dei controlli disposti dal governo nelle pasticcerie

macro multicolored french macaroon

I colori sgargianti che caratterizzano i macaron, un dolcetto tipico della pasticceria francese, sono sotto osservazione da parte del governo di Parigi, che sta controllando quantità e qualità dei coloranti utilizzati in pasticcini e biscotti. Le analisi sono cominciate nel 2017 nella regione Nouvelle Aquitaine, per verificare se gli additivi presenti fossero quelli menzionati nell’etichettata, se fossero autorizzati per l’uso …

Continua »

Gli Usa decidono l’etichettatura degli alimenti Ogm. Si chiameranno “bioengineered” e sono previste molte eccezioni

ogm mais monsanto 463509575

Dopo anni di discussioni e una consultazione pubblica, il governo statunitense ha emanato le regole per l’etichettatura degli alimenti contenenti Ogm, dove non comparirà però questa sigla e neppure le parole “geneticamente modificato”, dato che ormai hanno assunto una connotazione negativa presso larga parte dei consumatori. Le regole emanate dal Dipartimento dell’Agricoltura prevedono l’uso della parola “bioengineered”, che però è …

Continua »

Francia, il governo ci ripensa: niente divieto per il biossido di titanio. Era stato promesso entro la fine del 2018

Delicious sweet candy with copy space

Dietrofront del governo francese sull’eliminazione del colorante E171, cioè il biossido di titanio, sulla cui sicurezza sono sorti dubbi. Il bando all’uso di questo additivo negli alimenti entro la fine del 2018 era stato promesso lo scorso maggio dal segretario di Stato alla Transizione ecologica, Brune Poirson, che aveva rimarcato come fosse “essenziale interrogarsi sulla reale utilità di una sostanza il …

Continua »

Lo Stato nel piatto. Il governo britannico vuole porre un limite alle calorie dei cibi pronti e delle porzioni dei ristoranti, e scoppia la polemica

cartone cinese takeaway

Lo scorso ottobre, la stampa inglese aveva rivelato che il governo stava predisponendo un nuovo piano anti-obesità contenente nuove raccomandazioni sul limite massimo di calorie presenti nei cibi pronti venduti nei supermercati e nei piatti serviti ai ristoranti. Ora il Telegraph ha visionato una bozza del piano preparato da Public Health England, agenzia governativa per la Salute. Sandwich e insalate …

Continua »

Rimuovere snack e dolci dalle casse dei supermercati aiuta a combattere l’obesità. Studio pubblicato da Plos Medicine

casse supermercati

La rimozione di snack e dolci dalle casse dei supermercati riduce drasticamente la quantità di spuntini insalubri mangiati per strada e fa diminuire la quantità di quelli portati a casa. Lo indica una ricerca condotta dalle Università di Cambridge, Stirling e Newcastle, pubblicata dalla rivista  Plos Medicine   sugli acquisti fatti d’impulso e non pianificati. Lo studio, finanziato dal governo britannico, …

Continua »

Sale, fallite in gran parte le politiche di riduzione volontaria in Gran Bretagna. Rapporto sui risultati indicati nel 2014 per il 2017

Aspre critiche al governo britannico dopo che Public Health England (PHE), il Dipartimento della salute del governo, ha pubblicato il primo rapporto completo sulle riduzioni volontarie di sale che sono state raggiunte dai produttori alimentari e dai rivenditori al dettaglio. Solo poco più della metà degli obiettivi è stata raggiunta. Secondo Graham MacGregor, professore di medicina cardiovascolare e presidente del …

Continua »

L’Efsa riesamina i Pfas e riduce notevolmente le dosi massime tollerabili. Hanno contaminato le acque e la catena alimentare in Veneto

Pfas greenpeace

L’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) ha pubblicato il primo dei due pareri richiesti dalla Commissione europea sui Pfas (sostanze perfluoroalchiliche). Questi composti hanno inquinato le falde acquifere di una sessantina di comuni del Veneto e sono entrate nella catena alimentare, probabilmente a causa degli scarichi della fabbrica Miteni, che poche settimane fa ha dichiarato fallimento e cesserà l’attività entro …

Continua »

La Norvegia verso il divieto dell’olio di palma come biocombustibile dal 2020. Governo e produttori indonesiani preoccupati

La Norvegia si avvia ad essere il primo Paese a vietare l’olio di palma come biocombustibile. Come riferisce il quotidiano britannico The Independent, la decisione del parlamento norvegese è stata salutata dagli ambientalisti come una vittoria nella lotta per salvare le foreste pluviali, combattere i cambiamenti climatici e proteggere gli oranghi in via di estinzione.  Il voto è arrivato dopo …

Continua »

Più sale e meno cereali integrali nelle mense scolastiche statunitensi. Le nuove linee guida dell’amministrazione Trump

mensa scuola

I menu delle mense scolastiche statunitensi sono più sani di cinque anni fa, grazie alle linee guida introdotte dall’amministrazione Obama. Ma ora il ministro dell’Agricoltura Sonny Perdue, come aveva preannunciato nel maggio 2017 al momento del suo insediamento, ha deciso di modificarle, introducendo maggiore flessibilità, perché “se i bambini non mangiano ciò che viene servito, non ne stanno beneficiando, e il …

Continua »

Wilmar, il più grande fornitore mondiale di olio di palma, monitorerà le piantagioni con i satelliti. Soddisfazione di Greenpeace

palm oil tree

Wilmar International, il più grande fornitore globale di olio di palma, di cui controlla circa il 40% del commercio mondiale, con sede a Singapore, ha annunciato che entro la fine del 2019 mapperà tutte le coltivazioni di palma da olio presso cui si rifornisce e si impegna a monitorare, attraverso l’uso di satelliti ad alta risoluzione, quanto accade nelle piantagioni. …

Continua »

Gli impegni disattesi dell’industria del cioccolato per fermare la deforestazione in Africa. Un dossier su Ghana e Costa d’Avorio

report mighty earth cacao africa

Un anno fa, in occasione della 23^ Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (Cop23) svoltasi a Bonn, le industrie del cacao e del cioccolato avevano assunto dei precisi impegni per porre fine alla deforestazione e alla violazione dei diritti umani nella filiera. Accanto alle industrie sedevano i rappresentanti di Ghana e Costa d’Avorio, i due principali paesi leader nella …

Continua »

Francia, i supermercati Casino lanciano l’etichettatura sul benessere animale per la carne a proprio marchio

etichetta benessere animale casino francia

Il gruppo di supermercati francese Casino ha lanciato la prima etichettatura relativa al benessere animale, che sarà applicata sulla carne e il pollame a proprio marchio. L’iniziativa, elaborata nel corso di due anni insieme a tre Ong, mira ad aumentare la trasparenza sulle condizioni di allevamento, trasporto e macellazione, fornendo ai consumatori informazioni chiare e affidabili. Il sistema di etichettatura …

Continua »

Il no all’olio di palma di Iceland diventa un affare di Stato. Malesia e Indonesia hanno chiesto al governo britannico di intervenire

Iceland supermercato surgelati

Quando lo scorso aprile la catena di supermercati Iceland, specializzata nei surgelati, annunciò che entro l’anno avrebbe eliminato l’olio di palma da tutti i prodotti a proprio marchio, funzionari dei governi di Malesia e Indonesia scrissero al governo di Londra, chiedendogli di intervenire. Ciò che aveva irritato particolarmente i due governi del Sud-Est asiatico, che producono circa il 90% dell’olio …

Continua »

All’agricoltura biologica solo le briciole dei finanziamenti europei e italiani. Nei nostri campi chi inquina viene pagato

agricoltura bio biologico campi coltivare

Nei nostri campi chi inquina viene pagato. All’agricoltura che utilizza pesticidi, diserbanti e fertilizzanti sintetici va la quasi totalità dei finanziamenti europei e nazionali. La politica agricola comunitaria sovvenziona infatti  il 97,7% dell’agricoltura convenzionale. Al biologico vanno le briciole. Secondo i dati elaborati dall’Ufficio studi della Camera dei deputati, su 41,5 miliardi di euro destinati all’Italia dalla Politica agricola comune …

Continua »

Olio extra vergine, prezzi in salita per quello italiano. Alberto Grimelli di Teatro Naturale: olio estero potrebbe essere spacciato per italiano

Olive pugliesi

Nei prossimi mesi il prezzo dell’olio di oliva extravergine italiano è destinato a salire e il nostro Paese dovrà importare il 60-70% del quantitativo necessario da Spagna, Tunisia e Grecia. Sono queste le conseguenze di un’annata disastrosa che, a causa degli eventi meteorologici avversi registra un calo del 38% rispetto all’anno precedente.  Secondo le stime dell’Istituto di servizi per il …

Continua »