Home / Redazione Il Fatto Alimentare (pagina 2)

Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Hai bisogno di ferro? Mangia tanti spinaci! In realtà il minerale è molto più presente negli alimenti di origine animale come dice l’Iss

Contrariamente alla credenza popolare molto diffusa, consolidata dai cartoni animati del celebre Braccio di ferro, gli spinaci non sono la miglior fonte di ferro per l’organismo, perché gran parte del minerale presente nelle foglie non può essere utilizzato. Il motivo è che  gli spinaci contengono anche sostanze che ne inibiscono l’assorbimento da parte dell’intestino (1). Il tema è trattato in …

Continua »

Fumetto di mais 8 file Bongiovanni richiamato per fumonisine oltre i limiti

fumetto di mais bongiovanni fumonisine richiamo

Il Ministero della salute ha pubblicato l’avviso di richiamo di un lotto di fumetto di mais 8 file a marchio Bongiovanni per la presenza di fumonisine oltre i limiti di legge. Il prodotto interessato, una tipologia di farina di mais macinata molto finemente, è venduto in confezioni da 1 kg, con il numero di lotto 106-18 da consumarsi preferibilmente entro …

Continua »

Richiamate pentole Tris Caldaie “Marte” a marchio Home: migrazione totale di sostanze negli alimenti oltre ai limiti

tris caldaie marte pentole richiamo moca

Il Ministero della salute ha diffuso il richiamo di un lotto di pentole Tris Caldaie “Marte” a marchio Home e distribuite da Pengo Spa perché a seguito di test di laboratorio sono risultate non conformi alla normativa sui materiali a contatto con gli alimenti, in particolare è stato rilevato il superamento dei limiti per il parametro della migrazione globale. L’avviso …

Continua »

Panettone e pandoro: tutti i segreti per scegliere il dolce Natale

Panettone e pandoro sono dolci lievitati in modo naturale difficili da preparare  perché la lavorazione richiede più impasti, temperature controllate per la lievitazione e un’area spaziosa per il raffreddamento dopo la cottura. Gli ingredienti sono definiti per legge: così come la percentuale di burro, uova, mentre canditi e uvette possono variare  entro certi limiti. Da anni ormai le grandi industrie …

Continua »

La pasta italiana è cambiata? Sì, in meglio. I risultati della rivista Il Salvagente promuovono tutto il settore

Pasta patti chiari foto

 Il mensile il Salvagente  ha realizzato un test su 23 campioni di pasta per valutare il tenore di proteine, la tenuta in cottura e la presenza di pesticidi e micotossine. I risultati positivi per tutti i parametri  emersi dall’indagine indicano solo un lieve miglioramento rispetto al passato, per quanto riguarda il tenore di residui di glifosato e deossinivalenolo (Don). Per …

Continua »

Listeria monocytogenes: richiamata la coppa di testa farcita Gastronomia delle Marche. Il batterio presente “in quantità minimale”

coppa di testa maiale

Il Ministero della salute ha diffuso il richiamo di un lotto di coppa di testa di maiale farcita a marchio Gastronomia delle Marche, per la “rilevazione di contaminazione in quantità minimale” di Listeria monocytogenes. Il prodotto coinvolto è venduto in confezioni da 2,5 kg e 3,5 kg, identificabili dal numero di lotto H0610 con scadenza a 45 giorni. La coppa …

Continua »

Richiamati biscottini Prime Pappe per ocratossina A e ciauscolo di Visso Igp dell’azienda Vissana Salumi per Listeria monocytogenes e Salmonella

biscottini prime pappe ciauscolo di visso igp vissana salumi richiamo

Il Ministero della salute ha diffuso il richiamo di un lotto di biscottini biologici a marchio Prime Pappe per la presenza di ocratossina A superiore al limite previsto dal regolamento europeo 1881/2006. Il prodotto coinvolto è venduto in confezione da 320 grammi, con il numero di lotto 8187 e il termine minimo di conservazione 06/07/2019. I biscottini Prime Pappe sono …

Continua »

Cameo: revocato il richiamo della gelatina in fogli Paneangeli. Niente Salmonella nel prodotto, lo certificano le analisi dell’Iss

revoca richiamo gelatina paneangeli cameo

Cameo ha revocato il richiamo della gelatina in fogli a marchio Paneangeli, deciso in via precauzionale lo scorso 25 ottobre 2018, diffuso da numerose catene di supermercati. Le analisi condotte dall’Istituto superiore di sanità hanno infatti accertato l’assenza di contaminazione da Salmonella nel prodotto con il numero di lotto 24052/3 con il termine minimo di conservazione 05/06/2021. Il richiamo era stato …

Continua »

Richiamato vitello tonnato Gastronomia d’Italia: possibile presenza di Listeria monocytogenes. Richiamo n°123 del 2018

vitello tonnato gastronomia d'italia richiamo

Il Ministero della salute ha pubblicato il richiamo di un lotto di vitello tonnato a marchio Gastronomia d’Italia, per la possibile presenza di Listeria monocytogenes. Il prodotto interessato è distribuito in vaschette da 230 grammi con il numero di lotto 18048 e le date di scadenza 24/11/2018 e 26/11/2018. Il vitello tonnato richiamato è stato prodotto per Sma Spa dall’azienda La Sorgente …

Continua »

Caffé e cappuccini solubili “da zuccherare” ma contengono sciroppo di glucosio! La segnalazione di una lettrice

nescafe nestle ginseng crastan cappuccino solubile confezioni da zuccherare copertina

Ho notato che diversi sostituti solubili del caffè e del cappuccino indicano in etichetta “senza zucchero” e invece dalla composizione si nota (come Nestlé e Crastan) che contengono sciroppo di glucosio! Praticamente quasi tutte le versioni “senza zucchero “di qualsiasi marca contengono sciroppo di glucosio e sono anche da zuccherare! Felicia La dicitura presente sulle etichette di entrambi i prodotti segnalati …

Continua »

Maina richiama panettone “Il Gran Nocciolato” per possibile presenza di filamenti metallici. Coinvolte diverse catene di supermercati

maina panettone gran nocciolato richiamo

Maina ha richiamato a scopo precauzionale alcuni lotti di panettone “Il Gran Nocciolato” per una possibile contaminazione da filamenti metallici. Il prodotto interessato è venduto in formato da 1 kg, con i numeri di lotto 801077 – 881077- 891077 e scadenza 30/06/2019 (Ean 8005190401011). Il richiamo è stato diffuso dai supermercati Esselunga e Coop, Carrefour e Unes, ma interessa anche …

Continua »

Insalata con fiori in vendita da Esselunga senza data di scadenza! La risposta dell’azienda non convince Dario Dongo

misticanza e fiori insalata 2

Ieri ho comprato un’insalata in busta con fiori freschi da Esselunga. Guardando la confezione, due cose mi hanno lasciato perplessa. La prima è il marchio Vegan ok: ce n’è bisogno? È un’insalata, mi sembra scontato che sia vegana! L’altra criticità è che non ho trovato la data di scadenza. È regolare? Gabriella Di seguito la risposta dell’azienda produttrice, L’Insalata dell’orto Srl. …

Continua »

Alla riscoperta del farro: dal medioevo all’economia 2.0. Il perché del successo spiegato da Günther Karl Fuchs su Papille Vagabonde

A che cosa si deve il successo del farro, sempre più presente nei prodotti venduti al supermercato e anche nelle pasticcerie? Che cos’ha di così speciale? Il blogger Günther Karl Fuchs risponde alla curiosità di una lettrice su  Papille Vagabonde con un articolo ricco di notizie che vi proponiamo. Qualche anno fa avevo anticipato che ci sarebbe stato un ritorno ai …

Continua »

Sicurezza alimentare: la valutazione e la comunicazione del rischio in sei Paesi europei. Il workshop Efsa al Ministero della salute

Dangerous food

Sei Paesi europei si incontreranno a Roma per confrontare i diversi sistemi di valutazione e comunicazione del rischio nella catena alimentare e i differenti modelli di collaborazione tra autorità nazionali ed Efsa nell’ambito della sicurezza degli alimenti. L’incontro è stato organizzato dalla Direzione generale degli organi collegiali, l’autorità nazionale di riferimento dell’Efsa, con l’obiettivo di illustrare i diversi modelli di …

Continua »

Sugar tax: deve essere destinata a iniziative di educazione alimentare e contro l’obesità

bibite zuccherate

Un mese fa Il Fatto Alimentare ha avviato una raccolta firme tra società scientifiche, medici, nutrizionisti, dietisti e operatori del settore sanitario per invitare il Ministero della salute, presieduto da Giulia Grillo, a introdurre in Italia una tassa del 20% sulle bevande zuccherate, come avviene in molti Paesi europei e nel mondo. La tassa che porterebbe nelle casse dello stato 250 milioni …

Continua »