Home / Agnese Codignola (pagina 36)

Agnese Codignola

Agnese Codignola
giornalista scientifica

I supermercati americani dicono no al supersalmone geneticamente modificato che sta per invadere il mercato: anche i consumatori sono contrari

Transgenic vs non-transgenic siblings CREDIT AquaBounty

Negli ultimi dieci anni, c’è chi ha investito tempo e denaro per sviluppare un salmone geneticamente modificato, del tutto simile al salmone dell’Atlantico, ma capace di crescere il doppio. Il supersalmone si chiama AquAdvantage® Salmon ed è stato brevettato dai laboratori AquaBounty Technologies di Waltham in Massachusetts (Usa). Noi de Il Fatto Alimentare ne abbiamo gia parlato in un servizio …

Continua »

Frutta e verdura più economiche fanno aumentare il consumo di cibo sano, l’interessante esperimento del Sudafrica

frutta verdura

Le multinazionali del fast-food hanno capito da tempo che vendere a prezzi convenienti è una strategia commerciale vincente. La stessa strategia dovrebbe essere adottata anche dalle autorità sanitarie quando cercano di convincere le persone a mangiare meglio. In vari Paesi sono in corso studi per capire se una riduzione dei prezzi degli alimenti classificati come “sani” sia in grado di …

Continua »

Alcol: aumentano i consumi e anche le malattie correlate. L’allarme è firmato dai ricercatori dell’Organizzazione mondiale della sanità

donna alcol malessere

È al terzo posto nel mondo come causa di morte non trasmissibile, dopo l’ipertensione e il fumo di tabacco. Parliamo dell’alcol e del suo consumo ovunque in crescita. Lanciano l’allarme i ricercatori canadesi che hanno firmato la sezione dedicata agli alcolici all’interno del 2010 Gobal Burden Disease, il rapporto annuale dell’Organizzazione mondiale della sanità (World Health Organization) che fotografa la …

Continua »

La Corte Suprema degli Usa boccia il sindaco Bloomberg che aveva messo al bando i mega bicchieri di soft drink. Ma la lotta contro l’obesità continua

bicchiere carta

«Arbitrario e capriccioso»: con queste parole Milton Tingling, giudice della Corte Suprema di New York, ha bloccato il dispositivo del sindaco Michael Bloomberg che, come abbiamo scritto in un precedente servizio, vietava la vendita di bicchieri di bibite zuccherate di volume superiore a 470 ml circa, pena un’ammenda di 200 dollari. La decisione ha spiazzato i gestori di ristoranti e …

Continua »

Indicare la quantità di potassio sulle etichette dei prodotti alimentari: la proposta all’esame della Fda americana

etichetta alimenti

Le etichette di prodotti alimentari sono da tempo sotto osservazione. Diciture incomplete o assenti, in certi casi scorrette o poco veritiere hanno stimolato la riflessione critica dell’opinione pubblica e dei legislatori sia sulle carenze che sulle potenzialità di uno strumento capace di raggiungere tutti i consumatori e potenzialmente in grado di aiutarli a compiere scelte più razionali e consapevoli.   …

Continua »

Semaforo rosso sul menu del ristorante per i piatti che fanno ingrassare. Alcuni ricercatori americani hanno fatto un test

coppia menu ristorante

Una delle misure antiobesità più discussa è l’indicazione delle calorie e delle percentuali dei nutrienti nei piatti proposti sui menu  dei ristoranti. Quanto sarebbe utile leggere nero su bianco le calorie di ciò che si sta per ordinare? Sull’argomento ci sono stati alcuni studi, ma manca una risposta chiara. Ora aggiungono un tassello i nutrizionisti dello Human Nutrition Research Center …

Continua »

Le multinazionali delle bevande zuccherate sono come quelle del tabacco: uno studio condanna il marketing e gli accordi con i governi

lattina

Le multinazionali delle bevande sono come quelle del tabacco. Il paragone shock è stato proposto esplicitamente da Rob Moodie, docente dell’Università di Melbourne, in Australia, e coordinatore di uno studio internazionale pubblicato su Lancet in cui si dimostra come i colossi del settore negli ultimi anni si siano impegnati solo a parole a collaborare con le autorità sanitarie. Gli sforzi …

Continua »

I pomodori biologici hanno più vitamina C e antiossidanti di quelli tradizionali, ma sono anche più piccoli. Lo dimostra una sorprendente ricerca brasiliana

donna pomodoro

I pomodori coltivati secondo metodi biologici sono sottoposti a condizioni di stress ambientale superiori rispetto a quanto accade ai pomodori non biologici. Per questo motivo hanno concentrazioni di vitamina C e di altri antiossidanti nettamente superiori rispetto ai pomodori tradizionali, protetti da condizioni che non siano ottimali.   Il dato non è scontato: finora la maggior parte delle ricerche condotte …

Continua »

La “ruggine del caffè”: un fungo sta mettendo in ginocchio i coltivatori locali e il mercato mondiale

caffe pianta

La ruggine del caffè, malattia data dal fungo Hemileia vastatrix, sta devastando le colture del Centro e del Sud America, con danni incalcolabili per le popolazioni locali e ripercussioni su tutto il mercato mondiale, dal momento che il caffè proveniente da quelle zone rappresenta il 14% di tutto quello prodotto al mondo. L’epidemia è iniziata mesi fa, senza apparenti cause …

Continua »

L’impronta ecologica della carne e quella della frutta: il confronto va fatto ma non con le calorie

Chi vuole mantenersi in salute mangia molta frutta e verdura fresche. Secondo i nutrizionisti con almeno 5 porzioni di vegetali al giorno si abbatte il rischio di sviluppare tumori, malattie cardiovascolari, diabete e altro. Ma non sempre, o non necessariamente, una dieta ricca di vegetali corrisponde un basso impatto ambientale. Anche il ciclo dei vegetali produce gas serra, che comportano …

Continua »

I cocktail di alcolici e bibite diet con edulcoranti sono più rischiosi rispetto quelli preparati con lo zucchero

bere alcol

Negli ultimi anni sono state introdotte molte bevande a base di superalcolici mescolati con bibite gassate e zuccherate, che suscitano un certo allarme tra medici e autorità sanitarie. I più giovani le percepiscono come bevande meno nocive rispetto ai superalcolici, e ne consumano in quantità eccessiva. Il problema può diventare più grave se al posto dello zucchero il mix è …

Continua »

Arriva la bistecca con gli omega3: è in commercio in America la carne di manzo con gli acidi grassi “buoni”

bistecca

Tra pochi giorni gli americani che vogliono o devono aumentare l’apporto di acidi grassi omega3 nella dieta potranno contare su una fonte alternativa al pesce e ai supplementi: la carne di manzo GreatO Premium Ground Beef, ottenuta dalla NBO3 Technologies LLC in base ai risultati di studi durati anni e condotti dall’Università del Kansas di Buffalo. Non si tratta di …

Continua »

Coloranti e additivi di dimensione nanometrica sono già presenti nel cibo, anche se nessuno certifica la sicurezza

particelle

Le nanoparticelle cominciano ad essere  molto diffuse nel settore alimentare soprattutto come additivi, anche se  raramente  vengono dichiarate in etichetta. Una cosa è però sicura, nessuno sa con certezza se  queste nanoparticelle possano o meno costituire un pericolo per la salute. La maggior parte delle aziende le utilizza perché le dimensioni nano (un miliardesimo di metro), conferiscono a coloranti, addensanti …

Continua »

Infezioni alimentari: negli Usa il primo colpevole sono le verdure a foglia, ma la carne causa più morti

insalata

Negli USA le verdure a foglia sono le principali responsabili delle infezioni alimentari. È quanto emerge da un rapporto dei Centers for Diseases Control (CDC) di Atlanta realizzato esaminando tutte le segnalazioni registrate negli Stati Uniti tra il 1998 e il 2008, che sarà pubblicato a marzo su Emerging infectious Diseases, ma di cui è stata fornita un’anticipazione. La rilevazione …

Continua »

Gatorade: negli USA cambia la composizione e spariscono i pericolosi oli bromurati, già vietati nell’UE

Gatorade

Alla fine Sarah Kavanagh ha vinto. Parliamo della studentessa quindicenne del Mississippi che aveva lanciato una petizione sulla piattaforma on line charge.org per chiedere che la Pepsi Cola americana modificasse la composizione del Gatorade, eliminando gli oli vegetali bromurati o BVO. Si tratta di  composti  impiegati nelle bevande aromatizzate agli agrumi come emulsionanti, essendo in grado di evitare che gli …

Continua »