Home / Archivio dei Tag: conad (pagina 6)

Archivio dei Tag: conad

Savoiardi Vicenzi o Conad? Il prezzo cambia ma c’è anche una questione di materie prime da considerare

I savoiardi sono il segmento più importante dei biscotti all’uovo e solitamente si usano per la preparazione di dolci. Chi li acquista negli iper e supermercati spesso sceglie il prodotto a marchio della catena distributiva o i savoiardi prodotti dal Gruppo Vicenzi, che è un vero e proprio specialista in questo campo e oltre che commercializzare il proprio brand, Vicenzovo, …

Continua »

Frutti di bosco ed epatite A: si allunga la lista dei supermercati coinvolti: Simply, Auchan-Roma e Coop. L’epidemia va avanti

  Lo abbiamo già scritto ma lo ripetiamo, ogni giorno due persone vengono colpite dal virus  dell’epatite A perchè mangiano frutti di bosco surgelati comprati al supermercato. Nessuno dice che migliaia di confezioni di frutti di bosco surgelati contaminate sono nel freezer di ignari consumatori e forse sono utilizzate in circuiti professionali.  Da troppo tempo è in corso in Italia …

Continua »

Non consumate frutti di bosco surgelati! In Italia c’è un’epidemia di epatite A: 2 malati al giorno, 300 dall’ inizio dell’anno. I supermercati non avvisano i consumatori in modo adeguato

frutti di bosco mirtilli

Ogni giorno due persone vengono colpite dal virus  dell’epatite A perchè mangiano frutti di bosco surgelati comprati al supermercato. Nessuno scrive che migliaia di confezioni di frutti di bosco surgelati contaminate sono nel freezer di ignari consumatori e che c’è una grave epidemia in corso ormai fuori controllo. La situazione è allarmante ma nessuno lo dice chiaramente. Nei primi sei …

Continua »

Conad, il pesto e Il Fatto Alimentare. Secondo la catena di supermercati la nostra informazione è lacunosa, ma è proprio così?

Conad ci ha inviato alcune precisazioni sugli articoli de Il Fatto Alimentare, inerenti la vicenda della presunta presenza di botulino nel pesto. La tutela della salute dei consumatori è cosa molto seria e dovrebbe indurre tutti gli operatori – dell’industria, della distribuzione e anche dell’informazione – a comportamenti altrettanto seri e responsabili, come prevede la legge in un chiaro e …

Continua »

Pesto al botulino: un richiamo a metà. La macchina dell’allerta dei supermercati ha mostrato lacune gravissime e inaccettabili. Incuria o opportunismo?

Le migliaia di vasetti di pesto rititati dal mercato in questi giorni per fortuna non contenevano la pericolosisima tossina del Clostridium botulinum. È una fortuna perchè la macchina dell’allerta dei supermercati si è mossa solo a metà e ha mostrato gravissime lacune inaccettabili. Adesso si pensa ai danni d’immagine per le aziende coinvolte e si minimizzano i toni, ma se …

Continua »

Tonno As do Mar blu o tonno Conad: il prodotto è molto simile e anche sostenibile. Il prezzo però cambia

Il tonno in scatola è uno dei prodotti alimentari più monitorati dalle associazioni ambientaliste perché alcuni metodi di pesca, aggressivi e indiscriminati, minano l’ecosistema e la riproduzione delle specie. Per questo motivo il tema ambiente ha sempre più peso nelle strategie di marketing delle imprese. Generale Conserve di Genova, azienda  produttrice  del marchio As do Mar e altre private label …

Continua »

Tutta la verità sul pesto senza botulino: Prometeus fa una sintesi della vicenda con i risvolti dell’allerta

Vi proponiamo un articolo firmato da Luca Bucchini e pubblicato oggi sul sito Prometeus promosso dall’Associazione nazionale biotecnologi italiani (Anbi), che spiega molto bene la storia del pesto al botulino, del perchè giustamente sia stata lanciata l’allerta, anche se le analisi successive hanno constatato che il pericolo sembra scongiurato.   Non c’era probabilmente nessuna tossina botulinica nel lotto di pesto …

Continua »

Niente botulino: gli esami dell’Istituto Superiore di Sanità sul pesto alla genovese danno esito negativo. L’elenco di tutti i prodotti ritirati dal mercato

Fino ad oggi, non è stato rilevato botulino nei prodotti di pesto alla genovese ritirati dal mercato. I risultati degli esami di laboratorio effettuati dall’Istituto Superiore di Sanità hanno dato tutti esito negativo. È questo il comunicato divulgato martedì sera dal Ministero della salute che per la prima volta pubblica l’eleno dei  prodotti e dei marchi con le fotografie delle …

Continua »

Billa, Iper, Basko, Conad pubblicano in rete gli avvisi di allerta per il pesto al botulino. Aspettiamo Coop, Esselunga e gli altri

Aggiornamento del 26 luglio 2013 SimplyMarket ci comunica che da metà agosto il  sito internet www.simplymarket.it avrà uno spazio dedicato al richiamo dei prodotti. Aumentano le catene di supermercati che hanno deciso di pubblicare sul loro sito le fotografie del Pesto di Prà confezionato dalla ditta Bruzzone & Ferrari ritirato dagli scaffali perchè sospettato di essere contaminato da Clostridium botulinum. …

Continua »

Pesto al botulino, una decina di regioni coinvolte. Conad, Esselunga e Coop allertano i consumatori inviando mail. E le altre catene? Serve trasparenza, i supermercati devono mettere in rete i nomi, le foto e l’elenco dei punti vendita

La questione dei vasetti di Pesto di Pra’ della ditta Bruzzone e Ferrari, ritirati dal mercato perchè sospettati di essere contaminati dal batterio Clostridium botulinum, è complessa. Tutto è iniziato sabato 20 luglio quando l’azienda informa il Ministero della salute di avere riscontrato in un vasetto di pesto anomalie, e di avere invitato i punti vendita e i supermercati su …

Continua »

Epatite A: 400 supermercati coinvolti, 200 persone colpite dal virus presente nei frutti di bosco. ll numero è destinato ad aumentare. Il ministro Lorenzin dice che siamo il Paese più controllato ma i supermercati non avvisano in modo adeguato la clientela

In Italia sono oltre 200 le persone colpite dal virus dell’epatite A, perchè molto probabilmente hanno mangiato il “Misto frutti di bosco” surgelati, della linea “Bosco reale” confezionato dalla Asiago Food o uno delle altri tre prodotti ritirati dal mercato per gli stessi motivi  confezioanti dalle ditte Green Ice ed Erica Spa (vedi tabella) .   Per l’Asiago Food tutto …

Continua »

Pesto contaminato da botulino: i vasetti sono stati venduti da Conad e da Esselunga che allertano i clienti via mail ma non pubblicano informazioni sul sito. Aspettiamo altri nomi

pesto

Il Ministero della salute ieri ha diramato un’allerta per un lotto di pesto alla genovese su cui ci sono seri sospetti di una contaminazione batterica di Clostridium botulinum. C’è la possibilità che diversi vasetti di pesto siano nei frigoriferi di ignari consumatori e vengano consumati nei prossimi giorni. Si tratta del Pesto di Pra’ prodotto dalla società Bruzzone e Ferrari di …

Continua »

Allerta per vasetti di pesto Conad Sapori&Dintorni contaminati da botulino. Sono prodotti da Bruzzone e Ferrari di Genova: lotto 13Go3, scadenza 9 agosto. Ritirato il prodotto in tutti i supermercati

Scatta di nuovo un’allerta alimentare grave per un lotto di pesto alla genovese su cui ci sono seri sospetti di una contaminazione batterica di Clostridium botulinum. C’è la possibilità che divesi vasetti di prodotto siano nei frigoriferi di ignari consumatori e vengano consumati nei prossimi giorni.   Il Ministero della salute poche ore fa ha diffuso un comunicato dicendo che …

Continua »

Richiamo dei prodotti alimentari: Auchan ha ritirato 5 prodotti nel 2013 e decide di pubblicare la lista on line, Esselunga delude e non dà risposte esaustive

La legge obbliga le catene di supermercati e le aziende alimentari a informare i consumatori quando un prodotto potenzialmente nocivo per la salute viene ritirato dagli scaffali. Si tratta di una norma ampiamente ignorata e per questo motivo all’inizio di luglio abbiamo contattato le più importanti catene di supermercati italiani (Esselunga, Auchan, Carrefour, Conad, Coop, Lidl, Pam, NaturaSì…) invitandole a …

Continua »

Sale da cucina: la qualità deriva dall’origine, ma la differenza più evidente sta nel prezzo che può triplicare anche se il produttore è lo stesso

Il pacchetto di sale è presente in tutte le case e di solito si mette nel carrello della spesa senza pensare troppo al prezzo. Agli occhi del consumatore risulta un prodotto banale e spesso al supermercato si tende a privilegiare il marchio dell’insegna, tant’è che la cosiddetta marca commerciale rappresenta quasi il 40% dei volumi venduti. Ma vediamo meglio se …

Continua »