;
Home / Redazione Il Fatto Alimentare (pagina 159)

Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Crescenza Esselunga: è paragonabile a Stella Bianca in vendita al banco gastronomia. Poche differenze con la versione Cremosa venduta nel reparto formaggi. Il produttore è lo stesso

Oltre un quinto della crescenza venduta nei supermercati  è rappresentata da prodotti con la marca commerciale del distributore (private label).  Una delle grandi aziende che produce per le catene distributive è Stella Bianca, specializzata nella produzione di formaggi freschi. In un supermercato Esselunga abbiamo rilevato nel banco frigo la crescenza Esselunga nel formato da 100g, prodotta da Stella Bianca nello …

Continua »

Imballaggio: nuova tecnologia per prolungare la conservazione di frutta e verdura

Una compagnia statunitense, Cellresin Technologies, ha sviluppato una tecnologia che consente di ritardare la maturazione di frutta e verdura. Si tratta di un imballaggio in cui viene inserito un antagonista dell’etilene, l’1- metilciclopropene (1-MCP). L’etilene è una sostanza gassosa che influenza la crescita delle piante accelerando la maturazione. Questa sostanza è presente in maggior quantità in alcuni tipi di frutta …

Continua »

Educazione alimentare: capire, smontare e rifare le pubblicità per insegnare ai ragazzi a riconoscere i cibi sani

bambini mangiare frutta

Molte volte abbiamo ribadito quanto la pubblicità influenzi le scelte alimentari dei consumatori, soprattutto quando si tratta dei ragazzi. Più ancora della correttezza degli spot è importante sviluppare una buona capacità di lettura e di critica dei messaggi promozionali, sempre accompagnata dall’educazione alimentare, meglio se divertendosi. Tra i progetti che operano in questa direzione volevamo far conoscere i laboratori didattici …

Continua »

“Polli allevati umanamente”. Non è vero. Negli USA la compagnia Perdue Farms cambia le diciture sulle etichette

Perdue Farms, terza compagnia statunitense specializzata nell’allevamento di polli,  con vendite superiori ai sei miliardi di dollari l’anno, ha patteggiato la chiusura di due class action che l’accusavano di pubblicità ingannevole. La società si è impegnata a non scrivere più sull’etichetta “polli allevati umanamente”.       Le due azioni giudiziarie erano state intraprese nel 2010 nel New Jersey e …

Continua »

Glutine: l’inserimento negli alimenti per bambini non predisposti non influenza la probabilità di ammalarsi

Anticipare o posticipare il momento in cui la dieta dei piccoli include il glutine può modificare il rischio di ammalarsi di celiachia? Secondo i risultati di uno studio condotto dalla Società Italiana di Gastroenterologia e pubblicato dal New Englad Journal of Medicine, la scelta del momento in cui introdurre il glutine nella dieta dei piccoli non modifica l’incidenza con cui …

Continua »

Gli ormoni nella carne bovina sono un problema sanitario? Risponde Alberto Mantovani dell’Istituto Superiore di Sanità

Il problema dell’uso improprio degli ormoni e di altre sostanze vietate negli allevamenti di carne bovina è un argomento spinoso che il Fatto Alimentare ha  trattato diverse volte.  Per avere un parere autorevole sulla  questione abbiamo intervistato Alberto Mantovani tossicologo dell’ISS e membro dell’Autorità per la sicurezza alimentare europea (Efsa).   Secondo il rapporto pubblicato il 2 settembre 2014 dal …

Continua »

Gli energy drink migliorano le prestazioni atletiche, ma provocano insonnia e nervosismo. L’effetto è dato dalla caffeina

Gli energy drink migliorano del 3-7 per cento le prestazioni degli atleti ma favoriscono insonnia, nervosismo e tensione muscolare dopo lo sforzo. Lo rileva uno studio durato quattro anni, pubblicato dal British Journal of Nutrition e condotto da alcuni ricercatori della spagnola Camilo José Cela Universidad.   La ricerca è stata condotta su atleti di varie discipline sportive – basket, …

Continua »

Eurospin ritira vongole veraci e seppioline in tutta Italia. Per la prima volta compare l’avviso per i consumatori sul sito

eurospin-offerte

Eurospin inizia finalmente ad utilizzare la  pagina dei prodotti  ritirati dal mercato presente sul sito internet con due avvisi destinti ai consumatori.  In un articolo precedente Il Fatto Alimentare aveva fatto notare la mancanza di trasparenza della catena di hard discount, preoccupata di  pubblicizzare la sua convenienza sulle  pagine dei giornali ma troppo distratta quando si tratta di comunicare ai …

Continua »

Fast Food cinesi e giapponesi in crisi, per lo scandalo della carne scaduta riciclata

fast food

In Cina e in Giappone molti clienti scappano dai fast food a causa dello scandalo che a luglio ha coinvolto la Shanghai Husi Food, una sussidiaria cinese dell’azienda statunitense OSI Group. La società riciclava carne scaduta, mischiandola con quella fresca, per poi vendere il miscuglio a diverse   catene.   Nel terzo trimestre di quest’anno, la catena di fast food  …

Continua »

Lauretana: l’azienda risponde alle critiche de Il Fatto Alimentare sulla pubblicità dell’acqua “più leggera in Europa”

La scorsa settimana abbiamo pubblicato un articolo sull’acqua Lauretana definita come “la più leggera in Europa”. L’azienda ha risposto con alcune precisazioni riguardo le caratteristiche della minerale. Pubblichiamo di seguito la lettera e ribadiamo la validità di tutti i concetti già scritti su quest’acqua minerale e sull’acqua Lete.   Gentile Direttore, nel visionare, lo scorso 16 ottobre, la vostra pagina …

Continua »

Etichetta nutrizionale Carrefour: la pizza consigliata una volta al giorno, dessert addirittura due. I medici si oppongono

Gran parte del mondo medico-scientifico francese contesta con parole dure l’iniziativa annunciata a fine settembre da Carrefour: di utilizzare una nuova etichetta nutrizionale sui prodotti alimentari col proprio marchio, indicando con delle frecce colorate la frequenza di consumo del prodotto, all’interno di una dieta equilibrata. Dal prossimo mese di dicembre sulle confezioni ci saranno  consigli sulle modalità di  consumo.  Per  …

Continua »

Snack alle casse: in Svizzera la Lidl crea una “corsia alternativa” per chi non vuole farsi tentare mentre è in fila

La Lidl ha introdotto in tutti i suoi punti vendita in Svizzera la “cassa alternativa”. L’idea è di bandire dagli scaffali prossimi alle casse, dolci, snack grassi o salati. Invece di barrette di cioccolato, caramelle e dolci, l’azienda ora propone noci, frutta secca e acqua minerale in prossimità della cassa principale o dove ci sono più clienti, e sarà facilmente …

Continua »

Meno zucchero nelle bibite e no alla pubblicità diretta ai bambini: in Francia uno strano accordo tra governo e produttori di bibite

zucchero bibite zuccheri aggiunti

In Francia, i maggiori produttori di bevande zuccherate hanno sottoscritto un accordo con il Ministero dell’agricoltura, con cui s’impegnano a ridurre del 5% lo zucchero aggiunto nei prodotti, entro il 2015, rispetto al contenuto presente nel 2010. L’accordo, siglato all’interno del Programma governativo per l’alimentazione, è stato sottoscritto dall’Unione nazionale delle bevande analcoliche (SNBR), che rappresenta oltre l’80% del mercato …

Continua »

Negli Stati Uniti, le patologie causate dagli alimenti comportano spese per 15,6 miliardi di dollari l’anno e oltre mille decessi

pollo crudo Campylobacter

Il Dipartimento dell’Agricoltura statunitense ha pubblicato i dati dettagliati sui costi delle principali malattie di origine alimentare, causate dai quindici principali agenti patogeni, responsabili di oltre il 95% delle infezioni alimentari negli Stati Uniti. I dati, pubblicati su fogli Excel, si riferiscono al 2013 e contengono i disturbi specifichi causati da questi agenti patogeni, comprese le morti e i disturbi …

Continua »

Carne e rischio microbiologico: le linee guida dell’Istituto Zooprofilattico in 5 tappe, dall’acquisto al consumo, per evitare le contaminazioni

5 tappe per gestire correttamente la carne ed evitare contaminazioni: sono le nuove linee guida che l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie ha pubblicato in un’infografica chiara e esaustiva. Nella mappa vengono quindi indicati i 5 passaggi critici dall’acquisto del prodotto fino al suo consumo, spiegando come comportarsi correttamente dal trasporto alla  conservazione, prima e dopo la cottura e durante la …

Continua »