Home / Beniamino Bonardi (pagina 6)

Beniamino Bonardi

Beniamino Bonardi

Inghilterra, raddoppiati in quattro anni i ricoveri in cui l’obesità è la diagnosi primaria o secondaria. Nell’ultimo anno l’aumento è stato del 18%

obesita donna obesa sovrappeso

Negli ospedali inglesi, nel 2016-17 ci sono stati 617 mila ricoveri di pazienti per i quali l’obesità è stata indicata come la causa primaria o secondaria, con un aumento del 18% rispetto all’anno precedente. Le ospedalizzazioni in cui l’obesità è stata la diagnosi primaria sono aumentati dell’8%, passando a 9.929 a 10.705, e riguardano il trattamento per la perdita di …

Continua »

La Sugar Tax funziona, soprattutto per i poveri. Dossier della rivista medica The Lancet

soda tax bibita bevanda

Le tasse sulle bevande zuccherate (Sugar Tax), così come quelle su alcol e tabacco, non solo funzionano ma, anziché andare a pesare sui già scarsi redditi delle fasce più povere, ne favoriscono la tutela della salute. È quanto sostiene la rivista medica The Lancet, che dedica cinque articoli al problema del dilagare delle malattie non trasmissibili, come tumori, diabete, malattie …

Continua »

Il governo inglese annuncia un deposito con cauzione per bottiglie di plastica e lattine. Quasi un quarto non viene ancora riciclato

acqua bottiglie donna

Il governo inglese ha annunciato che introdurrà entro la fine dell’anno, dopo una consultazione pubblica, un deposito per le bottiglie monouso in plastica, vetro, e per le lattine. La decisione è finalizzata ad aumentare le percentuali di riciclaggio. Su un totale di circa 13 miliardi di bottiglie di plastica che vengono usate ogni anno nel Regno Unito, ce ne sono …

Continua »

Lasagne pronte, poca carne e spesso meno del dichiarato. Il test della trasmissione svizzera À Bon Entendeur

lasagne

La trasmissione À Bon Entendeur della rete televisiva svizzera RTS ha effettuato un test su dieci marche di lasagne pronte da cuocere, per verificare se la carne indicata in etichetta corrisponde a quella che si trova nel piatto. Il  dato generale è che la quantità di carne varia dal 7 a 13%, ad eccezione delle lasagne Thiriet, dove si raggiunge il 25% …

Continua »

L’industria degli alcolici propone all’Ue l’autoregolamentazione su ingredienti e i valori nutrizionali in etichetta. Dissenso da cooperative e consumatori

calorie alcolici

Le associazioni europee dei produttori di alcolici hanno presentato alla Commissione Ue una proposta di autoregolamentazione per quanto riguarda l’indicazione in etichetta degli ingredienti e dei valori nutrizionali delle bevande alcoliche. La proposta, che è stata bocciata dal Beuc, l’associazione dei consumatori europea, è stata presentata dopo che un anno fa la Commissione Ue aveva presentato una relazione in merito, …

Continua »

Il 6 aprile entrerà in vigore la Sugar Tax in UK. Entrate dimezzate rispetto alle previsioni grazie alla riformulazione delle bevande

coca cola bevande gassate bibite zuccherate

Il 6 aprile nel Regno Unito entrerà in vigore la tassa sulle bevande zuccherate (la sugar tax) decisa due anni fa e il suo successo, ancora prima della sua applicazione, sta suscitando interesse a livello internazionale. La tassa britannica è differente da quelle applicate sinora nel resto del mondo, sia nella sua struttura sia nella sua finalità, che non è …

Continua »

Ikea studia il cibo del futuro e presenta cinque specialità a base di insetti, alghe e micro verdure idroponiche

bug burger ikea space 10 hamburger insetti

Ikea ha presentato cinque specialità per il fast food del futuro, che sta progettando nel suo laboratorio Space10 di Copenaghen, utilizzando prodotti sani o sostenibili, ma anche deliziosi.” Secondo Ikea “Per cambiare la mentalità delle persone sul cibo e introdurre nuovi  ingredienti non possiamo semplicemente attirare l’intelletto, dobbiamo titillare le loro papille gustative”. Il primo piatto è il Dogless Hotdog, che …

Continua »

Il cibo spazzatura occupa il 76% delle sponsorizzazioni alimentari in campo sportivo in Usa

Milioni di statunitensi che seguono le principali manifestazioni sportive alla televisione e su YouTube sono bombardati da pubblicità di alimenti malsani e bevande zuccherate, e particolarmente esposti sono bambini e adolescenti. Lo evidenzia una ricerca condotta dalla New York University School of Medicine e pubblicata dalla rivista Pediatrics, che ha selezionato le dieci manifestazioni e campionati sportivi che nel 2015 …

Continua »

Acqua in bottiglia, un affare da 10 miliardi l’anno per pochi, a discapito di tutti. Dossier di Legambiente e Altreconomia

bottiglie di plastica

Il settore dell’acqua in bottiglia in Italia non conosce crisi: un giro d’affari stimato intorno ai 10 miliardi di euro all’anno, con un fatturato per le sole aziende imbottigliatrici che i rapporti di settore stimano in 2,8 miliardi di euro, di cui solo lo 0,6% arriva nelle casse dello Stato. Le aziende infatti pagano canoni che raggiungono al massimo i 2 …

Continua »

In Gran Bretagna il consumo di bevande zuccherate tra bambini e adolescenti è diminuito di un terzo. Ma il governo avverte: ancora troppo elevato

Cute children with soft drinks

Negli ultimi otto anni, il consumo di bevande zuccherate da parte dei bambini britannici tra i 4 e i 10 anni d’età è diminuito di un terzo, passando da 130 a 83 grammi al giorno, ma rimane ancora troppo elevato. La quantità giornaliera di bibite raddoppia quando si entra nell’adolescenza (191 grammi), anche se il consumo è diminuito del 30% pure …

Continua »

Le Ong possono chiedere il riesame delle autorizzazioni agli OGM, perché ambiente e salute sono connessi. Il Tribunale dell’Ue dà torto alla Commissione

ogm

Il Tribunale dell’Ue ha annullato la decisione con la quale la Commissione europea aveva respinto la richiesta di un’organizzazione non governativa, la TestBioTech, volta ad ottenere il riesame dell’autorizzazione all’immissione in commercio di prodotti contenenti soia geneticamente modificata. La richiesta dell’Ong era stata avanzata sulla base di un regolamento dell’Unione che consente alle organizzazioni non governative di partecipare ai processi decisionali …

Continua »

Olio di palma: secondo Greenpeace nessuna azienda può garantire la non distruzione delle foreste. Poca trasparenza sulla provenienza

Oil palm fruit

Si chiama Il momento della verità il rapporto di Greenpeace, che a gennaio ha chiesto a sedici grandi marchi di indicare da dove viene l’olio di palma. Scopo dell’indagine è capire a che punto è l’impegno assunto nel 2010, di eliminare entro il 2020 dalla catena di approvvigionamento l’olio tropicale frutto di deforestazione, distruzione delle torbiere e violazione dei diritti …

Continua »

Quasi metà dei tedeschi cerca di evitare il contatto dei cibi con l’alluminio. Indagine dell’Istituto BfR sulla percezione del rischio da parte dei consumatori

linguine gamberi frutti di mare cartoccio alluminio

Dopo la plastica, l’alluminio è la sostanza che solleva le maggiori preoccupazioni sulla sua possibile migrazione da imballaggi o contenitori negli alimenti. Questo almeno in Germania, dove l’istituto di valutazione del rischio (BfR) ha condotto un’indagine telefonica tra mille consumatori dai 14 anni in su. Quasi la metà degli interpellati ritiene che l’alluminio a contatto con gli alimenti rappresenti un rischio …

Continua »

Al via il Centro di conoscenze Ue sulle frodi alimentari e la qualità degli alimenti. Fornirà sostegno ai responsabili politici europei e alle autorità nazionali

sicurezza alimentare allerta 156854740

La Commissione europea ha inaugurato il Centro di conoscenze per promuovere la qualità degli alimenti e inasprire la lotta alle frodi alimentari, che sarà gestito dal Centro comune di ricerca. Si tratta di una rete formata da esperti reclutati all’interno e all’esterno della Commissione Ue, che avrà il compito di fornire sostegno ai responsabili politici e alle autorità nazionali dell’Ue, …

Continua »

Pesticidi negli alimenti: pubblicati i risultati delle analisi ufficiali del 2016. In diminuzione le irregolarità nei prodotti ortofrutticoli

frutta verdura cassetta

Il Ministero della salute ha pubblicato i risultati dei controlli ufficiali condotti nel 2016 sui residui di pesticidi negli alimenti, osservando che “complessivamente, come per gli scorsi anni, continuano ad essere in linea con quelli rilevati negli altri Paesi dell’Unione europea e indicano un elevato livello di protezione del consumatore”. In totale, sono stati analizzati 11.263 campioni di frutta, ortaggi, cereali, olio, vino, baby …

Continua »