Home / Archivio dei Tag: sale (pagina 4)

Archivio dei Tag: sale

Troppo sale nella dieta: funziona la riduzione nel pane, ma i valori sono ancora più alti delle raccomandazioni OMS. Anche gli ipertesi esagerano

Gli italiani stanno lentamente diminuendo il consumo di sale, ma le quantità medie sono ancora molto al di sopra dei valori raccomandati, talvolta quasi il doppio. Servono misure più efficaci, per segnare un vero punto di volta, e aumentare la consapevolezza dei rischi dell’eccesso di sodio nella dieta. Un’azione efficace  già stata messa in atto: la riduzione del sale nel …

Continua »

Alimenti per bambini: troppi zuccheri e sale. In assenza di regole occorre leggere le etichette

Negli Stati Uniti gli alimenti per bambini piccoli, da uno e tre anni, sono molto spesso pieni di zuccheri e sale, e non andrebbero quindi proposti, se non si vogliono porre le basi di un’alimentazione scorretta. La situazione è migliore per quanto riguarda le prime pappe dopo lo svezzamento: in quel caso i prodotti sono preparati con maggiore attenzione. Questo il quadro …

Continua »

Papiro Buitoni: grasso di palma e spezie direttamente sulla carta da forno per cuocere il pollo in padella. Troppo sale e un prezzo non trascurabile

Sulla falsariga del Saccoccio, che abbiamo già preso in considerazione (leggi articolo), Buitoni propone un altro prodotto per rendere più appetibile una pietanza molto pratica ma un po’ scialbo come il petto di pollo cucinato in padella. Si tratta del Papiro, presentato come “un foglio di carta speziato con erbe aromatiche” pensato per rendere morbida e saporita la fettina di …

Continua »

Sale fino Italkali richiamato da Coop: presunto eccesso di piombo nel cartoncino della confezione. Ritirati 2 lotti

Aggiornamento dell’1 luglio 2015: le confezioni di sale Italkali richiamate a inizio anno sono sicure, l’errore è da attribuirsi all’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale della Regione Lazio. Dopo svariate analisi, sia da parte dell’azienda che dall’Istituto Superiore di Sanità, è stato accertato in modo definitivo la sicurezza e la conformità del cartone utilizzato. Per leggere il comunicato completo cliccare …

Continua »

Troppo sale nella pizza: secondo un’indagine condotta in Gran Bretagna la metà contiene più di 6 grammi di sale. In USA alcune arrivano a 23

Il risultato di un’indagine condotta da Consensus Action on Salt Reduction (CASH) e World Action on Salt & Health (WASH) in Gran Bretagna e in altri paesi sul contenuto di sale nelle pizze è sconfortante. Quasi sempre la quantità supera i limiti consigliati, e in molti casi eccede in misura notevole. Le analisi condotte in Gran Bretagna su 1.267 pizze …

Continua »

Consumare poco sale può ridurre il mal di testa. Lo dimostrerebbe una ricerca della statunitense Johns Hopkins University

Secondo studio condotto da ricercatori della statunitense Johns Hopkins University, pubblicato dalla rivista BMJ Open, dimezzare il consumo giornaliero di sale da otto a quattro grammi riduce la frequenza dei mal di testa. Lo studio ha coinvolto per tre mesi 390 persone, divise in tre gruppi, ai quali, a rotazione mensile, è stata assegnata una dieta con un contenuto di …

Continua »

“Sale, io ti amo, ma mi stai facendo a pezzi il cuore”: la campagna rivolta ai consumatori per la riduzione del sale

Con lo slogan “Sale, io ti amo, ma mi stai facendo a pezzi il cuore”, i cardiologi dell’American Heart Association (AHA) stanno conducendo una campagna per educare i consumatori a ridurre il consumo giornaliero di sale. L’AHA spera che questo serva anche a combattere la resistenza dell’industria alimentare a ridurre ulteriormente la quantità di sale dei propri cibi, negli ultimi …

Continua »

Sale nei surgelati: ridurlo del 10% in zuppe e passati di verdura. Accordo tra Ministero della Salute e sei grandi aziende: Findus, Bofrost, Orogel…

Una  graduale riduzione del sale aggiunto in molte zuppe e passati di verdura surgelati, pari almeno al 10% del contenuto: è quanto possiamo aspettarci nei prossimi 18 mesi grazie a un protocollo d’intesa firmato lo scorso ottobre dal ministro della Salute Beatrice Lorenzin e dalle aziende produttrici di surgelati aderenti ti dell’Associazione italiana industrie prodotti alimentari (Aiipa).   Le aziende coinvolte …

Continua »

Sale iodato e malattie della tiroide, l’assunzione non crea problemi anche alle persone con qualche patologia. Il parere dell’esperto

microplastiche

Dopo la pubblicazione del nostro articolo sui livelli di assunzione di iodio e i consumi di sale iodato, diversi lettori ci hanno scritto chiedendo maggior chiarezza sull’opportunità di assumere sale iodato in presenza di una malattia della tiroide. La domanda è molto semplice: ipertiroidismo, ipotiroidismo e carcinomi della tiroide sono condizioni che devono scoraggiare l’uso di sale con aggiunta di iodio? …

Continua »

Perché la pizza fa venire sete e non si digerisce? La colpa è di una preparazione frettolosa e imprecisa

Spesso dopo aver mangiato una pizza si digerisce con una certa difficoltà o viene una forte sete. La causa di questi disagi non risiede, come si crede, in una lievitazione incompleta, quanto piuttosto in una “maturazione” insufficiente, oppure nella scarsa qualità degli ingredienti (farina soprattutto). Qual è la differenza? Con la lievitazione l’impasto aumenta di volume grazie all’azione fermentativa del …

Continua »

Perchè si vende così poco il sale iodato? In Italia il 12% della popolazione è affetta da gozzo. Per legge il sale comune non dovrebbe essere esposto sugli scaffali

 I livelli di assunzione di iodio nella popolazione italianasono insufficienti soprattutto nei bambini, tanto che un buon numero  soffre di gozzo e di disturbi correlati alla carenza iodica. Tutto ciò accade anche se esiste un modo molto semplice ed efficace per garantire un adeguato apporto di iodio, consumare sale iodato. A tracciare il quadro della situazione è l’ultimo rapporto dell’OSNAMI, Osservatorio …

Continua »

Simmenthal: arrivano le nuove Gustose di Pollo, insalate senza additivi e con ingredienti semplici ma troppo sodio

Le Gustose di Pollo Simmenthal abbinano verdure e carne, offrendo tre ricette: Farro e verdure dell’orto, Fagioli e olio piccante e Verdure in agrodolce. Si tratta di “Insalate di pollo, senza gelatina, ideali per un pasto gustoso anche fuori casa e in ufficio”, un piatto pronto monoporzione (la scatola è da 160g), conservabile per lungo tempo (due anni) senza conservanti …

Continua »

Troppo sale in Italia: quasi il doppio di quello consigliato dall’OMS. Gli uomini ne consumano di più rispetto alle donne

sale

La buona notizia è che, nel Regno Unito, il programma nazionale per la riduzione del consumo di sale avviato nel 2003 sta funzionando. Grazie a campagne pubbliche per promuovere la consapevolezza dei consumatori e ad accordi con le industrie alimentari per ridurre il contenuto di sale nei cibi pronti, in circa 10 anni il consumo quotidiano è diminuito del 15%, …

Continua »

Eccesso di sale, bambini e adolescenti alla mercé dell’industria alimentare. A cena c’è il consumo maggiore durante la giornata

Negli Stati Uniti, oltre il 90% dei bambini e ragazzi compresi tra i sei e i diciotto anni d’età consuma quasi un grammo di sodio in più della dose giornaliera raccomandata dalle Dietary Guidelines for Americans, che è di 2,3 grammi e di 1,5 grammi per gli afro-americani. Secondo una ricerca condotta dai Centers of Disease Control su 2.266 bambini …

Continua »

Troppo sale fa male: secondo uno studio il consumo eccessivo causa 1,65 milioni di morti l’anno per disturbi cardiovascolari

sale su pizza

L’eccessivo consumo di sale è la causa di 1,65 milioni di morti per disturbi cardiovascolari ogni anno, un decimo del totale dei decessi per questo motivo, secondo uno studio pubblicato dal New Englad Journal of Medicine, che ha preso in considerazione la dieta e i decessi per motivi cardiocircolatori in 187 paesi.   Secondo lo studio, condotto negli Stati Uniti …

Continua »