Home / Giulia Crepaldi (pagina 21)

Giulia Crepaldi

Giulia Crepaldi

Etichette a semaforo: in Europa PepsiCo adotterà il modello britannico. La decisione dopo il fallimento del progetto delle multinazionali

Continua la saga delle etichette a semaforo da parte delle multinazionali. Dopo lo stop arrivato solo pochi giorni fa al progetto di etichettatura nutrizionale semplificata (Evolved Nutrition Label) condiviso con Coca-Cola, Nestlè, Mondelez e Unilever, PepsiCo ha annunciato l’intenzione di iniziare una sperimentazione con il modello a semaforo britannico riproposto sui prodotti venduti in Europa. I semafori cominceranno a comparire sulle …

Continua »

Maina dice addio alle uova da gallina in gabbia entro il 2020. Ferrero, cage-free in Europa dal 2014, estende il suo impegno a livello globale

Etichettatura delle uova

Non sono solo i supermercati a dire addio alle uova prodotte da galline in gabbia, ma anche le aziende alimentari. Le ultime ad annunciare impegni per migliorare il benessere animale tra i propri fornitori sono Maina e Ferrero. Lo ha segnalato l’associazione Animal Equality, dopo mesi di campagne di sensibilizzazione, condotte anche da altre organizzazioni. Maina ha annunciato che abbandonerà completamente …

Continua »

Prosciutto cotto: stop ai nitriti “naturali” nascosti in etichetta. Gli estratti vegetali devono essere indicati come additivi e non come aromi

prosciutto cotto

Stop ai nitriti nascosti in etichetta. Lo ha ribadito il Comitato su piante, animali, alimenti e mangimi della Commissione europea, su richiesta di alcuni Stati membri. Il problema riguarda gli estratti vegetali ricchi di nitriti e nitrati (per esempio, spinaci) usati come conservanti nella produzione del prosciutto cotto. Secondo le autorità di Bruxelles  la presenza di questi estratti deve essere …

Continua »

Conad ed Eurospin: stop alle uova da galline in gabbia. Le due catene di supermercati seguono l’esempio di Coop, Auchan, Esselunga e Carrefour

Entro il 1° luglio 2019, i supermercati Conad elimineranno di propri scaffali tutte le uova prodotte da galline allevate in gabbia, di tutti i marchi. Lo ha annunciato il 19 novembre la cooperativa con un comunicato. A partire dall’inizio del 2018, Conad aveva iniziato a vendere solo uova con il proprio marchio provenienti solo da allevamenti a terra, all’aperto o …

Continua »

Nutri-Score: anche la Spagna adotta l’etichetta a semaforo francese. L’annuncio della Ministra della salute: “Stiamo considerando una sugar tax”

Nutri-Score

Anche la Spagna adotterà il Nutri-Score, il logo nutrizionale in vigore in Francia. Lo ha annunciato la Ministra della salute, dei consumi e della previdenza sociale María Luisa Carcedo, che ha specificato come l’approvazione, sotto forma di decreto legge reale, è prevista nel giro di due o tre mesi, mentre il governo sta ancora riflettendo sulla possibilità di introdurre una …

Continua »

L’Italia lamenta continuamente frodi sui prodotti made in Italy, ma nessuna segnalazione ufficiale è giunta all’UE. Lo rivela il Commissario Vytenis Andriukaitis

formaggio latticini

Nonostante le frequenti denunce mediatiche contro la contraffazione di prodotti made in Italy e contro il fenomeno dell’Italian sounding, l’Italia non avrebbe fatto segnalazioni di sospette frodi alimentari alla Commissione europea attraverso i canali dedicati. Lo rivela Vytenis Andriukaitis, Commissario europeo per la salute e la sicurezza alimentare, in risposta a un’interrogazione di Mara Bizzotto. L’europarlamentare italiana aveva chiesto cosa intendesse …

Continua »

Un dieta ricca di alimenti biologici potrebbe ridurre il rischio di cancro. Lo sostiene uno studio francese, ma sono necessarie ulteriori ricerche

frutta verdura mercato

Un’alimentazione ricca di cibi biologici potrebbe proteggere da alcuni tipi di cancro. A suggerirlo è uno studio pubblicato sulla rivista Jama Internal Medicine dai francesi dell’Istituto nazionale per la salute e la ricerca medica. Secondo la ricerca, chi segue una dieta ad alto contenuto di alimenti biologici potrebbe avere un minore rischio di sviluppare due tipi di cancro in particolare …

Continua »

Listeria nel salmone affumicato: quattro morti in Europa. Individuato il focolaio in uno stabilimento polacco

salmone affumicato

Un focolaio di listeriosi ha investito tre Paesi europei – Danimarca, Germania e Francia – colpendo 12 persone, di cui quattro sono decedute. A causare il contagio, secondo le autorità sanitarie danesi, sarebbe stato il salmone affumicato a freddo prodotto in Polonia dall’azienda BK Salmon. Lo rivela un report congiunto dell’Autorità per la sicurezza alimentare (Efsa) e del Centro europeo per il …

Continua »

Pubblicità e junk food: i Paesi europei e anche l’Italia non tutelano i bambini. Critiche dall’Oms: misure insufficienti su internet e adolescenti

Child watching tv

Gli Stati europei non fanno abbastanza per contrastare la pubblicità aggressiva di cibi e bevande poco salutari rivolte a bambini e adolescenti. È questa la conclusione di un nuovo rapporto appena pubblicato dall’Ufficio regionale europeo dell’Oms, che ha analizzato le azioni intraprese dai paesi del vecchio continente in seguito alle raccomandazioni adottate nel 2010 dell’Organizzazione mondiale della sanità per limitare …

Continua »

Spagna, sequestrate 80 tonnellate di tonno rosso pescato illegalmente e in cattivo stato di conservazione. In azione anche i Nas

80 tonnellate di tonno rosso pescato illegalmente e in cattivo stato di conservazione sono state sequestrate in Spagna durante un intervento  della Guardia Civil, denominata “Operación Tarantelo” che ha portato all’arresto di 79 persone. Alle indagini, condotte con il coordinamento dell’Europol, oltre alle autorità francesi, maltesi e portoghesi, hanno partecipato anche i Carabinieri del Nas, che durante 23 ispezioni hanno …

Continua »

Matera senza acqua potabile per un giorno. È allerta in città. Ma arriva la revoca

acqua fontana

Matera è rimasta senza acqua potabile per un giorno. Nella serata di giovedì 18 ottobre, il sindaco del comune lucano aveva infatti emanato un’ordinanza che vietava l’uso dell’acqua del rubinetto per cucinare, lavarsi e pulire utensili e superfici che entrano in contatto con gli alimenti , per la presenza di una contaminazione da coliformi fecali. Le scuole sono rimaste chiuse …

Continua »

Il 98% delle lenticchie e il 95% dei fagioli secchi è importato. Due terzi dei legumi consumati sono di origine estera. Ma la produzione italiana è in crescita

Il 98% delle lenticchie consumate in Italia sono importate. C’è di più. Per soddisfare il fabbisogno nazionale importiamo anche grossi quantitativi di altri legumi secchi. Si stima che circa due terzi dei legumi consumati in Italia siano di origine estera, il doppio rispetto alla media dell’Unione europea (33%). Lo rivela un rapporto dell’Istituto di ricerca Areté per l’Alleanza cooperative agroalimentari. …

Continua »

Idrocarburi nei fanghi di depurazione, aumentano di 20 volte i limiti per lo spargimento nei campi agricoli. La norma “nascosta” nel Decreto Genova

Traktor bei Sonnenuntergang agricoltura trattore campo

Fioccano le polemiche per una norma inserita nel Decreto Genova, contenente le misure urgenti per la città colpita dal tragico crollo del viadotto autostradale sul Polcevera. Tra i paragrafi del decreto se ne trova uno che aumenta di 20 volte la quantità di idrocarburi ammessi nei fanghi di depurazione da spargere sui terreni. Come rivelato nei giorni scorsi da Angelo Bonelli, …

Continua »

Plastica: sono di Coca-Cola, PepsiCo e Nestlé gli imballaggi trovati più spesso sulle spiagge. L’iniziativa di Break Free From Plastic

Plastic Found in the Great Pacific Garbage Patch

Sono di Coca-Cola, PepsiCo e Nestlé gli imballaggi di plastica recuperati più spesso dalle spiagge e dai mari di tutto il mondo. È questo è il risultato di un’iniziativa  firmata da Break Free From Plastic, una coalizione internazionale di oltre mille organizzazioni, come Greenpeace e Zero Waste Europe, che ha organizzato oltre 200 azioni di pulizia in 42 Paesi, a …

Continua »

Due morti per shock anafilattico, Pret a Manger sotto accusa: allergeni non dichiarati sui prodotti preincartati in vendita

pret a manger esterno

Pret a Manger è al centro delle polemiche nel Regno Unito per la seconda morte per shock anafilattico in due anni causata dalla presenza di allergeni non segnalati negli alimenti venduti dalla catena di fast food salutare nei suoi locali. L’ultimo caso, risalente al dicembre 2017, è emerso solo pochi giorni fa, dopo che l’azienda si è impegnata a dichiarare …

Continua »