Home / Beniamino Bonardi (pagina 20)

Beniamino Bonardi

Beniamino Bonardi

Arriva Amazon Go, il supermercato dove si esce senza pagare alla cassa. Tecnologie come quelle utilizzate nelle auto a guida autonoma

A Seattle, negli Stati Uniti, dove si trova il suo quartier generale, Amazon ha aperto il primo mini-market senza casse, dove si prendono i prodotti dagli scaffali, si mettono direttamente in borsa – anche perché non ci sono carrelli o cestini – e si esce senza pagare. Un po’ come rubare, tranne che, una volta usciti dal negozio, il conto …

Continua »

Carrefour ristruttura in Francia: taglio di 2.400 posti, più vendite online, negozi di vicinato e sviluppo dei prodotti biologici

Per anticipare i nuovi modelli di consumo, la catena francese della grande distribuzione Carrefour ha annunciato un piano-chock di ristrutturazione, che prevede: 2.400 dimissioni volontarie su 10.500 dipendenti delle sedi francesi; riduzione dei costi di due miliardi di euro l’anno entro il 2020 e due miliardi di investimenti annui entro il 2018; riduzione del 5%, entro il 2020, della superficie …

Continua »

Effetti collaterali nella maggioranza dei giovani che bevono energy drink. Studio dell’Università canadese di Waterloo

Oltre la metà dei giovani canadesi (55,4%) che hanno consumato energy drink ha sofferto di effetti collaterali. Il 24,7% dichiara di aver avuto il battito cardiaco accelerato, il 24,1% difficoltà nel dormire e il 18,3% mal di testa. E ancora: il 5,1% ha sofferto di nausea, vomito o diarrea, il 5% ha dovuto richiedere assistenza medica, il 3,6% ha riferito …

Continua »

McDonald’s riciclabile al 100% entro il 2025. Gli imballaggi destinati ai clienti proverranno da fonti rinnovabili, riciclate o certificate

McDonald’s ha annunciato che entro il 2025 il 100% del packaging con cui offre ai clienti i propri prodotti proverrà da fonti rinnovabili, riciclate o certificate, con preferenza per la certificazione FSC (Forest Stewardship Council). Parallelamente, entro la stessa data tutti i ristoranti McDonald’s saranno in grado di provvedere autonomamente al riciclaggio del packaging. Questo impegno vale in tutto il …

Continua »

Sale negli alimenti trasformati: in Canada fallisce il progetto di riduzione volontaria. L’industria non rispetta le linee guida

Nonostante le linee guida volontarie adottate dall’industria alimentare, la riduzione del sale negli alimenti processati è “molto inferiore” a quanto previsto e la lista dei prodotti che non hanno fatto progressi in questa direzione è lunga. Lo afferma un rapporto di Health Canada, il dipartimento per la salute pubblica del governo canadese, da cui emerge che il 48% delle categorie …

Continua »

Sui nuovi OGM è battaglia alla Corte di giustizia europea. Il parere dell’avvocato generale chiude a interpretazioni restrittive

ogm laboratorio

Le nuove tecniche di modificazione genetica, che non inseriscono in un organismo vivente del DNA ad esso estraneo, non ricadono sotto le norme della legislazione europea sugli OGM. Quindi gli organismi così geneticamente modificati non possono essere sottoposti agli obblighi di valutazione del rischio, autorizzazione, monitoraggio, tracciabilità ed etichettatura. È questa l’opinione dell’avvocato generale della Corte di giustizia europea in …

Continua »

In Italia ci sono ancora più di 400 mila celiaci non diagnosticati. La Relazione annuale del ministero della Salute

A livello mondiale si stima che la celiachia colpisca circa l’1% della popolazione. In Italia, sulla base dei dati al 31 dicembre 2016, la percentuale risulta essere lo 0,33%. Questo significa che in giro ci sono 407.467 celiaci non diagnosticati. È quanto emerge dalla Relazione annuale del Ministero della salute al parlamento. Dalla mappatura epidemiologica, al 2016 risultano diagnosticati in …

Continua »

Coca-Cola riciclabile entro il 2025 e riciclata entro il 2030. La strategia della compagnia di Atlanta per un “Mondo senza rifiuti”

coca-cola no sugar

Coca-Cola Company ha annunciato che entro il 2025 tutte le confezioni dei prodotti saranno riciclabili, mentre entro il 2030 si impegna a raccogliere e riciclare una bottiglia o una lattina per ogni bottiglia o lattina venduta. Coca-Cola promette anche di produrre un packaging migliore, sia attraverso l’impiego di  maggiori quantità di materiali riciclati, sia sviluppando resine a base vegetale o …

Continua »

Tassa sul cibo spazzatura: negli Usa sarebbe legalmente fattibile ma non è così probabile

fast food

Negli Stati Uniti sarebbe legalmente e amministrativamente fattibile, e avrebbe forti implicazioni per la politica nutrizionale, l’imposizione di una tassa sul cibo spazzatura e sulle bevande zuccherate, da definire per categorie di prodotto, oppure sulla base delle sostanze nutritive o delle calorie, anche con una combinazione tra questi fattori. Lo indica uno studio condotto da ricercatori del College of Global …

Continua »

Il Parlamento Eu chiede il bando totale per la pesca elettrica. Respinta la proposta di allargare le deroghe al divieto sinora concesse

Con 402 voti a favore, 232 contrari e 40 astensioni, il Parlamento europeo ha detto No, chiedendo un bando totale, al metodo di pesca che utilizza impulsi elettrici per attirare i pesci dal fondale e farli finire nelle reti a strascico. L’autorizzazione alla pesca elettrica è richiesta in particolare dai pescatori olandesi e ha provocato una dura reazione degli ambientalisti, …

Continua »

Da marzo in Svizzera vietato bollire aragoste e astici vivi e trasportarli nel ghiaccio. In Italia situazione confusa lasciata alla discrezionalità dei tribunali

Dal 1° marzo in Svizzera sarà vietato cuocere aragoste e astici immergendoli vivi nell’acqua bollente, senza averli prima storditi, mediante shock elettrico o la “distruzione meccanica” del cervello. Inoltre, i crostacei prima della vendita dovranno essere tenuti nell’acqua e sarà vietato trasportarli nel ghiaccio. Queste norme valgono per tutti decapodi, cioè i crostacei di maggiori dimensioni, e sono state stabilite …

Continua »

Canada, Montreal vieta le shopper di plastica: da giugno scatteranno le sanzioni. Da luglio il bando scatterà anche a Victoria, capitale della British Columbia

sacchetti plastica

Dal primo gennaio, a Montreal è entrato in vigore il divieto di distribuzione al dettaglio delle shopper monouso in plastica, compresi quelli in bioplastica o in materiali compostabili. Il divieto riguarda i sacchetti leggeri con uno spessore inferiore a 50 micron, mentre sono esclusi quelli ultraleggeri utilizzati a fine di igiene all’interno dei negozi, come i sacchetti per frutta e verdura. …

Continua »

Cibo spazzatura: ex responsabile della pubblicità svela le strategie di marketing per spingere le vendite. “Gli impegni volontari non funzionano. Il governo deve porre limiti uguali per tutti”

fast food

“Chiedere all’industria, ai supermercati e alle agenzie pubblicitarie di modificare volontariamente, in senso restrittivo, i propri comportamenti non funziona. C’è bisogno di limiti imposti dal governo, in modo che tutti siano in condizioni di parità”. È quanto sostiene in un’intervista al Guardian Dan Parker, un ex dirigente pubblicitario che ha lavorato per vent’anni con grandi aziende alimentari, come Coca-Cola e …

Continua »

Oltre 500 snack malsani in più ogni anno per gli adolescenti che guardano tre ore di tv al giorno

Gli adolescenti che passano più di tre ore al giorno davanti alla tv vengono bombardati dalle pubblicità di cibi malsani e ipercalorici, che possono portarli a mangiare, in un anno, oltre 500 spuntini – come patatine, biscotti e bibite gassate e ricche di zuccheri – in più rispetto ai coetanei che guardano meno televisione. È quando documenta un rapporto del …

Continua »

Foodwatch denuncia la scorretta etichetta a semaforo delle industrie. Usano come riferimento mini-porzioni. Il caso Nutella

foodwatch nutella etichetta a semaforo

In Germania, l’associazione dei consumatori Foodwatch ha denunciato la presunta ingannevolezza del modello di etichetta nutrizionale elaborata da Nestlé, Mars, Coca-Cola, PepsiCo, Mondelez e Unilever. Queste aziende lo scorso marzo avevano annunciato di voler aggiungere ai propri prodotti un’etichetta con i colori del semaforo, ispirandosi al modello adottato in Gran Bretagna. L’elemento di confusione introdotto dall’etichetta delle industrie è stato …

Continua »