Home / Sicurezza Alimentare (pagina 28)

Sicurezza Alimentare

categoria sicurezza alimentare

Frutta e verdura fresca confezionata, pronta al consumo e insalate in busta: entra in vigore la nuova normativa

Dal 13 agosto 2015 ci saranno novità per i prodotti ortofrutticoli di IV gamma, cioè quelli pronti al consumo come insalate in busta, le macedonie, ecc: diventeranno infatti vincolanti i nuovi parametri igienico sanitari e le nuove etichette. Su Il Fatto Alimentare avevamo già parlato di questi criteri poco dopo il varo della legge 77/2011 del 13 maggio 2011 (“Insalate in busta: …

Continua »
pesticidi erbicidi campi agricoltura uomo

Manifesto “Stop Glifosato”: associazioni unite per la messa al bando del più famoso erbicida considerato un probabile cancerogeno per l’uomo

L’AIAB, l’Associazione Italiana per l’Agricoltura Biologica e FIRAB, Fondazione Italiana per la Ricerca in Agricoltura Biologica e Biodinamica hanno lanciato una campagna contro l’utilizzo di pesticidi a base di glifosato. Il manifesto di questa campagna, “Stop Glifosato”, è una richiesta rivolta al governo, ministeri e parlamento affinché si applichi il principio di precauzione: vietare produzione, commercializzazione e utilizzo di prodotti …

Continua »

Pollo e salmonella: è possibile eliminarla? Difficile dicono gli esperti. La normativa e i controlli sono efficaci ma ci sono ancora dei punti critici sui prodotti in vendita

È possibile evitare le contaminazioni da salmonella nella carne di pollo? Dopo la notizia dell’indagine dei Nas sulle presunte irregolarità nelle analisi di veterinari pubblici e dipendenti di un’azienda avicola, tra gli addetti ai lavori si è aperta un’accesa discussione. Al centro della diatriba c’è la presenza di salmonella nella carne di pollo e tacchino. Prima di addentrarci nel dibattito …

Continua »
mucca bovini controlli

Mucca pazza: il morbo è ormai sotto controllo: in Italia tornano in cucina il budello e l’intestino bovino

I veterinari, i produttori di carne e tutte le persone che, a vario titolo, sono state coinvolte, per un lungo periodo, nella vicenda della mucca pazza possono finalmente tirare un sospiro di sollievo.  Il Ministero della Salute ha deciso il 17 marzo  2015 (*) di modificare la lista dei  Materiali Specifici a Rischio o MSR, cioè dei materiali ricavati dalla macellazione …

Continua »

Glifosato cancerogeno? La Monsanto risponde allo IARC e chiama esperti indipendenti a valutare i dati forniti dall’azienda

La Monsanto, colosso della chimica e azienda produttrice del Roundup, il diserbante a base di glifosato, ha deciso di passare al contrattacco con l’artiglieria pesante, dopo che l’International Agency for the Research on Cancer (IARC) dell’OMS di Lione ha incluso l’agente nella lista dei probabili cancerogeni per l’uomo. Al momento del pronunciamento, la Monsanto aveva bollato sprezzantemente il rapporto come …

Continua »
pesce bambina

I ristoranti di New York dovranno surgelare il pesce servito crudo. In Europa la normativa è in vigore dal 2004

I ristoranti di New York che servono pesce crudo dovranno preventivamente congelarlo per un periodo compreso tra 15 ore e una settimana, per neutralizzare parassiti e batteri. La disposizione era stata approvata in marzo dal Dipartimento della salute della città e verrà attuata a partire dal mese di agosto. Sono esclusi dalla decisione i frutti di mare e il pesce …

Continua »

Borse e shopper riutilizzabili per la spesa: sono sicure? Le indicazioni per scongiurare i rischi di germi e batteri

La rivoluzione partita in Italia che ha portato al bando dei sacchetti di plastica in favore delle bio-shopper si sta allargando a macchia d’olio nel resto dell’Europa e nel mondo. I consumatori conoscono ormai le problematiche collegate allo smaltimento di questo materiale: danni all’ambiente e alla fauna, ma anche difficioltà di gestione nelle discariche (si stima che per la decomposizione …

Continua »

Conserve fatte in casa, tutti i consigli per evitare problemi ripresi dal vademecum dell’Istituto Superiore di Sanità – prima parte

Dalla storica marmellata della nonna alle salse con i prodotti di un orto curato con passione, sono tanti gli italiani che in questa stagione si cimentano nella produzione di conserve domestiche. Purtroppo, però, può rivelarsi una pratica piuttosto pericolosa se non si conoscono le corrette procedure per scongiurare lo sviluppo di batteri, muffe e soprattutto del botulino. Per questo motivo, …

Continua »

Sicurezza alimentare: bisogna informare i cittadini e comunicare le allerte dei prodotti ritirati. Perché il ministero non lo fa? Lettera aperta a Lorenzin

Gentile Beatrice Lorenzin pochi giorni fa in un convegno a Expo ribadiva un concetto che condividiamo da tempo riguardo l’efficienza dei controlli sanitari e sui livelli di sicurezza alimentare. Si tratta di dichiarazioni suffragate da numeri e statistiche che attestano una situazione tranquillizzante. Cito solo due dati per chiarire meglio la situazione. È vero che i residui di anabolizzanti e …

Continua »

Home restaurant, sì o no? La nuova frontiera del foodsharing dal punto di vista della sicurezza alimentare. Il parere degli esperti

Negli ultimi tempi si è sentito molto parlare di home restaurant ovvero di cene a pagamento organizzate da privati in casa propria. Questa nuova frontiera di foodsharing molto popolare all’estero sta prendendo piede anche in Italia come dimostrano le molte community sorte online (homerestaurant.com, gnammo.com, Ceneromane, Le Cesarine) dove promotori e ospiti si incontrano e si mettono d’accordo. Che sia un’antica …

Continua »
New York City

Igiene nei ristoranti: la pagella assegnata dalle autorità sanitarie di New York ai locali funziona. Il bilancio e i risultati dopo i primi cinque anni

Sono passati cinque anni da quando a New York è stato inaugurato il sistema di pagelle per valutare il livello di igiene dei ristoranti; adesso il Dipartimento della Salute della Grande Mela ha elaborato un primo bilancio. L’idea è molto semplice: i locali vengono esaminati da un ispettore ed è assegnato un giudizio sotto forma di lettere dell’alfabeto: A (quando è …

Continua »

Sicurezza alimentare: buoni i risultati in Europa, lo conferma il rapporto annuale del RASFF. Tra le criticità maggiori il virus dell’epatite nei frutti di bosco in Italia

Da 35 anni il sistema RASFF (Rapid Alert System for Food and Feed) aiuta gli europei a migliorare la propria consapevolezza in materia di sicurezza alimentare. I  puntuali allarmi hanno contributo ad aumentare la sensibilità di un’opinione pubblica e hanno avuto  importanti ricadute a livello normativo. Il sistema funziona anche se non mancano problemi, lacune, meccanismi da ottimizzare, soprattutto per …

Continua »

Inchiesta di Altroconsumo sulle fontanelle di 35 città: piombo oltre i limiti a Firenze e Genova

L’associazione Altroconsumo ha analizzato l’acqua delle fontanelle pubbliche di 35 città, tra capoluoghi di regione e altre città importanti, per verificare le caratteristiche (durezza, calcio, fluoruri, solfati) e l’eventuale presenza di inquinanti o metalli pesanti. In 33 città l’acqua è risultata di qualità e sicura, mentre a Genova e Firenze sono stati rilevati livelli di concentrazione di piombo oltre i …

Continua »

Nel riso si trova l’arsenico inorganico, ma non c’è da allarmarsi: attenzione però ai prodotti derivati

Il riso e i suoi derivati contengono quantità relativamente alte di arsenico inorganico. Lo indicano le analisi condotte dalle autorità di controllo tedesche, che hanno anche rilevato come il livello di questa sostanza sia più alto nei prodotti a base di riso che nei grani stessi. Un fatto che l’Istituto federale tedesco per la valutazione del rischio (BfR) non riesce a spiegare e …

Continua »

Il 9% dei formaggi svizzeri non rispetta le norme igieniche minime, in particolare quelli a latte crudo

Le analisi condotte nel 2014 dai chimici cantonali della Svizzera su 560 formaggi, di cui 489 svizzeri e 71 esteri, hanno rilevato che 50 di essi, corrispondenti a poco più del 9%, non rispettavano i requisiti di igiene minimi richiesti dalla legge. La percentuale è particolarmente alta (19% dei campioni esaminati) nei formaggi a base di latte di capra, mentre …

Continua »