Home / Etichette & Prodotti (pagina 10)

Etichette & Prodotti

categoria etichette e prodotti

Pollo insostenibile: l’allevamento intensivo amplifica i rischi sanitari ed economici. Ne parla un articolo di Corrado Fontana su Valori.it

L’allevamento intensivo, anche quello dei polli, è sempre più spesso sotto i riflettori per le problematiche sanitarie, ambientali ed etiche che porta quasi sempre con sé. Riproponiamo un articolo pubblicato su Valori, a firma di Corrado Fontana, che descrive le criticità e la scarsa sostenibilità della filiera avicola. Il pollo e le uova sono buoni e piacciono ai bambini. La …

Continua »

Disincentivare il consumo di alcolici è possibile se si segue la strategia usata per le sigarette

C’è un modo per convincere le persone a bere meno alcolici: scrivere sulla bottiglia o sulla lattina che la diminuzione dell’assunzione (anche di piccole quantità) fa calare il rischio di sviluppare sette tipi di tumori. Meno efficaci risultano invece altri avvisi quali quelli sulle calorie presenti o sui possibili danni cardiovascolari. Il potenziale ruolo di scritte analoghe a quelle presenti …

Continua »

L’industria alimentare britannica fallisce l’obiettivo di riduzione dello zucchero, concordato con il governo

Largamente fallito il primo obiettivo che il governo britannico aveva posto verso il raggiungimento di una riduzione volontaria da parte dell’industria del 20% dello zucchero contenuto in nove categorie di alimenti: biscotti, torte, budini, cereali, cioccolatini, caramelle, yogurt, creme e gelati. La riduzione del 20%, rispetto al 2015, dovrebbe essere raggiunta entro il 2020 e prevedeva una prima diminuzione del …

Continua »
vino naturale 2018

Vino biologico, naturale, biodinamico o “libero”? Quali sono le differenze e come scegliere il migliore

Le vendite di prodotti biologici e “green” da anni sono in aumento e nemmeno il vino sfugge a questa tendenza. Vinitaly, la più importante manifestazione di settore nel nostro Paese, ospita dal 2014 Vinitalybio (link), un salone nel salone riservato ai vini biologici. L’edizione 2018 ha ospitato 74 cantine biologiche, e altre 50 sono rimaste in lista d’attesa per mancanza …

Continua »
cucinare torta cucina profumo odore aromi dolci

Aromi naturali, natural-identici o artificiali? Quali sono le differenze e come si usano

Aromi: li troviamo nell’elenco degli ingredienti di quasi tutti gli alimenti industriali. Sono in ultima posizione, perché presenti in piccolissima quantità, ma non per questo sono meno importanti. “Gli aromi – dice Claudio Ghizzoni amministratore delegato di Iberchem Italia, azienda aromatiera fondata in Spagna – sono sostanze impiegate per migliorare le caratteristiche sensoriali di un alimento, a beneficio del consumatore. …

Continua »
Bratwurst wurstel

Würstel di suino: grassi saturi e sale in quantità esagerate. Nessuna indicazione sulla qualità della carne, ma occhio agli additivi

I würstel sono prodotti tipici della Germania e dell’Austria ma sono molto diffusi anche in Italia. In genere sono  preparati con carni di vario tipo macinate finemente, insaporite con spezie e aromi, e arricchite con additivi  per garantire consistenza e durata. In Italia i più venduti sono quelli con carne di pollo e tacchino (ne abbiamo parlato qui), anche se …

Continua »

Pasta: l’origine del grano delle marche più famose. La qualità però è un’altra cosa

Dallo scorso febbraio le etichette della pasta devono indicare l’origine della materia prima, come prevede un decreto legge varato il 26 luglio 2017. In questo modo i consumatori possono individuare quali sono le marche che utilizzano grano duro coltivato nel nostro paese. In realtà chi voleva una pasta ottenuta con materie prime nazionali, non ha mai fatto fatica visto che sugli scaffali …

Continua »
semafori in etichetta

Anche in Russia si studiano le etichette a semaforo per distinguere il cibo. Le assurde chiusure dell’Italia

Anche la Russia potrebbe avere le sue etichette a semaforo. La proposta di etichettatura nazionale arriva dal Rospotrebnadzor (RPN), il Servizio federale per la protezione dei diritti dei consumatori e il benessere delle persone, organo del Ministero della sanità russo. Secondo il modello proposto, i cibi riceveranno un bollino verde, giallo o rosso a seconda della qualità nutrizionale degli alimenti e …

Continua »

Pane fresco al supermercato, attenzione perché non tutte le pagnotte sono uguali. C’è la baguette con o senza additivi e il pane precotto surgelato

Dal 2000 a oggi, gli italiani hanno dimezzato il consumo di pane fresco, riducendo la quota giornaliera da 180 a 85 grammi. Nonostante ciò, si tratta sempre di un alimento importante sia nei pasti consumati a tavola sia per  quelli al bar. Fino a pochi anni fa si acquistava ogni mattina dal fornaio, da alcuni anni però sono cambiate le …

Continua »
sali speciali sale colorato

Sale speciale colorato o sale da cucina iodato? Nessuna virtù nutrizionale per un prezzo esagerato! Attenzione alle microplastiche. Ne parla la trasmissione svizzera Patti Chiari

Decantati per le loro presunte virtù nutrizionali, vari tipi di sale hanno invaso gli scaffali dei supermercati e le cucine di tanti consumatori. Ma questi prodotti valgono davvero il prezzo di vendita molto salato? Se lo sono chiesto i giornalisti della trasmissione svizzera Patti Chiari, che hanno confrontato le caratteristiche di 10 tipi di sale provenienti da tutto il mondo, …

Continua »
etichette

Avviato il confronto nell’Ue sulle etichette nutrizionali semplificate. La Commissione europea presenterà un rapporto entro la fine dell’anno

La Commissione europea ha avviato un confronto sull’etichettatura nutrizionale semplificata, come le etichette a semaforo, per esaminare la possibilità di arrivare a una proposta comune per tutta l’Unione europea. Obiettivo della Commissione è di presentare un proprio documento entro la fine dell’anno. Il primo incontro si è tenuto il 23 aprile con la partecipazione di esperti degli Stati membri, associazioni …

Continua »
Veggie burger

La Francia vieta per gli alimenti vegetariani e vegani denominazioni tipiche della carne, come “spezzatino di soia” o “scaloppine di seitan”

In Francia gli alimenti vegetariani e vegani non potranno più utilizzare termini tradizionalmente utilizzati per la carne, come bistecca, hamburger o salsiccia, perché ritenuti fuorvianti per i consumatori. Lo stabilisce un emendamento approvato dall’Assemblea nazionale francese, proposto dal deputato Jean Baptiste Moreau, del movimento del presidente Macron, La République En Marche, e di professione allevatore. Ora spetterà al Ministro dell’agricoltura …

Continua »
spighe di grano

La verità sul grano e la pasta: dalle importazioni al glutine, tutto quello che c’è da sapere per non cadere vittima di miti e bufale

La filiera grano duro-pasta è strategica per l’economia nazionale. Lo è sia dal punto di vista agricolo e di salvaguardia territoriale, per l’ampia e insostituibile diffusione della coltura al Sud, e sia dell’industria agroalimentare della trasformazione, che esporta nel mondo circa 2 milioni di tonnellate di pasta, primario e apprezzato prodotto della dieta mediterranea e riconosciuta immagine del Paese. La diminuzione …

Continua »
brioche dolci

Proposta una direttiva Ue che vieta il doppio standard per gli alimenti. Misura per contrastare la vendita di prodotti con la stessa confezione ma di diversa qualità tra i vari paesi

La Commissione europea ha presentato una proposta di direttiva denominata New deal per i consumatori, che rivede la legislazione a tutela dei consumatori e in cui è previsto il divieto del doppio standard alimentare. Si tratta della pratica denunciata dagli Stati dell’Europa centro-orientale, per cui in alcuni paesi vengono venduti prodotti che, pur avendo la stessa confezione, risultano di qualità inferiore. …

Continua »
gran pavesi cracker pomodoro grassi

Barilla, i nuovi cracker Gran Pavesi hanno il 30% di grassi in meno: l’etichetta è corretta, ma non sono più salutari

Eccoli, sono arrivati i nuovi cracker Gran Pavesi al pomodoro, alle olive e al rosmarino tutti col il 30% di grassi in meno. Lo dice la pubblicità e lo ribadisce la frase sul frontespizio della confezione “-30% di grassi – senza olio di palma”. Il calcolo è stato fatto considerando il contenuto di grassi presente nei cracker più venduti (dal …

Continua »