Home / Etichette & Prodotti (pagina 11)

Etichette & Prodotti

categoria etichette e prodotti

Come sfruttare gli aromi per attirare i consumatori. I segreti utilizzati da aziende e ristoranti svelati da Ballarini dell’Accademia dei Georgofili

Quando pensiamo agli aspetti più importanti del cibo che mangiamo, dai piatti dei ristoranti stellati ai cibi industriali ultra-processati comprati al supermercato, non possono mancare di certo gli aromi e i profumi. Ne parla un articolo firmato da Giovanni Ballarini, pubblicato da Georgofili.info, il notiziario di informazione curato dall’Accademia dei Georgofili. In un’antica novella italiana, si narra di un povero che …

Continua »
Happy young woman chooses flakes in a supermarket and smiles. A joyful buyer buys products in a supermarket. A girl with packs of quick breakfasts in the hands of the store

Ora le etichette puntano sui cinque sensi. Un fenomeno nato negli Stati Uniti e in forte crescita anche in Italia

Sul retro ci sono sempre le informazioni obbligatorie per legge, come l’elenco degli ingredienti o il nome del produttore, ma sul fronte delle confezioni alimentari si stanno facendo largo nuovi aggettivi – come fragrante, ripieno, croccante, morbido, cremoso – che puntano sulle caratteristiche sensoriali del prodotto e vanno ad aggiungersi alle certificazioni e alle dichiarazioni su particolari caratteristiche nutrizionali. Si tratta …

Continua »
manzo

“Senza antibiotici” e “Benessere animale” sono scritte presenti sulle etichette di uova, carne e altri prodotti. Che valore hanno?

Nel 2018 il giro d’affari legato alle uova da galline allevate a terra è cresciuto del 24% rispetto all’anno precedente, per arrivare a 400 milioni di euro, mentre il fatturato di quelle da allevamento in gabbia è sceso di 18 milioni di euro. Nel 2008 Coop è stata la prima catena di supermercati a escludere le galline in batteria per le …

Continua »
carne macello

La macellazione rituale senza stordimento è incompatibile con il marchio europeo del biologico. Sentenza della Corte di giustizia dell’Ue

Il logo di produzione biologica europeo non può essere apposto a carni provenienti da macellazione rituale senza stordimento preventivo. Lo ha stabilito una sentenza della Corte di giustizia dell’Unione europea in una causa intentata in Francia dall’Ente di assistenza agli animali da abbattere (OABA) contro il ministero dell’Agricoltura e l’organismo di certificazione Ecocert. La Corte di giustizia ha dato ragione …

Continua »
Findus danone activia nutri-score

Activia, Danacol, Actimel perché l’etichetta francese è diversa? Anche i bastoncini Findus. La differenza è il Nutri-Score, che in Italia non c’è

In Europa, le normative sulle etichette alimentari sono uguali per tutti i Paesi, ma ci sono multinazionali come Danone e Findus, e catene di supermercati come Carrefour e Auchan che usano criteri diversi, penalizzando i cittadini italiani. Basta confrontare le etichette dello yogurt Activia di Danone o dei bastoncini Findus per notare una differenza: sulla confezione francese campeggia il riquadro …

Continua »
gatto cane cibo per animali

Cibo per cani e gatti: quante bugie in etichetta! Tre scatolette su quattro non rispettano le regole

Great Italian Food Trade, diretto dall’avvocato Dario Dongo, ha segnalato all’Antitrust le gravi irregolarità presenti su alcune etichette di confezioni di cibo per cani e gatti della società Monge. Stiamo parlando dell’azienda leader di mercato italiano che propone una serie di spot pubblicitari, ampiamente diffusi sui social media (Facebook, YouTube), dove fa ‘Lezioni di etichette’ in materia di pet food, …

Continua »
nutri-score danone activia actimel vitasnella etichette a semaforo

Danone porta il Nutri-Score anche in Svizzera, ma in Italia dice no. L’etichetta a semaforo arriva nei supermercati nel marzo 2019

Sbarcano anche in Svizzera i prodotti Danone con il Nutri-Score in etichetta. Dopo Francia e Belgio, la multinazionale francese ha infatti deciso di utilizzare il sistema di etichettatura nutrizionale semplificata anche sui prodotti in vendita nei supermercati elvetici. Le nuove etichette arriveranno sugli scaffali la prima settimana di marzo 2019, con il formaggio quark Danonino, ma l’azienda prevede che entro …

Continua »
Traditioneller deutscher Kochschinken aufgeschnitten und am Stück dekoriert mit Gewürzgurken und Kräuter als Draufsicht auf einem Schneidebrett

Prosciutto cotto magro: pochi grassi ma attenzione a zuccheri e additivi. I prezzi dipendono più dal marchio che dalla qualità

Il prosciutto cotto è il salume più venduto in Italia (ne abbiamo già parlato qui) e questo accade anche perché, essendo meno grasso del prosciutto crudo e di altri salumi, è considerato più sano. In effetti il prodotto ha un contenuto di grassi minore, ma nonostante ciò, tutti i grandi marchi oltre al cotto “normale”, propongono una versione “magra” o …

Continua »
Pastori sardi latte

I supermercati in aiuto dei pastori sardi: al via la campagna per valorizzare i prodotti dell’Isola

La vicenda dei pastori sardi e del formaggio pecorino non sembra avere trovato ancora una soluzione. Le parti stanno discutendo sul prezzo di vendita del latte ovino. I pastori chiedono subito 80 centesimi a litro (invece dei 60 attuali) per poi passare a un euro a regime e l’azzeramento dei Consorzi di tutela. Le trattative sono in corso. Nel frattempo …

Continua »
typical italian cheese closeup

Grana Padano, dietrofront del Ministero della salute sul lisozima: a decidere su etichetta e additivi deve essere l’Europa

Dietrofront del Ministero della salute sul ruolo del lisozima utilizzato nella produzione del Grana Padano che l’Italia considera un coadiuvante tecnologico e non un additivo della categoria dei conservanti. Il sottosegretario alla Salute Luca Coletto, in risposta alle interrogazioni dei parlamentari Davide Zanichelli (M5S) e Antonella Incerti (Pd), che chiedevano chiarimenti in seguito alle polemiche scoppiate nei mesi scorsi intorno al …

Continua »
salami

Prosciutti e salumi “senza conservanti e senza nitriti artificiali”? Quando l’etichetta è ingannevole. La risposta dell’esperto

Ho notato che nei banchi dei supermercati si trovano sempre più salumi e affettati “senza conservanti artificiali” o “senza nitriti artificiali”. Quindi questi prodotti contengono “conservanti naturali”? In etichetta leggo solo “aromi naturali” ma nessuna traccia di altri conservanti: è regolare tutto questo? Lettera firmata Per rispondere ai quesiti del lettore, abbiamo chiesto un parere a Fabrizio De Stefani, direttore …

Continua »
Jambon Cuit

Prosciutto cotto: tutti i segreti del salume più amato dagli italiani. Il prezzo varia da 8 a 62 €/kg e dipende da provenienza, allevamento e ingredienti

Il prosciutto cotto è il salume preferito dagli italiani: nel 2017 ne sono state consumate 280.300 tonnellate, corrispondenti a circa 4,5 kg a testa (il 26,5% del settore). I motivi sono da ricercare in tre fattori: è molto amato dai bambini, costa meno del prosciutto crudo e in genere risulta meno grasso, quindi viene percepito come più salutare. Al supermercato troviamo, oltre …

Continua »
etichetta conigli allevati a terra aia censura iap

Stop alla bugia dei conigli allevati a terra. Aia deve cambiare l’etichetta avallata dal Ministero e dagli animalisti

Non esistono conigli allevati a terra, tutti gli animali cresciuti nei capannoni vivono in gabbie più o meno grandi. Per questo motivo Aia deve cambiare la dicitura “allevati a terra” proposta a carattere cubitali sulle etichette (vedi foto sopra). Lo ha deciso, con un certo ritardo, il Comitato di Controllo dell’Istituto di autodisciplina pubblicitaria in risposta a una richiesta inviata …

Continua »
Woman reading food labels

In etichetta l’origine di tutti gli ingredienti dei prodotti alimentari! L’ennesima favola di politici e Coldiretti

Il ministro Gian Marco Centinaio esulta per l’approvazione al Senato dell’emendamento al decreto legge Semplificazioni che prevede l’obbligo di etichettatura di origine per tutti i prodotti alimentari. L’emendamento, dice il ministro, dà “più tutele per i produttori onesti e i consumatori che ora potranno scegliere in totale trasparenza. Niente più informazioni ingannevoli né falsi sulle nostre tavole”. Dichiarazioni dello stesso …

Continua »
profili nutrizionali nestle nesquik coco pops kelloggs altroconsumo

Troppi inganni in etichetta grazie alla latitanza della Commissione europea. I profili nutrizionali avrebbero dovuto essere definiti dieci anni fa

Dieci anni fa la Commissione europea avrebbe dovuto approvare e pubblicare i criteri per stabilire i profili nutrizionali degli alimenti, cioè i valori massimi di zuccheri, grassi e sale che un cibo può contenere per poter essere definito sano. Lo prevedeva il regolamento europeo n. 1924 del 2006, che dava tre anni di tempo alla Commissione Ue per adempiere, entro il 19 gennaio 2009. Da …

Continua »