Home / Archivio dei Tag: origine

Archivio dei Tag: origine

Riso Gallo Venere “prodotto in Uk”: ma l’origine è italiana. Le perplessità di un lettore e la risposta dell’azienda

Pubblichiamo di seguito la lettera  di un nostro lettore e la risposta dell’azienda Riso Gallo SpA. Tra gli scaffali del supermercato ho trovato un prodotto interessante, una confezione di riso venere Gallo già cotto, pronto da mangiare. Però ho notato che sul retro c’è scritto che è “prodotto in UK”. Ma il riso è italiano o del Regno Unito? La …

Continua »

Origine in etichetta: oltre un milione di firme per l’iniziativa europea EatORIGINal! Ne parla Dario Dongo

eatoriginal origine ingredenti iniziativa cittadini europei

Ha superato il traguardo di un milione di firme l’iniziativa dei cittadini europei EatORIGINal! Unmask your food!che chiede l’indicazione obbligatoria dell’origine dell’ingrediente primario sulle etichette. Ne parla Dario Dongo su Great Italian Food Trade. EatORIGINal! Unmask your food! L’iniziativa popolare europea – volta a ottenere l’indicazione obbligatoria d’origine sulle etichette di tutti i prodotti alimentari – ha raggiunto il suo primo traguardo. 1,1 …

Continua »

Polline e pappa reale: perché non c’è il paese di origine? Risponde l’esperto in prodotti delle api

Buongiorno, chiedo per curiosità, questa mattina ero in un supermercato e ho notato che sulla pappa reale e sul il polline non era indicata l’origine. Non è obbligatorio mettere il paese di origine in etichetta? Come posso acquistare un prodotto italiano o almeno europeo? Grazie. Michela. Il polline è l’insieme di granuli microscopici contenuti nei fiori che le api operaie …

Continua »

La proposta italiana dell’origine di tutti gli ingredienti in etichetta bocciata da Bruxelles. Lo rivela Dario Dongo

Two pretty female sisters go shopping together, stands in grocer`s shop, select fresh milk in paper container, read label, carry rucksacks, have serious expressions. People and commerce concept

L’origine di tutti gli ingredienti in etichetta? Non si può fare. Come era stato ampiamente previsto, lo stop è arrivato dalla Commissione europea con una messa in mora per l’Italia a causa dell’emendamento al decreto Semplificazioni, che avrebbe dovuto introdurre l’obbligo di indicare in etichetta l’origine di tutti gli ingredienti di un prodotto. La doccia fredda è arrivata lo scorso …

Continua »

Salmone norvegese a marca Auchan: i dubbi di un lettore e la risposta dell’azienda

salmone norvegese auchan 2019

Ho comprato qualche giorno fa una confezione di salmone norvegese marchiato Auchan. Leggendo il retro mi sono chiesto se fosse corretto il pack dove è indicata la produzione presso xxx Paesi Bassi, mentre il bollino sanitario indica uno stabilimento della Germania. Come mai  La foto in allegato è del prodotto Auchan. Alla domanda del nostro lettore risponde Auchan. Il Salmone …

Continua »

Da dove arriva la soia che mangiamo? I consumatori italiani chiedono più trasparenza sull’origine e la tracciabilità della filiera

latte di soia veg

Gli italiani amano la soia: uno su tre ne mangia un po’ una volta alla settimana – valore che sale molto tra chi ha scelto una dieta vegetariana o vegana – e il 72% pensa che abbia proprietà benefiche. I consumatori più affezionati preferirebbero però maggiore trasparenza: uno su due ritiene la tracciabilità molto importante, il 96% pensa che conoscere tutti i …

Continua »

Allerta alimentare: Coldiretti dà i numeri (parziali) e accusa i prodotti importati, ma la realtà è un po’ diversa

Coldiretti

Secondo Coldiretti nel 2018 in Italia è scoppiato più di un allarme alimentare al giorno, il calcolo è stato fatto considerando le 398 (*) notifiche inviate dal ministero della Salute all’Unione Europea. Visto che solo 70 prodotti erano di origine nazionale, vuol dire che l’anno scorso poco più di quattro allerta su cinque sono state provocate da alimenti importati dall’estero. …

Continua »

Un terzo del pesce venduto in Canada ha un’etichetta non veritiera. Errori in tutta la filiera

donna pesce

Anche il Canada ha un problema rilevante con l’etichettatura del pesce. Una ricerca condotta dall’Università di Guelph ha scoperto che un terzo dei prodotti ittici venduti nel paese nord-americano, sia importati che di provenienza nazionale, hanno un’etichetta non veritiera. E questo non succede solo in fase di vendita al dettaglio, ma in ogni passaggio della filiera. Alla fine, il 32% …

Continua »

Fettine Coop: formaggio 100% italiano? Una lettrice ha dei dubbi. La risposta dell’azienda e dell’avvocato Dario Dongo

Ho comprato le fettine Coop che presentano la scritta “formaggio 100% italiano” (vedi foto). Siccome nell’elenco ci sono tanti ingredienti tra cui il latte di “Origine Italia”, vorrei sapere dall’Avvocato Dongo che differenza c’è fra le due scritte dell’origine del formaggio e del latte. Vi ringrazio e faccio i complimenti per il bel lavoro di informazione. Ylenia Risponde l’avvocato Dario Dongo, Ph.D. …

Continua »

Etichette alimentari: come dovrebbero essere? La parola ai consumatori con il questionario online di Ismea

etichette

L’ISMEA (Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare) ha lanciato una consultazione pubblica online sull’etichettatura dei prodotti agroalimentari. L’obbiettivo è di raccogliere il parere dei cittadini/consumatori e degli operatori delle filiere agroalimentari, per comprendere il bisogno di informazione su argomenti quali l’origine della materia prima, il luogo di lavorazione e di confezionamento, al fine di migliorare le informazioni riportate …

Continua »

Funghi freschi, secchi, bio, italiani o cinesi: da dove arrivano quelli che troviamo al supermercato?

Gli appassionati di funghi, che vanno a raccoglierli nei boschi, devono scegliere il momento giusto, quando la combinazione di umidità e temperatura ne permette uno sviluppo ottimale, spesso a fine estate o in autunno. Chi invece preferisce andare al supermercato, o nei negozi di ortofrutta, trova in ogni momento dell’anno diversi tipi di funghi – freschi, surgelati e secchi – …

Continua »

Il 98% delle lenticchie e il 95% dei fagioli secchi è importato. Due terzi dei legumi consumati sono di origine estera. Ma la produzione italiana è in crescita

Il 98% delle lenticchie consumate in Italia sono importate. C’è di più. Per soddisfare il fabbisogno nazionale importiamo anche grossi quantitativi di altri legumi secchi. Si stima che circa due terzi dei legumi consumati in Italia siano di origine estera, il doppio rispetto alla media dell’Unione europea (33%). Lo rivela un rapporto dell’Istituto di ricerca Areté per l’Alleanza cooperative agroalimentari. …

Continua »

Lidl richiama funghi porcini secchi Baresa per presenza di funghi di origine sconosciuta non dichiarati in etichetta

funghi porcini secchi baresa lidl richiamo

Lidl ha richiamato un lotto di funghi porcini secchi speciali a marchio Baresa per la presenza di funghi di origine sconosciuta non dichiarati in etichetta. Il richiamo è stato diffuso in un primo momento solo dal Ministero della salute nella categoria “rischio chimico”, senza ulteriori precisazioni. Il prodotto interessato è venduto in confezioni da 30 grammi con il termine minimo …

Continua »

Se la farina è estera, il prodotto è “made in Italy”? Come funziona il regolamento sull’origine? Risponde l’avvocato Dario Dongo

grissini carboidrati snack pane iStock_000051379768_Small

Scrivo per alcune delcucidazioni in merito al reg. 775/2018 e torno all’annosa questione dell’origine del grano/farina. Un’azienda alimentare che utilizzi come ingrediente primario la farina e che riporti sulle confezioni la dicitura “made in Italy”, cosa deve dichiarare in etichetta se il fornitore di farina dichiara di usare mix di grani UE/non UE trasformati in farina in molini italiani? Deve …

Continua »

Pasta: l’origine del grano delle marche più famose. La qualità però è un’altra cosa

Dallo scorso febbraio le etichette della pasta devono indicare l’origine della materia prima, come prevede un decreto legge varato il 26 luglio 2017. In questo modo i consumatori possono individuare quali sono le marche che utilizzano grano duro coltivato nel nostro paese. In realtà chi voleva una pasta ottenuta con materie prime nazionali, non ha mai fatto fatica visto che sugli scaffali …

Continua »