Home / Archivio dei Tag: lidl (pagina 4)

Archivio dei Tag: lidl

Via gli snack dalle casse anche nei supermercati Aldi. Dopo Lidl e Tesco anche la catena tedesca sostituisce il junk food con alimenti sani. In Italia tutto tace

supermercati casse snack

In Gran Bretagna dal prossimo gennaio anche la catena di supermercati tedesca Aldi eliminerà gli snack dagli espositori presso le casse dei suoi oltre trecento negozi, sostituendoli con alimenti più sani, come frutta secca, nocciole, succhi e acqua. La decisione è stata presa dopo un sondaggio condotto tra i clienti. La decisione è importante perché Aldi è la terza catena …

Continua »

Snack alle casse: in Svizzera la Lidl crea una “corsia alternativa” per chi non vuole farsi tentare mentre è in fila

La Lidl ha introdotto in tutti i suoi punti vendita in Svizzera la “cassa alternativa”. L’idea è di bandire dagli scaffali prossimi alle casse, dolci, snack grassi o salati. Invece di barrette di cioccolato, caramelle e dolci, l’azienda ora propone noci, frutta secca e acqua minerale in prossimità della cassa principale o dove ci sono più clienti, e sarà facilmente …

Continua »

Lidl: un lettore trova macchie rosse nei fiocchi di latte Linessa. Risponde l’azienda “probabilmente è un lievito innocuo”

L’altro giorno ho trovato una sostanza rossa all’interno di 2 confezioni di fiocchi di latte “Cottage Cheese” della marca Linessa, acquistati presso la catena Lidl. Le confezioni sono state aperte circa una settimana prima della scadenza indicata, quindi perfettamente in regola, e all’interno ho trovato alcune macchie rosse che potete vedere nella fotografia che ho fatto  e vi invio in allegato …

Continua »

Supermercati Coop e i dolci venduti alle casse. La risposta della catena alla petizione del Fatto Alimentare: “stiamo valutando”

Dopo la risposta di Conad  sulla petizione promossa dal nostro sito su Change.org, per invitare le catene di supermercati a non esporre dolci e snack in prossimità delle casse dei supermercati (oltre 13.400 adesioni),  pubblichiamo una nota inviata da Maurizio Zucchi direttore qualità di Coop Italia.   Gentile redazione de Il Fatto Alimentare, in merito alla posizione sollecitata sul tema …

Continua »

Tutti i segreti dei prodotti venduti alle casse dei supermercati e i guadagni nascosti. Basta speculazioni sui bambini. Avanti con la petizione su Change.org

casse supermercati

Dopo avere invitato le catene dei supermercati a togliere dagli scaffali delle casse dolci e snack e promosso una petizione su Change.org abbiamo ricevuto diversi commenti e qualche risposta. Hanno aderito all’iniziativa il Movimento difesa del cittadino, Help Consumatori e l’Unione nazionale consumatori. Conad ci ha inviato una lettera in cui dice di non ritenere valida la proposta. Coop ha …

Continua »

I supermercati Conad ritengono inutile togliere dolci e snack davanti alle casse, come invece fanno i soci francesi di Leclerc

Continua la raccolta delle firme per la petizione su Change.org che invita le catene di supermercati a non esporre dolci e snack in prossimità delle casse dei supermercati. Ieri abbiamo ricevuto una comunicazione del Movimento 5 Stelle ha che annuncia un’interrogazione su questo problema rivolta al Ministro della salute Beatrice Lorenzin e al Ministro dell’agricoltura Maurizio Martina. Oggi pubblichiamo la …

Continua »

Dolci e snack alle casse hanno un effetto disastroso, il 73% dei bambini li vuole comprare. Sono le zone più redditizie del supermercato. È ora di toglierle, firma la petizione

Nel mese di giugno del 2008 la catena di supermercati francese Leclerc ha comprato una pagina del quotidiano Le Figaro (vedi foto sotto) per annunciare di voler eliminare dagli scaffali situati in prossimità delle casse, dolci e leccornie che attirano l’attenzione dei bambini, mantenendo quelli destinati agli adulti. Leclerc, che in Francia è la prima catena di ipermercati e in Italia …

Continua »

Firma la petizione per dire basta alla vendita di snack, caramelle e dolci posizionati in bella vista vicino alle casse dei supermercati

Il Fatto Alimentare ha lanciato una petizione online su Change.org rivolta alle catene di supermercati per dire stop alla vendita di dolci, caramelle e snack in prossimità delle casse. Si tratta di prodotti disposti appositamente in quella posizione per attirare l’attenzione dei bambini e incentivare l’acquisto di impulso. Siamo di fronte a una scelta di marketing molto aggressiva  perché rivolta …

Continua »

Stop a dolci, caramelle e snack venduti alle casse dei supermercati. Firma la petizione online

Il Fatto Alimentare ha invitato le più importanti catene di supermercati (*) a togliere dalle casse dei supermercati dolci, caramelle e snack. Si tratta di prodotti collocati appositamente in quella posizione per attirare l’attenzione dei bambini e incentivare l’acquisto di impulso. Vogliamo portare avanti la campagna insieme ad associazioni di genitori, di pediatri di dietologi e dietisti e altre realtà …

Continua »

Test sulla mozzarella di bufala Campana Dop realizzato dalla tv svizzera. Risultato incoraggiante ma non entusiasmante

Il programma televisivo svizzero A bon entendeur ha realizzato un test comparativo su sei mozzarelle di bufala comprate nei supermercati locali. Si tratta di Mozzarella di bufala Campana Dop, ovvero del migliore prodotto presente sul mercato. La prova è stata fatta presso un ristorante italiano di Losanna, da quattro assaggiatori che hanno esaminato i campioni presentati singolarmente e in modo …

Continua »

Via dalle casse dei supermercati dolci, snack e junk food. Dopo Lidl anche Tesco in Inghilterra decide di eliminare questi prodotti nei 3.300 punti vendita. E in Italia?

Tesco, la più grande catena di supermercati della Gran Bretagna, ha annunciato che entro la fine dell’anno eliminerà merendine e dolci dagli espositori vicino alle casse in tutti suoi negozi. La decisione è stata presa dopo un’indagine tra i clienti, il 65% dei quali ha chiesto l’eliminazione di questi prodotti dalle casse. La motivazione addotta è stata la volontà di …

Continua »

Anche i supermercati A&O vendono con uno sconto del 50% i prodotti prossimi alla scadenza. La segnalazione di una lettrice

Molti supermercati vendono a prezzi scontati prodotti vicini alla scadenza oppure lotti con difetti marginali come ad esempio un involucro esterno danneggiato. Il Fatto Alimentare ha parlato di queste e altre iniziative contro lo spreco alimentare portare avanti da Lidl, Coop, Auchan e Carrefour… Alla lista aggiungiamo la segnalazione di una lettrice che ci ha inviato questa foto ripresa in …

Continua »

Notizie dal mondo: McDonald’s e la carne sostenibile, la lobby degli alcolici in Gran Bretagna, Lidl e junk food, prezzi della birra

Le notizie dal mondo di questa settimana arrivano da Germania, Europa, USA, Inghilterra e altre nazioni ancora.   McDonald’s e la carne bovina sostenibile: non si sa ancora di cosa si parla ma se ne parla Molte reazioni scettiche dopo che la catena di fast food ha annunciato che dal 2016 comincerà ad acquistare carne sostenibile. Continua a leggere l’articolo. …

Continua »

Lidl toglie dolci e merendine dalle casse di 600 supermercati inglesi e li sostituisce con frutta fresca e succhi

La catena di discount Lidl ha deciso di eliminare caramelle, chewing-gum, dolci e cioccolato dalla zona delle casse dei suoi 600 supermercati in Gran Bretagna, sostituendoli con frutta fresca e secca, succhi di frutta e biscotti d’avena. L’amministratore delegato, Ronny Gottschlich, ha sottolineato che Lidl è il primo supermercato ad aver adottato questa nuova politica, che vuole rendere meno difficoltosa …

Continua »

Coop accetta l’invito de Il Fatto Alimentare e pubblica in rete l’elenco dei prodotti ritirati dagli scaffali. Manca ancora Esselunga

Il Fatto Alimentare all’inizio di ottobre 2013 ha lanciato una petizione on line su Change.org per invitare il Ministero della salute e le catene dei supermercati a pubblicare la lista e le foto dei prodotti alimentari pericolosi ritirati dagli scaffali. Quasi dieci mila persone hanno sottoscritto la petizione (9.697) e un gruppo politico ha presentato un’interrogazione parlamentare. Ma il risultato …

Continua »