Home / Pianeta (pagina 29)

Pianeta

L’Unc chiede il blocco della distribuzione di borracce in acciaio e in alluminio nelle scuole. Quali sono i motivi?

A sorpresa l’Unione nazionale consumatori (Unc) ha chiesto il blocco della distribuzione di borracce in acciaio e in alluminio all’interno delle scuole. Questa la posizione dell’Unc che già a giugno aveva lanciato una mobilitazione e scritto alle istituzioni per chiedere norme più stringenti sulla commercializzazione di questi prodotti. In quell’occasione venne segnalata una scarsa consapevolezza dei consumatori sull’utilizzo delle borracce e si menzionava un’indagine dell’Università …

Continua »

Orti urbani: tutta salute. Occuparsi di un terreno ha benefici psicologici, fisici e sociali

Ora è certificato: avere cura degli orti urbani fa bene alla salute psicofisica, oltre che al pianeta. Il verdetto giunge da uno studio pubblicato sulla rivista British Food Journal dai ricercatori dell’Università di Sheffield e della City University of London, che hanno condotto un singolare esperimento. Hanno chiesto a 163 persone di diverse età che si occupano di un lotto di terreno …

Continua »
allevamento polli broiler animali carne

Influenza aviaria in Europa: nuovi casi in Danimarca, Germania e Corsica. Migliaia di uccelli abbattuti

Si chiama H5N8 e non è pericoloso per l’uomo. Tuttavia il ceppo di influenza aviaria che sta progressivamente guadagnando terreno in Europa, proveniente dall’Asia Centrale, spaventa le autorità sanitarie, e ha già causato la soppressione forzata di decine di migliaia di animali negli allevamenti.  Ancora una volta tra i Paesi colpiti c’è la Danimarca, già messa a dura prova dalla …

Continua »

Sedia Intelligente: vota il progetto no-profit di mobilità personale di alta qualità ed efficienza a costi sensibilmente ridotti

Il Fatto Alimentare ha il piacere di invitare tutti i lettori a esprimere il voto massimo a favore del progetto della Sedia Intelligente, nel concorso #MaketoCare, a questo link di Popular Science. La Sedia Intelligente è un progetto no-profit sviluppato dal nostro co-fondatore Dario Dongo attraverso l’associazione Égalité. Si tratta di una sedia a rotelle ad alta innovazione e bassa tecnologia, …

Continua »
Fast Food

Generazione Z, spreco alimentare spinto da scelte impulsive e desiderio di provare gusti sempre nuovi

Nemmeno i giovani della Generazione Z, quelli degli scioperi per il clima per intenderci, riescono ad evitare di sprecare il cibo. Uno spreco che, secondo uno studio, sarebbe dovuto in larga parte a scelte alimentari impulsive e molto diversificate, guidate dalla paura di perdersi esperienze – gastronomiche e sociali – condivise dai propri pari, una forma di ansia sociale nota con l’acronimo …

Continua »
pollame

Influenza aviaria, si moltiplicano i focolai in Europa. Colpiti allevamenti in Regno Unito, Paesi Bassi e Germania

Mentre l’attenzione del mondo è concentrata sulla drammatica seconda ondata di Covid-19, quella delle autorità sanitarie preposte e di molti allevatori è catturata anche dal moltiplicarsi di focolai di influenza aviaria segnalati nelle ultime settimane in Europa e non solo. Nel Regno Unito, in un allevamento di polli del Cheshire ha fatto la sua comparsa il ceppo H5N8, e anche se …

Continua »
Krill drifting underwater in the St. Lawrence estuary in Canada

Krill, futuro a rischio senza un ripensamento della pesca. Acquacoltura e nutraceutica spingono la domanda

Il krill antartico sta conoscendo un momento di grande popolarità, perché è sempre più utilizzato nelle acquacolture e come base per nutraceutici e integratori, cosmetici e perfino in mangimi per animali domestici. Tutto ciò lo pone in serio pericolo ed essendo alla base di molte catene alimentari, mette nelle stesse condizioni numerosi animali e uccelli marini. Anche perché, in realtà, …

Continua »

Indiani, mangiate più zucchero. L’appello dell’associazione locale dei produttori per far fronte al surplus nazionale

In India, pubblicità martellanti su tutti i mezzi di comunicazione (televisione, radio, cartelloni, ma soprattutto social media e testimonial famosi) invitano la popolazione a consumare molto più zucchero di quanto non si faccia ora, abbandonando i dolcificanti. L’insolito invito, di cui dà conto la BBC, è stato lanciato dalla Indian Sugar Mills Association (Isma) e nasce da esigenze prettamente economiche. Il …

Continua »
Chinese typical fish and living animals market

Stop ai wet market e più rispetto della biodiversità per tutelare gli animali selvatici e gli esseri umani dal rischio spillover

Un articolo pubblicato sulla rivista scientifica Biodiversity and Conservation (*) da esperti di biodiversità della Tomsk State University (TSU) in Russia e del Konrad Lorenz Institute for Evolution and Cognition Research (KLI) in Austria suggerisce che questa situazione pandemica richieda una corretta comprensione del nostro impatto sulla conservazione della vita selvatica, la quale produrrebbe anche notevoli benefici per la nostra specie. Nel …

Continua »
Cambiamento climatico, vongole

Moria di vongole nell’Alto Adriatico, colpito fino al 90% dello stock nella zona di Cesenatico alla fine di settembre

Una drammatica moria di vongole ha colpito alla fine di settembre il tratto di mare Adriatico tra Cesenatico e Ravenna, con gravi ripercussioni sui pescatori locali. Il fenomeno, che si è verificato tra il 22 e il 29 settembre, ha colpito tra il 70% e il 90% dello stock di Chamelea gallina, le vongole diffuse nel Mediterraneo. Una moria che, a …

Continua »
acqua, rubinetto aperto con bicchiere sotto a riempirsi

Microplastiche nelle falde acquifere sotterranee, possono arrivare nelle case

Le microplastiche, particelle di plastica dal diametro inferiore ai 5 millimetri, sono ovunque, sulla Terra. Negli ultimi anni sono state identificate e quantificate e nei mari, nei fiumi, nei laghi, e anche sulla terraferma, per esempio su certe catene montuose, o nei suoli. Ma finora nessuno aveva pensato di cercarle in uno dei luoghi dove la loro presenza può rappresentare …

Continua »
Plants in hydroponics agricultural farm

Al chiuso ma ottimo dal punto di vista nutrizionale e del sapore: l’ortofrutta del futuro coltivata nelle vertical farming delle aree dismesse

C’è un modo per massimizzare i benefici del vertical farming, la coltivazione idroponica di ortaggi e frutti su moduli verticali: sfruttare capannoni e in generale aree dismesse, ex industriali ma anche, per esempio, aree militari o civili abbandonate, che non troverebbero altro utilizzo. Lo si cerca di fare in diverse parti del mondo, ma l’ENEA ha trasformato questo approccio in …

Continua »
carne macello

Macellazione rituale, nove europei su dieci contrari all’uccisione degli animali senza stordimento

I cittadini europei sono contrari alla macellazione senza stordimento. Lo rivela un sondaggio realizzato su oltre 23 mila persone in 24 Paesi dell’Unione per conto dell’Eurogroup for Animals e con il sostegno dell’associazione Animal Equality, secondo cui nove partecipanti su dieci credono che dovrebbe essere obbligatorio rendere incoscienti gli animali prima dell’uccisione. In Europa, infatti, la normativa vigente stabilisce che tutti …

Continua »
metano, bovini al pascolo

Per il benessere animale si potrebbe fare di più nei programmi di sviluppo rurale. Ancora poco sfruttati gli strumenti disponibili

Il benessere animale è sempre più importante per un gran numero di consumatori. Così importante che dai primi anni Duemila è entrato a far parte della Politica di sviluppo rurale dell’Unione europea, mettendo l’uno accanto all’altro miglioramento delle condizioni degli animali da allevamento e sostegno al settore agricolo. Ma come spiega un report della Rete rurale nazionale, gli Stati membri avrebbero …

Continua »
palme da olio malesia

Le palme da olio non sono più sole: un progetto per coltivarle insieme ad altre piante locali e aumentare la biodiversità

Contrastare il primato assoluto delle palme da olio in paesi come l’Indonesia si può: investendo sui piccoli agricoltori locali che, se messi nelle giuste condizioni, dicono addio alla monocoltura stretta e iniziano a coltivare altre piante, contribuendo così a ripristinare la biodiversità e a rafforzare la propria indipendenza economica dalle multinazionali. È quanto si deduce dai risultati di uno studio …

Continua »