Home / Pianeta (pagina 20)

Pianeta

Inquinamento da Pfas in Veneto, Greenpeace pubblica un grafico interattivo con la situazione in oltre 90 comuni. Livelli di inquinamento che negli Usa e in Svezia non sarebbero consentiti

Dall’analisi dei dati ufficiali ottenuti da alcune ULSS della Regione Veneto, Greenpeace ha rilevato che oltre 130 mila cittadini veneti sono stati esposti ad acqua potabile contaminata da Pfas (sostanze perfluoroalchiliche) Si tratta di acqua che negli Stati Uniti non sarebbe considerata sicura. Il numero sale a circa 200 mila abitanti se i valori vengono confrontati con i livelli di sicurezza svedesi. …

Continua »

Obama a Milano: “Possiamo vincere la sfida sul cibo”. L’ex presidente in prima fila per la salvaguardia dell’ambiente e la sicurezza alimentare

Un clima di curiosità e fiducia si respirava ieri tra le 2500 persone giunte nel capannone della Fiera di Milano Rho per l’incontro con l’ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama. Sul palco lungo almeno 30 metri, si trova una grande scritta. A sinistra c’è il leggio per la prima parte del discorso, mentre al centro sono posizionate due poltroncine …

Continua »

Da Eataly un milione di euro per il “restauro ambientale” dell’Ultima Cena di Leonardo. Altri 1,2 milioni dal Ministero dei beni culturali

Un milione di euro in due anni da Eataly per il “restauro ambientale” dell’Ultima Cena, il celeberrimo dipinto di Leonardo da Vinci. Altri 1,2 milioni sono stati messi sul piatto da enti statali per realizzare un nuovo sistema ambientale nel refettorio di Santa Maria delle Grazie, progettato dal Ministero dei beni culturali in collaborazione con l’Istituto superiore per la conservazione …

Continua »

Usa, rinviata l’entrata in vigore dell’indicazione delle calorie sui menu. È il terzo slittamento di una norma approvata nel 2010

Su richiesta dell’Office of Management and Budget (OMB), che dipende direttamente dalla Casa Bianca, la Food and Drug Administration (FDA) statunitense ha posticipato di un anno l’applicazione della norma che obbligava i ristoranti a indicare la quantità di calorie dei piatti standard sui propri menu. La legge sarebbe dovuta entrare in vigore il 5 maggio. La FDA avvierà un nuovo periodo …

Continua »

Il Servizio sanitario nazionale inglese contro bevande zuccherate e junk food negli ospedali. Accordo con alcuni grandi rivenditori e nuovi obiettivi per i prossimi due anni

Le bevande zuccherate e gli snack ad alto contenuto calorico saranno vietati negli ospedali e strutture sanitarie inglesi, a meno che i rivenditori si impegnino a rispettare i nuovi target decisi dal Servizio sanitario nazionale (NHS England), che ha già stipulato un accordo con alcune grandi rivenditori alimentari, come Marks & Spencer e Subway, nell’ambito della lotta all’obesità, al diabete …

Continua »
bambini televisione film Boy watching TV at night

Alcol e film: uno studio lancia l’allarme per l’esposizione di bambini e ragazzi al consumo di bevande alcoliche al cinema e in televisione. Gli effetti del product placement

Gli addetti ai lavori lo chiamano product placement: è la tecnica pubblicitaria che prevede l’inserimento di marchi specifici nei film in modo tale da non sembrare una pubblicità vera a propria, ma la comparsa casuale di un certo prodotto. Che però, guarda caso, viene memorizzato dallo spettatore. E, per questo, viene profumatamente pagata dalle aziende committenti. Ora però uno studio presentato al …

Continua »

Stati Uniti: le maggiori preoccupazioni degli americani nell’acquisto di prodotti di origine animale. Il primo requisito è il non utilizzo di ormoni della crescita

Uno studio condotto dai ricercatori delle Università dell’Illinois e del Nebraska-Lincoln, pubblicato dalla rivista Agriculture and Human Values, ha indagato quali sono le principali preoccupazioni dei consumatori statunitensi quando acquistano prodotti di origine animale, in particolare carne bovine, pollo, latte e uova. I consumatori Usa richiedono, in ordine, che all’animale non siano stati somministrati ormoni della crescita, che non siano …

Continua »

Entra in funzione il sistema europeo di certificazione elettronica dei prodotti biologici. Si chiama Traces (Trade Control and Expert System)

Dal 19 aprile entra in funzione il nuovo sistema di certificazione elettronica dei prodotti biologici importati nell’Unione europea. Per un periodo transitorio di sei mesi, il sistema cartaceo e quello elettronico coesisteranno; dal 19 ottobre 2017 le importazioni biologiche saranno coperte solo dalla certificazione elettronica. Il nuovo sistema Traces (Trade Control and Expert System) per i cibi biologici è stato …

Continua »
bambini tv televisione pubblicità media

L’Oms chiede agli Stati europei di monitorare il marketing di cibo spazzatura rivolto ai bambini. Indicati i metodi di raccolta dei dati da tv e Internet

L’Ufficio europeo dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), che riunisce 53 paesi, ha chiesto agli Stati di monitorare le pubblicità alimentari rivolte ai bambini e diffuse attraverso la tv e Internet, al fine di combattere il marketing di cibo spazzatura e combattere in tal modo la piaga dell’obesità e del sovrappeso infantile e delle malattie correlate. A questo scopo, l’Oms ha …

Continua »

Stop Glifosato: superate le 700 mila firme e quorum raggiunto in sei paesi. Ma manca poco tempo al termine della campagna

A un mese e mezzo dal termine della campagna, sono state superate le 700 mila firme in tutta Europa per presentare alla Commissione l’iniziativa dei cittadini europei (Ice) contro l’uso del glifosato. Il quorum è stato raggiunto in sei paesi sui sette richiesti: si tratta di Austria, Belgio, Danimarca, Francia, Germania e Lussemburgo, mentre Spagna, Regno Unito e Irlanda sono …

Continua »

La farina è “made in Italy”, ma il grano non è sempre 100% italiano. Polemica fra Italmopa e Coldiretti. Ecco cosa si trova al supermercato

La dicitura “made in” è il pomo della discordia che ha animato lo scontro a colpi di comunicati stampa tra Italmopa, l’Associazione Industriali Mugnai d’Italia e Coldiretti, che rappresenta gli agricoltori. Come possono esserci farine “made in Italy” se importiamo grano dall’estero si chiede l’associazione che raggruppa una grossa fetta di aziende agricole? La domanda è legittima, ma non tiene …

Continua »
0520_nutella_630x420 nute+

Esperta dell’agenzia per la sicurezza alimentare e consulente Ferrero: giornalista-nutrizionista accusata di conflitto di interessi in Scozia

Una famosa nutrizionista dell’agenzia per la sicurezza alimentare scozzese Food Standards Scotland (Fss), ospitata spesso in programmi televisivi britannici, è stata accusata di conflitto di interessi per i suoi legami con Ferrero. La notizia è stata diffusa dal sito  FoodNavigator. A portare alla luce il rapporto di Carrie Ruxton con l’azienda di Alba sono stati alcuni recenti report, che hanno …

Continua »
ragazzi bere coca cola fast food

Decine di interferenti endocrini nei capelli degli adolescenti in Francia. Le analisi della rivista 60 Millions de consommateurs e gli impegni di Macron e Le Pen

La rivista francese 60 millions de consommateurs ha fatto analizzare i capelli di un gruppo di 43 ragazze e ragazzi di età compresa tra 10 e 15 anni, che vivono in aree urbane o rurali, per verificare l’eventuale presenza di 254 molecole appartenenti a sette  famiglie di perturbatori endocrini: bisfenoli, ftalati, pesticidi, metalli pesanti, policlorobifenili (PCB), idrocarburi policiclici aromatici (IPA) e ritardanti di …

Continua »
Man Putting TV Dinner Into Microwave Oven To Cook

Alimenti confezionati: gli acquisti nei paesi industrializzati superano quelli dei cibi freschi. I risultati dell’indagine Euromonitor in 54 paesi

Il mondo va pazzo per il cibo confezionato, e nei paesi più sviluppati gli acquisti  hanno superato di gran lunga quelli dei prodotti freschi. Questa tendenza, di per sé, non sarebbe necessariamente negativa visto che  il processo industriale permette un controllo della conservazione e, in generale, verifica le condizioni di trattamento del cibo che le pratiche artigianali non possono assicurare. …

Continua »

Salmone di allevamento: in Cile a rischio gli ecosistemi di fiumi, laghi e coste. I risultati di uno studio

Il Cile è il secondo produttore al mondo di salmone dopo la Norvegia, e il mercato degli allevamenti va molto bene, visto che il consumo è in aumento ovunque. Tuttavia l’impiego estensivo delle acquacolture, anche a causa delle particolarità del ciclo vitale di questo pesce, sta rischiando di compromettere seriamente l’ecosistema in diverse zone del paese. Lo denuncia, chiedendo l’imposizione …

Continua »