Home / Archivio dei Tag: Ministero della salute (pagina 5)

Archivio dei Tag: Ministero della salute

Etichette a semaforo, tra bufale e realtà. Dossier del Fatto Alimentare per capire come funzionano e perché qualcuno rema contro

copertina etichetta a samaforo rosso

In Italia le etichette a semaforo non piacciono. Eppure stiamo parlando di un ottimo sistema per aiutare il consumatore a capire le caratteristiche nutrizionali di un prodotto. Il sistema è molto semplice: il rosso indica un alimento da assumere con moderazione, il verde un cibo sano mentre l’arancione invita a consumare il prodotto senza esagerare, per mantenere una dieta equilibrata. …

Continua »

Sicurezza alimentare e made in Italy non sempre vanno a braccetto. I controlli sono tanti ma si può ancora migliorare

I motivi per cui scatta un’allerta alimentare sono tanti: ci può essere un errore in etichetta, un allergene non dichiarato, un documento di accompagnamento non valido… oppure un problema in grado di provocare serie ripercussioni sulla salute dei consumatori, come una contaminazione batterica o la presenza di metalli pesanti oltre i limiti consentiti. Quando una di queste problematiche interessa un …

Continua »

L’Italia contro il rinnovo Ue dell’autorizzazione al glifosato. Riunione straordinaria degli Stati membri il 25 ottobre

pesticidi

L’Italia voterà “no” al rinnovo decennale dell’autorizzazione Ue all’erbicida glifosato proposto dalla Commissione europea, su cui i governi si pronunceranno il 25 ottobre in una riunione straordinaria del comitato per i fitofarmaci. A meno che si rinvii di nuovo la decisione, come già successo lo scorso 5 ottobre, poiché in Germania Angela Merkel non ha ancora formato il nuovo governo, di …

Continua »

Video. Allerta alimentare: i prodotti ritirati dagli scaffali. Come funziona il sistema italiano?

Allerta alimentare. Pezzi di vetro, insetti, allergeni non dichiarati in etichetta, scadenza errata… sono tanti i motivi per cui ogni anno vengono ritirati centinaia di prodotti dagli scaffali dei supermercati. Ma il sistema italiano non è ancora abbastanza efficiente. Per saperne di più sull’allerta alimentare clicca qui. Dal 1 gennaio 2017, Il Fatto Alimentare ha segnalato 85 richiami alimentari, per un totale di …

Continua »

Spinaci Bonduelle: l’allerta è stata revocata. La revisione delle analisi scagiona l’azienda

bonduelle richiamo rientrato 2017

L’allerta del Ministero della salute che martedì 3 ottobre segnalava il richiamo e il ritiro dagli scaffali dei supermercati di 6 lotti di Spinaci Bonduelle surgelati, è rientrata (vedi primo e secondo richiamo). La revisione dell’analisi effettuata dall’Agenzia di Tutela della Salute della Città Metropolitana di Milano confermano che non c’è presenza di sostanze anticolinergiche all’interno del prodotto (ovvero di mandragora, …

Continua »

Uova Cisam, Ovibon e Saccoccio: revocato il richiamo, nessuna contaminazione da fipronil. Lo certificano le analisi dell’Istituto zooprofilattico sperimentale del Mezzogiorno

imballaggi Eggs in the package on wooden table

Le uova a marchio Cisam, Ovibon e Saccoccio non contengono fipronil. Le controanalisi eseguite dall’Istituto zooprofilattico sperimentale del Mezzogiorno hanno accertato l’assenza dell’insetticida e dei suoi metaboliti nelle uova prodotte nello stabilimento Cisam di Mignano Monte Lungo (Caserta), che, come ci comunica l’azienda, risultano quindi conformi e sicure per i consumatori. Scatta, quindi, la revoca del provvedimento di richiamo dei …

Continua »

Sicurezza alimentare e comunicazione del rischio: il Ministero della salute vuole fare di meglio. Obiettivi e impegni destinati a rimanere sulla carta?

peperoni rischio allerta ogm

Capita di frequente che il rischio percepito dai consumatori nell’ambito alimentare non corrisponda al rischio sanitario reale. Questa percezione sbagliata genera sfiducia e porta anche a sottovalutare i rischi reali legati alla sicurezza alimentare. La maggioranza delle persone ad esempio si preoccupa dei contaminanti chimici presenti nel cibo come la diossina, ma tende a sottovalutare i rischi microbiologici causati da …

Continua »

OGM negli alimenti: i risultati dei controlli nel 2016. Rapporto del ministero della Salute, che dà una valutazione positiva

Il ministero della Salute ha pubblicato i risultati, relativi al 2016, del Piano nazionale di controllo ufficiale sulla presenza di organismi geneticamente modificati negli alimenti. Le verifiche sono state effettuate da tutte le regioni e sono stati analizzati 682 campioni, rispetto al minimo stabilito di 628. Di questi 579 riguardano il circuito convenzionale e 103 quello biologico. Poi ci sono 123 …

Continua »

Agriovo: revocata l’allerta, nessuna contaminazione da fipronil nelle uova. Lo certificano le analisi dell’Asl di Salerno

uova contaminate allerta

Le uova a marchio Agriovo non sono contaminate da fipronil. A certificare l’assenza dell’insetticida sono le analisi dell’Unità operativa veterinaria di Eboli, dell’Asl di Salerno, dove si trova lo stabilimento produttivo dell’azienda. Il marchio Agriovo era stato incluso in un recente richiamo per fipronil pubblicato dal Ministero della salute sul portale dedicato alla sicurezza alimentare. L’azienda ci informa che dopo la …

Continua »

Coldiretti attacca il Ministero su micotossine e glifosato nel grano (anche se i livelli sono bassissimi), e dimentica il formaggio stagionato supercontaminato

Coldiretti scende di nuovo in campo nella battaglia del grano e sottolinea come il rapporto del Ministero della salute sulle micotossine abbia considerato solo in 25 campioni di frumento. Nello stesso comunicato si evidenzia che nel Piano nazionale sui residui uscito pochi giorni fa, le analisi sono state fatte su molti contaminanti, dimenticando però alcuni principi attivi tra cui il glifosato. È …

Continua »

Le bugie di Coldiretti su Repubblica.it. Come inventare dati allarmanti sul grano importato, citando anche i rapporti del Ministero della Salute

Oggi un articolo di Repubblica.it firmato da Cristina Nadotti sulla questione della guerra del grano tra Coldiretti e Aidepi (l’associazione dei produtori di pasta) propone la notizia sul rapporto dei Residui di prodotti fitosanitari negli alimenti del Ministero della salute, dicendo che praticamente nessun campione presenta livelli superiori ai limiti di legge. Nell’articolo si cita la riposta di Rolando Manfredini …

Continua »

Roma dice no a limiti nazionali per i Pfas nell’acqua potabile. Il governatore del Veneto: “Scandaloso”. La Regione farà un proprio provvedimento

inquinamento acqua

È scontro tra governo e Regione Veneto, dopo che il Ministero della salute ha comunicato la sua intenzione a non stabilire dei limiti alla presenza nell’acqua potabile dei Pfas, sostanze perfluoroalchiliche riconosciute come interferenti endocrini correlati a patologie riguardanti pelle, polmoni e reni. Il governatore del Veneto, Luca Zaia, ha definito “scandaloso” l’atteggiamento del ministero e ha dato mandato al direttore generale …

Continua »

La bufala di Coldiretti sulle micotossine nel grano duro importato. Documento Ministero smaschera la notizia. Allerta per il formaggio a pasta dura

Il piano nazionale per il controllo delle micotossine del Ministero della salute, pubblicato il 18 settembre 2017, non ha rilevato irregolarità nei campioni a base di grano che rappresentano il  7% del totale. I campioni non conformi, su 2.794 analizzati, sono solo 56 e sono quasi tutti formaggi in fase di stagionatura. Si tratta di un dato che smentisce i …

Continua »

Uova al fipronil: i Paesi coinvolti sono 48 e centinaia i prodotti ritirati (30 in Italia ma le analisi continuano). Fallimentare la gestione della crisi da parte del Ministero della salute

uova fipronil

Aggiornamento del 19 settembre  2017 Gli addetti al sistema di allerta italiano hanno inviato a Bruxelles 46  notifiche su prodotti e uova per fipronil (erano 30 all’inizio di settembre). Le notifiche e gli aggiornamenti rilevate dal Rasff  sono 623 (erano 430 alla fine di agosto). I paesi coinvolti sono 55 (erano 48 due settimane fa). Aggiornamento del 12 settembre  2017 …

Continua »

Richiamato un lotto di salame di Norcia Lanzi per la possibile presenza di corpi estranei

Il Ministero della salute ha pubblicato l’avviso di richiamo di un lotto di salame di Norcia prodotto da Lanzi, per la possibile presenza di corpi estranei. Nel prodotto potrebbero essere presenti frammenti di plastica gialla e blu. Il provvedimento riguarda esclusivamente il salame in formato da 400 grammi appartenente al lotto di produzione L117, con scadenza a 90 giorni. Si …

Continua »