Home / Richiami e ritiri / Richiamati salmone affumicato Scottish Pride per Listeria e 39 prodotti di gastronomia realizzati in stabilimento non registrato

Richiamati salmone affumicato Scottish Pride per Listeria e 39 prodotti di gastronomia realizzati in stabilimento non registrato

Salmone affumicato scottish prideIl Ministero della salute ha diffuso l’avviso di richiamo di un lotto di salmone affumicato a marchio Scottish Pride per “presenza di Listeria monocytogenes in un’aliquota su cinque a seguito di analisi effettuate in autocontrollo”. Il prodotto interessato dal richiamo è venduto in buste da 100 grammi, in filetti interi o preaffettati, con il numero di lotto 504903, e le scadenze 12/01/2019, 13/01/2019 e 09/01/2019 (il modulo di richiamo indica 09/11/2019, tuttavia il salmone affumicato può avere una durata massima di 30/40 giorni in Italia).

Il salmone affumicato richiamato è stato prodotto da Foods of Scotland Srl nello stabilimento di via Guido Rossa 20D, ad Aulla, in provincia di Massa-Carrara.

A scopo precauzionale, si raccomanda di non consumare il salmone con il numero di lotto segnalato e di restituirlo al punto vendita d’acquisto.

I richiami per la presenza di Listeria monocytogenes nel salmone affumicato sono ricorrenti. Il rischio che il batterio si sviluppi in questi prodotti si riduce quando l’affumicatura viene eseguita a caldo, perché le alte temperature usate durante il procedimento lo inattivano, cosa che però non accade con quella a freddo, sempre più utilizzata, soprattutto per il salmone nordeuropeo. Recentemente, un focolaio di listeriosi ricondotto a uno stabilimento polacco ha colpito Danimarca, Germania e Francia, con 12 persone infettate, di cui quattro decedute.

gastronomia mif marche international food richiamo
Esempi di alcuni dei 39 prodotti di gastronomia richiamati perché realizzati in uno stabilimento non registrato

Il Ministero della salute ha pubblicato anche il richiamo di 39 prodotti di gastronomia a base di pesce, carne e verdure a marchio MIF Marche International Food perché prodotti in uno stabilimento privo di registrazione/riconoscimento. Il Ministero della salute, tuttavia, ha pubblicato in data 29/11/2018 l’avviso (datato 26/11/2018) tra le revoche, con la motivazione di “altro motivo di revoca”, invece che tra i richiami alimentari.

I prodotti coinvolti (vedi foto sotto per la lista completa) sono venduti in confezioni da 150 g, 200 g, 1 kg e 2 kg, con numero di lotto di produzione giornaliero dal 01/09/2018 al 16/11/2018 e date di scadenza variabili da 1 a 5 mesi dalla data di produzione a seconda del prodotto (per dettagli maggiori clicca qui).

prodotti gastronomia marche international food richiamo

I prodotti di gastronomia interessati sono stati realizzati da MIF Marche International Food Srl nello stabilimento di via G. Rossini 63, a Tolentino, in provincia di Macerata.

L’azienda raccomanda ai consumatori che avessero acquistato i prodotti interessati dal richiamo tra il 1° settembre 2018 e il 16 novembre 2018, di riportarli presso il punto vendita d’acquisto.

Dal 1° gennaio 2018, Il Fatto Alimentare ha segnalato 130 richiami, per un totale di 246 prodotti, e 5 revoche. Per vedere tutte le notifiche clicca qui.

© Riproduzione riservata

* Con Carta di credito (attraverso PayPal). Clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264
indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare 2018. Clicca qui

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

formaggio pecorino semistagionato garante richiamo listeria

Richiamato formaggio pecorino semistagionato Garante per presenza di Listeria monocytogenes

Il Ministero della salute ha pubblicato il richiamo di un lotto di formaggio pecorino a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *