Home / Archivio dei Tag: frutta secca

Archivio dei Tag: frutta secca

Noci, snack salutari sempre più amati. Crescono le importazioni da Cile, Francia e Usa, ma quelle italiane costano di più

Noci

Da alcuni anni i consumi di frutta secca sono in aumento e l’incremento è collegato anche alla comparsa sul mercato di piccole confezioni di frutta mista, proposte al pubblico come snack salutari. A parte le bacche essiccate di goji, aronia o physalis – arrivate da poco sul mercato e classificate in modo improprio come superfood – queste confezioni contengono noci, …

Continua »

Pistacchio di Bronte: come riconoscere l’originale Dop siciliano? Da dove arrivano quelli che consumiamo in Italia?

I pistacchi sono sempre più apprezzati e consumati, come frutta secca o come semilavorati utilizzati in cucina o per confezionare dolci e gelati. E se una volta il gelato di pistacchio poteva contenere armelline (semi di albicocca) ed era colorato con clorofilla che gli conferiva un improbabile color verde brillante, oggi molte gelaterie puntano sul pistacchio di qualità che si …

Continua »

Le alternative vegetali al formaggio, per vegetariani e vegani. Il parere del noto blogger Günther Karl Fuchs di Papille Vagabonde

Trend: le alternative vegetali al formaggio (il formaggio vegano). Questo è il titolo del post del food blogger Günther Karls Fuchs di Papille Vagabonde che proponiamo con piacere ai nostri lettori. La Corte di Giustizia Europea sollecitata dalle pressioni delle multinazionali del latte, ha deciso che l’uso della dizione formaggio deve essere un’esclusiva dei prodotti realizzati con latte di origine animale, così …

Continua »

Frutta secca ed essiccata funzionale: ma a quale prezzo? Il caso dei mix biologici monoporzione di Noberasco

Con la bella stagione inizia la voglia di muoversi e di riprendere le attività sportive. La frutta in versione tascabile può diventare una fonte di energia interessante e, in base a quanto riportato sulle etichette, la soluzione a numerosi problemi di performance fisiche. Noberasco, leader europeo della frutta secca con risultati di vendita incredibili (una produzione di 14 mila tonnellate e …

Continua »

Ritirato “misto frutta secca bio” per tracce di arachidi non dichiarate in etichetta. È allerta per gli allergici

L’azienda La finestra sul cielo ha ritirato dal mercato il “misto frutta secca bio” in confezione da 200 grammi. L’allerta è scattata perché sono state riscontrate tracce di arachidi, non indicate sull’etichetta, rendendo il prodotto non idoneo agli allergici. Il lotto ritirato è quello con scadenza 25/09/2016. Da un punto di vista sanitario si tratta di una non conformità con un …

Continua »

Frutta secca: come indicare gli allergeni e i valori nutrizionali in etichetta. Risponde Dario Dongo

Mi occupo di controllo qualità per un’azienda di torrefazione e refrigerazione di frutta che commercializza differenti mandorle (in guscio, tostate, sgusciate e/o tostate, pelate e salate), fichi tostati con cioccolato, praline al cioccolato con mandorla o nocciola e vorrei sapere quando e cosa cosa bisogna scrivere sulle etichette  per quanto attiene le informazioni nutrizionali per evitare errori. Giuseppe Cursano   …

Continua »

Latte tossico: rischio reale per i consumatori o allarmismo mediatico?

video latte aflatossine

“Latte con tossine cancerogene” così hanno titolato pochi giorni fa molti giornali, leggendo il comunicato dei Nas di Udine su un’associazione a delinquere che adulterava il prodotto e lo commercializzava in diverse regioni del nord. Nella vicenda erano coinvolti il Consorzio Cospalat e 17 allevatori. L’adulterazione era semplice. Diluire latte con elevati livelli di aflatossine ad altre partite, abbassando la …

Continua »

Latte cancerogeno? Questo è allarmismo. Il comportamento dei media sulla vicenda Cospalat non aiuta nessuno, nè consumatori nè produttori

Venerdì 21 giugno la maggior parte dei quotidiani ha pubblicato un lungo articolo sul latte cancerogeno commercializzato in diverse regioni del nord da una banda di adulteratori scoperta dai Nas in provincia di Udine. Supportata dal Consorzio Cospalat questo folto gruppo di persone aveva messo a punto una delle tante frodi commerciali che si registrano in Italia. Fortunatamente dal comunicato …

Continua »

Caso aflatossine nel latte: no agli allarmismi inutili dopo la vicenda Cospalat. In Europa i limiti da rispettare sono più severi che nel resto del mondo

latte donna cattivo

A distanza di 10 anni dalla prima insorgenza grave di una contaminazione del latte da aflatossina M1 (ottobre 2003), ci sono ancora giornalisti che non danno informazioni corrette. L’aflatossina non è una muffa o un fungo – come praticamente tutta la stampa ha scritto – ma è una sostanza prodotta dal fungo Aspergillus Flavus che attacca il mais. Le vacche …

Continua »

Allergie e intolleranze alimentari: il parere di Roberto Bernardini del SIAIP su test e diagnosi

cibi spezie farine

Non solo batteri, muffe e cattive condizioni di conservazione dei cibi, possono causare problemi; le reazioni avverse possono derivare anche da allergie e intolleranze alimentari non diagnosticate. La loro diffusione sembra in forte aumento negli ultimi anni. Per questo Il Fatto Alimentare si è occupato pochi giorni fa del fenomeno dei test alternativi, in commercio da anni e acquistabili anche …

Continua »