Home / Archivio dei Tag: bambini (pagina 8)

Archivio dei Tag: bambini

Bambini e sicurezza alimentare: un esperimento italiano insegna ai più piccoli a conoscere e a evitare i batteri

Ci sono moltissime ragioni per insegnare ai bambini le regole fondamentali della sicurezza alimentare, la prima è che i piccoli sono considerati una delle categorie più a rischio. Se è vero che i piccoli non controllano certo quello che mangiano, visto che i loro pasti sono preparati da altri, è altrettanto vero che alcuni semplici comportamenti, come il lavaggio delle …

Continua »

Fast food vicini di casa: i ragazzi che vivono in quartieri pieni di pizzerie, negozi di dolci e cibo spazzatura sono più inclini a diventare obesi

I bambini e i ragazzi che vivono in aree con forte presenza di fast food, pizzerie, fish and chip  e negozi di dolci, hanno più probabilità di diventare obesi o in sovrappeso, secondo una ricerca condotta in Gran Bretagna dall’University of East Anglia e dal Centre for Diet and Activity Research, pubblicata dalla rivista Health and Place.   I ricercatori hanno …

Continua »

Se l’educazione alimentare dei bambini viene affidata all’industria, il messaggio è: non importa quanto mangi ma quanto esercizio fisico fai

Nel 2012, il 53% delle scuole elementari statunitensi ha fatto educazione alimentare a 12,5 milioni di bambini utilizzando un corso denominato “Energy Balance 101”, creato dalla Healthy Weight Commitment Foundation, finanziato da oltre 250 organizzazioni, tra cui colossi dell’industria alimentare come la Grocery Manufacturer’s Association, Kraft, General Mills, Nestlé, Kellogg’s, Mars, Unilever, Coca-Cola e Pepsi.   Quali sono i messaggi …

Continua »

Il latte crudo peggiora le condizioni di salute di chi lo consuma senza bollirlo: una ricerca rischio-beneficio dell’Istituto zooprofilattico delle Venezie

mucche allevamento latte mungere

Latte crudo o latte trattato termicamente? Gli schieramenti a favore dell’uno e dell’altro portano le loro motivazioni, ma chi ha ragione? C’è chi dice che il latte crudo ha delle proprietà salutari che vengono eliminate con il calore, e chi invece sottolinea la possibile presenza di batteri patogeni.   Una delle possibili risposte al dilemma arriva dall’Istituto Zooprofilattico delle Venezie. …

Continua »

Ridurre le calorie dei menu per bambini si può: uno studio americano su 30 fast food di New York lo conferma

I bambini possono assumere meno calorie quando mangiano nei fast food, se i menu sono studiati con intelligenza e se vengono introdotte le giuste modifiche. Infatti i piccoli clienti mostrano di adattarsi e non tendono a compensare la riduzione delle calorie mangiando altro. Questa la conclusione di uno studio condotto dal gruppo di Brian Wansink, della Cornell University da anni in …

Continua »

Sanbittèr Emozioni di Spezie: il nuovo aperitivo è sconsigliato per i bambini, le informazioni sono poco visibili e costa il 10% in più

“Emozioni di Spezie” è il nuovo aperitivo analcolico della Sanbittèr, lanciato la scorsa estate in due varianti: alla cannella e al peperoncino. Per questa tipologia di bevande non ci si interroga molto sugli ingredienti, proprio perché legata a un momento di convivialità e quindi consumata saltuariamente.   La lettura dell’etichetta offre diversi spunti di riflessione. Si tratta di una bevanda a ridotto contenuto …

Continua »

Energy drink e marketing: sotto l’albero giocattoli per bambini di otto anni marchiati Red Bull e Rockstar

I produttori di energy drink avevano ripetutamente promesso, anche di fronte alla Commissione commercio del Senato Usa, che non avrebbero più fatto azioni di marketing rivolte ai bambini. Questo Natale, però, i piccoli statunitensi hanno potuto trovare sotto l’albero un elicottero o un motoscafo radiocomandati, con il logo in evidenza delle due aziende produttrici di bibite energetiche ad alto contenuto …

Continua »

Usa, fallisce l’autoregolamentazione sugli spot alimentari rivolti ai bambini che nell’84% dei casi pubblicizzano prodotti ricchi di grassi e zuccheri

Il valore nutrizionale degli alimenti e delle bevande pubblicizzate negli Stati Uniti nei programmi televisivi per bambini è peggiore rispetto a quello dei prodotti presentati negli altri programmi. Una ricerca della University of Illinois a Chicago, pubblicata dalla rivista Childhood Obesity, ha esaminato dal 2009 per la prima volta gli spot nei programmi per bambini con uno share di audience …

Continua »

Latte crudo: i pediatri americani chiedono divieto di vendita per le pericolose infezioni che può provocare

“Non ci sono prove scientifiche che il consumo di latte crudo dia un qualsiasi maggior beneficio rispetto agli altri, mentre vediamo, in proporzione alla sua diffusione sul mercato, una quantità sproporzionata di focolai d’infezione dovuti a questo prodotto.” È quanto afferma l’American Academy of Pediatrics, che mette in guardia, in particolare, sui rischi per donne incinte, neonati e bambini, ma …

Continua »

Il latte di crescita dopo i 12 mesi non è migliore di quello vaccino. Secondo l’Efsa i bambini assumono troppe calorie, serve una dieta equilibrata

Il latte crescita destinato ai bambini di età compresa tra 1 e 3 anni non ha una marcia in più, e non è più efficace nell’apportare sostanze nutritive rispetto agli altri alimenti che costituiscono la dieta normale dei bambini. È questo il parere dell’Autorità per la sicurezza alimentare europea (Efsa) che pochi giorni fa ha espresso un giudizio negativo sulla funzione …

Continua »

Obesità e sovrappeso: in Italia i dati migliorano ma è sempre epidemia. Incidono le cattive abitudini alimentari, poco movimento e anche l’eccessivo riscaldamento a casa

obesita grasso sovrappeso dieta 177115587

In Italia, il 33,1% della popolazione è in sovrappeso (41% degli uomini e 25,7% delle donne) e il 9,7% è obesa. Sebbene gli ultimi dati del progetto “Okkio alla Salute” dell’Istituto Superiore di Sanità siano lievemente incoraggianti, i livelli di sovrappeso e obesità in età infantile restano elevati. Il fenomeno è più diffuso al Sud (in Abruzzo, Molise, Campania, Puglia …

Continua »

La lista nera delle merendine: Altroconsumo fa la pagella di 300 prodotti dolci e salati. Tutta la verità su grassi, zuccheri, calorie e prezzi

Altroconsumo ha creato sul proprio sito una banca dati in grado di svelare cosa contengono 300 alimenti che spesso vengono consumati a merenda o metà mattina. L’elenco descrive nel dettaglio ogni sorta di snack e di dolci, compresi succhi, yogurt, dessert e anche la frutta e permette di fare un confronto diretto per scegliere la merenda  più adatta.   Per …

Continua »

Viral marketing, advergaming,user generated: sono le nuove strategie pubblicitarie rivolte ai bambini, per promuovere prodotti alimentari non salutari. Le critiche dell’OMS

In Italia un bambino su tre è in sovrappeso oppure decisamente obeso. Tassi elevati di obesità infantile si registrano in tutto il mondo occidentale, seppure con variazioni da un Paese all’altro. Per questo motivo preoccupa il recente rapporto dell’OMS Europa sulle pubblicità di cibi e bevande destinate ai più piccoli. Dalla panoramica delle strategie di marketing messe in campo dalle …

Continua »

McDonald’s propone: Happy Meal più sani per i bambini, entro 7 anni! Ma la strada verso il cibo di qualità è ancora molto lunga

Ci risiamo! McDonald’s annuncia grandi cambiamenti per rendere i suoi menu – e in particolare quelli per bambini – sempre più salutari. Lo ha fatto ieri, al meeting annuale della Clinton Global Initiative, dichiarando una collaborazione nel progetto con Alliance for a Healthier Generation, associazione no-profit dedicata alla riduzione dell’obesità infantile. Da un lato, la nota catena di fast food …

Continua »

Assobibe: “nessuna pubblicità diretta ai minori di 12 anni”. Ma la promozione delle bibite zuccherate può avere mille travestimenti

Dopo la pubblicazione su Il Fatto Alimentare dell’articolo “Bambini e pubblicità: se in tv ci sono meno spot diminuisce l’incidenza di obesità e sovrappeso” abbiamo ricevuto questa nota dell’Assobibe che pubblichiamo insieme alla riposta di Teresa Montesarchio, autrice del pezzo.   Abbiamo letto con attenzione l’articolo pubblicato, il 2 settembre 2013, dalla vostra testata dal titolo e riteniamo utile offrire …

Continua »