Home / Archivio dei Tag: bambini (pagina 8)

Archivio dei Tag: bambini

Sicurezza alimentare: una preoccupazione che riguarda l’80% degli italiani, ben più della media europea

L’80% degli italiani si preoccupa della sicurezza alimentare, una percentuale ben superiore alla media europea, che è del 61%. E’ quanto emerge da un sondaggio condotto su ottomila consumatori di undici paesi europei dalla società InSites Consulting, su commissione della Federazione europea dei contenitori alimentari in vetro (Feve). I genitori di bambini piccoli sono particolarmente prudenti: il 77% degli europei …

Continua »

La petizione per dire stop alla vendita di dolciumi e snack alle casse dei supermercati ha raggiunto 9 mila adesioni in due giorni. Protesta l’Aidepi a nome dei produttori

La petizione rivolta ai supermercati e promossa da Il Fatto Alimentare per  non esporre in prossimità delle casse dolci, snack e caramelle ha superato le 9 mila adesioni  in 48 ore, ha raccolto alcune adesioni e  ha creato qualche disappunto. Pubblichiamo la lettera spedita ieri da Mario Piccialuti direttore dell’Aidepi (Associazione  di categoria che riunisce i produttori di dolciumi e …

Continua »

Firma la petizione per dire basta alla vendita di snack, caramelle e dolci posizionati in bella vista vicino alle casse dei supermercati

Il Fatto Alimentare ha lanciato una petizione online su Change.org rivolta alle catene di supermercati per dire stop alla vendita di dolci, caramelle e snack in prossimità delle casse. Si tratta di prodotti disposti appositamente in quella posizione per attirare l’attenzione dei bambini e incentivare l’acquisto di impulso. Siamo di fronte a una scelta di marketing molto aggressiva  perché rivolta …

Continua »

Videogiochi online creati dalle aziende alimentari: sfruttano la dipendenza per promuovere il junk food e incentivare l’epidemia di obesità

I videogiochi online delle aziende alimentari, rivolti ai bambini e adolescenti, si diffondono sempre di più e vengono utilizzati per una maggior quantità di tempo, grazie agli smartphone, ai tablet e ai computer portatili, creando una vera e propria dipendenza. Attraverso questi giochi, i produttori promuovono alimenti ricchi di zuccheri, sale e grassi, favorendo il diffondersi dell’epidemia di obesità. Si …

Continua »

In Gran Bretagna, bambini bombardati dalla pubblicità di junk food tra le otto e le nove di sera

In Gran Bretagna i piccoli telespettatori sono bombardati da pubblicità di junk food nei programmi a loro specificamente dedicati tra le 20 e le 21, ossia nella fascia televisiva di maggior ascolto familiare e di più alta presenza di bambini davanti allo schermo. Un quarto delle pubblicità riguarda prodotti alimentari e almeno undici spot l’ora promuovono cibi non salutari da …

Continua »

Bambini e sicurezza alimentare: un esperimento italiano insegna ai più piccoli a conoscere e a evitare i batteri

Ci sono moltissime ragioni per insegnare ai bambini le regole fondamentali della sicurezza alimentare, la prima è che i piccoli sono considerati una delle categorie più a rischio. Se è vero che i piccoli non controllano certo quello che mangiano, visto che i loro pasti sono preparati da altri, è altrettanto vero che alcuni semplici comportamenti, come il lavaggio delle …

Continua »

Fast food vicini di casa: i ragazzi che vivono in quartieri pieni di pizzerie, negozi di dolci e cibo spazzatura sono più inclini a diventare obesi

I bambini e i ragazzi che vivono in aree con forte presenza di fast food, pizzerie, fish and chip  e negozi di dolci, hanno più probabilità di diventare obesi o in sovrappeso, secondo una ricerca condotta in Gran Bretagna dall’University of East Anglia e dal Centre for Diet and Activity Research, pubblicata dalla rivista Health and Place.   I ricercatori hanno …

Continua »

Se l’educazione alimentare dei bambini viene affidata all’industria, il messaggio è: non importa quanto mangi ma quanto esercizio fisico fai

Nel 2012, il 53% delle scuole elementari statunitensi ha fatto educazione alimentare a 12,5 milioni di bambini utilizzando un corso denominato “Energy Balance 101”, creato dalla Healthy Weight Commitment Foundation, finanziato da oltre 250 organizzazioni, tra cui colossi dell’industria alimentare come la Grocery Manufacturer’s Association, Kraft, General Mills, Nestlé, Kellogg’s, Mars, Unilever, Coca-Cola e Pepsi.   Quali sono i messaggi …

Continua »

Il latte crudo peggiora le condizioni di salute di chi lo consuma senza bollirlo: una ricerca rischio-beneficio dell’Istituto zooprofilattico delle Venezie

mucche allevamento latte mungere

Latte crudo o latte trattato termicamente? Gli schieramenti a favore dell’uno e dell’altro portano le loro motivazioni, ma chi ha ragione? C’è chi dice che il latte crudo ha delle proprietà salutari che vengono eliminate con il calore, e chi invece sottolinea la possibile presenza di batteri patogeni.   Una delle possibili risposte al dilemma arriva dall’Istituto Zooprofilattico delle Venezie. …

Continua »

Ridurre le calorie dei menu per bambini si può: uno studio americano su 30 fast food di New York lo conferma

I bambini possono assumere meno calorie quando mangiano nei fast food, se i menu sono studiati con intelligenza e se vengono introdotte le giuste modifiche. Infatti i piccoli clienti mostrano di adattarsi e non tendono a compensare la riduzione delle calorie mangiando altro. Questa la conclusione di uno studio condotto dal gruppo di Brian Wansink, della Cornell University da anni in …

Continua »

Sanbittèr Emozioni di Spezie: il nuovo aperitivo è sconsigliato per i bambini, le informazioni sono poco visibili e costa il 10% in più

“Emozioni di Spezie” è il nuovo aperitivo analcolico della Sanbittèr, lanciato la scorsa estate in due varianti: alla cannella e al peperoncino. Per questa tipologia di bevande non ci si interroga molto sugli ingredienti, proprio perché legata a un momento di convivialità e quindi consumata saltuariamente.   La lettura dell’etichetta offre diversi spunti di riflessione. Si tratta di una bevanda a ridotto contenuto …

Continua »

Energy drink e marketing: sotto l’albero giocattoli per bambini di otto anni marchiati Red Bull e Rockstar

I produttori di energy drink avevano ripetutamente promesso, anche di fronte alla Commissione commercio del Senato Usa, che non avrebbero più fatto azioni di marketing rivolte ai bambini. Questo Natale, però, i piccoli statunitensi hanno potuto trovare sotto l’albero un elicottero o un motoscafo radiocomandati, con il logo in evidenza delle due aziende produttrici di bibite energetiche ad alto contenuto …

Continua »

Usa, fallisce l’autoregolamentazione sugli spot alimentari rivolti ai bambini che nell’84% dei casi pubblicizzano prodotti ricchi di grassi e zuccheri

Il valore nutrizionale degli alimenti e delle bevande pubblicizzate negli Stati Uniti nei programmi televisivi per bambini è peggiore rispetto a quello dei prodotti presentati negli altri programmi. Una ricerca della University of Illinois a Chicago, pubblicata dalla rivista Childhood Obesity, ha esaminato dal 2009 per la prima volta gli spot nei programmi per bambini con uno share di audience …

Continua »

Latte crudo: i pediatri americani chiedono divieto di vendita per le pericolose infezioni che può provocare

“Non ci sono prove scientifiche che il consumo di latte crudo dia un qualsiasi maggior beneficio rispetto agli altri, mentre vediamo, in proporzione alla sua diffusione sul mercato, una quantità sproporzionata di focolai d’infezione dovuti a questo prodotto.” È quanto afferma l’American Academy of Pediatrics, che mette in guardia, in particolare, sui rischi per donne incinte, neonati e bambini, ma …

Continua »

Il latte di crescita dopo i 12 mesi non è migliore di quello vaccino. Secondo l’Efsa i bambini assumono troppe calorie, serve una dieta equilibrata

Il latte crescita destinato ai bambini di età compresa tra 1 e 3 anni non ha una marcia in più, e non è più efficace nell’apportare sostanze nutritive rispetto agli altri alimenti che costituiscono la dieta normale dei bambini. È questo il parere dell’Autorità per la sicurezza alimentare europea (Efsa) che pochi giorni fa ha espresso un giudizio negativo sulla funzione …

Continua »