Home / Nutrizione / Un concorso di ricette per bambini. Mangio sano e con più gusto di IOR.

Un concorso di ricette per bambini. Mangio sano e con più gusto di IOR.

Come insegnare ai bambini a mangiare sano divertendosi? Un concorso di ricette studiato per loro sembra il metodo ideale. L’iniziativa fa parte della campagna di sensibilizzazione lanciata sul web dall’Istituto oncologico romagnolo (Ior) per promuovere la sana alimentazione e la salute nei bambini.

È scientificamente dimostrato che le preferenze gustative nascono dall’esperienza. Quindi proporre ai bambini di assaggiare cibi sempre nuovi, meno processati possibile, consente di educare il gusto ai sapori e aumentare la probabilità che anche alimenti non sempre apprezzati o rifiutati a priori, come la verdura, diventino graditi.

#IORmangiosanoconpiùgusto è l’hashtag che contrassegna i video dell’iniziativa, da guardare sul canale Youtube dello Ior. Annamaria Acquaviva, dietista e nutrizionista, si rivolge ai piccoli per promuovere la loro salute attraverso un’alimentazione sana fin dalla  tenera età. Chi partecipa al concorso di ricette può condividere video e foto realizzati a casa.

L’idea nasce perché l’obesità infantile rappresenta un problema serio  anche in Italia dove un terzo dei bambini è in sovrappeso o obeso. Il 33% dei bimbi non consuma una colazione adeguata; il 20% dei genitori dichiara che i propri figli non mangiano quotidianamente frutta e verdura, mentre il 36% beve in modo regolare bibite zuccherate o gassate, che andrebbero invece evitate. Sono i dati della sorveglianza nazionale di Okkio alla salute 2016.

concorso di ricette
Le ricette che partecipano al concorso dovranno essere ricche di fantasia, belle, buone, originali e frutto di un lavoro divertente condiviso in famiglia

Le ricette migliori verranno selezionate in base a tre criteri. La fantasia: i piatti dovranno essere originali e belli da vedere, per favorire il divertimento. La bontà: la ricetta dovrà essere assaggiata dai bambini e piaciuta tanto da consigliarla ai loro amici. La condivisione: il piatto dovrà nascere da un lavoro di gruppo in famiglia, insieme a mamma, papà o anche amici. Insegnare ai bambini a giocare con il cibo cucinandolo di persona, lasciar usare gli utensili da cucina e famigliarizzare con questo importante ambiente della casa consentirà ai piccoli di proseguire sulla strada della corretta alimentazione anche da grandi.

© Riproduzione riservata

Se sei arrivato fino a qui...

...sei una delle 40 mila persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché diamo a tutti l'accesso gratuito. Il Fatto Alimentare, a differenza di altri siti, è un quotidiano online indipendente. Questo significa non avere un editore, non essere legati a lobby o partiti politici e avere inserzionisti pubblicitari che non interferiscono la nostra linea editoriale. Per questo possiamo scrivere articoli favorevoli alla tassa sulle bibite zuccherate, contrastare l'esagerato consumo di acqua in bottiglia, riportare le allerta alimentari e segnalare le pubblicità ingannevoli.

Tutto ciò è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni Il Fatto Alimentare basta anche un euro.

  Elena Mattioli

Elena Mattioli

Guarda qui

Sweet donuts with measurement tape on the green background

Cibo industriale e salute: una dieta basata su alimenti ultra-processati fa ingrassare. Lo rivela uno studio americano

Ora è dimostrato inequivocabilmente, anche se i dati sono stati ottenuti su un campione piccolo …