Home / Archivio dei Tag: additivi (pagina 2)

Archivio dei Tag: additivi

Etossichina: L’Efsa non decide sulla sicurezza di questo additivo nei mangimi. Impossibile anche valutare i rischi per i consumatori e l’ambiente

L’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) non è riuscita a trarre conclusioni sulla sicurezza dell’etossichina usata come additivo nell’alimentazione degli animali, né sulla sua sicurezza per i consumatori e l’ambiente. Ciò è dovuto a una carenza di dati necessari per valutare la sicurezza della sostanza e dei metaboliti, oltre alla  presenza di un’impurità (la p -fenetidina), ritenuta un possibile mutageno. L’etossichina …

Continua »

Philadelphia Mousse: il nuovo formaggio fresco ha poche calorie ma tanti grassi saturi e un prezzo elevato

È arrivata nel banco frigo “Philadelphia Mousse”, l’ultima versione di uno dei più venduti  formaggi  moderni, di tipo  fresco cremoso o “quark” (spalmabili). Il recente spot televisivo lo presenta con la frase: “Così soffice, perché spalmarlo? Così delizioso, Perché resistere!”. Si tratta dell’ennesima declinazione di un prodotto molto conosciuto e versatile  nell’utilizzo in cucina. La gamma comprende diverse versioni : …

Continua »

Sicurezza alimentare: buoni i risultati in Europa, lo conferma il rapporto annuale del RASFF. Tra le criticità maggiori il virus dell’epatite nei frutti di bosco in Italia

Da 35 anni il sistema RASFF (Rapid Alert System for Food and Feed) aiuta gli europei a migliorare la propria consapevolezza in materia di sicurezza alimentare. I  puntuali allarmi hanno contributo ad aumentare la sensibilità di un’opinione pubblica e hanno avuto  importanti ricadute a livello normativo. Il sistema funziona anche se non mancano problemi, lacune, meccanismi da ottimizzare, soprattutto per …

Continua »

Controlli sul latte in USA: è necessario aggiornare gli antibiotici in lista. La norma risale al 1992 e da allora ci sono molti nuovi farmaci nel mercato veterinario

La FDA ha annunciato un giro di vite per quanto riguarda i controlli sul latte. La decisione scaturisce dalle richieste di un’opinione pubblica sempre più esigente e dal fatto che gli antibiotici analizzati nelle analisi sono usati meno di un tempo e rappresentativi, solo di una piccola parte di ciò che viene utilizzato negli allevamenti americani. La bozza di normativa, secondo quanto riferisce …

Continua »

Kebab Amadori e Aia: carne pronta ma con troppi ingredienti. Il prezzo è interessante anche se le porzioni indicate sono sottostimate

Il kebab rientra in una nuova categoria di prodotti di piatti di carne pronti da mangiare che possiamo comprare al supermercato. La nostra analisi ha interessato i prodotti di due marche leader: Aia e Amadori.  Premesso che nella tradizione culinaria per kebab si intende  un piatto di carne accompagnato da carboidrati, molto diffuso in Turchia, nel bacino mediterraneo e da …

Continua »

Gran Bretagna, nei take away il 21% dei piatti a base di carne d’agnello contiene altre carni più economiche. Nelle salse rintracciati allergeni non dichiarati

Il 21% dei piatti di agnello venduti nei take away britannici contiene altre carni più economiche, come manzo e pollo, che però non sono dichiarate. Nel 4% dei casi, nelle salse servite è stata rilevata la presenza di allergeni non dichiarati, come le proteine di mandorle e arachidi. Nel 2% dei campioni analizzati  sono stati riscontrati  quantità di additivi superiori …

Continua »

Cereali per la colazione: Kellogg’s e General Mills sotto accusa negli Usa per un antiossidante controverso, eliminato dai cereali in Europa

owl of cereal and spoons on wooden table

La presenza in alcuni cereali per la colazione venduti in Nord America di un antiossidante sintetico controverso, il BHT (butilidrossitoluolo), indicato in Europa con la sigla E321, sta mettendo i produttori in crisi. Kellogg’s dichiara che sta testando con impegno alternative naturali e General Mills afferma di essere a buon punto nel processo di sostituzione dell’additivo, che da almeno è …

Continua »

La sporca dozzina: ecco la lista dei 12 additivi sospetti o addirittura pericolosi. La FDA in america delega alle aziende i test di sicurezza, ma non è una buona soluzione

L’associazione ambientalista e di consumatori Environmental Working Group ha pubblicato la lista che lei stessa ha ribattezzato “La sporca dozzina”, cioè l’elenco delle 12 tra sostanze e classi di sostanze utilizzate come additivi alimentari ma sospette, quando non dichiaratamente riconosciute come pericolose. Quella attorno agli additivi alimentari, negli Stati Uniti (e non solo), è una battaglia senza esclusione di colpi, …

Continua »

Pesce con additivi: un lettore ne trova 4 nelle mazzancolle di Esselunga. Sono consentiti? Risponde Valentina Tepedino di Eurofishmarket

gamberi pescheria

 Paolo ci manda una lettera, pubblicata sul suo blog il 17 luglio con il titolo “Pesce fresco con additivi?”. Ve la proponiamo con  la risposta di Valentina Tepedino, veterinaria e direttore di Eurofishmarket. Leggevo tempo fa in un vostro articolo che “la legge autorizza l’uso di additivi nel pesce fresco, congelato e surgelato e nei filetti non lavorati (congelati o surgelati). Nella maggior …

Continua »

Grom e gli additivi chimici: arriva il sostegno alle posizioni di Martinetti dell’Accademia 5 T

Sulla vicenda degli additivi di  Grom riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera di Guido Stecchi, presidente dell’Accademia delle 5T (Territorio, Tradizione, Tipicità, Trasparenza, Tracciabilità). Egr. dott. La Pira, mi permetto di scrivervi in seguito al vostro esposto contro la Grom in quanto questa azienda è socia dell’Accademia delle 5T (Territorio, Tradizione, Tipicità, Trasparenza, Tracciabilità), che presiedo. La naturalità e sostenibilità …

Continua »

Grom continua a dire che il suo gelato è senza additivi, ma non è vero. Esposto al Giurì della pubblicità e all’Antitrust

Due anni fa abbiamo chiesto a Grom, ossia a Guido Martinetti, patron della catena di gelaterie, di togliere dai punti vendita i manifesti, i depliant e le scritte su muri in cui si dice che “Grom non utilizza coloranti, aromi, conservanti e additivi chimici. Non lo abbiamo mai fatto e non lo faremo mai”, ritenendola una pubblicità scorretta e ingannevole. …

Continua »

Notizie dal mondo: nanomateriali negli additivi, Herbalife, infezioni alimentari e pesticidi negli spaghetti

Le notizie dal mondo di questa settimana arrivano da Bruxelles, Stati Uniti e Svizzera.   Il Parlamento europeo respinge la proposta della Commissione sull’etichettatura degli alimenti contenenti nanomateriali negli additivi. L’esecutivo di Bruxelles avrebbe voluto esentare dall’obbligo i prodotti già sul mercato. Il Parlamento europeo ha bocciato il progetto di regolamento presentato dalla Commissione sull’etichettatura dei prodotti alimentari contenenti “nanomateriali …

Continua »

Nanomateriali negli additivi: disaccordo tra Parlamento e Commissione europea sulla proposta che esenta i prodotti già da tempo sul mercato a indicarne la presenza in etichetta

etichetta glutine cibo

Il Parlamento europeo ha bocciato il progetto di regolamento presentato dalla Commissione sull’etichettatura dei prodotti alimentari contenenti “nanomateriali ingegnerizzati”, particelle di dimensioni infinitesimali, dell’ordine del miliardesimo di metro, che possono essere utilizzate per cambiare il sapore, il colore e la struttura del cibo.   Con 402 voti favorevoli, 258 contrari e 14 astensioni, i parlamentari europei hanno approvato una risoluzione, …

Continua »

Negli Stati Uniti, i produttori di alimenti Ogm chiedono di poterli etichettare come “naturali”

Negli Stati Uniti, mentre si discute se rendere obbligatorio l’indicazione sull’etichetta dei cibi la presenza di organismi geneticamente modificati (Ogm), la più grande associazione americana di produttori di alimenti e bevande va controcorrente e chiede di potere scrivere sulal confezione la parola  “naturale”.   In una lettera alla Food and Drug Administration (FDA), la Grocery Manufacturers Association, che riunisce le …

Continua »

Il gelato Grom che cola…è un bene per lo stomaco? Martinetti risponde a Il Fatto Alimentare sull’uso della farina di carrube

Ieri abbiamo pubblicato un articolo criticando le frasi utilizzate da Grom in un depliant, dovesi  lascia intendere che solo il suo gelato contiene additivi nobili come la farina di semi di carrube (E410), mentre le altre gelaterie impiegano additivi che potrebbero non essere una panacea per lo stomaco. Oggi abbiamo ricevuto una nota di Guido Martinetti di Grom che pubblichiamo. …

Continua »