Home / Roberto La Pira (pagina 20)

Roberto La Pira

Roberto La Pira
Giornalista professionista, laurea in Scienze delle preparazioni alimentari

Conserve sottolio, sottaceto, pesto, aceto e olio aromatizzati. Tutte le informazioni per preparazioni domestiche senza rischi

Canned zucchini and fresh vegetables

L’Istituto Superiore di Sanità ha redatto un vademecum di 116 pagine con le regole da seguire per scongiurare lo sviluppo di muffe, batteri e botulino nelle conserve fatte in casa. Dopo avere esaminato le indicazioni generali da seguire per evitare seri rischi alimentari (leggi articolo), adesso affrontiamo l’argomento delle preparazioni sottolio, sottaceto, il pesto, olio e aceto aromatizzati. Sottolio Dopo avere selezionato, …

Continua »

Tutti i segreti e le regole per preparare marmellate, succhi e conserve di frutta. I consigli dell’ISS per minimizzare i rischi

L’Istituto Superiore di Sanità, in collaborazione con l’Università di Teramo e il Centro antiveleni di Pavia, ha redatto un vademecum di 116 pagine con le regole da seguire per scongiurare lo sviluppo di muffe, batteri e botulino nelle conserve fatte in casa. Dopo avere esaminato le indicazioni generali da seguire per evitare seri rischi alimentari (leggi articolo), adesso affrontiamo l’argomento: marmellate, succhi, …

Continua »

Data di scadenza o termine minimo di conservazione? Quando conviene anticipare e quando si può posticipare senza problemi il consumo

La nuova legge contro lo spreco alimentare prevede la possibilità di donare il cibo anche dopo la data del termine minimo di conservazione indicato sull’etichetta (da non confondere con la scadenza). Un’analoga iniziativa era stata adottata in Grecia nel settembre 2013, in piena crisi economica. Com’è possibile? Prima di tutto va detto che il termine minimo di conservazione (Tmc) non è …

Continua »

Grom, RivaReno, La Romana… le catene del gelato all’italiana. Le migliori non usano olio di cocco e palma ma panna, latte e frutta fresca

Nel mondo del gelato esistono catene che non si possono definire artigianali anche se adottano formule innovative molto interessanti. La più famosa è Grom, un’azienda che produce gelato industriale impiegando ingredienti artigianali. La catena  è stata acquistata dalla multinazionale Unilever. In Italia ci sono altre catene come: La Romana, Crema&Cioccolato oltre a realtà minori con  pochi punti vendita. Grom è …

Continua »

Tutti i segreti del gelato artigianale e le difficoltà per distinguere il cono preparato con ingredienti di qualità

In Italia non esiste una definizione condivisa su cosa si deve intendere per gelato artigianale. Basta pensare alla pubblicità sui giornali  di società che offrono l’opportunità di aprire una gelateria artigianale con un investimento ridicolo. In assenza di una normativa si può parlare di prodotto ottenuto con  materie prime genuine, preferibilmente fresche e ingredienti  di alta qualità, miscelati  nel laboratorio di …

Continua »

In Italia l’informazione sulla nutrizione è ferma al 2003. Un vuoto dovuto al silenzio del Crea Nut e dei Ministeri (salute e politiche agricole)

Quante merendine possono mangiare i bambini? L’olio di palma è davvero un problema per la dieta degli italiani? È vero che solo il 10% dell’apporto calorico giornaliero può derivare dallo zucchero? L’acqua alcalina esiste davvero? Il digiuno è davvero un modo per rallentare l’invecchiamento? La dieta vegetariana è un modello valido? In Italia non c’è nessuna istituzione che risponde a …

Continua »

Conflitto di interessi: “Merendine innocenti: non causano obesità” dice il nutrizionista Michelangelo Giampietro che è anche consulente di merendineitaliane.it, il sito delle aziende produttrici di dolci e snack

Il conflitto di interessi nel settore alimentare è un’abitudine consolidata per molti nutrizionisti italiani. L’ultimo episodio riguarda Michelangelo Giampietro che all’attività di medico specializzato in Medicina dello sport, affianca da anni quella di consulente del comitato editoriale del sito merendineitaliane.it. Uno spazio gestito e promosso da Aidepi (associazione di categoria che raggruppa buona parte  delle aziende produttrici di merendine, biscotti …

Continua »

Guerra del grano: Coldiretti attacca l’import, ma senza grano estero addio pasta di qualità. Appello all’Aidepi per un’etichettatura d’origine

Proteste di Coldiretti in Puglia e in altre regioni contro il grano importato dall’estero e contro il prezzo troppo basso pagato alle aziende agricole italiane per il prodotto nazionale. Sono questi i titoli dei quotidiani, dei siti internet e dei telegiornali per raccontare l’ennesima protesta di lobby che fa capo a Coldiretti. Gli articoli riportavano la solita denuncia sul fatto …

Continua »

Cornetto Algida non è più “Cuore di panna”. Olio di cocco e palma al 3° posto degli ingredienti dopo latte e zucchero. La panna al 9°. Algida però nega il cambiamento, ma la pubblicità non parla più di panna

Il Cornetto Algida non è più “Cuore di panna”. Nella lista degli ingredienti dopo il latte scremato e lo zucchero troviamo il mediocre olio di cocco seguito dall’olio di palma. Continuando la lettura ecco la farina (per la cialda), l’acqua, lo sciroppo di glucosio e solo   in 7° e 9° posizione il burro e la panna. In altre parole i …

Continua »

Mistero Plum Cake Mulino Bianco: è senza olio di palma dice Barilla, ma nelle confezioni dei supermercati l’olio tropicale c’è ancora

Resta un mistero la presenza dell’olio di palma nel Plum Cake Classico Mulino Bianco.  La questione è stata sollevata da un lettore che, dopo avere letto il nostro articolo con la lista delle 70 merendine senza olio tropicale scrive  “vorrei far presente che, confezione alla mano,  Plum Cake classici del Mulino Bianco hanno olio di palma, al contrario di quanto …

Continua »

Il Mulino Bianco di Barilla può macinare solo olive e non grano. Distrazione o faciloneria del marketing?

Da quattro anni diciamo a Barilla che il mulino ad acqua dove Antonio Banderas gira gli spot è fasullo. Si tratta di un falso storico, di una rappresentazione scenografica totalmente errata che lo staff aziendale del marketing non vuole modificare. Basta sfogliare un qualsiasi libro, o visitare uno dei tanti musei della civiltà contadina per rendersi conto che la macina …

Continua »

Barilla richiama 13 prodotti, ma i supermercati dimenticano di dare la notizia ai clienti! Distrazione o scelta di marketing?

Junge Frau ruft laut mit einem Megafon

Il 15 luglio 2016 Barilla ha richiamato e ritirato dai punti vendita dieci tipi di pane in cassetta e due torte della Mulino Bianco oltre a un lotto di Maxi burger Pavesi per sospetta presenza di corpi estranei nel sale utilizzato nelle preparazioni. Secondo il fornitore di sale olandese si tratta di pezzetti di metallo che possono arrivare sino a cinque centimetri. In …

Continua »

Coca-Cola investe in Italia 1 milione l’anno per ricerche su alimentazione e obesità. Ecco la lista dei nutrizionisti e delle associazioni che ne beneficiano

Coca cola bottle cap

Coca-Cola ha investito in Italia 4,7 milioni di € negli ultimi cinque anni per finanziare progetti e ricerche scientifiche “a supporto della salute e del benessere” e  per “svolgere un ruolo attivo nell’affrontare il problema dell’obesità”. In Francia la somma stanziata è stata di 6,7 milioni di €. La società precisa che nel nostro paese la maggior parte dei finanziamenti  …

Continua »

Mulino Bianco volta pagina: via l’olio di palma da Macine, Tarallucci, Galletti, Girotondi e altri 34 prodotti

Mulino Bianco volta pagina e annuncia sul sito di “avere già sostituito in oltre 30 prodotti l’olio di palma con altri oli”. Siamo di fronte ad un cambiamento della politica dell’azienda di Parma che aspettavamo da tempo. Per capire l’importanza della svolta basta dire che Barilla sino a quattro mesi fa era una delle aziende impegnate nella campagna pubblicitaria per …

Continua »

Olio extravergine: sparisce la scadenza! La nuova bufala dei giornali. In realtà la nuova norma valorizza il made in Italy e informa il consumatore

“Olio extravergine sparisce la data di scadenza, così le aziende potranno vendere l’olio vecchio”. È questo il tono degli articoli apparsi su giornali e siti online, per commentare la norma approvata dal parlamento italiano che modifica gli articoli 1 e 7 della legge “Salva olio” e recepisce la legge europea 2015/16.  Come spesso capita quando si parla di alimenti, le …

Continua »