Home / Roberto La Pira (pagina 2)

Roberto La Pira

Roberto La Pira
Giornalista professionista, laurea in Scienze delle preparazioni alimentari

Prosciuttopoli: i numeri dello scandalo sono impressionanti, precisa l’Icqrf del Ministero delle politiche agricole

stagionatura prosciutti di parma

Nel rapporto 2018 dell’Ispettorato centrale della tutela della qualità e della repressione frodi dei prodotti agroalimentari (Icqrf) del Mipaaft  si parla anche di Prosciuttopoli. Il documento cita le due inchieste portate avanti delle Procure di Torino e Pordenone sulle frodi dei prosciutti a marchio Dop Parma e San Daniele che vengono classificate  tra le operazioni più importanti nella lotta alla …

Continua »

Festival di Sanremo: da 220 a 229 mila per uno spot di 15 secondi il sabato sera

Festival Sanremo 2019

Nella lista degli inserzionisti che hanno comprato gli spot per il festival di Sanremo 2019 c’erano tutti  i grandi marchi  del settore alimentare. In cima alla lista troviamo Ferrero con Kinder e Nutella, Parmigiano Reggiano, Lavazza, l’acqua minerale Lete, Barilla con i biscotti Pavesi Le Gocciole, Findus, Valsoia, Auricchio, Costa d’Oro e anche qualche catena di supermercati insieme alla vitamina …

Continua »

Stop alla bugia dei conigli allevati a terra. Aia deve cambiare l’etichetta avallata dal Ministero e dagli animalisti

etichetta conigli allevati a terra aia censura iap

Non esistono conigli allevati a terra, tutti gli animali cresciuti nei capannoni vivono in gabbie più o meno grandi. Per questo motivo Aia deve cambiare la dicitura “allevati a terra” proposta a carattere cubitali sulle etichette (vedi foto sopra). Lo ha deciso, con un certo ritardo, il Comitato di Controllo dell’Istituto di autodisciplina pubblicitaria in risposta a una richiesta inviata …

Continua »

La leggenda metropolitana degli italiani che sprecano il 30% della spesa alimentare domestica

donazione di cibo

AGGIORNAMENTO 12 MARZO 2019 Pochi giorni dopo la pubblicazione di questo articolo il Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria (Crea), ente di ricerca alle dirette dipendenze del Mipaaft, ha pubblicato un’indagine condotta in modo rigoroso secondo cui lo spreco degli italiani sarebbe di circa 370 grammi alla settimana. Per leggere il nostro articolo clicca qui . …

Continua »

In Italia ogni anno 11 miliardi di bottiglie di plastica di acqua minerale e 2,45 di vetro finiscono nei rifiuti. Ne beviamo 224 litri a testa, un record

acqua minerale

Capire perché ogni italiano beve 224 litri di acqua minerale l’anno, collocandosi al secondo posto nella classifica mondiale, è difficile (*). È vero che i messicani arrivano a 234 litri, ma questo perché la rete dell’acqua potabile è inefficiente e spesso inesistente. L’altro fattore da considerare riguarda le bottiglie. Noi ne utilizziamo più o meno 11 miliardi di plastica e …

Continua »

Olio extravergine italiano addio? Il 90% delle bottiglie al supermercato saranno miscele di oli UE ed extra UE

olio extravergine di oliva

L’Italia al 31 dicembre 2018 ha prodotto solo 166.476 tonnellate di olio d’oliva. Si tratta del dato peggiore degli ultimi anni, una crisi che si risolve con un incremento delle importazioni di olio extravergine da Spagna, Grecia, Tunisia e Marocco. Vuol dire che per soddisfare il mercato interno i grandi marchi italiani dovranno importare una quantità pari a circa il …

Continua »

Prosciuttopoli: coinvolte 1.240.000 cosce di prosciutto San Daniele e di Parma per un valore di 80 milioni

Il rapporto 2017 dell’Ispettorato centrale della tutela della qualità e della repressione frodi dei prodotti agroalimentari (ICQRF) del Mipaaft pubblicato nel giugno 2018 dedica quattro pagine e una decina di foto agli alimenti made in Italy contraffatti dai cinesi, e sottolinea con soddisfazione i quasi 300 interventi portati avanti con successo contro l’Italian sounding. Il rapporto dedica solo 15 righe …

Continua »

Il conservante del Grana Padano sparisce dall’etichetta ma resta nel prodotto. Miracolo della burocrazia o miglioramento della tecnologia?

grana padano

Da qualche mese è sparita dall’etichetta del Grana Padano Dop il nome del conservante lisozima, anche se  il metodo di lavorazione è rimasto identico, come pure il periodo di stagionatura minimo di 9 mesi, il sapore il gusto e il prezzo. Non si tratta di un miracolo ma di una “cambio di categoria”. Il lisozima usato anche nel Grana Padano …

Continua »

Stabilimento di produzione in etichetta: secondo il tribunale la legge è inapplicabile. Vittoria per Dario Dongo contro l’ex viceministro Oliviero

Watchful woman reading about product in shop

La giudice Angela Salvio della diciottesima sezione civile del tribunale di Roma, ha dato torto all’ex viceministro Andrea Olivero il quale – oltre ad avere querelato per diffamazione l’avvocato Dario Dongo, esperto di diritto alimentare – ha presentato ricorso al giudice civile per ottenere la rimozione di un suo articolo. Dongo, in un articolo pubblicato sul sito da lui diretto …

Continua »

L’allerta di Coldiretti sull’olio extravergine importato e sulle frodi è solo allarmismo della lobby in cerca di finanziamenti

olio di oliva extravergine

Quest’anno per la terza volta il raccolto italiano di olive è stato disastroso. Si parla di 200 mila tonnellate, una quota ridicola rispetto a 1,6 milioni di tonnellate della Spagna senza considerare Marocco e Grecia … Si tratta di una situazione che abbiamo già vissuto nel 2014 e nel 2016. Ogni volta la crisi di produzione è stata risolta con …

Continua »

L’etichetta a batteria italiana contro il semaforo. Una ridicola proposta delle aziende e del Ministero per sviare il discorso

etichetta a batteria copertina

“Tra poche settimane dovrebbe iniziare la sperimentazione sul mercato italiano di un modello di etichettatura nutrizionale a batteria, messo a punto dal Governo insieme alla filiera agroalimentare italiana. Il sistema ambisce a diventare modello europeo”. Con queste parole Luigi Scordamaglia a nome di Federalimentare Consenso ha rilanciato il progetto italiano di etichetta a semaforo presentato a Bruxelles il 22 giugno …

Continua »

Walter Ricciardi, ex direttore dell’Iss, contro le decisioni del governo che non difende la salute degli italiani e ignora la verità scientifica

Walter Ricciardi ISS

Water Ricciardi, ex presidente dell’Istituto superiore di sanità, in un’intervista pubblicata il 2 gennaio sul Corriere della sera a firma di Federico Fubini, motiva le dimissioni anticipate di sei mesi rispetto alla scadenza, con alcune posizioni prese dal governo in contrasto con la verità scientifica. Ricciardi dice che “quando un vicepresidente del Consiglio (Matteo Salvini, ndr) dice che per lui, …

Continua »

Molino Rossetto richiama tre preparati per torte per presenza dell’allergene arachide non dichiarato in etichetta

Molino Rossetto richiamo preparato per dolci

Il Ministero della salute informa che sono stati richiamati tre preparati per torte prodotti dall’azienda Molino Rossetto, per la possibile presenza di allergene (arachide) non dichiarato in etichetta. I prodotti interessati sono venduti in confezioni  da 400 grammi, riportano come numero di lotto il codice LZ108, e indicano come termine minimo di conservazione la data del 18/04/2020. Il problema riguarda …

Continua »

Despar richiama gelato di soia al cioccolato e all’amarena per presenza di lattosio non dichiarato in etichetta

Il Ministero della salute ha diffuso un comunicato in cui richiama un lotto di Gelato alla soia vaniglia variegato al cioccolato a marchio Despar Vital, per la possibile presenza di lattosio non dichiarato in etichetta. Il prodotto interessato è venduto in coppette da 65 grammi, riporta un numero di lotto LX 229 e ha come termine minimo di conservazione la …

Continua »

Mense scolastiche, ispezione in 224 scuole. La Ministra parla di “cucine da incubo”, ma i casi seri sono sette

School girl holding food tray in school cafeteria

Cosa possono pensare i genitori dei figli che consumano un pasto a scuola quando la Ministra per la salute Giulia Grillo, riferendosi ai controlli effettuati dai Nas su 224 mense scolastiche, parla di “cucine da incubo” e di “un film dell’orrore” che “non può essere tollerato”? La notizia è stata ripresa da tutti i giornali, che hanno evidenziato in modo …

Continua »