Home / Roberto La Pira (pagina 2)

Roberto La Pira

Roberto La Pira
Giornalista professionista, laurea in Scienze delle preparazioni alimentari

La guerra delle etichette nutrizionali: batteria contro semaforo. L’Italia in controtendenza rispetto all’Europa

Family chooses dairy products in shop

Il governo italiano presenterà all’Ue un modello di etichette nutrizionali a batteria come controproposta all’etichetta a semaforo (Nutre-Score) ormai diffusa in mezza Europa. Esordisce così il comunicato di Federalimentare che, insieme alla lobby di Coldiretti e a un folto gruppo di Ministeri e di politici da anni porta avanti una lotta contro questo tipo di etichetta, ritenuta da esperti, nutrizionisti …

Continua »

Report Rai3: la narrazione sul latte importato e i formaggi italiani è surreale, ma piace molto a Coldiretti

Dopo aver visto il servizio di Report sul latte, andato in onda il 25 novembre 2019 su Rai 3, il telespettatore ha la sensazione che ogni notte dal Brennero passino decine di autobotti di latte destinato alla produzione di formaggio, mozzarella e altri latticini che poi saranno venduti come prodotti italiani. Nell’inchiesta si parla di caseifici che producono  oltre al …

Continua »

La qualità dei prosciutti di Parma e San Daniele ottenuti da maiali che pesano oltre 200 kg? Il parere di Citterio sul nuovo disciplinare

Abbiamo espresso perplessità sulla scelta di incrementare a dismisura il peso dei maiali previsto nelle bozze dei nuovi disciplinari dei prosciutti di Parma e San Daniele. Se adesso il peso medio (vivo) delle partite di suini di nove mesi può variare da 144 a 176 kg, in futuro verrebbe valutato il peso della carcassa, che potrà variare da 120 a …

Continua »

La vera etichetta di origine arriva in Francia. Segnalata l’esatta percentuale di ingredienti nazionali

Etichetta prosciutto intermarché

Per risolvere il problema dell’origine dei prodotti alimentari la catena di supermercati francese Intermarché – considerata una delle principali nel settore della grande distribuzione – ha annunciato l’adozione di una nuova etichetta che verrà adottata sui propri prodotti entro il primo semestre del 2020. Sulle confezioni ci sarà l’immagine della Francia stilizzata, affiancata da una scritta riferita al luogo di …

Continua »

Salute e alimentazione: Mario Negri e Università Cattolica insieme fondano l’Italian institute for planetary health

Italian institute Planetary Health IIPH

Oggi è stata annunciata la creazione dell’Italian institute for planetary health (IIPH) un nuovo soggetto scientifico frutto dell’unione tra l’Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri e l’Università Cattolica del Sacro Cuore con la partecipazione di Vihtali, spin off dell’Ateneo che si occuperà di salute e alimentazione. Si tratta di un progetto con una nuova visione del problema alimentare fino ad …

Continua »

Olio extravergine: i segreti per scegliere quello giusto quando i prezzi oscillano da 3 a 15 euro

I prezzi dell’extravergine di oliva sono in picchiata e i listini registrano un crollo del 10-12% a fronte di un’annata che si prospetta ottima per il prodotto italiano. I rappresentanti degli olivicoltori di Cia e Italia Olivicola lanciano l’allerta e dicono che “nonostante la qualità eccellente del prodotto, il mercato non decolla: gli acquirenti aspettano affinché il prezzo dell’extravergine italiano …

Continua »

Coldiretti: 3 prosciutti su 4 da cosce importate. Serve l’etichetta di origine. Silenzio sulla frode dei prosciutti Parma e San Daniele

prosciutto crudo

Il presidente di Coldiretti Ettore Prandini ritiene sia giunto il momento di “conoscere l’origine degli alimenti e dire finalmente basta all’inganno di prosciutti e salami fatti con carne straniera ma spacciati per Made in Italy”. La cosa è urgente perché “oggi tre prosciutti sui quattro venduti in Italia sono fatti con cosce di maiali provenienti dall’estero, all’insaputa dei consumatori e …

Continua »

Olio extravergine a meno di 2 euro al litro! Un record in Italia. Ma non è un buon segnale

volantino dpiu olio extravergine

Oggi si può comprare un litro di olio extravergine di oliva a meno di due euro. È la strabiliante offerta valida dal 4 al 13 novembre 2019 che i discount Dpiù propongono nel volantino (vedi foto sotto). La cosa ci è stata segnalata dal lettore Flavio che si interroga su come sia possibile proporre un prezzo così basso, considerando l’Iva …

Continua »

Plastic tax: intervista a Gianpiero Calzolari presidente di Granarolo “Ridurre la plastica è una necessità. Ma il problema non si risolve in un giorno”

bottiglie plastica riciclo

“La riduzione della plastica è una necessità, basta guardare in quanto poco tempo si riempie  il sacchetto di casa destinato alla raccolta differenziata”. Comincia così la chiacchierata con Gianpiero Calzolari presidente di Granarolo azienda che spende 67 milioni l’anno per acquistare 220 milioni di bottiglie in plastica e altri imballaggi in plastica.  “Dopo il benessere animale che viene garantito selezionando …

Continua »

Prosciutto di Parma e di San Daniele, i nuovi disciplinari aprono ai maiali a crescita rapida sino ad ora esclusi. Ma nessuno garantisce la qualità

prosciutto crudo carne salumi donna

Salviamo il prosciutto di Parma e di San Daniele! È l’appello che rivolgiamo agli allevatori e alle aziende del settore che hanno a cuore le sorti delle due Dop che caratterizzano l’Italia agroalimentare nel mondo. Purtroppo non si tratta di un annuncio allarmistico. Basta leggere la proposta dei nuovi disciplinari firmati dai consorzi del prosciutto di Parma e di San …

Continua »

Il Natale inizia a metà ottobre. I supermercati inaugurano il periodo delle feste con oltre due mesi di anticipo

Per molti supermercati la metà di ottobre è la data di inizio del periodo natalizio. Sugli scaffali si vedono pandori e panettoni mignon da 100 grammi firmati Bauli, Balocco… venduti a un euro e affiancati da scatole di cioccolatini in confezione regalo. Qualcuno propone in bella vista anche cotechini e zamponi. Più o meno nello stesso periodo anche nella casella …

Continua »

La nutrizione e l’educazione alimentare in Italia non esistono. Tutto è affidato a lobby e aziende. Il deserto istituzionale

nutrizione alimentazione educazione alimentare cibo sano

Siamo un paese strano che dice no all’etichetta a semaforo senza sapere bene cosa sia e che non vuole una tassa sullo zucchero perché penalizzerebbe la Coca-Cola e la Nutella. Ma quando si parla di cibo e nutrizione ci sono altre stranezze che imbarazzano. C’è la favola del pomodoro cinese inventata da Coldiretti, per cui milioni di italiani sono convinti …

Continua »

Sugar tax, il mondo scientifico dice sì, ma i politici non sono d’accordo. La raccolta firme del Fatto Alimentare inviata al ministro Speranza

sugar tax bibite coca cola

Le fake news rimbalzate nelle ultime settimane sui giornali e in rete dicono che la sugar tax non funziona. Si tratta di bugie utilizzate per giustificare la posizione contraria ribadita dall’industria alimentare, dalle lobby e da alcuni ministri del governo Conte. La realtà è leggermente diversa. La sugar tax sulle bibite, e solo in qualche caso sulle merendine, è applicata …

Continua »

Ottima annata per l’olio extra vergine italiano. Offerte sino a 2,49 €/l per smaltire olio vecchio spagnolo!

olive

La produzione dell’olio extravergine di oliva italiano quest’anno crescerà dell’89%. Sono   le previsioni di ItaliaOlivicola che stima una grande raccolta di olive soprattutto  nelle regioni del Sud sia per quantità che per qualità, nonostante i problemi legati alla Xylella. La produzione dovrebbe arrivare a circa 330.000 tonnellate, un valore quasi doppio rispetto all’anno precedente quando si è arrivati a 175.000. …

Continua »

In Italia i controlli sugli alimenti sono fatti dalle Asl e non dai Nas. Perché il ministero della Salute non lo dice

Piglet vaccination

Secondo il Piano nazionale integrato pubblicato pochi giorni fa dal ministero della Salute, la maggior parte dei controlli sugli alimenti in Italia sono fatti dalle “autorità competenti”. Dietro questa anonima categoria ci sono migliaia di veterinari, medici e tecnici delle Asl che operano tutti i giorni e fanno il grosso dei controlli e delle ispezioni, con numeri dieci volte superiori …

Continua »