Home / Redazione Il Fatto Alimentare (pagina 150)

Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Buon appetito con gli insetti: la Fao li raccomanda agli europei per ridurre i gas serra e combattere la fame

Perché le cicale di mare sì e quelle di terra no? Perché “les escargots” – ossia le lumache – sono cibo da gourmet mentre un piatto di grilli fritti ci fa senso?  Gli insetti sono un tabù alimentare molto forte in Occidente, dove pure consumiamo con grande golosità molluschi e crostacei che, in fondo, spesso non sono molto dissimili nell’aspetto. Eppure, …

Continua »

Il boom degli integratori: servono davvero? Il parere di Fabio Galvano dell’Università di Catania

ntegratori vegetali

Un italiano su tre usa gli integratori: lo sportivo che vuole ridurre la fatica o potenziare la performance, lo studente che desidera migliorare la memoria, i salutisti che cercano di prevenire le malattie stagionali per sé o per i loro bambini o, ancora, chi spera di di dimagrire o di rallentare il decadimento fisico ed estetico dovuto all’età. Risultato: il …

Continua »

Tutti i colori del tonno: così diventa più rosso, ma non pregiato

Raw tuna steak on wooden cutboard

Per anni si è detto che al consumatore italiano piace il tonno rosa, quello tenero che si taglia con un grissino. Dopo anni di “educazione alimentare”, durante i quali gli esperti hanno ripetutamente spiegato che non c’è niente di pregiato in un tonno pallido, adesso – complice forse anche la moda del sushi – è in auge il tonno rosso. …

Continua »

A New York: menu messicano molto poco light, anche nel prezzo

cibo messicano tortilla

Da New York ci giunge un’altra foto dalla nostra “cronista del  junk food” Emanuela Zuccalà. Ci vogliono circa venti minuti per mangiare (e molto più tempo per digerire) un “chicken burrito”, tortilla di farina farcita con carne di pollo, riso, cipolle, peperoni, panna acida (“sour cream”) e guacamole (crema di avocado). È il piatto più light servito nella catena di …

Continua »

Negli ultimi 10 anni in Europa l’allarme diossina è scattato 156 volte. In un terzo dei casi l’allerta riguardava alimenti

La sera del 19 marzo il laboratorio comunica per telefono al veterinario il risultato delle ricerche. La voce è percorsa dall’inquietudine. “I dosaggi precisi non sono ancora stati verificati,ci vorranno ancora alcune settimane prima di essere certi, ma fin da ora sappiamo che nei campioni che ci ha consegnato è presente una grande quantità di diossina. La situazione è grave. …

Continua »

Germania: lo scandalo diossina è molto grave ma il pericolo per i consumatori secondo Bfr è minimo

uova contaminate allerta

Quasi un migliaio di allevamenti di polli, tacchini e maiali è sotto sorveglianza speciale, 8.000 galline ovaiole già abbattute. Una crisi di sicurezza alimentare dovuta a contaminazione da diossina sconvolge la Germania  che l 27 dicembre scorso ha informato i Paesi membri mediante il sistema europeo di allerta rapida (Rasff). All’origine della contaminazione ci sono 25-27 tonnellate di oli provenienti …

Continua »

Nespresso: costa di più, obbliga alla fedeltà, ma è un buon caffè

Elettrodomestico di nicchia per molti anni, oggi la macchina per caffè espresso ha grande fortuna anche in Italia: in particolare da quando sono state lanciate le versioni con le capsule con dosi preconfenzionate che garantiscono un risultato buono e costante, sono facilissime da usare e, soprattutto nel caso di Nespresso, il leader del settore, sono state promosse con un’imponente campagna …

Continua »

Prosciutto cotto di alta qualità: troppe aziende vantano una qualità inesistente. Guida all’acquisto

Una volta c’era solo il prosciutto cotto, adesso  gli intenditori servono a tavola solo  prosciutto cotto di Alta Qualità.  La norma del 2005  identifica tre tipologie  c’è il “prosciutto cotto”, il “prosciutto cotto scelto”  e il “prosciutto cotto di alta qualità”. Quest’ultima  dicitura quando è presente sull’etichetta garantisce l’eccellenza delle materie prime selezionate e l’utilizzo  di processi di lavorazione industriali …

Continua »

A New York i ristoranti avranno la pagella sulla porta

Prima dell’estate i 24mila ristoranti di New York dovranno esporre sulla porta un cartello con la categoria di appartenenza assegnata dagli ispettori sanitari. Ci sono tre possibilità, la lettera “A” (vedi a lato) interessa i locali che rispettano tutte le norme di igiene e sono usciti indenni dall’ultimo controllo. Le lettere “B” e “C” sono  destinate ai ristoratori  più indisciplinati. …

Continua »

La pubblicità degli alimenti è tra i responsabili dell’obesità infantile? Il dibattito europeo

obesita infantile bambino obeso

EurActiv.com, il più importante portale dedicato alle questioni europee (vedi sito), fa il punto su una questione molto discussa: la pubblicità di alimenti è responsabile dell’obesità infantile? È stata data la parola a Will Gilroy , direttore della comunicazione della World Federation of Advertisers (Wfa), la federazione internazionale delle associazioni di investitori in pubblicità, e a Ruth Veale, del Settore salute …

Continua »

Coop dice basta alle ovaiole allevate in gabbia

gallina

Negli oltre 1440 punti vendita Coop si trovano solo uova provenienti da galline di allevamenti a terra, all’aperto o biologici. La strada, già intrapresa con le uova a marchio del supermercato, è stata estesa a tutti i fornitori, supportati nelle innovazioni necessarie nei loro allevamenti. Per questa scelta il gruppo ha vinto il premio “Good Egg” della Compassion in World …

Continua »

In Gran Bretagna l’industria alimentare taglia il sale, ma in ospedale abbondano sodio e grassi saturi

ospedale infermiera paziente letto pasto

L’industria alimentare spesso è accusata di ogni nefandezza, e le si attribuisce la maggiora responsabililtà per l’epidemia di obesità che colpisce i paesi ricchi e che sta dilagando anche n quelli in via di sviluppo. Ma una ricerca condotta in Gran Bretagna ha scoperto che proprio là dove si predica meglio sull’alimentazione e la salute, si razzola maluccio: negli ospedali. …

Continua »

Farsi le ossa? Meglio cominciare presto. L’alimentazione previene l’osteoporosi

Il 20 ottobre si svolge la Giornata mondiale dell’osteoporosi, con molte iniziative anche in Italia per promuovere la prevenzione di questa patologia capace di compromettere in modo anche definitivo la qualità della vita nella terza età. La maggior parte delle donne (e degli uomini) ha sentito parlare dell’osteoporosi. Si sa che è una malattia che provoca una riduzione della massa …

Continua »

Mareblu Verosapore: meno grasso, più gustoso

Nella primavera del 2010 Mareblu, del gruppo MWBrands, ha lanciato Mareblu Verosapore. Una novità in un settore consolidato  che poco si presta a variazioni, tranne quando viene declinato come  ingrediente per piatti pronti (insalate, antipasti, ecc). Ma qui si tratta solo di tonno. Eppure qualcosa di nuovo c’è. La presentazione. Mareblu VeroSapore si presenta come una via di mezzo tra …

Continua »

Nuovo scandalo melamina in Cina. La polizia sequestra latte in polvere contaminato

latte in polvere neonato acido palmitico

“Nuovo scandalo per il latte alla melamina  in Cina”, la notizia è riportata dal quotidiano ShangayDaily.com. I fatti sono avvenuti nel nord del paese, nelle province di Gansu e di Jilin, dove sono stati confiscati prodotti contaminati con melamina, la sostanza tossica che fa aumentare artificialmente il valore proteico del latte in polvere. Nel Gansu è stato trovato latte in …

Continua »