Home / Beniamino Bonardi

Beniamino Bonardi

Beniamino Bonardi

Regno Unito, in arrivo la sugar tax su dolciumi e cioccolato. Lo annunciano, infuriate, le industrie

macarons dolci iStock_000014222366_Small

Il governo britannico ha intenzione di introdurre una sugar tax sui prodotti dolciari, che dovrebbe essere annunciata la prossima primavera ed entrare in vigore nel 2020. Lo scrive il quotidiano Daily Mail, riferendo che l’indiscrezione è stata fatta dalle stesse industrie, infuriate di fronte a questa prospettiva, al meeting annuale del cioccolato. L’industria dolciaria ritiene di essere presa ingiustamente di …

Continua »

Arance dello Zimbabwe a Catania. È giustificato l’allarme? Polemiche dopo un post su Facebook. Il parere dell’agronomo Corrado Vigo

“Sotto casa a Catania, stasera, all’interno di un punto vendita di una importante catena della Gdo, arance dello Zimbabwe. A Catania. Fa riflettere, no? A me sì! Ma non contro lo Zimbabwe…”. Ha sollevato clamore questo post su Facebook della presidente del Distretto degli agrumi di Sicilia, Federica Argentati, accompagnato da una foto di arance “Valencia” provenienti dal paese africano e vendute a 1,79 …

Continua »

La Danimarca discute un’etichetta sull’impatto climatico degli alimenti. Una nuova sfida

semafori in etichetta

Il governo danese sta progettando un’etichetta che indichi l’impatto climatico dei prodotti alimentari, in collaborazione con le industrie del settore. I prodotti alimentari verrebbero contrassegnati con adesivi che mostrano il loro impatto ambientale, secondo una proposta contenuta in un nuovo pacchetto sul clima del governo, come riferisce il quotidiano danese in lingua inglese The Local. “Vogliamo dare ai consumatori i …

Continua »

Pollame: la Commissione Ue vuole cambiare i controlli sulla macellazione. Maggiori rischi per il consumatore

pollame

La Commissione Ue vuole modificare entro l’anno le modalità di controllo del pollame  in fase di macellazione. Attualmente, ogni carcassa viene ispezionata visivamente dopo la macellazione, prima di essere autorizzata per il consumo. Si tratta di un metodo, come ha osservato l’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) nel 2012, utile per verificare le condizioni di salute e benessere degli …

Continua »

Belgio: Carrefour e Danone adottano il Nutri-Score. Arriverà prima su app e web, ed entro il 2020 sulle confezioni

loupe nutri-score - nutriscore - indice A

Due  mesi dopo la decisione del governo belga di adottare l’etichetta nutrizionale francese Nutri-Score, in modo volontario sulle etichette dei prodotti alimentari, Carrefour e Danone hanno deciso di utilizzarla, seguendo l’esempio delle catene di supermercati Delhaize e Colruyt. L’etichetta Nutri-Score consiste in un logo a colori con cinque lettere. La lettera ‘A’ abbinata al verde scuro indica la valutazione migliore, mentre …

Continua »

Biossido di titanio (E171): in Francia il gruppo Casino lo eliminerà entro l’anno. Troppi sospetti sulla tossicità

biossido di titanio

Il gruppo di supermercati francese Casino ha annunciato l’eliminazione entro l’anno del biossido di titanio da tutti i prodotti a proprio marchio, non solo dagli alimentari. L’additivo già non viene utilizzato nei prodotti per neonati e bambini della catena. Il Biossido di titanio che ha come sigla E171, è un colorante usato, anche in forma di nanoparticelle, come pigmento per …

Continua »

Olio di palma, Nestlé e PepsiCo rompono con fornitore indonesiano. Decisione autonoma e motivata

PepsiCo e Nestlé hanno annunciato di aver interrotto i rapporti con un loro fornitore indonesiano di olio di palma, IndoAgri, succursale del gruppo alimentare IndoFood, quotato alla Borsa di Singapore. Nel gennaio 2017 PepsiCo aveva interrotto le forniture dirette di olio di palma da parte di IndoAgri, a causa delle preoccupazioni legate alle accuse  di deforestazione e violazione dei diritti …

Continua »

Il glifosato danneggia il sistema immunitario delle api. In aumento la mortalità dell’insetto

glifosato

L’aumento della mortalità delle colonie di api mellifere è stato attribuito a diversi fattori, ma non è stato ancora completamente compreso. Tra i principali accusati ci sono alcuni pesticidi neonicotinoidi, tre dei quali sono stati vietati dall’Unione europea. Sinora, tra i prodotti chimici usati in agricoltura nessuno aveva puntato l’attenzione sull’erbicida più venduto nel mondo e sotto accusa per i …

Continua »

Sugar tax: perplessità del governo italiano per la tassa sulle bevande zuccherate. Diverso il parere dell’Istituto superiore di sanità

sugar tax

Nell’Unione europea, quasi un ragazzo su quattro e una ragazza su cinque sono in sovrappeso od obesi. Così come un bambino su tre, di età compresa tra i sei e i nove anni. Fino al 7% dei budget sanitari nazionali viene speso ogni anno per malattie legate all’obesità, mentre solo il 3% viene speso per la prevenzione. E i fondi …

Continua »

Additivi alimentari, il parlamento francese chiede di ridurli da 338 a 48 e propone l’etichetta a semaforo Nutri-score obbligatoria

additivi alimentari

Dopo sei mesi di lavori e 40 audizioni, la commissione parlamentare d’inchiesta dell’Assemblea nazionale francese sull’alimentazione industriale ha depositato il rapporto finale, in corso di pubblicazione. Secondo quanto anticipato da FranceInfo, il rapporto contiene alcune proposte, la prima riguarda la riduzione degli additivi alimentari autorizzati dagli attuali 338 a 48 entro il 2025. In pratica, si tratterebbe di limitare l’utilizzo …

Continua »

Bambini nei fast food: in USA sono in aumento. L’offerta di cibi più sani attrae le famiglie, ma cosa viene davvero consumato?

fast food

La scelta delle maggiori catene di fast food di offrire menu e bevande per bambini più sane, facendo credere ai genitori che far mangiare i propri figli in questi locali non sia dannoso, ha fatto aumentare la frequenza con cui le famiglie statunitensi portano i bambini a mangiare in un fast food. In realtà, le opzioni malsane sono rimaste nei menu …

Continua »

Ikea non vende più cannucce di plastica, ma solo nel Regno Unito e in Irlanda. In Italia continua la vendita

colored plastic cocktail tubes standing in a glass

Dal 1° ottobre, Ikea non vende più cannucce di plastica nei negozi del Regno Unito e dell’Irlanda e non le usa neppure nei ristoranti e bistro. Per rendere più visibile la decisione, la compagnia svedese ha esposto l’ultimo esemplare di cannuccia al Museo del Design di Londra, dove ha realizzato un’installazione temporanea, intitolata The Last Straw, invitando i consumatori ad …

Continua »

Francia. il 50% dell’olio di oliva in vendita sugli scaffali non è in regola. I risultati del piano di controllo del governo

Virgin olive oil in a crystal bottle on wooden background.Copyspace

La direzione generale per la repressione delle frodi del governo francese ha pubblicato i risultati dei controlli dell’olio d’oliva effettuati nel 2016. Gli investigatori hanno raccolto 139 campioni di olio d’oliva, 67 dei quali, pari al 48%, sono risultati non conformi ai regolamenti. La maggior parte di questi erano oli di origine straniera con difetti di qualità che hanno portato …

Continua »

La metà degli olandesi è in sovrappeso ma la maggioranza non è preoccupata. La percentuale degli obesi è quasi triplicata in 35 anni

uomo sovrappeso grasso dieta obesità 86502838

In Olanda, quasi la metà degli adulti è in sovrappeso o obesa, eppure questo provoca poca preoccupazione. Infatti, il 40% delle persone obese non esprime insoddisfazione per il proprio peso, mentre il 20% è addirittura soddisfatto. Tra le persone con eccesso ponderale moderato, più della metà dichiara di essere contenta del proprio peso, mentre solo il 14% non lo è. In …

Continua »

Regno Unito, 15 milioni di sterline contro lo spreco alimentare. La situazione attuale definita “una follia morale, economica e ambientale”

spreco alimentare

Il governo britannico ha annunciato lo stanziamento di 15 milioni di sterline per combattere lo spreco alimentare. Nei prossimi mesi sarà messo a punto un programma pilota, in collaborazione con aziende ed enti di beneficenza, che verrà lanciato nel 2019. Attualmente nel Regno Unito vengono redistribuite circa 43 mila tonnellate l’anno di cibo in eccedenza da parte di rivenditori e …

Continua »