Home / Beniamino Bonardi

Beniamino Bonardi

Beniamino Bonardi

Wilmar, il più grande fornitore mondiale di olio di palma, monitorerà le piantagioni con i satelliti. Soddisfazione di Greenpeace

palm oil tree

Wilmar International, il più grande fornitore globale di olio di palma, di cui controlla circa il 40% del commercio mondiale, con sede a Singapore, ha annunciato che entro la fine del 2019 mapperà tutte le coltivazioni di palma da olio presso cui si rifornisce e si impegna a monitorare, attraverso l’uso di satelliti ad alta risoluzione, quanto accade nelle piantagioni. …

Continua »

Gli impegni disattesi dell’industria del cioccolato per fermare la deforestazione in Africa. Un dossier su Ghana e Costa d’Avorio

report mighty earth cacao africa

Un anno fa, in occasione della 23^ Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (Cop23) svoltasi a Bonn, le industrie del cacao e del cioccolato avevano assunto dei precisi impegni per porre fine alla deforestazione e alla violazione dei diritti umani nella filiera. Accanto alle industrie sedevano i rappresentanti di Ghana e Costa d’Avorio, i due principali paesi leader nella …

Continua »

Francia, i supermercati Casino lanciano l’etichettatura sul benessere animale per la carne a proprio marchio

etichetta benessere animale casino francia

Il gruppo di supermercati francese Casino ha lanciato la prima etichettatura relativa al benessere animale, che sarà applicata sulla carne e il pollame a proprio marchio. L’iniziativa, elaborata nel corso di due anni insieme a tre Ong, mira ad aumentare la trasparenza sulle condizioni di allevamento, trasporto e macellazione, fornendo ai consumatori informazioni chiare e affidabili. Il sistema di etichettatura …

Continua »

Il no all’olio di palma di Iceland diventa un affare di Stato. Malesia e Indonesia hanno chiesto al governo britannico di intervenire

Iceland supermercato surgelati

Quando lo scorso aprile la catena di supermercati Iceland, specializzata nei surgelati, annunciò che entro l’anno avrebbe eliminato l’olio di palma da tutti i prodotti a proprio marchio, funzionari dei governi di Malesia e Indonesia scrissero al governo di Londra, chiedendogli di intervenire. Ciò che aveva irritato particolarmente i due governi del Sud-Est asiatico, che producono circa il 90% dell’olio …

Continua »

All’agricoltura biologica solo le briciole dei finanziamenti europei e italiani. Nei nostri campi chi inquina viene pagato

agricoltura bio biologico campi coltivare

Nei nostri campi chi inquina viene pagato. All’agricoltura che utilizza pesticidi, diserbanti e fertilizzanti sintetici va la quasi totalità dei finanziamenti europei e nazionali. La politica agricola comunitaria sovvenziona infatti  il 97,7% dell’agricoltura convenzionale. Al biologico vanno le briciole. Secondo i dati elaborati dall’Ufficio studi della Camera dei deputati, su 41,5 miliardi di euro destinati all’Italia dalla Politica agricola comune …

Continua »

Olio extra vergine, prezzi in salita per quello italiano. Alberto Grimelli di Teatro Naturale: olio estero potrebbe essere spacciato per italiano

Olive pugliesi

Nei prossimi mesi il prezzo dell’olio di oliva extravergine italiano è destinato a salire e il nostro Paese dovrà importare il 60-70% del quantitativo necessario da Spagna, Tunisia e Grecia. Sono queste le conseguenze di un’annata disastrosa che, a causa degli eventi meteorologici avversi registra un calo del 38% rispetto all’anno precedente.  Secondo le stime dell’Istituto di servizi per il …

Continua »

Il Senato unanime contro le etichette a semaforo. Mozione per fermare una proposta di risoluzione all’Onu guidata da Francia e Brasile

nutri-score

Con una mozione sottoscritta da tutte le forze politiche – 249 voti favorevoli e due soli contrari – il Senato ha impegnato il governo ad “attivarsi con tutti gli strumenti a sua disposizione nella trattativa in corso in sede Onu per contrastare l’ulteriore diffusione dell’etichettatura a semaforo sui prodotti alimentari, al fine di promuovere invece l’utilizzo di sistemi di etichettatura …

Continua »

Olio di palma, RSPO sospende la malese FGV per traffico di persone e lavoro forzato. La decisione tre anni dopo la denuncia del Wall Street Journal

Oil palm fruit olio di palma

Oltre tre anni dopo la pubblicazione di un’inchiesta del Wall Street Journal su traffico di esseri umani, violenze e abusi in Malesia che vedevano coinvolto il colosso dell’olio di palma Felda Global Ventures (FGV), la Tavola rotonda sull’olio di palma sostenibile (RSPO), ha sospeso FGV. Quando il quotidiano statunitense pubblicò la sua inchiesta nel luglio 2015, come riferito da Il …

Continua »

Obesità: i bambini italiani ai vertici delle classifiche. In posizione migliore gli adulti. L’Ocse però non calcola le persone sovrappeso

Il tasso di obesità continua a crescere nella maggior parte dei Paesi dell’Unione europea, dove circa il 16% degli adulti risulta obeso, con forti disparità in base alla condizione socio-economica: tra gli adulti con un livello di istruzione percentuale di obesi è del 20%, mentre tra quelli con un’istruzione superiore è del 12%. È uno dei dati che emergono dall’ultimo …

Continua »

Olio di palma e deforestazione, Greenpeace contro Mondelēz. Simulata la distruzione di una foresta pluviale davanti allo stabilimento italiano

greenpeace mondelez olio di palma deforestazione

“Mondelēz e le altre multinazionali devono smettere di rifornirsi da Wilmar, il principale commerciante di olio di palma a livello globale, fin quando questo non sarà in grado di dimostrare che l’olio di palma che vende non è prodotto a scapito delle foreste.” È quanto denuncia Greenpeace, che ha simulato la distruzione di una foresta pluviale davanti allo stabilimento della multinazionale Mondelēz a Capriata …

Continua »

Allerta su un batterio Ogm resistente agli antibiotici nei mangimi. È usato per produrre un additivo vietato in Ue, ma ancora in circolazione

mangime stalla

L’Unione europea ha disposto il ritiro dal mercato di una vitamina B (riboflavina) per mangimi animali, perché prodotta da batteri geneticamente modificati resistenti agli antibiotici usati nella pratica clinica e veterinaria, la cui nocività per animali, esseri umani e ambiente non può essere esclusa. Tuttavia, tonnellate di questo additivo sono ancora in circolazione. Infatti, il quotidiano francese Le Monde ha …

Continua »

Il disastro ambientale dei biocombustibili. Reportage del New York Times Magazine sulla deforestazione causata dall’olio di palma

incendi fumo indonesia deforestazione

“L’olio di palma doveva aiutare a salvare il pianeta. Invece ha scatenato una catastrofe”. È il titolo di un reportage del New York Times Magazine dall’isola indonesiana del Borneo, da dove racconta le conseguenze della scelta fatta nel 2007 dagli Stati Uniti, quando decisero di puntare sui carburanti vegetali per diminuire le emissioni inquinanti prodotti da diesel e benzina e …

Continua »

Francia, l’industria alimentare cerca di riprendere il controllo delle informazioni. Annunciata un’app in competizione con quelle indipendenti

supermercati

L’industria alimentare francese vuole passare al contrattacco nel campo delle app di valutazione nutrizionale dei prodotti, sempre più utilizzate dai consumatori per i loro acquisti. Ormai il 15% dei francesi utilizza queste applicazioni quando deve comprare, per leggere commenti e possibili alternative a un determinato prodotto.  La Federazione francese dei produttori alimentari (Ania) ha annunciato il prossimo lancio di una …

Continua »

Dall’Africa al Nord America, lo stato della malnutrizione è inaccettabile e si fa troppo poco. La denuncia del “2018 Global Nutrition Report”

African Children Holding Hands Cupped To Beg Help. Poor African children keeping their cupped hands, asking for help. African children suffer from poverty, diseases, water scarcity and malnutrition.

La malnutrizione è a livelli inaccettabili e costituisce un problema che nessun Paese al mondo può permettersi di trascurare. Globalmente, un terzo delle donne in età riproduttiva è anemico, mentre il 39% degli adulti del mondo è in sovrappeso o obeso e ogni anno circa 20 milioni di bambini nascono sottopeso. Oltre che sulla salute, i lenti progressi nella lotta …

Continua »

Lotta al flagello della plastica. In Gran Bretagna in arrivo una tassa sugli imballaggi non riciclati.

Colorful Plastic Polymer Granules

La Gran Bretagna imporrà una tassa sulla produzione e l’importazione di imballaggi di plastica a partire dall’aprile 2022. La tassa si applicherà agli imballaggi che non contengono almeno il 30% di plastica riciclata. Lo ha annunciato il ministro delle Finanze britannico, Philip Hammond, nel presentare la legge di bilancio per il 2019. Sull’intenzione del governo, nei prossimi mesi sarà avviata …

Continua »