Home / Nutrizione (pagina 32)

Nutrizione

dolci mangiare obesita sovrappeso mangiare 141210517

Liraglutide: è arrivato il nuovo farmaco per aiutare le persone obese. Potenzialmente utile ma non tutti potranno permettersi i costi elevati. Il parere di Michele Sculati

Da poche settimane è disponibile sul mercato italiano un nuovo farmaco: la liraglutide (nome commerciale Saxenda) viene proposto a un dosaggio tale da essere utilizzato nella terapia dell’obesità. In Italia il problema interessa un adulto su 10 [1]. Molti tendono a considerare l’eccesso di peso come un problema prevalentemente estetico, ma non è così. I chili di troppo sono la causa …

Continua »

L’obesità infantile interessa 41 milioni di bambini: l’OMS dice stop a cibi malsani, bibite zuccherate e scarsa educazione alimentare

L’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha pubblicato il rapporto finale della commissione incaricata di formulare proposte per fermare l’obesità infantile. Il rapporto sottolinea che molti bambini oggi crescono in ambienti sempre più insalubri, che favoriscono l’aumento di peso, grazie alla globalizzazione e all’urbanizzazione. Si tratta di una tendenza che riguarda tutte le fasce sociali sia nelle nazioni povere sia in …

Continua »
Vegetariani panino

L’8% degli italiani è vegetariano o vegano. I motivi della scelta sono legati ad aspetti etici, ambientali e di salute

In Italia il 7,1% dei cittadini sono vegetariani mentre l’1% si dichiara vegano. I dati sono estrapolati dall’ultimo rapporto Eurispes che ogni anno fotografa l’evoluzione e il cambiamento degli stili di vita e di comportamento degli italiani. Sommando i due valori si può dire che l’8% delle persone che fa la spesa segue una dieta esclusivamente “cruelty free” rinunciando alla carne e …

Continua »

Allattamento al seno: enormi vantaggi per la salute della madre, del figlio e del portafoglio

L’Organizzazione Mondiale della Sanità sostiene che le donne dovrebbero allattare i propri figli al seno in maniera esclusiva per i primi sei mesi, per poi passare all’integrazione con alimenti complementari. La “convivenza” dovrebbe andare avanti almeno fino al compimento del primo anno di vita ed eventualmente oltre, secondo quelle che sono le esigenze manifestate dalla mamma e dal proprio figlio. Oggi …

Continua »
zucchero

Troppo zucchero nella dieta: le linee guida e le evidenze scientifiche concordano, bisogna ridurre a meno del 10%. Il problema carie

Al XXXVI congresso SINU gli esperti di nutrizione di Australia, Cina, India, Stati Uniti ed Italia si sono confrontati sulle rispettive linee guida nazionali. Tra i vari argomenti affrontati, si è discusso su quale sia la quantità ottimale di zuccheri da introdurre nella dieta. Per zuccheri si intendono i monosaccaridi (come il glucosio e il fruttosio) e i disaccaridi come il …

Continua »
magnum gelato unilever

Magnum, Cornetto e coppette si restringono: Unilever in UK riduce le calorie tagliando i volumi. E in Italia?

Unilever ha annunciato che in Gran Bretagna dalla prossima primavera venderà solo le nuove versioni del gelato Magnum, Cornetto, coppetta Ben & Jerry e Feast con un contenuto di calorie inferiore a 250 e un peso inferiore. In particolare, il Magnum alle mandorle passerà da 110 a 100 ml, quello Classico da 120 a 110 ml e il Feast Chocolate …

Continua »

Il caviale più famoso al mondo proviene dalla provincia di Brescia: un’idea lungimirante per allevare storioni. Per le uova ci vogliono fino a 20 anni

Non è russo, non viene dal Nord Europa e non arriva nemmeno da una città sul mare: il caviale più venduto nel mondo è italiano. Viene prodotto a Calvisano (Brescia. Le acque dove oggi vengono allevati gli storioni in vasca provengono dalle falde del Monte Maniva) e a Cossolnovo (Pavia) da Agroittica Lombarda, un’azienda che copre il 20% della richiesta …

Continua »
bibite

“Le bibite con dolcificanti aiutano la perdita di peso corporeo”! Lo dicono studi finanziati da produttori di bevande o dolcificanti. Evidente conflitto di interessi

Le bibite con dolcificanti contenenti poche o zero calorie sono meglio dell’acqua nella perdita di peso corporeo! Lo sostengono due studi pubblicati recentemente da due riviste scientifiche  segnalate da Marion Nestle (nutrizionista dell’Università di New York)  che dallo scorso marzo pubblica settimanalmente esempi di studi finanziati, completamente o in parte, dall’industria alimentare, sottolineando la probabilità di  un “conflitto di interessi. …

Continua »

Dietologo, dietista o biologo nutrizionista? Come scegliere il professionista giusto ed evitare l’abusivismo

Il problema dell’abusivismo nel campo della dietologia è presente in Italia da molti anni e contribuisce alla grande confusione che c’è in materia tra la popolazione. Alcune figure che si spacciano per nutrizionisti si presentano nei modi più disparati: “etologi alimentari”, “naturopati”,“iridologi”, “consulenti nutrizionali”, “personal trainer”. L’ordine dei biologi per il 2016 ha come punto principale in agenda la lotta …

Continua »

Alimenti, integratori o farmaci? Cosa succede quando il principio attivo è lo stesso e quali sono le differenze?

Ricevo regolarmente e volentieri leggo la vostra newsletter, per questo mi permetto sottoporvi un dubbio sulla correttezza di un messaggio pubblicitario televisivo. Sono rimasto alquanto perplesso, guardando la pubblicità di Prostamol, nell’osservare, ben posta in evidenza, la dicitura “integratore alimentare”. Mi chiedo se sia corretto, dal momento che il prodotto in questione è a base di un principio attivo vegetale …

Continua »
calcoli renali

Lo sport in etichetta: in Gran Bretagna si chiede di inserire sugli alimenti l’indicazione del tempo di attività fisica necessario per smaltire le calorie contenute

Per combattere l’obesità, le etichette delle bevande e degli alimenti dovrebbero contenere un’indicazione su quanto tempo di attività fisica è necessario per smaltire le calorie presenti nel cibo. In questo modo, i consumatori sarebbero indotti a scelte alimentari più sane o a fare più esercizio fisico. È quanto propongono gli esperti britannici della Royal Society for Public Health, sulla base …

Continua »

Andrea Ghiselli: nessuna risposta dal Crea Nut e dal Ministero sul conflitto di interessi e sulle consulenze alle aziende

Quattro mesi fa abbiamo chiesto al commissario del Crea Nut Salvatore Parlato di esprimersi sul doppio incarico di Andrea Ghiselli che, oltre a essere il responsabile delle Linee guida per una sana alimentazione degli italiani, ha svolto per anni consulenze per aziende private. Non abbiamo ricevuto risposta. Nella lettera domandavamo sulla figura di Ghiselli come responsabile scientifico di un progetto …

Continua »

“Il consumo di olio di palma va limitato”. Lo dicono le nuove linee guida dietetiche per gli americani

Le nuove linee guida dietetiche per gli americani, pubblicate pochi giorni fa dal governo statunitense, indicano esplicitamente l’olio di palma tra i grassi saturi, il cui consumo complessivo non dovrebbe superare il 10% dell’apporto calorico quotidiano. Gli alimenti ad alto contenuto di grassi saturi indicati dalle linee guida sono: burro, latte intero, carni non etichettate come magre, oli tropicali come …

Continua »

Insetti: il cibo del futuro? Rischi e aspetti nutrizionali secondo l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie

Gli insetti sono un’ipotesi sempre più concreta tra le possibili scelte alimentari, anche in Europa. Per questo motivo le istituzioni iniziano ad affrontare l’argomento in vista anche di una necessaria regolamentazione della filiera di produzione. Riprendiamo un documento appena pubblicato dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie in cui si fa luce su differenti aspetti di questa risorsa alimentare. Insetti, il cibo …

Continua »

Il pane nero non si può vendere, ma gli altri alimenti possono contenere il carbone vegetale come ingrediente funzionale? Il parere di Luca Bucchini

La polemica sulla possibilità di utilizzare il carbone vegetale come additivo del pane e come ingrediente nei prodotti alimentari continua. Se tutti sono d’accordo sul divieto di utilizzare il colorante nel pane dubbi sussistono sulla possibilità di usare il carbone vegetale come ingrediente funzionale nei prodotti da forno. Secondo l’Istituto Superiore di Sanità l’aggiunta in quantità tali da rendere il …

Continua »