Home / Lettere (pagina 20)

Lettere

Flauti Mulino Bianco: la pubblicità non piace, il messaggio è diseducativo. La risposta di Barilla: cambieremo

“Buongiorno, ho un dubbio. Da mesi vedo la pubblicità dei Flauti Mulino Bianco titolata “Con i Flauti si diventa amici” (vedi sotto), quella dove un bambino, per essere accettato dalla “banda” di ragazzini che hanno la casa sull’albero, deve pagare la “tangente” (i flauti)! Trovo che questo sia un messaggio molto diseducativo che comunichi alle persone, soprattutto bambini e giovani, che bisogna essere accettati …

Continua »

Tonno sotto olio: un lettore chiede se in etichetta si debba indicare anche la quantità del liquido presente. Risponde Dario Dongo

Gentile redazione, avrei una domanda da porvi relativa al tonno sotto olio e più in generale ai cibi conservati in vasetti dove l’olio rappresenta il liquido di governo.  Se in etichetta dichiaro per esempio “peperoni in olio di girasole”, oltre il Quantity of Ingredients Declaration (QUID) dei peperoni, devo dichiarare anche il QUID dell’olio di girasole? Roberto Bucci — Risponde …

Continua »
grano

Il grano khorasan Kamut non è solo marketing. Il nutrizionista Enzo Spisni spiega quali sono i vantaggi della pasta preparata con questa farina biologica

Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di Enzo Spisni docente di Fisiologia della Nutrizione all’Università di Bologna sul grano khorasan Kamut, in risposta ai due articoli apparsi pochi giorni fa sul sito.   Spett.le Il Fatto Alimentare, l’articolo relativo al grano khorasan Kamut mi sembra complessivamente riduttivo rispetto a una problematica di salute che è purtroppo evidente. Viviamo un’esplosione di patologie …

Continua »

Petizione sulle etichette: si chiede di indicare la sede dello stabilmento di produzione. Ne parla anche Avvenire. Raggiunte le 6500 firme

Una petizione per ottenere l’obbligo di indicare in etichetta la sede dello stabilimento: è questa l’ultima iniziativa sostenuta da Il Fatto Alimentare in collaborazione con Great Italian Food Trade e ripresa anche nell’articolo odierno (24 febbraio 2015) su Avvenire qui sotto riportato.   Le firme a oggi ottenute sono 6.500 a dimostrazione della necessità di consapevolezza su ciò che portiamo …

Continua »

Melinda snack: una lettrice trova un bollino sulle mele essiccate. Le risposte del Consorzio e dell’azienda produttrice

È da qualche anno che per una forma di protesta non acquisto più mele Melinda, dopo che, acquistando alcune loro barrette con i pezzetti di mela, ero incappata dapprima in un picciolo (e passi… può scappare, ed è comunque naturale), e successivamente in un pezzo di etichetta, di quelle che applicano come bollini su ogni loro mela (e qui non …

Continua »
mele

Mele Esselunga: il video in rete sulla “cera” è una bufala. Il parere di agronomi e tecnici

Spett. Esselunga, 1.700.000 persone aspettano una vostra dichiarazione.. come potete vedere da foto che allego- da Facebook Metto in cc Il Fatto Alimentare, molto seguito da tutti noi. Grazia Ambrosini   Gentile Grazia, noi abbiamo scritto un articolo su questa vicenda,  spiegando come stanno le cose e dicendo che il video è una bufala. Riproponiamo il nostro articolo qui sotto …

Continua »

Sede dello stabilimento di produzione in etichetta: sì o no? Il dibattito non si arresta e ruota intorno alle norme nazionali in contrasto con quelle comunitarie

Il dibattito sulla necessità di mantenere la sede dello stabilimento di produzione sulle etichette degli alimenti è ancora aperto. Di seguito pubblichiamo un intervento di un nostro lettore, Luigi Tozzi, e la risposta di Dario Dongo, avvocato esperto di diritto alimentare. Scrive Luigi Tozzi Il sottosegretario Vicari l’altro giorno in risposta ad un’interpellanza (l’ennesima) sulla questione dello stabilimento di origine ha …

Continua »

All’Unes si risparmia, lo dice Altroconsumo, ma c’è anche più attenzione all’ambiente e al sociale. Scrive Paolo

Dopo i nostri articoli sullo strano meccanismo degli sconti applicati in modo artificioso dalla maggioranza delle catene di supermercati, abbiamo ricevuto questa lettera da un nostro storico lettore che pubblichiamo.     Qualche mese fa, leggendo su Altroconsumo la classifica dei supermercati, ho notato che anche quest’anno Unes si è piazzata al primo posto. Dato che il mio primo parametro, finché sarà …

Continua »

Movimento consumatori: grazie per la petizione sull’olio di palma

Riceviamo a pubblichiamo questa lettera del Movimento Consumatori. Il Movimento Consumatori ringrazia Il Fatto Alimentare e Great Italian Food Trade per aver promosso la petizione Stop all’invasione dell’olio di palma! su Change.org, per dire no al suo utilizzo negli alimenti e fermare il disboscamento delle foreste tropicali. Oltre 100 mila firme in poco più di due mesi è un successo …

Continua »

Allergeni: i ristoranti hanno l’obbligo di indicarne la presenza nel menù? Molta confusione e poco rispetto delle norme. Risponde Dario Dongo

Gentile Redazione, l’obbligo per i ristoranti di indicare nel menù le presenza degli allergeni, è stato prorogato oppure la data del 13 dicembre 2014 è rimasta valida e tutti i ristoranti la devono applicare? Vincenzo — Risponde Dario Dongo, avvocato esperto di diritto alimentare Il Fatto Alimentare ha affrontato a più riprese il tema degli allergeni, purtroppo finora invano, a …

Continua »

Sconto per distratti? Gli gnocchi Esselunga hanno subìto un aumento di prezzo prima di essere scontati, dice una lettrice. Esselunga risponde

Gentile redazione, qualche giorno fa mi sono recata in un punto vendita Esselunga dove ho acquistato contemporaneamente due confezioni di gnocchi: la prima non in sconto (da consumare entro il 29/1/15 al costo di 5.53 €/kg), la seconda in vendita promozionale (da consumare entro 01/02/15 al costo di 7.90 €/kg) con lo sconto del 30%. Dalla data consigliata per il …

Continua »

Frutta ammuffita, acerba o immangiabile: il progetto “Frutta nelle scuole” è un fallimento. Inviateci le vostre segnalazioni

Abbiamo ricevuto  questa lettera  in redazione da parte di un lettore che focalizza l’attenzione sul progetto “Frutta nelle scuole”. Vi chiedo gentilmente di tornare sul progetto Frutta nelle scuole e di indagare (o chiedere ai genitori ai comitati genitori ai Dirigenti) di vedere che tipo di frutta viene somministrata. Ieri in veneto è toccato il “caco mela” ma era immangiabile. …

Continua »

Salame “di” o “al” cinghiale: un lettore chiede chiarimenti sull’etichettatura dei salumi preparati con carni miste di selvaggina e suino

Gentile Redazione, Ho una domanda riguardante l’etichettatura di salumi fatti con carni di selvaggina miscelate con carni suine. La questione in particolare riguarda la correttezza della denominazione di tali prodotti: salume “di” cinghiale oppure salume “con/al” cinghiale. Poiché lavoro nel settore, mi sono occupato personalmente della vicenda, raffrontandomi con realtà ben più grandi della mia e tutte mi hanno comunicato …

Continua »

“Il panettone senza farina per i celiaci è un’alternativa”, scrive Caterina Pilo dell’AIC. Il problema vero non è il nome ma la bontà del prodotto

Il nostro articolo sul problema del pandoro e del panettone senza farina ha sollevato diversi interventi, a volte molto polemici, nei confronti de Il Fatto Alimentare, da sempre contrario alla modifica della ricetta prevista nel disciplinare. Ospitiamo volentieri questo contributo di Caterina Pilo direttore generale dell’Associazione italiana celiaci. Caro Direttore, non posso che condividere la Sua posizione sulla tutela dei …

Continua »

Data di scadenza e Termine Minimo di Conservazione: vanno indicati entrambi sulle confezioni multiple? Risponde l’avvocato Dongo

Gentile Redazione, lavoro in un’azienda di prodotti congelati e, discutendo con alcuni colleghi, ci è sorto un dubbio relativamente all’indicazione del TMC su ciascuna porzione. L’allegato X del nuovo regolamento 1169/2011 prevede che la data di scadenza venga indicata su ogni singola porzione preconfezionata. Nel nostro caso, trattandosi di prodotti non soggetti all’indicazione della data di scadenza ma bensì del …

Continua »