;
Home / Archivio dei Tag: pesci

Archivio dei Tag: pesci

Seaspiracy il film scioccante contro la pesca commerciale è tra quelli più visti su Netflix

Seaspiracy – Esiste la pesca sostenibile? è un film di 90 minuti diretto da Ali Tabrizi, giovane videomaker inglese, ed è disponibile su Neflix. Il film cerca di raccontare la cospirazione che esiste dietro la pesca nel mondo e quanto sia poco sostenibile sfruttare in questo modo le risorse marine senza rispettare le regole prefissate. Tabrizi nel documentario ha il …

Continua »

Grande inchiesta sui salmoni scozzesi rivela gravi criticità negli allevamenti a causa di parassiti e condizioni di vita

Una grande inchiesta sull’industria scozzese del salmone rivela sofferenze diffuse dei pesci, violazioni della legislazione sul benessere degli animali e tassi di mortalità scioccanti. L’indagine realizzata sotto copertura e il relativo report intitolato “Gabbie subacquee, parassiti e pesci morti: perché è necessaria una moratoria sull’espansione dell’allevamento dei salmoni in Scozia”, è stata diffusa da una rete globale di Ong in …

Continua »

Pesci: serve una certificazione per il pescato Made in Italy. Solo 6 Dop e Igp. Il parere di Valentina Tepedino

pesci pesca pesce

Il magazine “Consortium”, edito dall’Istituto Poligrafico dello Stato e realizzato da Fondazione Qualivita, propone un editoriale firmato dalla veterinaria Valentina Tepedino sui “Pesci in cerca di un riconoscimento”. La nota ribadisce a necessità di una certificazione come quella DOP/IGP per i pesci che, se compresa correttamente dal produttore e comunicata altrettanto bene al consumatore, potrebbe creare un enorme valore aggiunto al prodotto dentro …

Continua »

Un’acquacoltura sostenibile grazie ai pesci “vegetariani”. Uno studio USA apre la strada alla ricerca di nuove specie commerciali

cquacoltura

Secondo la FAO, oggi nel mondo si allevano circa 550 specie di pesce, anche se quelle largamente dominanti sono 25, di cui quattro star assolute: tonni, salmoni, spigole e merluzzi. Questa scarsa varietà, contribuisce a minacciare la biodiversità e a creare squilibri di vario tipo, presenta un altro problema: nella maggior parte dei casi i pesci allevati sono carnivori. Ciò …

Continua »

Insetti nei mangimi per l’acquacoltura: cosa ne pensano i consumatori? Partecipa al questionario dell’Università di Firenze

pesce pescheria

Gli insetti, oltre ad arrivare molto presto sulle nostre tavole, potrebbero essere una fonte di proteine sostenibile per il pesce di allevamento. Questa possibilità è stata investigata da un gruppo di ricerca dell’Università degli Studi di Firenze (ne avevamo parlato in questo articolo), che ha preso in considerazione tutti i lati positivi e negativi dell’uso degli insetti in acquacoltura. Per continuare lo …

Continua »

Il Parlamento Eu chiede il bando totale per la pesca elettrica. Respinta la proposta di allargare le deroghe al divieto sinora concesse

Con 402 voti a favore, 232 contrari e 40 astensioni, il Parlamento europeo ha detto No, chiedendo un bando totale, al metodo di pesca che utilizza impulsi elettrici per attirare i pesci dal fondale e farli finire nelle reti a strascico. L’autorizzazione alla pesca elettrica è richiesta in particolare dai pescatori olandesi e ha provocato una dura reazione degli ambientalisti, …

Continua »

SOS pesce. Le riserve ittiche sono in sofferenza ma ogni anno si ributtano in mare 10 milioni di tonnellate!

Le riserve ittiche sono in sofferenza, eppure continuiamo a rigettare in mare quantità immense di pesce già catturato (10 milioni di tonnellate anno equivalenti a 4.500 piscine olimpioniche) che potrebbe invece finire sulle nostre tavole. È sconfortante il quadro che emerge dall’ultimo rapporto pubblicato su Fish and Fisheries dai ricercatori di Sea Around Us, un’iniziativa dell’Università della British Columbia insieme a …

Continua »

Con i cambiamenti climatici rischia di aumentare il mercurio nei pesci. I risultati di uno studio di ricercatori svedesi e statunitensi

L’aumento delle precipitazioni in molte aree dell’emisfero settentrionale, conseguente ai cambiamenti climatici, potrebbe aumentare del 15-30 per cento il deflusso delle acque nei mari. È questa la previsione peggiore dell’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) che avrebbe come conseguenza un aumento del 300-600 per cento del metilmercurio, una forma di mercurio altamente tossica per lo zooplancton, termine scientifico che indica …

Continua »

Frodi del pesce: 1 campione su 3 è diverso da quello descritto in etichetta. Il pangasio spacciato come cernia, sogliola o altre 16 specie

pesce

L’organizzazione ambientalista statunitense Oceana ha diffuso l’ultimo rapporto sulle frodi nella commercializzazione del pesce, realizzato nell’ambito di una campagna globale che sta conducendo dal 2011. Le notizie sono tutt’altro che buone. Analizzando oltre 200 studi condotti in 55 Paesi del mondo si rileva che, in media, un un terzo dei campioni ittici è fraudolento, nel senso che risulta essere una specie …

Continua »

Dopo aver invaso i pesci e i molluschi la plastica si trova anche nel sale! Si tratta di particelle di materiale usato per sacchetti, borse, bottiglie…

La microplastica che contamina pesci e molluschi (secondo un recente studio pubblicato su Scientific Reports in percentuali che si aggirano attorno al 30% dei primi, e al 50-60% dei secondi), si ritrova anche nel sale marino, almeno in Cina. L’hanno rilevata i ricercatori della Donghua University di Shanghai andando a verificarne la presenza nel sale normalmente venduto al supermercato. Come raccontano …

Continua »

Troppe frodi nel pesce! Fish Track, il progetto dell’Università di Siena contro le furberie del settore. Tepedino: serve un programma comune

pesca, amo

Il problema delle frodi nel settore ittico è   ben noto. Per questo si moltiplicano le iniziative destinate a prevenirle attraverso strumenti in grado di identificare la specie e la provenienza oltre che verificare le diciture e sull’etichetta. L’ultima iniziativa in ordine di tempo arriva dall’Università di Siena, che in occasione di Expo2015 ha presentato Fish Track, un progetto biennale per …

Continua »

A Presa diretta su Rai 3, Riccardo Iacona racconta la vera storia dei gamberetti surgelati e i problemi collegati all’ambiente e alle condizioni di lavoro

Nella puntata del 15 marzo 2015 Riccardo Iacona nel programma Presa diretta di Rai 3, ha proposto un’inchiesta molto accurata sulle problematiche collegate al mare, realizzata dalle giornaliste Elena Stramentinoli e Liza Boschin. Dopo una descrizione della questione sull’invasione della plastica e l’inquinamento degli oceani, la seconda parte del  programma ha preso in esame il problema degli allevamenti di gamberetti in Asia, che dopo …

Continua »

Mostro nel branzino: un consumatore trova un grosso parassita nella bocca del pesce. Nessun pericolo per l’uomo, ma gli allevamenti di orate e spigole sono infestati

Un consumatore preoccupato si è rivolto a noi dopo aver trovato degli strani animali nella bocca di un branzino acquistato in un supermercato. Abbiamo visionato le fotografie e deciso di approfondire l’argomento, per capire se la vicenda è abbastanza comune e se comporta delle ripercussioni sulla salute dei pesci e dei consumatori che eventualmente li mangiano. Gli esemplari di questo …

Continua »

Salmone ogm: la FDA americana scioglie le riserve e dà una prima autorizzazione ambientale

La Food and Drug Administration americana ha dato una prima autorizzazione di tipo ambientale alla produzione del supersalmone  ogm, proposto dalla società Aquabounty. Nel documento si dice che il salmone Ogm non avrebbe un “impatto significativo” sull’ambiente e che risulta “sicuro come il convenzionale salmone atlantico”. Si tratta di una presa di posizione che preoccupa gli ambientalisti. Ma l’avvio della …

Continua »

Supersalmone: in America la FDA tarda ad autorizzare l`allevamento del pesce OGM che cresce il doppio in metà tempo

A che punto è la procedura relativa al supersalmone della ditta Aquabounty, il primo salmone geneticamente modificato in grado di crescere a una velocità doppia rispetto alle specie selvatiche, che da anni aspetta il pronunciamento della Food and Drug Administration? La decisione finale non è stata presa.   Questo ritardo rappresenta un problema non solo per la Aquabounty, che ha …

Continua »