Home / Archivio dei Tag: FERRERO (pagina 4)

Archivio dei Tag: FERRERO

Altroconsumo: l’olio di palma è da evitare: troppi grassi saturi, si trova dappertutto ed è poco sostenibile. La pubblicità sui giornali è ingannevole

Altroconsumo pubblica sul numero di ottobre un lungo servizio sull’olio di palma analizzando le ragioni della nostra petizione. La rivista individua tre buone ragioni per ridurre il più possibile la presenza di questo ingrediente nel menù quotidiano: la grande quantità di grassi saturi presente nell’olio tropicale, l’utilizzo generalizzato in un numero esagerato di prodotti alimentari e la scarsa sostenibilità ambientale. “L’olio di palma – si …

Continua »

Olio di palma su Vanity Fair: la propaganda di Aidepi sbarca anche sui settimanali. Richiesta censura all’Antitrust

Buongiorno sono una vostra assidua lettrice. Non so se l’avete già vista altrove, in ogni caso volevo condividere con voi l’immagine che ho trovato sul numero di Vanity Fair di questa settimana. Vi mando una foto. Tiziana Buonasera, Sono una Vostra abituale lettrice, fiera di aver scovato il Vostro sito in internet un paio di anni fa. Dal momento che lo …

Continua »

Tic tac e Rosite in edizioni limitate: il marketing gioca sull’attrazione esercitata dall’esclusiva e dalla novità

Ci sono alcuni prodotti che vengono lanciati sul mercato come novità  per rinverdire l’immagine di un marchio, per farci ricordare che l’azienda è creativa e per far sentire agli acquirenti che l’estate porta delle novità anche all’interno del supermercato. Il primo prodotto che pendiamo in esame in questa rassegna sono le caramelle Tic Tac della Ferrero. Dopo i gusti esotici, …

Continua »

Nutella contro Nuté+ la crema alla nocciola biologica francese. Chiesto il ritiro dal mercato per concorrenza sleale e contraffazione. Cosa diranno i giudici?

Ferrero, l’azienda italiana che ha inventato Nutella, ha chiesto al tribunale di Parigi che venga ritirata dai mercati francesi ed europei Nuté+, una crema di nocciole e anacardi biologici, senza olio di palma e senza latte, in commercio dal 2010. L’azienda vorrebbe un risarcimento di 75.000 euro dalla Noiseraie Production, che nel 2014 ha avuto un giro d’affari di 2,8 milioni di …

Continua »

Olio di palma, la discussione continua: il quotidiano francese Le Monde analizza l’impatto su ambiente e società

olio di palma Oil palm fruit and cooking oil

La polemica del ministro francese dell’ecologia Ségolène Royal sull’olio di palma della Nutella e la deforestazione ha ulteriormente fomentato la discussione su questo problema. Il prestigioso quotidiano Le Monde ha esaminato l’impatto ambientale e sociale dell’olio di palma, un prodotto originario del Golfo della Guinea, in Africa. Oggi, l’85% della coltivazione industriale della palma da olio è concentrato nel Sud-Est asiatico, in particolare in …

Continua »

Ségolène Royal ha ragione quando invita a non mangiare prodotti con olio di palma per fermare la deforestazione. Poi c’è un problema di salute lo dice l’agenzia francese per la sicurezza alimentare

La frase di Ségolène Royal sulla Nutella ha creato un certo scompiglio tanto che la ministra ha dovuto scusarsi. Forse è stato un errore prendersela solo con Ferrero, ma il concetto espresso nell’intervista è comunque valido. Mangiare prodotti con olio di palma contribuisce a distruggere le foreste tropicali. Il dato è incontestabile. La gente deve sapere che continuando a mangiare …

Continua »

Raccolte 150 mila firme contro l’invasione dell’olio di palma. Adesione di supermercati e aziende che cambiano le ricette

150 mila persone hanno firmato la petizione per limitare l’invasione dell’olio di palma nei prodotti alimentari. Il traguardo è stato raggiunto dopo sette mesi. In questo periodo abbiamo spiegato i motivi della nostra petizione alle aziende e alle catene di supermercati e molte persone hanno smesso di comprare prodotti con olio di palma. La conferma di questo nuovo comportamento è …

Continua »

La lobby italiana dei dolci sta per investire 55 mila euro per convincere direttori di quotidiani e tv che l’olio di palma fa bene alla salute, non distrugge le foreste ed è eccellente!

Si chiama “Piano di comunicazione sul problema dell’olio di palma” e prevede un investimento di 55 mila euro. Stiamo parlando del progetto in discussione negli uffici di Aidepi (Associazione delle industrie del dolce e della pasta) per cercare di convincere direttori di giornali e tv che l’olio di palma è “eccellente”, fa bene alla salute e non distrugge le foreste tropicali. L’aspetto sconcertante è …

Continua »

Kinder cereali Cream & Crock: il nuovo prodotto della Ferrero in arrivo per l’estate. Il primo ingrediente è lo zucchero, il secondo l’olio di palma

Kinder cereali Cream & Crock è uno snack estivo che dovrebbe sostituire le omonime barrette. Il prodotto assomiglia a Merendero , la diversità è che il nuovo snack si presenta come una  vaschetta a forma di mezzo uovo con un cucchiaino sotto l’etichetta, sul fondo. Il nuovo prodotto è l’ennesimo proposta Ferrero a base di crema al cacao e al latte, …

Continua »

Report Rai 3 a Expo: l’imbarazzante presenza di Coca-Cola, Ferrero e McDonald’s come si concilia con il tema dell’evento? La polemica di Slow Food

Ancora una volta il programma di Rai 3 Report, condotto da Milena Gabanelli, tratterà domenica 24 maggio un tema che Il Fatto Alimentare ha seguito con particolare interesse: i padiglioni impresentabili di Expo 2015. Ne abbiamo già scritto i primi giorni di maggio segnalando l’imbarazzante presenza di tre aziende che cercano di migliorare la propria immagine attraverso l’esposizione universale di Milano. Si …

Continua »

Nutella: la protagonista segreta del Padiglione zero di Expo, diventa il modello per Nutrire il pianeta. Ennesima invasione degli sponsor impresentabili

Scoprire che Nutella è la protagonista segreta del Padiglione zero, quello più importante di Expo quello che accoglie i visitatori al’ingresso è fastidioso ma ver . Si tratta dell’ennesima   invasione di campo di aziende impresentabili come Ferrero, McDonald’s e Coca-Cola che usano l’esposizione universale del  cibo per fare greenwashing.  La notizia è riportata da Beatrice Mautino, una blogger del sito le Scienze che durante la visita al Padiglione zero con …

Continua »

I padiglioni impresentabili di Expo 2015: Ferrero, McDonald’s e Coca-Cola. Balli, giochi e divertimenti per Nutrire il mondo. Greenwashing e pubblicità scorrette. Chieste tre censure all’Antitrust

Andate a Expo 2015, è la prima cosa che mi viene in mente dopo una visita di 6 ore fatta il primo maggio. Superata la barriera dei controlli (del tutto simili a quelli di un aeroporto) appare un enorme totem di Ferrero alto 7 metri che sovrasta  il primo padiglione e non lascia presagire nulla di buono. Per fortuna dopo questo anomalo  benvenuto vai avanti e ti trovi in un …

Continua »

McDonald’s, Coca-Cola e Ferrero a Expo 2015 per “nutrire il pianeta”. La loro ricetta: più zucchero, più olio di palma e più calorie. Chiesta censura all’Antitrust, pubblicità ingannevole

Tra gli sponsor di Expo 2015 ci sono Coca-Cola e McDonad’s che approfittano dell’occasione per accreditare marchi collegati a prodotti che i nutrizionisti consigliano di consumare “con moderazione”. Anche Ferrero di cui si parla poco e una delle aziende più presenti all’interno dell’esposizione con almeno 5 postazioni  e un grande stand Kinder. Molti si chiedono quale sia la correlazione tra questi tre marchi e …

Continua »

Nutella B-ready a colazione? I nutrizionisti dicono no! Più della metà della barretta è composta da olio di palma e zucchero. Lo spot è scorretto.

Chi fa abitualmente la spesa nei supermercati Coop o Esselunga ha sicuramente notato i vistosissimi totem pieni di centinaia  di confezioni di Nutella B- ready ( vedi foto a lato). Si tratta della nuova merenda di casa Ferrero che piace tanto ai bambini e non solo. Abbiamo già descritto questo prodotto segnalando il prezzo elevato e l’eccessiva presenza di olio di …

Continua »

Il marketing geniale: colazione da McDonald’s in pigiama e il primo assaggio di Nutella da parte di un gruppo di americani

Una mossa di marketing perfetta: dal 24 marzo scorso un manipolo di circa 20 mila persone sta sfruttando la sua colazione gratis per 24 giorni. Questo perché martedì scorso queste persone hanno avuto la faccia tosta di presentarsi da McDonald’s in pigiama dalle 7.30 alle 10.30. Le foto dei partecipanti – rigorosamente in tenuta da notte – hanno fatto capolino …

Continua »