Home / Archivio dei Tag: bar

Archivio dei Tag: bar

Coronavirus, bar e ristoranti chiusi dalle 18, asporto fino alle 24. Stop a palestre e piscine. Il Dpcm in vigore dal 26 ottobre

ristorante chiuso vuoto mascherina coronavirus attività negozi

Non è arrivato il tanto temuto secondo lockdown, ma solo, si fa per dire, ulteriori restrizioni a molte attività, dalla ristorazione alle scuole superiori, dalla cultura allo sport. Il decreto del Presidente del consiglio del 24 ottobre, firmato domenica 25, ha introdotto nuove misure per cercare di contenere la seconda ondata di contagi da coronavirus, che sono in vigore da …

Continua »

Coronavirus le novità per bar e ristoranti decise il 18 ottobre. Nuovi orari e cartello con numero dei clienti

Happy waiter wearing protective face mask while serving food to guests in a restaurant.

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il nuovo Decreto del presidente del Consiglio dei ministri (DPCM) sulle misure per il contrasto e il contenimento dell’emergenza Covid-19 che resterà in vigore fino al 13 novembre 2020. Le novità non sono tante e per quanto riguarda i ristoranti il decreto  prevede  un’apertura dalle 5 del mattino sino alle 24 con servizio al tavolo, mentre fissa fino …

Continua »

Coronavirus, bar e ristoranti: tutti gli accorgimenti da adottare previsti dal decreto del 13 ottobre e le modifiche del Dpcm 18 ottobre

ristorante cameriera coronavirus mascherina

Aggiornamento 19 ottobre 2020: il Dpcm firmato il 18 ottobre dal presidente del Consiglio ha apportato alcune modifiche agli orari di apertura e alle attività di ristoranti, bar e altri esercizi del settore dalla ristorazione: le attività sono consentite dalle 5 alle 24 con consumo al tavolo e con un massimo di sei persone per tavolata, e fino alle 18 senza …

Continua »

Bar, locali & Covid-19: tutte le indicazioni per la prevenzione del contagio dell’Istituto superiore di sanità

Coffee shop woman owner working with face mask, open after lockdown quarantine.

Dopo mesi di reclusione in casa, finalmente si può tornare a fare colazione al bar, anche se in modo radicalmente diverso rispetto a come eravamo abituati. Mascherine, barriere e ingressi contingentati sono alcune delle nuove regole per ridurre il rischio di contagio stabilite dal Dpcm del 17 maggio che ha dato il via libera alle aperture (di cui abbiamo abbiamo …

Continua »

Le nuove regole per andare al ristorante: dai tavoli distanziati ai camerieri con mascherina, ecco le indicazioni per la ristorazione

A female Waiter of European appearance in a medical mask serves Latte coffee.

Come cambierà la nostra esperienza nei bar e nei ristoranti ora che, dopo mesi di chiusura, finalmente possono riaprire? Ci saranno le ormai famigerate barriere di plexiglass in mezzo ai tavoli? Potremo tornare a uscire a cena con gli amici? Il via libera alla ristorazione è arrivato con una serie di regole e divieti da rispettare, contenuti nel nuovo Dpcm …

Continua »

Azzurro, rosa o verde: l’alternativa al caffè sembra un arcobaleno. I nuovi prodotti sono simpatici ma la lista ingredienti lascia perplessi

Il mondo del caffè è sempre più variegato: oltre al caffè espresso, americano, macchiato o deca, quello d’orzo e quello al ginseng, compaiono continuamente nuove bevande che promettono di soddisfare le esigenze di chi cerca alimenti utili per la salute, perché arricchiti di sostanze con specifiche proprietà funzionali, oppure privi di glutine, lattosio o zuccheri aggiunti. Al bar si trovano …

Continua »

Acqua del rubinetto al ristorante al posto della minerale: diritto o cortesia? Risponde la Fipe

acqua

Perché a Parigi, New York, Londra e in decine di altre città, nei ristoranti viene servita acqua di rubinetto in caraffa o in bottiglia, e in Italia chi prova a chiederla viene guardato male? Il problema ci è stato posto da molti lettori ed è anche oggetto di discussione a Bruxelles, dove è stata presentata una proposta che “obbligherebbe” i …

Continua »

Croissant al bar: come riconoscere la qualità degli ingredienti, la preparazione e i prodotti surgelati

Ogni mattina milioni di persone in Italia fanno colazione al bar, ma trovare brioche e dolci lievitati di buona qualità può essere difficile. Molti esercenti scelgono cornetti surgelati, pronti da mettere in forno e servire ancora caldi. Qualche anno fa il livello era scadente, oggi invece ci sono aziende leader del settore che offrono un valido prodotto industriale o semi …

Continua »

Olio di palma: tantissime le botteghe artigianali che lo usano. Un consumo sconosciuto in pasticcerie, ristoranti, rosticcerie e panifici

Gentile redazione, ho apprezzato fin da subito la vostra campagna contro l’abuso dell’olio di palma e sono entusiasta degli effetti che un’iniziativa sostenuta dalle persone sta avendo sul pensiero collettivo tanto da riuscire a smuovere ogni giorno un piccolo tassello di questa catena costruita negli anni dalle multinazionali. Mi preme porre alla vostra attenzione un problema che non va sottovalutato, …

Continua »

Happy hour: i rischi di mangiare con le mani. La carenza d’igiene può diffondere raffreddore, influenza ma soprattutto colibatteri o norovirus

Quali sono i rischi di un happy hour? Abbiamo parlato più volte delle possibili infezioni causate dalla cattiva conservazione degli alimenti in ristoranti, bar e tavole calde (leggi su ristoranti e happy hour). Ci sono altre perplessità segnalate dal blogger americano Sydney Ross Singer su Food Safety News. Il problema non è legato alla qualità del cibo, ma alle modalità del …

Continua »

Le capsule di caffè diventano ecologiche. Compostabili o riutilizzabili ecco le nuove proposte per gustare a casa l’espresso come al bar

Capsules for espresso coffee machine on heap of ground coffee

In alcuni anni le macchine per preparare il caffè con le speciali capsule, hanno conquistato il mercato  grazie a Nespresso, e sono diventate un elettrodomestico presente in molte case. Le ragioni del successo sono la possibilità di bere un espresso come al bar e l’estrema facilità nella preparazione. Ma praticità e velocità si scontravano fino a poco tempo fa con due problemi: i …

Continua »

Etichette: mancano le sanzioni. Il Ministero dello sviluppo economico aggiunge incertezza al vuoto normativo in cui si trovano tutti gli attori della filiera

Da parecchi anni seguiamo l’evoluzione delle norme in materia di informazione al consumatore relativa ai prodotti alimentari, mediante puntuali aggiornamenti sullo stato dell’arte che ha raggiunto il culmine con la pubblicazione del regolamento UE 1169/2011 (vedi ebook L’Etichetta). Il regolamento è entrato in vigore da più di tre anni e la sua applicazione nei 28 Paesi membri ha avuto luogo 14 dicembre …

Continua »

Tappo antirabbocco: è obbligatorio per l’olio extravergine e quello vergine di oliva. Non vale per quello di oliva. Provvedimento valido solo in Spagna e in Italia

Ho sentito parlare di tappo antirabbocco oggi alla radio e il conduttore diceva che da domani sarà obbligatorio in tutti i ristoranti italiani, pena una multa severa. Navigando in internet per conoscere meglio di cosa si tratta e i dettagli della legge, non sono riuscita a capire se la regola vale anche per l’olio di oliva. I notiziari e gli …

Continua »

Al ristorante e al bar solo bottiglie di olio di oliva extra vergine con tappo antirabbocco. L’obbligo scatta dal prossimo 25 novembre

Dal 25 novembre 2014 ristoranti, bar e pubblici esercizi dovranno presentare a tavola solo bottiglie d’olio d’oliva vergine ed extra vergine con tappo antirabbocco. Lo stabilisce la legge 161/2014 pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale che all’articolo 18, comma 1 c) dice: “Gli oli di oliva vergini proposti in confezioni nei pubblici esercizi, fatti salvi gli usi di cucina e di preparazione …

Continua »

Sammontana Donny: il nuovo gelato a forma di ciambella è troppo piccolo rispetto alle immagini sul cartello del bar. “È vero”, risponde l’azienda

Vi scrivo perché stasera quando sono tornato a casa, mia moglie mi ha raccontato della delusione provata da mia figlia scartando un gelato della Sammontana, il Donny. Delusione alimentata dall’aspettativa di trovarsi tra le mani un gelato dalle dimensioni di una ciambella vera, invece una volta tirato fuori dall’incarto, non era nemmeno la metà di quello che uno si aspetterebbe. …

Continua »