Home / Agnese Codignola (pagina 3)

Agnese Codignola

Agnese Codignola
giornalista scientifica

Insetti: contengono più antiossidanti di succo di arancia e olio extravergine. La scoperta dei ricercatori italiani

Fried insects

Gli insetti, la cui vendita a fini alimentari è permessa in Europa da più di un anno e mezzo, rappresentano una fonte alternativa di proteine, fibre e sali minerali rispetto alla carne, e per questo vengono considerati una delle possibili risposte al problema dell’allevamento intensivo. Ora però uno studio italiano, condotto da Mauro Serafini dell’Università di Teramo e pubblicato su …

Continua »

Bevande zuccherate, bastano due lattine alla settimana per aumentare il rischio di cancro. I risultati di uno studio francese

Il consumo di bevande zuccherate è associato a un aumento del rischio di sviluppare un tumore, e il risultato preoccupa anche se lo studio, pubblicato sul British Medical Journal dai ricercatori dell’Epidemiology and Statistics Research Center dell’Università La Sorbona di Parigi, non dimostra l’esistenza di un rapporto di causa ed effetto, ma solo la coesistenza dei due fenomeni.  Nello studio, infatti, …

Continua »

Carne coltivata: vantaggi etici e progressi tecnologici. Come farla conoscere senza pregiudizi ai consumatori

La carne coltivata realizzata facendo crescere cellule staminali del muscolo di manzo, maiale, pollo o pesce fino a ottenere fibre indistinguibili da quelle della carne tradizionale, è una realtà che attende solo le autorizzazioni per entrare sul mercato. Ci stanno lavorando molte start up e laboratori, e i risultati ottenuti confermano che si tratta di un’alternativa valida alla carne di …

Continua »

Integratori alimentari, quasi nessun effetto positivo sulla salute. L’ennesima conferma da uno studio americano

Supplements for sports omega in wooden spoons. Sport background. Healthy nutritional supplements. Sport, diet concept. Food supplement.

Quasi nessuna delle linee guida delle società medico-scientifiche lo consiglia, eppure moltissime persone assumono regolarmente integratori o decidono di modificare la propria dieta. Ma gli integratori e gli interventi nutrizionali fai da te, sono quasi sempre inutili, e a volte sono dannosi, almeno per quanto riguarda il rischio di malattie cardio-vascolari e quello di morte. La conferma giunge da una …

Continua »

Linee guida Oms sui grassi saturi: tutto da rifare secondo un gruppo di ricercatori. L’articolo del BMJ

Sources of saturated fats

Nel 2018 l’Oms ha reso nota una bozza delle nuove linee guida sui grassi saturi (trans e non), nelle quali proponeva di puntare a un sostanziale abbassamento di entrambe le categorie nella dieta, e a una loro sostituzione via via crescente con gli acidi grassi mono e polinsaturi. Ora però un commento pubblicato sul British Medical Journal da nutrizionisti di tutto …

Continua »

Antibiotici: una follia a stelle e strisce. Con l’amministrazione Trump torna a salire l’uso degli antimicrobici in agricoltura e allevamento

Mentre l’Oms e tutte le principali autorità sanitarie mondiali lanciano continui appelli per un utilizzo molto più razionale degli antibiotici, verso i quali i batteri stanno diventando sempre più resistenti in tutto il mondo, gli Stati Uniti sembrano andare in direzione opposta con il sostegno dell’amministrazione Trump, che ha nettamente invertito la rotta rispetto a quella di Obama. Per cercare …

Continua »

Sugar tax promossa ancora una volta. A una tassa del 10% corrisponde un calo dei consumi di bevande zuccherate di pari entità

Profile of a young woman drinking with a red stripes straw from a glass filled with sugar cubes on blue background. Junk food, unhealthy diet, too much sugar on drinks, nutrition concept

Ancora una volta la sugar tax, la tassazione sulle bevande zuccherate, supera brillantemente la prova dell’analisi dei suoi effetti. E questa volta si tratta di una promozione particolarmente significativa, perché dedotta dai risultati ottenuti a latitudini molto diverse, e quindi in realtà socio-economiche rappresentative di una buona parte dei paesi a un livello di sviluppo medio-alto. A effettuarla sono stati …

Continua »

Pesticidi, in Europa il 96% dei campioni è sotto i limiti di legge, ma si ignora ancora l’effetto cocktail. Il rapporto annuale di Efsa

Food pollution and contamination

L‘Efsa ha reso noto l’annuale rapporto sui pesticidi, diffuso anche in una forma sintetica e visuale (in italiano), che rende molto facile la consultazione. I risultati, relativi a 600 diversi fitofarmaci, sono buoni: l’analisi di oltre 88 mila campioni raccolti nei 28 stati membri, in Norvegia e in Islanda indicano che poco meno del 96% di essi ha residui al di …

Continua »

Coca-Cola e & PepsiCo si convertono all’acqua per non perdere mercato, con bottiglie in alluminio e distributori intelligenti

dasani aquafina acqua coca-cola pepsi

I due giganti delle cola, la PepsiCo e la Coca-Cola, sembrano rassegnate alla perdita di acquirenti delle bevande grazie alle quali sono diventate marchi globali e decisi a puntare su altro. Soprattutto sull’acqua, ovvero sulla controparte delle sempre più diffuse borracce e, al tempo stesso, sulla risposta ai divieti di utilizzo della plastica monouso. Ne dà notizia il Wall Street …

Continua »

Kefir di capra: ottimo davvero. Uno studio spagnolo conferma le proprietà benefiche del latte fermentato di origine caucasica

Kefir seeds

Il kefir, il latte fermentato di origine caucasica, negli ultimi anni ha goduto di una crescente popolarità, al punto che ormai lo si trova in quasi tutti i supermercati. La buona reputazione è dovuta alla sua natura di prodotto fermentato, anche se sono pochi gli studi sulla composizione e sull’eventuale presenza di specifici componenti attivi. A colmare la lacuna provvede …

Continua »

Troppo dolci i cibi venduti da Amazon: le recensioni degli acquirenti stroncano quelli troppo zuccherati

Coloro che comprano online trovano che gli alimenti siano spesso troppo dolci e per questo lo segnalano sui commenti. È quanto emerge da uno studio molto particolare, pubblicato su Physiology and Behaviour e condotto dagli psicologi della Monell University di Filadelfia. Il lavoro è stato portato avanti sfruttando i big data, cioè la possibilità di elaborare grandissime quantità di dati in …

Continua »

23 milioni di europei colpiti da malattie trasmesse dal cibo ogni anno. Ma è solo la punta dell’iceberg. Il rapporto dell’Oms Europa

cuore malattia colesterolo

In Europa, ogni minuto, 44 persone – più di 23 milioni ogni anno – si ammalano a causa del cibo. Virus, batteri, funghi, sostanze tossiche di vario tipo, naturali e non, mettono a rischio la salute dei cittadini europei, anche se la percezione di questa importante fonte di malattie è assai poco diffusa.  Ce lo ricorda un rapporto dell’OMS Europa …

Continua »

Sos api: nell’ultimo anno si è perso il 40% delle colonie negli USA. Le cause sono ancora poco chiare

ape fiore

L’anno compreso tra aprile 2018 e aprile 2019 è stato tragico, per le api americane, perché ha fatto registrare la perdita di colonie più alta da quando è attivo il monitoraggio, attorno al 40%. È allarme dopo la pubblicazione dei dati annuali elaborati dall’Università del Maryland insieme all’organizzazione no profit Bee Informed Partnership: il quadro è in preoccupante peggioramento, e …

Continua »

Manovre di distrazione di massa per dentisti. Manipolati dalla lobby americana dello zucchero attraverso i dietologi

Sugar destroys the tooth enamel and leads to tooth decay. Sugar cubes are laid out in the form of a tooth and brown sugar symbolizes caries.

Tra il 1974 e il 1978, la US Sugar Association ha messo in atto un programma pensato specificamente per ammorbidire la posizione dei dentisti sullo zucchero, attraverso un’opera di manipolazione portata avanti dai dietologi. Lo rivela un’indagine presentata nelle scorse ore al meeting dell’International Association for Dental Research svoltosi a Vancouver, in Canada, dai ricercatori dell’Università della California di San …

Continua »

Insalata e verdure crude pronte: meglio lavarle di nuovo. Batteri patogeni nel 5% dei campioni testati in Germania

L’Istituto tedesco per la sicurezza alimentare, il BfR, invita i consumatori a lavare sempre l’insalata e le altre verdure crude vendute pronte, perché il confezionamento industriale e i relativi trattamenti non escludono la possibilità che siano presenti specie batteriche pericolose, comprese quelle resistenti agli antibiotici. Non solo, quindi, esistono diversi studi effettuati negli ultimi anni che lo confermano, ma anche …

Continua »