Home / Archivio dei Tag: red bull

Archivio dei Tag: red bull

Red Bull, troppo zucchero in quella lattina. Con cinque zollette e mezzo si supera metà del limite raccomandato

Poche persone si rendono conto che una lattina di Red Bull contiene più di cinque zollette di zucchero. Questo accade perché  di solito la bevanda viene servita fredda, e quando la temperatura scende le papille gustative attenuano la percezione del sapore dolce. La presenza di zucchero in Red Bull, supera in percentuale la quantità aggiunta nella Coca-Cola e nell’Estathé. Ogni lattina …

Continua »

Energy drink: rapporto in USA con numeri da brivido su consumi e rischi. Aziende come:Red Bull, Coca-Cola Monster e Rockstar non collaborano. Pubblicità diretta a minori

Sugli energy drink, negli Stati Uniti, si muove il Parlamento e, in particolare, tre senatori, che da anni cercano di giungere a norme più restrittive soprattutto per quanto riguarda i minori. Le grandi aziende produttrici sembrano quasi del tutto indifferenti alla politica di moral suasion applicata finora, basata sugli inviti alla ragionevolezza, e per questo Edward Markey, John Rockfeller e …

Continua »

Energy drink: la risposta di Assobibe su autoregolamentazione ed etichette. La questione Red Bull

A seguito dell’ultimo articolo pubblicato sul sito a proposito di energy drink abbiamo ricevuto una lettera da Assobibe, che chiarisce alcuni punti.  Spett. redazione in riferimento all’articolo pubblicato su Il Fatto Alimentare in data 7 novembre scorso, dal titolo “Energy drink: secondo l’Oms la vendita e la pubblicità delle lattine andrebbero regolamentate”, si ritiene opportuno precisare i seguenti aspetti:   …

Continua »

Red bull negli USA rimborsa 13 milioni di dollari ai clienti: non “mette le ali” come dice la pubblicità! In Italia la società ha collezionato diverse censure

Red Bull ha accettato di pagare 13 milioni di dollari (circa 10 milioni di euro) per evitare una class action contro lo spot della bibita resa famosa dallo slogan «Red Bull ti mette le ali». Secondo i consumatori la pubblicità «induce in errore con uno slogan che implicitamente promette un aumento delle prestazioni», quando in realtà una lattina della  bevanda …

Continua »

Energy drink: in Francia le autorità sanitarie segnalano otto decessi e un centinaio di casi con effetti collaterali a danno del cuore

Almeno otto decessi e decine di casi di effetti cardiaci e psichiatrici. È preoccupante il bilancio delle conseguenze del consumo di energy drink in Francia presentato al congresso europeo di cardiologia svoltosi nei giorni scorsi a Barcellona da 15 tra cardiologi, psichiatri, psicologi e neurologi guidati da Milou-Daniel Drici, e rappresenta una conferma delle cautele e perplessità espresse da molti  …

Continua »

Bere alcol spinge a berne ancora, se poi si aggiunge un energy drink ancora di più

Mischiare energy drink e alcol spinge a consumare più alcolici, rispetto a quando si bevono solo questi ultimi. Alcuni ricercatori dell’Australian National University hanno condotto un esperimento su sessanta persone di età compresa tra i 18 e i 30 anni. Ad alcune di loro è stato fatto bere un cocktail contenente 60 ml di vodka e l’energy drink Red Bull, …

Continua »

Energy drink: gli adolescenti considerano queste bevande alla stregua delle bibite per sportivi e le mischiano con alcol. I preoccupanti risultati di una ricerca dell’Università di Catanzaro

Più della metà degli adolescenti consuma abitualmente bevande energizzanti, ma molti di loro non sanno cosa contengono. Una parte di giovani le ritiene simili alle bibite reidratanti per uso sportivo, non troppo diverse da aranciate, cole e, soprattutto, tutt’altra cosa rispetto al caffè. Il quadro sconcertante emerge da uno studio coordinato da Maria Pavia, direttore della Scuola di igiene e …

Continua »

Red Bull manda un tweet lasciando intendere che la bibita aiuta a superare gli esami. Miracolo o presa in giro?

Ieri sul telefonino di molti ragazzi è arrivato un tweet firmato Red Bull con l’immagine che vedete a lato. La foto ritrae un astuccio semi aperto con all’interno la bibita in lattina e una frase: “Quello che non deve mai mancare nel tuo astuccio per superare la sessione di esami.. #timetteleali “. È uno dei tipici messaggi pubblicitari di una …

Continua »

Energy drink e marketing: sotto l’albero giocattoli per bambini di otto anni marchiati Red Bull e Rockstar

I produttori di energy drink avevano ripetutamente promesso, anche di fronte alla Commissione commercio del Senato Usa, che non avrebbero più fatto azioni di marketing rivolte ai bambini. Questo Natale, però, i piccoli statunitensi hanno potuto trovare sotto l’albero un elicottero o un motoscafo radiocomandati, con il logo in evidenza delle due aziende produttrici di bibite energetiche ad alto contenuto …

Continua »

Gli energy drink modificano l’attività del cuore, lo sostiene una ricerca tedesca. In attesa di ulteriori studi si consiglia prudenza

Un’analisi tedesca su 18 persone sane dimostra  che gli energy drink hanno un effetto diretto sull’attività del cuore. Iniziano a comparire gli studi non epidemiologici sugli effetti cardiaci degli energy drink, finora dedotti soltanto dai casi segnalati in tutto il mondo in seguito a ricoveri e anche a qualche decesso. Nei giorni scorsi è stata presentata all’ultimo meeting annuale della Radiological …

Continua »

Emendamento Red Bull: in Francia il governo dichiara guerra agli energy drink. Prevista tassa di un euro al litro

energy drink lattine

Continua la guerriglia tra i produttori di energy drink e le autorità francesi. Forte del rapporto dell’ANSES appena pubblicato, che documenta molti casi di gravi effetti indesiderati (compresi alcuni decessi certi), il deputato Gerard Bapt, del partito socialista, ha presentato alla Camera quello che è stato subito ribattezzato come “Emendamento Red Bull”. Nella mozione si chiede l’introduzione, a partire dal …

Continua »

Le relazioni pericolose fra energy drink e alcolici: la ricerca è spesso finanziata dalle aziende e i dati sui rischi sono ancora insufficienti

energy drink lattine

Un articolo pubblicato sulla rivista British Medical Journal lancia una nuova allerta sul consumo combinato di energy drink e alcolici e mette in guardia dai messaggi rassicuranti che deriverebbero da studi sponsorizzati dalle aziende produttrici. A dispetto di quanto dicono questi ultimi, un numero crescente di indagini epidemiologiche mostra che l’associazione fra i due tipi di bevande può spingere a …

Continua »

Miracoli estivi: “iShot il primo energy drink autorizzato dal Ministero”, Outox la bibita che riduce l’alcol nel sangue

È stagione di bibite e le aziende colgono l’opportunità per lanciare – o rilanciare – bevande dalle proprietà energetiche e/o salutiste cercando di attribuire qualità miracolose o riconoscimenti non confermati. Oggi parliamo di iShot e Outox, due bevande “funzionali”, a breve sul mercato italiano, e che suscitano qualche perplessità.   iShot è un energy drink proposto in una bottiglietta minuscola …

Continua »

Kilocal in testa alla hit parade della pubblicità ingannevole. In seconda posizione “Occhio alla spesa”, Uliveto e Coca-Cola: ecco tutti i risultati

classifica

Kilocal si aggiudica il primo posto nella classifica dei peggiori messaggi pubblicitari proposti negli ultimi mesi da tv, giornali e media. Il punteggio raggiunto (4,8 faccine su 5 corrispondenti al giudizio “da buttare”) non lascia spazio a dubbi sul parere dei nostri lettori che hanno giustamente penalizzato un prodotto con un curriculum disastroso (sei censure per pubblicità ingannevole collezionate negli …

Continua »

Red Bull non deve fare pubblicità per i bambini con i cartoni animati, ma continua a usare Cappuccetto Rosso! Violato l’accordo con l’AGCM?

red bull asini

Red Bull poche settimane fa ha raggiunto un accordo con l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato per modificare i messaggi pubblicitari. La società produttrice della bibita a base di caffeina si è impegnata a modificare radicalmente il proprio sito e le campagne promozionali, in cambio della chiusura del procedimento.   Il Fatto Alimentare ne ha già parlato, sottolineando come …

Continua »