Home / Archivio dei Tag: oms

Archivio dei Tag: oms

Latte in polvere per neonati, come preparare il biberon senza rischi. Un lettore segnala i consigli dell’Oms e l’errore dell’Anses

latte in polvere

Un lettore ci segnala che i consigli dell’Anses per i genitori sulla preparazione del latte in polvere per neonati riportati in un articolo pubblicato il 14 novembre scorso contengono alcune criticità e non rispettano le raccomandazioni dell’Oms. Ecco la lettera giunta in redazione: Dato che il rischio di contaminazione intrinseca (da Cronobacter, Salmonelle, Bacillus cereus, ecc.) delle formule in polvere …

Continua »

Tanto zucchero, troppo sale e poche fibre: in Europa gran parte dei prodotti confezionati per bambini non rispettano due standard nutrizionali

cereali colazione zucchero bambini

Moltissimi prodotti dedicati (e pubblicizzati) a bambini e ragazzi non rispettano due standard nutrizionali sviluppati per ridurre l’impatto del marketing alimentare  verso i minor.  Eppure  stiamo parlando di regole indicate da Oms-Europe e di impegni firmati  EU Pledge a cui hanno aderito spontaneamente molte aziende alimentari come: Coca-Cola, Kellogg’s, McDonald’s, Ferrero, Danone e Unilever. Lo rivela un’indagine condotta dal Joint research …

Continua »

254 milioni di bambini e ragazzi obesi nel 2030: l’allarmante rapporto dell’Oms sull’obesità infantile nel mondo

Se non si interverrà al più presto con azioni incisive, nel 2030 i bambini e i ragazzi obesi nel mondo saranno 254 milioni, con un aumento del 60% rispetto ai 150 milioni di oggi. Per quanto riguarda l’Italia, dove nel 2016 l’obesità infantile colpiva il 20,5% dei bambini e più del 90% degli adolescenti non svolge sufficiente attività fisica, fra …

Continua »

Alimenti per bambini: troppi zuccheri ed etichette inopportune secondo un’indagine dell’OMS in Europa

svezzamento auto svezzamento bambini pappa

La presenza di troppi zuccheri negli alimenti per bambini è un problema globale, e non è l’unico di questi alimenti. Uno degli ultimi allarmi in questo senso è arrivato a fine giugno con la pubblicazione dei risultati di un’indagine portata avanti nel Regno Unito dall’agenzia sanitaria governativa Public Health England. I dati raccolti rivelano che molti tra i 1120 prodotti …

Continua »

Linee guida Oms sui grassi saturi: tutto da rifare secondo un gruppo di ricercatori. L’articolo del BMJ

Sources of saturated fats

Nel 2018 l’Oms ha reso nota una bozza delle nuove linee guida sui grassi saturi (trans e non), nelle quali proponeva di puntare a un sostanziale abbassamento di entrambe le categorie nella dieta, e a una loro sostituzione via via crescente con gli acidi grassi mono e polinsaturi. Ora però un commento pubblicato sul British Medical Journal da nutrizionisti di tutto …

Continua »

Etichette a semaforo promosse in Europa e nel mondo ma bocciate dall’Italia, che preferisce prosciutto e formaggio

Findus danone activia nutri-score

Mentre il Comitato sull’etichettatura alimentare del Codex (organismo congiunto di Fao e Oms che stabilisce gli standard sul cibo) sta discutendo una proposta sui principi guida universali per lo sviluppo di etichette a semaforo diffuse in decine di Paesi, l’Italia invia una lettera firmata da Gian Lorenzo Cornedo, rappresentante permanente del nostro Paese all’Oms. Nel testo si criticano i profili …

Continua »

L’obesità infantile preoccupa nei Paesi del sud Europa, Italia compresa: è l’effetto della dieta mediterranea che scompare?

obesita infantile bambino obeso

I bambini dell’Europa meridionale – Italia compresa – continuano a soffrire di obesità più dei loro coetanei del resto del continente, forse a causa della progressiva scomparsa della dieta mediterranea, ormai sostituita da uno stile alimentare di tipo “occidentale”. L’ennesimo allarme arriva da uno studio realizzato dall’Oms, in 21 Paesi europei su oltre 600 mila bambini e bambine, che ha confermato …

Continua »

L’Italia in guerra contro le etichette a semaforo: attaccate le linee guida dell’Oms. La risposta degli esperti di salute alle critiche

etichette a semaforo nutri-score bollini neri

Prosegue la guerra italiana al Nutri-Score e a tutte le etichette a semaforo. Pochi giorni fa, il nostro Paese ha criticato pesantemente un documento redatto dell’Organizzazione mondiale della sanità, “Principi guida e manuale quadro per l’etichettatura fronte-pacco per la promozione di diete sane”. Il dossier è al centro della discussione del Comitato sulle etichette alimentari del Codex (programma congiunto di …

Continua »

Olio di palma, i produttori influenzano le informazioni sugli effetti per salute e ambiente. Il logo RSPO resta sconosciuto per i consumatori

olio di palma

“La predominanza nei cibi industriali rende quello di palma l’olio vegetale più prodotto al mondo. (…) Questa analisi illustra i molti parallelismi delle strategie commerciali del settore con contestate pratiche messe in atto dall’industria del tabacco e da quella dell’alcol”. Non potrebbe essere più chiara di così, la conclusione dell’analisi pubblicata sul Bollettino dell’Oms dagli esperti della London School of …

Continua »

L’industria dell’olio di palma cerca di influenzare la ricerca scientifica come le lobby dell’alcol e del tabacco. Lo afferma uno studio pubblicato all’Oms

olio di palma latte artificiale

L’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha pubblicato sul proprio giornale una ricerca intitolata “L’industria dell’olio di palma e le malattie non trasmissibili”, che analizza il comportamento tenuto dalle multinazionali dell’olio tropicale per influenzare le ricerche scientifiche sui rischi legati alla coltivazione e al consumo di questo grasso, individuando analogie con quanto fatto dall’industria del tabacco e dell’alcol. La produzione di …

Continua »

Sugar tax, etichette a semaforo e obesità: intervista a Celeste D’Arrando, capogruppo del M5S in commissione Affari Sociali alla Camera

celeste d'arrando movimento 5 stelle

La campagna de Il Fatto Alimentare per chiedere alla Ministra della salute Giulia Grillo l’introduzione in Italia di una sugar tax ha ormai superato le 300 firme e ha raccolto l’adesione di nove società scientifiche. Dopo le interviste a Francesco Branca dell’Oms, Walter Ricciardi, presidente dell’Istituto superiore di sanità, a Giuseppe Remuzzi, direttore dell’Istituto Mario Negri di Milano, e a Marco Lanzetta, medico chirurgo specializzato …

Continua »

Sugar tax: oltre 50 Paesi applicano una tassa sulle bevande zuccherate. Solo in Italia l’argomento è tabù

sugar tax bibite coca cola

Da anni, le aziende propongono la riduzione dei quantitativi di grassi, zucchero e sale attuata su base volontaria per arginare l’obesità, ma si  tratta di una strategia  poco efficace e fallimentare. Per avere risultati più incisivi, servono leggi e  misure di contenimento nei confronti di cibi sbilanciati come le bibite zuccherate. Le proposte portate avanti finora dai vari Stati si …

Continua »

Sugar tax: favorevoli Iss, nutrizionisti, società scientifiche e Oms, contrari Coldiretti, Confagricoltura, Federalimentare e Mipaaft

sugar tax zucchero

Coldiretti, Confagricoltura, Ferderalimentare sono scese in campo contro la decisione di tassare del 20% le bevande zuccherate e contro le etichette a semaforo che ormai decine di Paesi hanno adottato per informare meglio i consumatori sui profili nutrizionali dei prodotti. Si tratta di provvedimenti proposti anche dall’Organizzazione mondiale della sanità e già in atto in Paesi come la Francia e il …

Continua »

“Sì alla sugar tax in Italia”, dichiara Marco Lanzetta del Centro nazionale artrosi. Tolleranza zero verso il consumo di zucchero

Marco Lanzetta chirurgo mano

Continua la campagna e la raccolta firme de Il Fatto Alimentare per chiedere alla Ministra della salute Giulia Grillo l’introduzione della sugar tax sulle bevande zuccherate. Dopo le interviste a Francesco Branca dell’Oms, Walter Ricciardi, presidente dell’Istituto superiore di sanità e a Giuseppe Remuzzi, direttore dell’Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri di Milano, proponiamo l’intervista a Marco Lanzetta, medico chirurgo specializzato in chirurgia della …

Continua »

L’obesità costa: tra i 6,5 e i 16 miliardi di euro spesi ogni anno per le conseguenze dell’eccesso ponderale. La stima fatta della Valori

Stout young woman sitting on the chair

Tutti sanno che sovrappeso e obesità comportano un rischio non indifferente per la salute: malattie cardiovascolari e diabete di tipo 2 sono tra le malattie correlate che si associano più di frequente alle condizioni di eccesso ponderale. Ma quanto costa l’obesità alle finanze pubbliche e al sistema sanitario? Un articolo di Valori a firma di Corrado Fontana ed Emanuele Isonio prova …

Continua »