Home / Archivio dei Tag: latte

Archivio dei Tag: latte

Kinder Merendero: una lettrice chiede l’origine del latte che la Ferrero usa per la versione estiva dell’ovetto Kinder

Ho dovuto acquistare per le mie figlie due Kinder merendero (versione estiva degli ovetti) causa posizionamento ad altezza bimbi alla cassa del supermercato (li hanno presi senza fatica)*. Leggendo le informazioni sulla confezione ho notato che c’è scritto “latte proveniente esclusivamente da latterie d’eccellenza” ma non è specificato nemmeno se UE, ironicamente potrebbe perfino essere latte cinese. Come mai sui …

Continua »

Crostate Le Dolci Passioni richiamate per latte non dichiarato in etichetta. Via dagli scaffali le torte ai frutti di bosco, all’albicocca e alla ciliegia

crostata frutti di bosco albicocca ciliegia latte

Il ministero della Salute ha pubblicato gli avvisi di richiamo di tre lotti di crostate ai frutti di bosco, all’albicocca e alla ciliegia a marchio Le Dolci Passioni perché in etichetta non è indicata la presenza di latte scremato in polvere. I prodotti interessati sono venduti in confezioni da 180 grammi con i seguenti numeri di lotto e termini minimi …

Continua »

Latte fresco buttato anche se ancora buono. Una legge tutta italiana. Il parere dell’avvocato Dario Dongo

Il ministro per le politiche agricole, forestali, alimentari e del turismo Gian Marco Centinaio ha di recente mostrato un’apertura verso l’ipotesi di riformulare la normativa italiana, che impone la data di scadenza “forzata” per il latte fresco. La legge è ritenuta la causa di spreco per enormi quantità di latte italiano di ottima qualità. L’avvocato esperto di diritto alimentare Dario …

Continua »

Bombardino Psenner richiamato per presenza di latte non dichiarato in etichetta: rischio per gli allergici

Il ministero della Salute ha diffuso l’avviso di richiamo di un lotto del liquore all’uovo Bombardino a marchio Psenner per la presenza dell’allergene latte non dichiarato in etichetta, a causa di un errore di confezionamento. Il prodotto coinvolto è distribuito in bottiglie da 0,7 litri riconoscibili dal numero di lotto L18325. Il Bombardino richiamato è stato prodotto dalla Distilleria L. …

Continua »

Ingredienti diversi per lo stesso prodotto: è legale? Il caso del salame con l’allergene. Risponde l’azienda e l’avvocato Dario Dongo

Vi scrivo in quanto socia sostenitrice dell’Associazione di pazienti allergici Cibo Amico, in merito a un chiarimento sugli ingredienti di un insaccato. Il prodotto in questione è il salame Golfetta dell’azienda Golfera. Abbiamo ricevuto la segnalazione da parte di un consumatore allergico al latte che ha comprato il salame presso il  banco taglio del reparto salumeria. Il gastronomo ha assicurato …

Continua »

Ikea richiama dolce di marshmallow Sötsak Skumtopp per allergeni non dichiarati: la presenza di latte non è evidenziata chiaramente

ikea dolce marshmallow richiamo allergene latte

Il colosso svedese Ikea ha richiamato il dolce di marshmallow Sötsak Skumtopp perché nell’elenco degli ingredienti non è indicata chiaramente la presenza dell’allergene latte. Il prodotto, infatti, contiene siero di latte in polvere, correttamente indicato in etichetta, ma la presenza dell’allergene non è evidenziata come richiesto dalla normativa. Il dolce richiamato, che consiste in marshmallow ricoperti di cioccolato, è venduto …

Continua »

Se il latte è biologico lo è anche il formaggio? La risposta di Roberto Pinton di AssoBio

latticini latte formaggi burro yogurt

Sono un produttore di latte di capra biologico e vorrei cominciare a trasformare il mio latte certificato in formaggi diversi per poi immetterli sul mercato. Per la trasformazione ho pensato a  un caseificio esterno che però non è certificato per la lavorazione del latte bio. A questo punto mi domando se posso scrivere nell’etichetta dei formaggi preparati che è stato utilizzato …

Continua »

Fettine Coop: formaggio 100% italiano? Una lettrice ha dei dubbi. La risposta dell’azienda e dell’avvocato Dario Dongo

Ho comprato le fettine Coop che presentano la scritta “formaggio 100% italiano” (vedi foto). Siccome nell’elenco ci sono tanti ingredienti tra cui il latte di “Origine Italia”, vorrei sapere dall’Avvocato Dongo che differenza c’è fra le due scritte dell’origine del formaggio e del latte. Vi ringrazio e faccio i complimenti per il bel lavoro di informazione. Ylenia Risponde l’avvocato Dario Dongo, Ph.D. …

Continua »

Latte e derivati mettono a rischio la salute umana? No. Il Crea smonta i falsi miti che circolano in rete

formaggi latte yogurt latticini

Circolano ancora  false credenze sul consumo di latte e dei derivati, per questo motivo il Centro di ricerca alimenti e nutrizione (CREA) ha voluto rispondere alle fake news e alle affermazioni inesatte che circolano in molti siti, dedicando una giornata di studio sull’argomento . Un tema molto dibattuto riguarda la questione sull’opportunità di  continuare a dare il latte ai bambini …

Continua »

Latte e derivati fanno bene al cuore e riducono il rischio di ictus e infarto. Le conclusioni di uno studio del Lancet su 136 mila persone

latte

Il latte e i suoi derivati non aumentano il rischio di malattie cardiache e cerebrovascolari, ma al contrario lo abbassano, per questo motivo il consumo andrebbe incoraggiato, soprattutto nei paesi a basso e medio reddito, dove i livelli di assunzione non sono generalmente soddisfacenti. Sono queste le conclusioni del grande studio internazionale denominato Pure (Prospective urban rural epidemiology) pubblicate da …

Continua »

Pane fresco: i supermercati non pagano quello invenduto! L’Antitrust interviene. Problemi anche per il latte fresco

Ogni giorno il pane rimasto invenduto sugli scaffali del supermercato alla fine della giornata viene restituito al produttore, che oltre al mancato guadagno deve accollarsi l’onere del trasporto.  La grande distribuzione paga quindi solo l’importo corrispondente al prodotto venduto azzerando il proprio rischio d’impresa. L’Autorità garante della concorrenza e del mercato ha aperto sei istruttorie nei confronti di: Esselunga, Coop Italia, …

Continua »

Antibiotici: un solo test per scovare 50 farmaci nel latte. Il metodo messo a punto dall’Istituto zooprofilattico delle Venezie

controlli alimenti latte laboratorio

Un solo test per individuare tutti i residui di antibiotici presenti nel latte. La nuova tecnica analitica multiclasse, molto più efficiente di quella attualmente in uso, è stata messa a punto dai ricercatori dell’Istituto zooprofilattico sperimentale delle Venezie e in futuro potrebbe essere applicata anche ad altri prodotti, come la carne e i mangimi per gli animali. Con questo test …

Continua »

OraSì richiama bevande vegetali alla noce, alla nocciola e soia-cacao per la possibile presenza di latte. Coinvolti diversi supermercati

orasi bevande vegetali nocciola noce soia-cacao richiamo

Aggiornamento del 27/07/2018: Unigrà Srl, con un comunicato, rende noto che il richiamo, oltre alle bevande vegetali OraSì alla noce e alla nocciola, interessa anche la bevanda OraSì alla soia-cacao, con il numero di lotto 8018 da consumarsi preferibilmente entro il 15/10/2018. L’azienda fa sapere anche che il richiamo è scattato “a seguito della segnalazione di un consumatore sulla Bevanda OraSì …

Continua »

Premio giornalistico Assolatte a Il Fatto Alimentare per il reportage sul “Processo” organizzato dall’ordine dei medici

PREMIO ASSOLATTE 2018

“Assolto perché il fatto non sussiste”. È stata questa la sentenza al termine del processo simulato al latte, organizzato lo scorso 10 novembre dall’Ordine dei medici chirurghi e degli odontoiatri della provincia di Milano, all’Abbazia di Mirasole, alle porte del capoluogo lombardo. Con questo articolo pubblicato su Il Fatto Alimentare nel mese di dicembre del 2017, Beniamino Bonardi ha vinto uno …

Continua »

Chernobyl, latte ancora contaminato a 30 anni dal disastro. Livelli di cesio radioattivo fino a 12 volte il limite consentito per i bambini

attenzione pericolo radioattivo 178977894

A più di 30 anni dal disastro di Chernobyl, il latte prodotto in alcune fattorie ucraine è ancora contaminato da quantità di cesio radioattivo superiori ai livelli consentiti. Lo rileva uno studio dei Greenpeace Research Laboratories dell’Università di Exeter, condotto insieme all’Ukrainian Institute of Agricultural Radiology. I risultati della ricerca sono stati pubblicati sulla rivista Environmental International. I ricercatori hanno analizzato …

Continua »