Home / Archivio dei Tag: greenpeace (pagina 3)

Archivio dei Tag: greenpeace

Tonno in scatola sostenibile: il colosso Thai Union (Mareblu) si impegna con WWF e Greenpeace per migliorare i metodi di pesca. Soddisfazione delle associazioni

tonno pesca

Petizioni online, raccolte di firme, campagne di informazione: quando si parla di tonno in scatola tutte le associazioni ambientaliste sono schierate in difesa degli ecosistemi marini e dei diritti umani. Si tratta di battaglie che non sono combattute invano, perché le aziende più importanti “disturbate” dalle richieste dei cittadini e ancora di più dalle scelte delle catene della grande distribuzione …

Continua »

Coca-Cola: useremo il 50% di plastica riciclata nelle bottiglie entro il 2020. L’azienda cede alle pressioni di Greenpeace e dell’opinione pubblica

Coca-Cola

Coca-Cola cede alle pressioni di Greenpeace e annuncia di voler aumentare l’impiego di plastica riciclata nelle bottiglie. L’obiettivo è raggiungere il 50% di plastica riciclata entro il 2020 in Europa. La multinazionale rende così più ambiziosi i suoi target, che finora indicava come obiettivo il 40% entro il 2020. La notizia è stata riportata dal quotidiano britannico The Guardian. Per …

Continua »

Ogni minuto nel mondo si vendono un milione di bottiglie di plastica, ma quella riciclata è troppo poca. Un fenomeno pericoloso quanto il riscaldamento globale, secondo il Guardian

plastica discarica bottiglie

Nel mondo si vendono un milione di bottiglie di plastica al minuto, più di 16 mila al secondo. Si tratta di numeri da capogiro destinati ad aumentare. Lo riferisce il quotidiano britannico The Guardian, in un articolo che fotografa le dimensioni del fenomeno e descrive le conseguenze su ambiente e salute definendo questa crescita pericolosa come  il riscaldamento globale. D’altra …

Continua »

Rio Mare, ecco Linea Bio, Super Naturale e Leggero. Cambia l’offerta di tonno in scatola e anche l’etichetta nutrizionale

L’offerta di tonno in scatola è cambiata negli ultimi anni. Un tempo al supermercato si distingueva solo tra tonno al naturale, in olio di semi e in olio di oliva; poi alcune marche hanno introdotto come olio l’extravergine di oliva. Le ultime novità riguardano il tonno Rio Mare Linea Bio in olio extravergine di oliva biologico, quello Leggero con un …

Continua »

Pfas in Veneto: le analisi di Greenpeace sull’acqua di fontane pubbliche e scuole. Il Consiglio regionale istituisce una commissione d’inchiesta

acqua 7

Secondo Greenpeace, il numero totale di cittadini veneti potenzialmente esposti alla contaminazione da Pfas (sostanze perfluoroalchiliche) attraverso l’acqua potabile è superiore agli 800 mila abitanti, mentre secondo la Regione l’inquinamento coinvolge circa 350 mila abitanti. I Pfas sono riconosciuti come interferenti endocrini correlati a patologie riguardanti pelle, polmoni e reni. L’associazione ha presentato a Padova il rapporto Non ce la beviamo, che contiene i risultati delle analisi fatte fare …

Continua »

“Niente api, niente cibo”. Greenpeace scende in piazza per chiedere il bando dei neonicotinoidi. L’Europa vota per approvare il divieto di tre pesticidi

Un gruppo di attivisti di Greenpeace travestiti da api operaie hanno simbolicamente “scioperato”, con tanto di picchetto, davanti alla sede del Ministero delle politiche agricole, per chiedere il bando totale dei neonicotinoidi, pesticidi sospettati di essere una delle principali cause della moria globale delle api e degli insetti impollinatori. «Chiediamo al ministro Martina di vietare i pesticidi più dannosi per …

Continua »

Inquinamento da Pfas in Veneto, Greenpeace pubblica un grafico interattivo con la situazione in oltre 90 comuni. Livelli di inquinamento che negli Usa e in Svezia non sarebbero consentiti

Dall’analisi dei dati ufficiali ottenuti da alcune ULSS della Regione Veneto, Greenpeace ha rilevato che oltre 130 mila cittadini veneti sono stati esposti ad acqua potabile contaminata da Pfas (sostanze perfluoroalchiliche) Si tratta di acqua che negli Stati Uniti non sarebbe considerata sicura. Il numero sale a circa 200 mila abitanti se i valori vengono confrontati con i livelli di sicurezza svedesi. …

Continua »

Erbicida glifosato, secondo l’Agenzia europea per le sostanze chimiche non è cancerogeno. Nessuna valutazione dei rischi da esposizione di esseri umani

Il comitato per la valutazione dei rischi (RAC) dell’Agenzia europea per le sostanze chimiche (ECHA) è giunto alla conclusione che l’erbicida glifosato non è cancerogeno, né mutageno, né tossico per la riproduzione e neppure genotossico. Secondo l’ECHA, le prove scientifiche attualmente disponibili indicano che il glifosato provoca gravi lesioni oculari ed è tossico per gli organismi acquatici, con effetti di …

Continua »

Inquinamento da Pfas in Veneto: per Greenpeace non ancora individuate tutte le fonti della contaminazione. Pubblicati i risultati delle analisi

L’emergenza Pfas in Veneto non è per niente sotto controllo. Queste sono le conclusioni del rapporto pubblicato da Greenpeace sull’inquinamento da sostanze perfluoroalchiliche attribuito allo stabilimento Miteni di Trissino e che interessa le acque di un’area compresa tra le province di Vicenza, Verona e Padova dove vivono 350 mila persone. Nel febbraio 2017, l’associazione ambientalista ha raccolto campioni di acqua …

Continua »

Glifosato: Greenpeace denuncia conflitto di interessi all’interno dell’Agenzia europea che deve decidere

Alla fine dello scorso giugno la Commissione Ue ha riapprovato  l’uso del glifosato per 18 mesi, sino alla fine del 2017, in attesa di un parere sulla sicurezza da parte dell’Agenzia europea per le sostanze chimiche (ECHA). Si tratta dell’organismo scientifico che deve risolvere la disputa scientifica sul livello di cancerogenicità di questo erbicida sorta tra l’Agenzia internazionale per la ricerca …

Continua »

Alla ricerca del tonno in scatola sostenibile: i metodi di pesca alternativi. Complicato orientarsi nella giungla delle certificazioni

Il tonno in scatola è uno degli alimenti preferiti dagli italiani: contiene proteine e pochi grassi (se si sgocciola bene l’olio), è economico e sempre pronto, si può fare la scorta e piace a tutti. Nel 2015 ne abbiamo mangiato 2,4 chili a testa. Le comode scatolette hanno però un impatto notevole sugli ecosistemi marini, perché gran parte delle navi …

Continua »

Olio di palma e deforestazione, Greenpeace contro la banca HSBC. L’accusa è di finanziare alcune delle più distruttive società del settore

Clearcut logging

HSBC, la più grande banca d’Europa con sede centrale nel Regno Unito, è una delle maggiori finanziatrici dell’industria dell’olio di palma, comprese alcune società ritenute tra quelle maggiormente responsabili della distruzione dell’habitat . Solo negli ultimi cinque anni, HSBC ha fatto parte di consorzi bancari che hanno disposto prestiti da 16.3 miliardi di dollari e obbligazioni da circa 2 miliardi …

Continua »

Schiavitù moderna nascosta dietro la pesca in alto mare: la denuncia di Greenpeace su abusi e sfruttamento sui pescherecci thailandesi

pesce

Una lunga inchiesta sulla moderna schiavitù, nei confronti dei lavoratori immigrati da Birmania, Laos e Cambogia in Thailandia,che operano nel settore della pesca e lavorazione dei gamberetti è stata pubblicata un anno fa dall’Associated Press. Adesso, al termine di un’indagine durata un anno, Greenpeace propone un rapporto intitolato Turn the Tide (Invertire la rotta), in cui denuncia le gravi violazioni dei …

Continua »

Corte di Giustizia Ue: sui pesticidi, il diritto all’informazione prevale sulla tutela del segreto industriale. Una sentenza dà ragione a Greenpeace e PAN Europe

pesticidi campi

Quando una persona chiede l’accesso a documenti in materia ambientale, la nozione di «informazioni sulle emissioni nell’ambiente» comprende, in particolare, quelle relative alla natura e agli effetti delle emissioni dei pesticidi nell’aria, nell’acqua, nel suolo o sulle piante. In questi casi, la tutela del segreto commerciale e industriale non può essere opposta alla divulgazione di tali informazioni. Lo affermano due …

Continua »

Olio di palma, Greenpeace contro il colosso malese IOI Group. Un dossier di denuncia e attivisti in azione nel porto di Rotterdam

Greenpeace ha avviato una campagna di denuncia contro la compagnia malese IOI Group, che opera nel settore dell’olio di palma e che da anni. La società è al centro di polemiche per le pratiche di distruzione delle foreste tropicali e delle torbiere in Indonesia, nonché per la violazione dei diritti umani delle popolazioni locali, lo sfruttamento dei lavoratori e l’utilizzo …

Continua »