Home / Archivio dei Tag: frutta e verdura

Archivio dei Tag: frutta e verdura

Lockdown: un italiano su tre ha mangiato più frutta e verdura. Boom di prodotti locali e delle consegne a domicilio

Durante il lockdown un italiano su tre ha mangiato più frutta e verdura. È quanto risulta dell’indagine condotta dall’osservatorio The world after lockdown di Nomisma e Crif su un campione di 1.000 nostri connazionali. Un intervistato su quattro dichiara di aver aumentato la spesa per i prodotti alimentari. Un andamento confermato dai dati di Ismea che indicano un incremento del 18% …

Continua »

Quarantena e nutrizione: migliorate le abitudini alimentari dei cittadini in lockdown di 11 paesi

Se non altro, l’obbligo di restare a casa e la chiusura dei ristoranti sembra aver avuto qualche effetto positivo sulle abitudini di 11.000 cittadini di 11 paesi: hanno mangiato più frutta e verdura e in generale alimenti più sani, hanno rinunciato a molti dei pasti pronti cui erano abituati, hanno ricominciato a cucinare, hanno sperimentato nuove ricette più salutari e …

Continua »

Orti urbani: potrebbero produrre frutta e verdura a sufficienza per il 15% degli abitanti della città. Basta coltivare il 10% delle aree verdi

Friendly team harvesting fresh vegetables from the rooftop greenhouse garden and planning harvest season on a digital tablet

La produzione di frutta e verdura nelle grandi città potrebbe crescere molto, aiutando così i cittadini a dipendere di meno dai grandi circuiti produttivi internazionali: se si dedicasse a questo scopo il 10% degli spazi disponibili, si potrebbe facilmente arrivare a coprire il fabbisogno giornaliero di frutta e verdura del 15% della popolazione urbana. Le stime arrivano dall’Institute for Sustainable …

Continua »

Frutta e verdura: le sei false credenze sfatate dalle Linee guida per una sana alimentazione degli italiani

frutta e verdura

Alla fine del 2019, sono arrivate – finalmente – le nuove Linee guida per una sana alimentazione, il documento che vuole essere il riferimento per gli italiani in materia di dieta e nutrizione. Il testo tratta numerosi argomenti, dal fabbisogno di acqua alle raccomandazioni per le categorie speciali di persone. Alla fine di ogni capitolo, gli esperti pubblicano una sorta …

Continua »

Le cattive abitudini degli adolescenti italiani: saltano la colazione e mangiano poca frutta e verdura. Allerta sul binge drinking

Girl with coffee is yawning.

Saltano la colazione, fanno poca attività fisica, non mangiano abbastanza frutta e verdura e consumano troppo alcol: insomma, le abitudini di molti adolescenti italiani lasciano un po’ a desiderare. Sono queste le conclusioni del Sistema di sorveglianza HSBC (Health Beahviour in School-aged Children), promosso dal ministero della Salute e coordinato dall’Istituto superiore di sanità, che ha diffuso i dati dell’indagine …

Continua »

Zucchine immortali: dopo quatto mesi sono sempre uguali. Com’è possibile? Inchiesta della tv svizzera Patti Chiari

Dimenticarsi le zucchine nel cassetto del frigorifero e ritrovarle immutate dopo mesi. Com’è possibile? Se lo domanda Gianfranco, un cittadino svizzero che dopo aver comprato delle zucchine, le scorda sul davanzale e, dopo mesi, le trova uguali a come le aveva lasciate. Sorpreso vuole ripetere l’esperimento e ricompra alcune zucchine dello stesso tipo (spagnole da agricoltura convenzionale) mettendole a confronto con …

Continua »

Food Shuttle: l’educazione alimentare atterra nelle scuole tra esperienze sensoriali e hi-tech

cirfood food shuttle 2018 c

Si può rendere l’educazione alimentare interessante come un’avventura su una navicella spaziale o una visita nel laboratorio dello scienziato pazzo? Sembra che il nuovo progetto Food Shuttle, lanciato nelle scuole da CirFood, ci stia riuscendo. L’azienda, leader in Italia nel servizio di ristorazione scolastica, ha ideato un format innovativo che coinvolge, oltre agli studenti, anche gli insegnanti e le famiglie, …

Continua »

Se tutti nel mondo seguissero una dieta sana, frutta e verdura non basterebbero. Uno studio dell’università canadese di Guelph

fragole frutta

Se tutti gli abitanti del pianeta volessero e potessero seguire una dieta sana, non ci sarebbero abbastanza frutta e verdura per tutti. Lo rileva una ricerca dell’Università canadese di Guelph, pubblicata dalla rivista PLOS ONE, che evidenzia l’enorme discrepanza esistente tra la produzione agricola globale e le raccomandazioni dei nutrizionisti. Infatti, l’attuale sistema globale sovrapproduce cereali, grassi e zuccheri, mentre …

Continua »

Edipeel, la pellicola vegetale che prolunga la durata di frutta e verdura, lanciata nel mercato USA è un successo

Edipeel, la pellicola per preservare gli alimenti ricavata da scarti vegetali, è stata lanciata con successo a maggio sul mercato statunitense. Come abbiamo già spiegato in un articolo, Edipeel è una tecnologia che potrà rivoluzionare il mondo del mercato ortofrutticolo. Si tratta di una sostanza ottenuta da scarti vegetali biologici che si spruzza su frutta e verdura dopo la raccolta, …

Continua »

Australia, multa da 1,4 milioni di euro a Heinz per snack per bambini con il 60% di zucchero pubblicizzati come “99% di frutta e verdura”

Il tribunale federale australiano ha condannato Heinz, uno dei maggiori gruppi alimentari mondiali, al pagamento di una multa di 2,25 milioni di dollari australiani, pari a circa 1,4 milioni di euro, per pubblicità falsa e ingannevole. L’accusa era di aver promosso degli snack a base di frutta e verdura disidratate sostenendo che facevano bene alla salute dei bambini tra uno …

Continua »

Spreco alimentare, un terzo della frutta e verdura in Europa viene buttata. Allo studio metodi per ridurre le perdite e valorizzare gli scarti

spreco alimentare

Ogni anno in Europa si sprecano 88 milioni di tonnellate di vegetali tra frutta e verdura, per un costo complessivo di 143 miliardi di euro. Ciascun cittadino europeo ne spreca 35,3 chili, 14,2 dei quali potrebbero essere tranquillamente mangiati. La situazione, dunque, non è affatto positiva anche se, per fortuna, c’è molto spazio per migliorare. Questo, in sintesi, è il messaggio …

Continua »

Un terzo della frutta e verdura europea sprecato per motivi estetici. Studio dell’Università di Edimburgo

Ugly carrot on barn wood

Più di 50 milioni di tonnellate di frutta e verdura coltivate ogni anno in Europa non raggiungono gli scaffali dei supermercati e vengono sprecate perché non corrispondono ai criteri estetici richiesti dai regolamenti europei e dagli standard fissati dalla grande distribuzione. Si tratta di una quantità pari a oltre un terzo della produzione complessiva di frutta e verdura europea. La …

Continua »

Lidl, contro lo spreco alimentare arrivano le cassette di frutta e verdura “imperfetta” a prezzi bassissimi nel Regno Unito

Lidl cassette frutta verdura too good to waste spreco alimentare commessa

Nel Regno Unito, la catena di hard discount Lidl, per ridurre lo spreco di alimenti, ha deciso di vendere a un prezzo molto conveniente delle cassette da 5 kg di frutta e verdura danneggiata, ma ancora perfettamente commestibile. Come riporta il quotidiano Independent, le confezioni dell’iniziativa “Too good to waste” saranno disponibili per un periodo limitato in 122 punti vendita della …

Continua »

Via la data di consumo consigliato sull’etichetta di frutta e verdura nei supermercati Tesco per combattere lo spreco alimentare

frutta e verdura

Tesco, la principale catena di supermercati del Regno Unito, ha deciso di eliminare l’indicazione Best Before, cioè “da consumare preferibilmente entro” una certa data, da 70 prodotti di frutta e verdura preconfezionata. La decisione è finalizzata a ridurre lo spreco alimentare e riguarda mele, patate, pomodori, limoni e altri agrumi e cipolle. In un comunicato, Tesco afferma che da una …

Continua »

L’effetto paradossale dei sacchetti biodegradabili: impennata senza precedenti delle vendite di ortofrutta confezionata

Sacchetti supermercato

L’introduzione dell’obbligo dei sacchetti biodegradabili a pagamento, scattato il 1° gennaio, ha avuto un effetto paradossale, sia a livello di economia familiare, sia per quanto riguarda l’ambiente. L’Ismea (Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare) ha elaborato i dati relativi alla vendita dell’ortofrutta nel primo trimestre dell’anno, da cui emerge una flessione delle quantità vendute di “sfuso” del 3,5% …

Continua »