;
Home / Archivio dei Tag: cereali (pagina 3)

Archivio dei Tag: cereali

Cereali per la colazione: Kellogg’s e General Mills sotto accusa negli Usa per un antiossidante controverso, eliminato dai cereali in Europa

owl of cereal and spoons on wooden table

La presenza in alcuni cereali per la colazione venduti in Nord America di un antiossidante sintetico controverso, il BHT (butilidrossitoluolo), indicato in Europa con la sigla E321, sta mettendo i produttori in crisi. Kellogg’s dichiara che sta testando con impegno alternative naturali e General Mills afferma di essere a buon punto nel processo di sostituzione dell’additivo, che da almeno è …

Continua »

Cioccolato Auchan ritirato dal mercato per un errore sull’etichetta relativo all’assenza di glutine. È allerta per i celiaci

La catena di supermercati Auchan, l’8 gennaio, ha ritirato dagli scaffali le confezioni di Cioccolato finissimo al latte con cereali da 85 grammi con il marchio Auchan prodotto da Icam S.p.A (cod. ean. 8005476547891). Il prodotto è stato richiamato per un errore di etichettatura.  L’azienda informa che sull’etichetta è riportata  la dicitura “senza glutine”, mentre tra gli ingredienti sono presenti …

Continua »

Biscotti farciti: Grancereale, Kellogg’s e Vitasnella tre snack a confronto. Prezzo al chilo elevato e ingredienti sconosciuti

In seguito ad alcuni cambiamenti nelle indicazioni in etichetta e a un errore nella trascrizione degli ingredienti, si rende doveroso e necessario riproporre le tabelle degli ingredienti e apportare alcune correzioni al testo. Il commento di un lettore e la risposta della Barilla hanno portato a verificare tutti e tre i prodotti presentati. È emerso tra l’altro che nel giro …

Continua »

Corn Flakes Gluten Free: i nuovi fiocchi di mais della Nestlé sono adatti ai celiaci ma costano un po’ più della media

Le innovazioni nel mercato dei cereali per la prima colazione si susseguono rapidamente soprattutto quando si tratta di alimenti destinati ai bambini o agli adulti attenti alla dieta e alle calorie. Questa volta la novità riguarda uno dei prodotti più tradizionali  er la prima colazione: i corn flakes (fiocchi di mais). Trattandosi di un derivato del mais si potrebbe pensare che …

Continua »

“Evoluzione del grano e moda del senza glutine: varietà moderne ed intolleranze alimentari tra mito, moda e realtà”: il convegno dell’AIC alla fiera Sana

Lunedì 8 settembre  a Bologna all’interno della fiera del biologico Sana si terrà dalle 10.00 alle 13.00 il convegno “Evoluzione del grano e moda del senza glutine: varietà moderne ed intolleranze alimentari tra mito, moda e realtà”, è stato realizzato dal Gruppo AIC (AIC, Fondazione Celiachia e Spiga Barrata Service in collaborazione con l’Associazione Granaria Emiliana Romagnola.   Il programma …

Continua »

Cereali croccanti per la prima colazione: l’invasione dell’olio di palma. Confronto tra diverse marche e le novità light di Cameo

Sugli scaffali della prima colazione ci sono due nuovi prodotti della marca Vitalis di Cameo: i cereali croccanti “leggeri”, “Vitalis Light“, disponibili in due varianti: classico o al lampone, e il muesli “Frutta e Fiocchi“. L’aggettivo leggero, light, sembra poco adatto per un cereale da prima colazione che di per sé dovrebbe essere sostanzioso (si tratta pur sempre di carboidrati) e …

Continua »

Gallette di mais biologiche ritirate in Valle d’Aosta. L’allerta riguarda la presenza di una micotossina in tre lotti

Il sistema di allerta rapido della Regione Valle d’Aosta l’11 giugno ha ritirato dal commercio tre lotti di gallette biologiche “Soffiette di Mais Bio” della marca La finestra sul cielo di Torino e prodotte dall’azienda belga Granco. Le gallette sono state ritirate da due punti vendita: Biocanavese a Quart e alla Cooperativa Lo Pan Ner di Aosta.   Il motivo …

Continua »

Troppo zucchero nei cereali per bambini: può arrivare addirittura al 50% del peso degli ingredienti

alimenti scontati cereali colazione 455227575

Lo zucchero aggiunto ai cereali per la colazione dei bambini può arrivare anche al 50% del peso. Secondo una ricerca condotta negli Stati Uniti dall’Environmental Working Group, che ha analizzato 1.556 tipi di confezioni di cereali, di cui 181 destinati ai bambini. Mangiando una ciotola di cereali ogni giorno, un bambino può arrivare ad assumere dieci chili di zucchero in …

Continua »

L’azienda dei cereali per la prima colazione Cheerios si scusa: le norme che limitavano il diritto dei consumatori a denunciare la compagnia sono state cancellate

«I consumatori non hanno apprezzato […]. Non avremmo mai immaginato una tale reazione […]. Siamo dispiaciuti di esserci avviati su questa strada e speriamo che vogliate accettare le nostre scuse». Con queste parole, General Mills, proprietaria dei cereali Cheerios e di altri marchi alimentari, ha deciso di fare marcia indietro e di cancellare le modifiche alle proprie norme sulla privacy, …

Continua »

Vitasnella Cereal Breakfast: i nuovi biscotti per la colazione non sono economici e l’etichetta è troppo “furba”

All’inizio di  febbraio è iniziata la campagna di spot tv del nuovo prodotto Vitasnella Cereal Breakfast, biscotti ai cereali per la prima colazione arricchiti di minerali e vitamine in tre versioni: Latte e Cereali, Nocciole e Miele e Cacao.   La comunicazione è indirizzata alle donne assillate   dalle tante cose da fare al mattino subito dopo il risveglio. Il cruccio …

Continua »

I bambini consumano troppo sale: presente soprattutto nei prodotti industriali come pane e cereali. Aumentano i rischi per la salute

troppo sale pesce crocchetta 99935615

I bambini inglesi, e in generale tutti i bambini dei paesi più sviluppati che hanno un’alimentazione basata anche su cibi industriali, assumono troppo sodio, predisponendosi così fin da piccoli all’ipertensione, all’obesità e ad altri disturbi metabolici. Eppure basterebbe aggiungere meno sale ad alcuni degli alimenti più comuni come il pane e i cereali per la colazione, perché lì si annida …

Continua »

Indicare in etichetta quante porzioni contiene una confezione di cereali o una lattina di bibita non è banale. La proposta pratica della FDA

Stabilire a quanto ammonta una porzione per alcuni alimenti come nel caso di cereali per la prima colazione, olio e margarine, creme spalmabili… è uno dei temi più controversi quando si parla di etichettatura nutrizionale. Dagli Stati Uniti, nel quadro politico di una diffusa lotta a obesità e sovrappeso, arriva una proposta realistica di armonizzazione dei parametri di riferimento.   …

Continua »

Prodotti in scadenza: la lotta allo spreco alimentare si combatte nei supermercati. Coop, Auchan e Carrefour li vendono a metà prezzo

Mettere in vendita i prodotti alimentari in prossimità della scadenza, permette di ridurre gli sprechi, e al tempo stesso risponde alle esigenze dei consumatori alle prese con la crisi economica. Per questo motivo, sono sempre più numerose, anche in Italia le catene di supermercati che destinano uno spazio alla vendita di queste confezioni a prezzi drasticamente ribassati.   L’organizzazione di …

Continua »

Orzo solubile Crastan, Orzo Bimbo o Coop? Differenze minime per un prodotto semplice che varia di poco

Per chi non può o non vuole bere caffè ci sono numerose alternative, come l’orzo che una volta veniva considerato solo un surrogato di basso costo e oggi rivalutato. È un prodotto semplice, sia per quanto riguarda la materia prima sia per la lavorazione e risulta quindi difficile differenziare in modo significativo le formulazioni.   Il Fatto Alimentare ha confrontato …

Continua »

Gli alimenti più adulterati in Europa? L’olio di oliva è al primo posto, seguito dal pesce e alimenti bio. La Commissione invita a raddoppiare le sanzioni

cibo grida paura allerta frode 177789713

La Commissione europea per l’ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare ha presentato una relazione sulle frodi alimentari, focalizzando l’attenzione sulle etichette ingannevoli. Il documento ricorda alcuni episodi recenti come l’impiego di antigelo negli alimenti, la vendita di uova finto-biologiche e il caso della carne di cavallo. Anche se l’argomento è molto sentito dai consumatori è pur vero che …

Continua »