Home / Nutrizione / I piatti preferiti e quelli meno graditi dai bambini a scuola. In testa gli straccetti di pollo in fondo le polpettine di ceci. La classifica di Milano Ristorazione

I piatti preferiti e quelli meno graditi dai bambini a scuola. In testa gli straccetti di pollo in fondo le polpettine di ceci. La classifica di Milano Ristorazione

Spaghetti with meatballs for kids
Milano Ristorazione ha pubblicato la classifica dei cibi più e meno amati dagli alunni delle scuole milanesi

Milano Ristorazione ha pubblicato la lista dei piatti preferiti e dei meno apprezzati dagli alunni delle scuole milanesi. La classifica – inclusa nel bilancio sociale 2015 – è stata compilata grazie al “Laboratorio dei sapori”, il progetto di Milano Ristorazione che permette a bambini e ragazzi delle scuole primarie e secondarie di esprimere la propria opinione sulla qualità dei piatti. I giudizi sono stati raccolti sotto forma di questionari compilati in forma  anonima. Il progetto ha coinvolto in totale 20 classi e un totale di 84 piatti e ricette.

roasted chicken
I preferiti dai bambini sono i piatti a base di carne di pollo e suino

La classifica finale vede in prima fila i secondi piatti a base di carne. I più graditi sono gli straccetti di pollo gratinati, che piacciono al 94% degli studenti, seguiti dal gelato (con oltre il 90% delle preferenze) e dalla cotoletta di lonza di maiale alla milanese (poco meno del 90%). Nella top ten (Tabella 1) dei cibi preferiti figura un solo primo, il risotto allo zafferano, che si piazza al decimo posto con l’84% delle preferenze, mentre nell’anno scolastico 2014/2015 erano i quattro i primi piatti in testa alla classifica. In classifica figurano anche le mele e le banane, i frutti più graditi dai bambini.

Milano Ristorazione piatti preferiti
Tabella 1. I dieci piatti preferiti dai bambini delle scuole milanesi secondo l’indagine di Milano Ristorazione
ceci legumi iStock_000002405739_Small
Tra i piatti meno amati dai bambini, quelli a base di legumi e cereali

All’estremità opposta della classifica (Tabella 2) troviamo  i piatti vegetariani e a base di legumi e cereali, che essendo consumati poco in famiglia trovano più resistenze ad essere accettati dai bambini. Le tre ricette meno gradite sono le polpettine di ceci (92% di giudizi negativi), le crocchette con verdure (73%) e l’insalata di orzo, con il 65% di opinioni sfavorevoli. Quasi la metà delle ricette  poco apprezzate riguarda i primi piatti, tra i quali figura il passato di verdura. Nella lista  troviamo piatti a base di formaggi, una a base di pesce e un solo contorno di verdure, le zucchine al forno. Un trend opposto a quello dell’anno scolastico 2014/2015, in cui la metà dei piatti bocciati erano contorni di verdura.

 

Milano Ristorazione piatti meno graditi
Tabella 2. I dieci piatti meno amati dai bambini delle scuole milanesi secondo l’indagine di Milano Ristorazione

© Riproduzione riservata

  Giulia Crepaldi

Giulia Crepaldi

Guarda qui

piatto di spaghetti

Troppe calorie nei piatti di ristoranti e fast food. La maggior parte dei pasti fuori casa supera i limiti raccomandati. E occhio agli spuntini sul lavoro

La causa principale del sovrappeso e dell’obesità è l’eccesso di calorie assunte, non solo a …

7 Commenti

  1. secondo me il piatto preferito è sempre stato la pasta in bianco.

  2. Proprio perché in famiglia si mangiano pochi piatti vegetali dovrebbe essere obbligatoria, nelle scuole, fin dalla più tenera età un alimentazione prevalentemente a base vegana. Sempre dalle statistiche risulta che consumiamo pochi vegetali, e se le famiglie non vogliono cambiare che il cambiamento parta dalle scuole. Un bimbo che si abitua e che ama mangiare piatti a base di verdura li chiederà anche a casa, durante le vacanze, portando così un cambiamento alimentare anche all’interno della famiglia e la cosa non può che essere positiva.

    • Ma hai visto le tabelle di gradimento? Credi davvero che facendo trovare ai bambini solo dei piatti vegetariani e imponendogli quindi la dieta vegana questi non solo inizieranno ad apprezzarla ma addirittura la pretenderanno a casa??? Forse è la mancanza di proteine animali che annebbia il raziocinio… Tra l’altro il mancato gradimento non è nemmeno per i vegetali in sè, ma addirittura per quelli elaborati sotto forma di polpette, zuppe e tortini.
      Se l’obiettivo è far mangiare più vegetali e meno carne ai bambini (e in generale alla popolazione) l’atteggiamento che proponi può fare solo danni e causare reazioni di risentita opposizione.

    • Auorora, io credo sia il contrario: un bimbo che a casa viene abituato a mangiare correttamente anche a scuola mangerà correttamente…
      Le corrette abitudini partono dalla famiglia, non vanno delegate alla scuola…

  3. CRISTINA CAMPIOLI

    QUESTA CLASSIFICA LA DICE LUNGA SULLA QUALITÀ DEL CIBO DELLA RISTORAZIONE E DI CERTE FAMIGLIE.
    VI INVITO A PROVARE LE MIE POLPETTE DI LEGUMI, IL MIO ORZO, IL MIO FARRO ETC… E POI A PARAGONARLO CON QLLO DELLA RISTORAZIONE…POI MI DITE…
    TUTTI I PIATTI INDICATI NELLA LISTA “NERA” SAREBBERO I PREFERITI DEI MIEI FIGLI. NON ME NE VANTO, MA SONO NATI VEDENDO MANGIARE E MANGIANDO DI TUTTO E IL RISULTATO DI VEDE. ECCO PERCHÈ LA MENSA SCOLASTICA NON CI VA BENE.

  4. Sono d’accordo con Alessandro, bisogna agire e sensibilizzare di più i genitori partendo con la diffusione di informazioni sulle linee guida aggiornate in base a nuove ricerche scientifiche, scoperte in ambito alimentare e buoni stili di vita, attui a migliorare la qualità della vita . Come dice un vecchio proverbio non è importante la quantità ma la qualità… in tutti gli aspetti.