Home / Archivio dei Tag: bevande

Archivio dei Tag: bevande

Le bevande dolci, dolcificate ma anche naturalmente ricche di zuccheri sono associate a un aumento del rischio di diabete

Il consumo di bevande dolci, dolcificate ma anche naturalmente ricche di zuccheri come i succhi di frutta è associato a un aumento del rischio di diabete di tipo 2. Anche quando il gusto dolce è assicurato da un dolcificante artificiale la situazione non è migliore, perché il rischio non diminuisce. Il calo si inizia a vedere solo quando si sostituisce …

Continua »

Le bevande dell’estate e le insidie dello zucchero: il test francese evidenzia l’eccessiva dolcezza di tutte le bibite

bibite zuccherate

In estate spesso capita di cercare sollievo dalla calura bevendo qualcosa di fresco, magari una bibita dolce e frizzante diversa dalla solita acqua. Ma occorre stare attenti, perché lo zucchero può essere presente in grande quantità. In media, un bicchiere da 250 ml contiene l’equivalente di 4 cucchiaini di zucchero, che assimiliamo senza rendercene conto, perché facile da ingerire e …

Continua »

NaturaSì richiama bevande kombucha Karma al tè verde, zenzero e melograno per un difetto nel tappo

richiamo kombucha karma

NaturaSì ha diffuso l’avviso di richiamo di alcune bevande kombucha a marchio Karma per un difetto nella chiusura del tappo, che potrebbe stapparsi violentemente durante l’apertura. L’avviso è stato diffuso anche dal Ministero della salute. I prodotti richiamati sono venduti in bottiglie di vetro da 500 ml con le seguenti caratteristiche: Gusto tè verde con termine minimo di conservazione 19/02/2019 …

Continua »

Aranciate: aumenta il contenuto di succo dal 12% al 20%. Dal 6 marzo in vigore la nuova legge

Il 6 marzo è entrata in vigore la norma contenuta nell’art. 17 della legge n. 161/2014, secondo cui le bibite analcoliche prodotte in Italia e vendute con il nome dell’arancia o con un nome riferito al frutto, devono avere un contenuto di succo non inferiore a 20 grammi per 100 ml o una quantità equivalente di succo concentrato o disidratato. L’obbligo vale solo …

Continua »

Il Sudafrica approva la sugar tax. Sarà applicata dal 1° aprile 2018. Plauso dell’Organizzazione mondiale della sanità

versare bevanda analcolica nel bicchiere di vetro

Il parlamento sudafricano ha approvato una legge che introduce una tassa sulle bevande zuccherate, che sarà applicata a partire dal 1° aprile 2018. Il provvedimento stabilisce un’imposta di 2,1 centesimi ogni grammo di zucchero nelle bevande, con un’esenzione per i primi 4 grammi per 100 ml di bevanda, al fine di incentivare l’industria a riformulare i propri prodotti, riducendone la …

Continua »

Continua il successo del biologico. Nel 2017 le vendite sono cresciute fino al 30% rispetto allo scorso anno

frutta verdura mercato

In Italia il settore del biologico continua il suo trend positivo, arrivando al 3,4% delle vendite totali dell’alimentare (Confezionato, Bevande, Freddo, Fresco, Pets). Secondo i dati forniti da Nielsen, nei supermercati le vendite di referenze bio sono cresciute del +21,9% e negli ipermercati addirittura del +29,3% in più rispetto allo scorso anno. Tra i fattori alla base di questo successo …

Continua »

Chinotto e cedrata: un terzo di quelle vendute al supermercato non contengono agrumi, ma solo zucchero, acqua e aromi. La denuncia di Great Italian Food Trade

Chinotto e cedrata sono forse le bibite più radicate nella tradizione italiana ma anche quelle che destano più perplessità per quanto riguarda la composizione e le etichette. Per valutare meglio la situazione abbiamo esaminato 18 prodotti riscontrando diverse anomalie. Il chinotto è un agrume, Citrus x myrtifolia, il cui sapore vagamente richiama l’arancio amaro. Probabilmente è una pianta di antica …

Continua »

Il Chinotto Crai non contiene frutta: solo acqua, zucchero, aromi e coloranti. È corretto? L’avvocato Dario Dongo e l’azienda rispondono ai dubbi di una lettrice

Di recente ho notato che tra gli ingredienti del Chinotto (marca Crai), non figura in alcun modo il chinotto stesso. Ecco la lista degli ingredienti che ho copiato dall’etichetta: acqua, zucchero, anidride carbonica, coloranti e 150d, aromi, acidificanti: acido citrico e acido fosforico. A questo punto mi chiedo se sia lecita la denominazione del prodotto, o se invece sia ingannevole. …

Continua »

Usa, soda tax anche a Seattle. Il costo delle lattine di bevande zuccherate da 355 ml aumenterà di 21 centesimi di dollaro

Refreshing Glass Of Cola

Anche Seattle, la più grande città dello Stato di Washington, introdurrà una tassa sulla vendita delle bevande zuccherate. Lo ha deciso con sette voti contro uno il Consiglio della città statunitense, che va così ad aggiungersi agli altri governi locali statunitensi che hanno scelto la soda tax come strumento per disincentivare il consumo di bevande zuccherate, per combattere l’epidemia di …

Continua »

Dalla Coca-Cola Zero a quella “No Sugar”. Lanciata in Australia e Nuova Zelanda la nuova versione senza zucchero ma dal gusto più simile alla classica

coca-cola no sugar

Dal 16 giugno in Australia e Nuova Zelanda è in vendita la nuova Coca-Cola No Sugar. La nuova bibita è  frutto di una ricerca durata cinque anni per trovare una formula in grado di mantenere  il gusto della Coca-Cola classica   senza però aggiungere lo zucchero. La Nuova variante, che ha esordito un anno fa, sarà lanciata progressivamente nei vari Paesi  …

Continua »

Gli adolescenti britannici in una “vasca da bagno” di bevande zuccherate: 77 litri l’anno. Dal 2018 sarà applicata una tassa

Gli adolescenti britannici tra gli 11 e i 18 anni consumano 77 litri di bevande zuccherate l’anno, quanto basta per riempire quasi una vasca da bagno. I bambini tra i quattro e 10 anni ne consumano poco meno della metà: 110 lattine l’anno, contro le 234 degli adolescenti. Adulti e bambini consumano il doppio della quantità massima raccomandata di zuccheri …

Continua »

Anche l’Irlanda sta per introdurre una tassa sulle bevande zuccherate. La soda tax dovrebbe essere del 20% ed entrare in vigore nel 2018

bibita

Nella legge finanziaria che presenterà il prossimo mese, il governo irlandese intende introdurre una tassa sulle bevande zuccherate, che dovrebbe entrare in funzione nel 2018 e che ha già sollevato le proteste del mondo industriale. La tassa, che potrebbe essere del 20%, è motivata con le preoccupazioni sanitarie legate all’aumento dell’obesità, in particolare tra i bambini: un quarto degli adulti …

Continua »

A Berkeley con la soda tax il consumo di bibite zuccherate è sceso del 21%. Una ricerca della University of California

Soda Bottles on Wood

Uno studio della University of California, pubblicato dall’American Journal of Public Health, ha rilevato che dopo i primi mesi di applicazione della tassa sulle bibite zuccherate introdotta nella città di Berkeley, il loro consumo nei quartieri a basso reddito è diminuito del 21%, mentre nelle città vicine, dove non si applica la tassa, è aumentato del 4%. Parallelamente alla diminuzione del consumo …

Continua »

Sport drink sotto accusa: possono danneggiare i denti e favorire il sovrappeso se non usati correttamente. I risultati di uno studio dei dentisti inglesi

“Irresponsabile”, così la British Dental Association ha definito il comportamento dei produttori di sport drink, dopo la pubblicazione di uno studio dell’Università di Cardiff sul British Dental Journal. L’accusa  rivolta alle aziende è di pubblicizzare e vendere bibite a ragazzi che non hanno bisogno e ne traggono quindi solo danni per i denti e per l’eccesso di calorie. Gli sport …

Continua »

Soda tax: Philadelphia è la prima grande città Usa ad introdurre la tassa sulle bevande zuccherate, anche quelle in versione diet

Philadelphia è la prima grande città statunitense ad aver introdotto una tassa sulle bevande zuccherate comprese quelle con dolcificanti artificiali. La tassa sarà di 1,5 centesimi di dollaro per oncia, equivalente a 29 ml. Prima di Philadelphia, solo Berkeley, città ben più piccola, aveva introdotto una soda tax negli Usa. Il sindaco di Philadelphia, Jim Kenney, ha difeso il provvedimento …

Continua »