Home / Roberto La Pira (pagina 59)

Roberto La Pira

Roberto La Pira
Giornalista professionista, laurea in Scienze delle preparazioni alimentari

Nutella: censurato lo spot in USA, multa da 3 milioni. Seconda condanna dopo quella tedesca

Negli ultimi mesi  la Nutella ha dovuto modificare la pubblicità e cambiare etichetta almeno due volte. Si tratta di un bilancio pesante per la crema di nocciole più famosa al mondo, che evidentemente sconta una politica commerciale molto aggressiva ma poco trasparente. L’ultimo episodio in ordine di tempo è quello registrato negli Stati Uniti, dove un tribunale americano ha costretto Ferrero …

Continua »

Pomì L+, il Giurì assolve la passata, il prodotto contiene il 50% in più di Licopene ma rispetto al pomodoro fresco!

Coldiretti il 13 luglio 2011 presentava alla stampa la nuova passata di pomodoro Pomì L+ descrivendolo come prodotto in grado di “contrastare l’invecchiamento e le malattie cardio-vascolari”! Il miracolo del pomodoro anti-aging era collegato all’elevata quantità di licopene stimata nel 50% in più rispetto agli altri prodotti concorrenti. Quando in agosto inizia la vendita di Pomì L+ nei supermercati si …

Continua »

I biscotti “Fiori di latte” Barilla hanno il 40% in meno di grassi, ma quasi le stesse calorie degli altri. Costano però il doppio

I nuovi frollini Barilla “Fiori di latte” sono proprio belli, il sacchetto verde e il logo multicolore hanno un notevole impatto. Anche le scritte che evidenziano la leggerezza, l’elevato contenuto di calcio e il 40% in meno di grassi sono di buon auspicio. Osservando però con cura la confezione qualcosa non convince.   Leggendo l’etichetta si scopre che i frollinicontengono …

Continua »

Pubblicità ingannevole: i ravioli Gioiaverde Rana non assicurano il 50% del fabbisogno di verdure, ma il Giurì ci crede lo stesso!

gioiaverde rana ravioli

Nel mese di ottobre 2011 abbiamo inviato una richiesta di censura al Comitato di controllo del Giurì dell’autodisciplina pubblicitaria, contestando l’etichetta dei ravioli Gioiaverde di Giovanni Rana. Il motivo? Le diciture assicurano la presenza, in una confezione da 250 g, del 50% fabbisogno giornaliero di verdure necessario. La nostra richiesta è stata bocciata. Il Comitato di controllo precisa che: “Il …

Continua »

Acqua del rubinetto al ristorante: dite il vostro parere

“Acqua del rubinetto al ristorante” è il titolo di un servizio che il mensile dei consumatori svizzeri del canton Ticino La borsa della Spesa propone ai lettori, per riaffermare il diritto degli avventori di ricevere senza problemi acqua del rubinetto quando pranzano o cenano fuori casa. Secondo la rivista, l’articolo 61 della legge Svizzera sugli esercizi pubblici obbliga gli esercenti …

Continua »

Supermercati: le nuove regole sui contratti non vanno applicate a Barilla, Ferrero, Nestlè, Coca Cola e Kraft. Intervista a Tassinari Coop Italia

  Il decreto del ministro delle Politiche agricole e forestali Mario Catania sull’abrogazione delle clausole vessatorie presenti nei contratti stipulati tra i supermercati e le aziende agro-alimentari infiamma il dibattito. Gli argomenti del decreto prevedono per le grandi catene il rispetto dei tempi di pagamento delle fatture ( entro 30 o 60 giorni), e numerosi vincoli su promozioni e altri …

Continua »

Guariniello a Torino apre un’indagine sui casi di pubertà precoce. In realtà non c’è allerta e nessuna prova contro gli omogenizzati. Il parere dell’Ospedale Santa Margherita

baby food omogeneizzato frutta ciotola plastica

La notizia di un numero elevato di bambine di 1-2 anni a cui è cresciuto il seno dopo avere assunto omogeneizzati, apparsa su quotidiani come Repubblica, il Giornale.it e Libero.it va ridimensionata. Purtroppo la vicenda è rimbalzata sui siti internet e si è diffusa rapidamente creando un certo scompiglio. Vediamo qual è la situazione. Il procuratore della repubblica di Torino, …

Continua »

Pubblicità contro la dignità femminile, il Giurì censura Disaronno, Fabbri e Co.Se.Me

Il Comitato di controllo dell’Istituto di autodisciplina pubblicitaria ha censurato 3 messaggi firmati da Disaronno liquore, Amarena Fabbri e Co.Se.Me, perché ledono la dignità della donna e mercificano il corpo femminile. Purtroppo spesso non siamo di fronte a errori casuali ma a scelte precise fatte per promuovere prodotti alimentari. A volte si raggiungono livelli offensivi e cattivo gusto difficili da …

Continua »

Milano Ristorazione i bambini bocciano la dieta Berrino, spariscono le vaschette e i cavolfiori e dimezzano le frittate

mensa ristorazione

  I bambini milanesi bocciano il menù scelto in agosto dalla commissione mensa che si ispirava ai principi gastronomici del professor  Franco Berrino dell’Istituto dei tumori. Nel blitz estivo i piatti preferiti come i ravioli in brodo e il gelato sono spariti mentre sono raddoppiate le frittate e sono arrivate le zucche al forno e i cavolfiori gratinati, mentre veniva …

Continua »

Lo zucchero si nasconde nel cibo mimetizzato da 40 ingredienti alcuni dei quali sconosciuti, tutti i nomi per riconoscerlo sulle etichette

zucchero

Leggere le etichette dei cibi confezionati sugli scaffali dei supermercati, non è semplice. Anche quando ci si concentra esclusivamente sugli ingredienti, la lista spesso è lunghissima e farcita di nomi sconosciuti. Un esempio è quello degli edulcoranti: le aziende utilizzano circa 40 diverse sostanze per dolcificare gli alimenti, o per migliorarne il gusto, tant’è che alcune sono presenti anche nei …

Continua »

Accuse fantasiose di Paolo Berizzi sul quotidiano la Repubblica contro il pane romeno

Il servizio in prima pagina di Paolo Berizzi su la Repubblica di domenica 22 gennaio 2012 sul pane romeno low cost cotto con bare e copertoni di auto non è un  buon esempio di  giornalismo e non fornisce corrette informazioni ai consumatori. Il pezzo cerca di demonizzare senza prove un prodotto importato da un paese Ue, la cui  colpa è …

Continua »

Test spaghetti: Altroconsumo costretto a oscurare il sito dal tribunale di Avellino. Dubbi sulle analisi

pasta italiana barilla spaghetti 87526067

Il test sugli spaghetti pubblicato questo mese sulla rivista Altroconsumo non convince. L’articolo esamina 23 marche di spaghetti senza tralasciare quelli proposti dalla catene di supermercati (Coop, Esselunga, Carrefour, Pam…) e dagli hard discount (Dico, Eurospin). La rivista promuove solo 11 marche con un giudizio buono (in testa alla classifica troviamo: Voiello n° 104, seguito da Buitoni n°72, De Cecco …

Continua »

Plasmon contro Barilla, secondo il Giurì la pubblicità comparativa contro la pasta Piccolini è legittima e si può ripetere con qualche modifica

La pasta “Piccolini” Barilla non è un prodotto per la prima infanzia, ma è destinato ai bambini con più di tre anni”. È questo il senso della sentenza espressa dal Giurì che ha ritenuto legittima la pubblicità comparativa realizzata da Plasmon contro la pasta Piccolini Barilla. Bisogna però apportare alcune correzioni al testo per fare capire meglio ai consumatori quali …

Continua »

Barilla blocca la pubblicità comparativa della Plasmon ma ammette che la pasta i Piccolini non va bene per i più piccoli e cambia etichette e spot

Prosegue il confronto tra Plasmon e Barilla sulla pasta i Piccolini e sui biscotti del Mulino Bianco Le macine presentati secondo la Plasmon come prodotti adatti a bambini della prima infanzia, nonostante i livelli di pesticidi troppo elevati. La Barilla ha risposto alla pubblicità comparativa con un messaggio rassicurante verso le mamme e poi ha attivato i legali ottenendo dal …

Continua »

I prezzi dei panettoni artigianali superano i 30 euro/kg, mentre nei supermercati con 3-4 euro si comprano quelli di marca

Panettone fresco

A Milano il prezzo dei panettoni artigianali varia da  cinque a dieci volte di più rispetto a quelli venduti al supermercato. Le motivazioni sono  diverse, la prima è che i dolci esposti sugli scaffali sono considerati prodotti civetta e quindi sono venduti sottocosto rispetto al loro valore commerciale. In altre parole fungono da richiamo verso i consumatori che comprano il …

Continua »