;
Home / Redazione Il Fatto Alimentare (pagina 171)

Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Notizie dal mondo: costo OGM, nanomateriali, epidemia di obesità, pubblicità ingannevole e carne Halal

Le notizie dal mondo di questa settimana arrivano da New York, Europa e Gran Bretagna Nello Stato di New York, l’etichettatura obbligatoria degli Ogm costerebbe 800 dollari l’anno a famiglia Se lo Stato di New York approverà la legge di cui è appena iniziato l’esame e che imporrebbe l’indicazione in etichetta degli ingredienti geneticamente modificati, questo si tradurrà, per una …

Continua »

L’Europa autorizza la birra con il colorante caramello! Non è vero, la solita bufala della rete. Il caramello si usa da sempre, ma in Italia nessuno lo impiega

La notizia corre in rete e rimbalza da un sito all’altro: l’Europa autorizza l’uso del caramello nella birra senza malto per simulare lo stesso colore scuro. Siamo di fronte all’ennesimo caso di bufala online che come altre trova centinaia di adepti. L’UE in realtà ha esteso l’uso del caramello per alcune bevande al malto che si bevono solo in Inghilterra e …

Continua »

Le brioche, i cornetti e le crostate di frutta al bar possono stare a temperatura ambiente o vanno tenute in banco frigorifero?

Gentile redazione, mi rivolgo a voi affinché possa ricevere chiarimenti a proposito dell’esposizione di alcuni prodotti nei locali preposti alla vendita e somministrazione degli alimenti. Nell’art. 31 del DPR 327/80 si legge “i prodotti deperibili con coperture o farciti con crema a base di uova, panna, yogurt, e prodotti di gastronomia con copertura di gelatina alimentare devono essere conservati a …

Continua »

Firma la petizione per dire basta alla vendita di snack, caramelle e dolci posizionati in bella vista vicino alle casse dei supermercati

Il Fatto Alimentare ha lanciato una petizione online su Change.org rivolta alle catene di supermercati per dire stop alla vendita di dolci, caramelle e snack in prossimità delle casse. Si tratta di prodotti disposti appositamente in quella posizione per attirare l’attenzione dei bambini e incentivare l’acquisto di impulso. Siamo di fronte a una scelta di marketing molto aggressiva  perché rivolta …

Continua »

800 dollari l’anno a famiglia! Sarebbe il costo per l’etichettatura obbligatoria degli Ogm negli States secondo uno studio co-finanziato dall’industria OGM. È polemica

Se lo Stato di New York dovesse approvare la legge che impone l’indicazione in etichetta degli ingredienti geneticamente modificati, questo si tradurrebbe, per una famiglia di quattro persone, in una maggiore spesa annua di 800 dollari. La tesi è stata presentata dallo uno studio codotto da due economisti della Cornell University, e ha suscitato subito moltepolemiche visto che risulta co-finanziato …

Continua »

Pubblicità ingannevole per il succo di frutta Ribena: l’autorità britannica non accetta le difese della GlaxoSmithKline

L’autorità britannica della pubblicità, l’Advertising Standards Authority (ASA) ha ritenuto ingannevole il messaggio dei succhi di frutta Ribena Plus. Nel provvedimento si dice che non possono essere autorizzate le affermazioni secondo cui la vitamina A “aiuta a mantenere la vista in ottime condizioni ed è importante per il sistema immunitario”, mentre la vitamina C “aiuta il sistema immunitario oltre ad …

Continua »

La carne Halal in Inghilterra viene venduta in molti supermercati e fast food senza informare i consumatori. Forse in arrivo diciture obbligatorie

In Gran Bretagna è polemica dopo che il Daily Mail ha rivelato che grandi catene di supermercati e di fast food vendono senza informare i consumatori, carne Halal, macellata secondo i precetti islamici, che prevedono l’uccisione dell’animale per dissanguamento, senza stordimento preventivo. La catena Pizza Express ha ammesso che tutta la sua carne di pollo è macellata secondo i rituali …

Continua »

Il nuovo regolamento sulle etichette entrerà in vigore 13 dicembre 2014. Posso usare quelle vecchie fino al giorno prima?

Ho letto l’ebook “L’etichetta“ pubblicato sul vostro sito dall’avvocato Dario Dongo al quale vorrei chiedere un ulteriore chiarimento sui tempi di applicazione della normativa, in quanto mi stanno arrivando interpretazioni differenti sia da collaboratori interni che dai clienti. Il regolamento dovrebbe diventare attuativo dal 13 dicembre se non sbaglio, ma questo significa che c’è la possibilità di inscatolare fino al …

Continua »

Carne artificiale: proseguono gli studi per realizzare in laboratorio un’alternativa alla bistecca, sostenibile e incruenta

Quando nell’agosto del 2013 lo scienziato olandese Mark Post produsse il primo hamburger a partire da cellule staminali, che venne poi cucinato e mangiato davanti alle telecamere in uno studio televisivo di Londra, ci fu una reazione di sorpresa mista a scetticismo. Sorpresa perché quel risultato mostrava che era possibile ottenere carne senza uccidere animali; scetticismo perché per fabbricare 140 …

Continua »

Gran parte dell’Europa verso un’epidemia di obesità e sovrappeso, secondo uno studio sulle previsioni al 2030

obesità sovrappeso

Secondo uno studio basato su modelli statistici, condotto da ricercatori dell’UK Health Forum e dell’Organizzazione mondiale della sanità, la percentuale di persone in sovrappeso e obese è destinata a crescere in quasi tutti i Paesi europei da qui al 2030.   Tra i maschi, le percentuali più alte sono previste in Irlanda (90%), in Spagna, Repubblica Ceca e Polonia (80%), …

Continua »

Un centinaio di nanomateriali sono utilizzati indiscriminatamente in alimenti e bevande ma non vengono indicati sulle etichette. Occorre regolamentare il settore

nanoparticelle

“Piccoli ingredienti, grandi rischi” è il titolo del nuovo rapporto dell’associazione ambientalista Friends of the Earth sulla diffusione dei nanomateriali negli alimenti. Rispetto al  documento del 2008, che segnalava otto nanomateriali presenti sul mercato statunitense, quello nuovo ne ha rintracciati 94,  utilizzati senza alcuna regolamentazione e senza alcun obbligo di indicare la presenza nell’etichetta. I produttori che utilizzano le nanoparticelle …

Continua »

Notizie dal mondo: resveratrolo, Nas britannici, Grand Big Mac, zucchero nei cereali e insetticidi killer per le api

Le notizie dal mondo di questa settimana arrivano da Stati Uniti e Spagna, Gran Bretagna, Svizzera e Francia   Cade il mito del resveratrolo come elisir di lunga vita Il resveratrolo, un polifenolo estratto dalla buccia degli acini d’uva e presente nel vino rosso e nel cioccolato, non ha alcun potere antinfiammatorio, non riduce l’incidenza delle malattie cardiovascolari e del …

Continua »

Via dalle casse dei supermercati dolci, snack e junk food. Dopo Lidl anche Tesco in Inghilterra decide di eliminare questi prodotti nei 3.300 punti vendita. E in Italia?

Tesco, la più grande catena di supermercati della Gran Bretagna, ha annunciato che entro la fine dell’anno eliminerà merendine e dolci dagli espositori vicino alle casse in tutti suoi negozi. La decisione è stata presa dopo un’indagine tra i clienti, il 65% dei quali ha chiesto l’eliminazione di questi prodotti dalle casse. La motivazione addotta è stata la volontà di …

Continua »

Vietato portare con sé cibo proveniente dai paesi extra Ue quando si torna dalle vacanze: il vademecum della Commissione europea

La Commissione europea ha pubblicato il vademecum “Tempo di vacanze: consigli utili per un’estate senza pensieri“, con una serie di suggerimenti per evitare gli imprevisti tipici dei viaggi. La parte del dossier sulle regole da seguire per quanto riguarda il cibo sono molto chiare e diciamo pure rigide quando vietano l’importazione da molti paesi. Ecco il testo.   È illegale …

Continua »

Food Inspector: i Nas britannici sbarcano in TV con un serial che propone fatti reali e informazioni sulla sicurezza alimentare

“Food Inspectors”, la serie TV trasmessa dalla BBC e giunta alla sua terza edizione, ogni giovedì sera racconta il lavoro dell’equivalente britannico dei nostri Nas, mentre controllano ristoranti, bar, mense, negozi e supermercati. Come scrive il Coventry Telegraph, la seconda stagione, con oltre 5,2 milioni di telespettatori, è stata tra le dieci migliori trasmissioni che raccontano fatti reali. La nuova …

Continua »