Home / Dario Dongo (pagina 10)

Dario Dongo

Dario Dongo
Avvocato, giornalista. Twitter: @ItalyFoodTrade

Allergeni: i ristoranti hanno l’obbligo di indicarne la presenza nel menù? Molta confusione e poco rispetto delle norme. Risponde Dario Dongo

Gentile Redazione, l’obbligo per i ristoranti di indicare nel menù le presenza degli allergeni, è stato prorogato oppure la data del 13 dicembre 2014 è rimasta valida e tutti i ristoranti la devono applicare? Vincenzo — Risponde Dario Dongo, avvocato esperto di diritto alimentare Il Fatto Alimentare ha affrontato a più riprese il tema degli allergeni, purtroppo finora invano, a …

Continua »

Senza la sede dello stabilimento in etichetta le produzioni italiane vengono trasferite più facilmente all’estero e si chiudono aziende. Ecco i nomi

L’indicazione in etichetta della sede dello stabilimento – un’informazione obbligatoria per i prodotti alimentari italiani dal febbraio 1992 al dicembre 2014 – deve ritornare perché svolge diverse funzioni. Ci siamo già soffermati sul ruolo di questa dicitura nella gestione delle crisi inerenti la sicurezza alimentare e abbiamo accennato a come le scelte d’acquisto da parte dei consumatori basate su questo …

Continua »

Sede dello stabilimento sull’etichetta: ping-pong tra ministri e nessuna soluzione. I consumatori non sono presi in considerazione

lente

Il Fatto Alimentare segue da tempo l’incresciosa vicenda della sede dello stabilimento, notizia obbligatoria per oltre vent’anni sulle etichette degli alimenti italiani venduti in Italia di cui il governo Renzi ha tuttavia fatto perdere traccia, omettendo la doverosa notifica della norma nazionale a Bruxelles prima dell’applicazione del regolamento UE 1169/2011. La storia continua, tra tante chiacchiere e pochi fatti.   …

Continua »

Leggi senza sanzioni: il Regolamento UE 1169 /2011, sulle etichette alimentari, si può quasi ignorare senza essere multati

libri giuridici avvocato legge giustizia

Il regolamento europeo “Food Information to Consumers”, FIC, rubricato al numero 1169/2011, è in applicazione dal 14 dicembre scorso nell’intero Mercato interno. Un identico testo in 28 Paesi, tradotto nelle 24 lingue ufficiali, dovrebbe garantire l’uniformità delle regole a presidio dell’informazione del consumatore in relazione agli alimenti. Ma ciò non basta a risolvere gli enigmi interpretativi che fioriscono in ogni …

Continua »

L’ebook “L’Etichetta” prende forma, al via il regolamento (UE) n. 1169/2011. Sintesi di Dario Dongo

etichettatura etichetta iStock_000020942722_Small

A tre anni di distanza dalla pubblicazione del nostro ebook “L’etichetta”, entra finalmente in applicazione la gran parte del regolamento (UE) n. 1169/2011. I prodotti già etichettati nel rispetto delle norme previgenti potranno venire mantenuti in circolazione fino a esaurimento delle scorte o del periodo di durabilità, ma d’ora in avanti si cambia. Vediamo come, in estrema sintesi. – Altezza …

Continua »

Contaminazioni crociate: la dicitura in etichetta è obbligatoria o facoltativa? Risponde Dario Dongo

Scrivo in merito al libro “L’etichetta” scritto da Dario Dongo e scaricabile dal vostro sito. Al paragrafo 2.3 scrive che la dicitura delle contaminazioni crociate è obbligatoria mentre da più parti i miei clienti mi segnalano che tale dicitura è facoltativa. Secondo me è più corretto scriverli ma vorrei un riferimento preciso dell’avvocato Dongo sulla parte del reg. Ce 1169/11 che …

Continua »

Sede dello stabilimento, allergeni al ristorante, cartello unico degli ingredienti. Oggi è arrivata una nota del Governo generica che non tutela i consumatori

Questa mattina il Ministero per lo Sviluppo Economico ha spedito alle associazioni di categoria una versione aggiornata della bozza del “decreto Renzi” che introdurrà ulteriori modifiche al già ripetutamente vessato decreto legislativo n. 109/92. Un lavoro che non ci piace, per diverse ragioni.   Sede dello stabilimento Si annota con disappunto l’assenza di riferimenti alla sede dello stabilimento di produzione …

Continua »

Stabilimento di origine: sempre più vicina la data in cui sarà tolto dalle etichette. Appello al Governo perché lo impedisca. Cosa si farà in caso di intossicazione da botulino? Aggiornamento del 28 novembre di Emilio Senesi dal ministero

Il Fatto Alimentare ha sempre evidenziato l’importanza della norma italiana che prescrive l’indicazione sulle etichette alimentari della sede dello stabilimento di produzione e/o confezionamento. Si tratta di una regola antica – a suo tempo accettata dalla Commissione europea per facilitare la gestione di richiami dal mercato urgenti, relativi a prodotti nocivi all’organismo. Questa indicazione rischia di sparire. Non è servita …

Continua »

L’aglio è un allergene? Con la nuova normativa dovrà essere evidenziato in etichetta? Risponde Dario Dongo

Buongiorno! Come già in passato, approfitto della competenza dell’avvocato Dario Dongo sottoponendo un dubbio relativo all’applicazione del Reg UE 1169/2011: l’aglio va considerato come un allergene in quanto contiene composti solforati (ai sensi dell’allegato II – punto 12)? Vi ringrazio molto. Cristina   Risponde Dario Dongo avvocato esperto in diritto alimentare   L’aglio non è stato incluso dal legislatore nella …

Continua »

100% made in Italy. È necessario avere una certificazione? Risponde Dario Dongo

È necessario avere una certificazione per dichiarare che un prodotto è 100% “made in Italy”? In un periodo come quello attuale, di crisi economica è logico guardare a nuovi mercati per mantenere l’occupazione. Le certificazioni a disposizione sono molte, di fatto è sufficiente registrare uno schema per poterlo proporre ai clienti, approfittando delle congiunture e dell’ingenuità diffusa.   Per questo …

Continua »

Il simbolo (℮) deve essere presente su tutte le etichette dei prodotti alimentari confezionati ? Risponde Dario Dongo

Vorrei chiedere all’avvocato Dario Dongo un chiarimento sull’indicazione del peso dei prodotti in etichetta. È obbligatorio riportare la “℮” vicino al peso del prodotto pesato con bilance commerciali garantite? Maria   Il simbolo “℮”, laddove inserito dopo l’indicazione della quantità sull’etichetta di un prodotto, indica che il produttore adempie a quanto stabilito nella legge n. 690/78 per gli “imballaggi preconfezionati …

Continua »

Sull’etichetta del Parmigiano Reggiano bisogna specificare che è un “formaggio”? Risponde l’esperto di diritto alimentare Dario Dongo

parmigiano formaggio

Ho letto il libro L’Etichetta pubblicato su Il Fatto Alimentare e vorrei approfondire un elemento che credo interessi parecchie aziende. In base all’articolo 17 comma 4 del regolamento la denominazione protetta non può sostituire la denominazione legale. Quindi denominazioni come “Parmigiano Reggiano” o “Bitto” dovranno essere accompagnati dalla menzione “Formaggio”? è corretto? Lorenza   Risponde l’esperto di diritto alimentare Dario …

Continua »

La sede dello stabilimento produttivo va indicato sempre sull’etichetta dei prodotti alimentari? Dal prossimo dicembre non più, dice Dario Dongo

etichette

Spettabile Redazione, vorrei gentilmente porvi un quesito. Alla luce del regolamento UE N.1169/11 lo stabilimento produttivo va indicato in etichetta? Mi spiego meglio, siccome noi facciamo produzione conto terzi vorrei sapere se lo stabilimento produttivo può essere indicato in etichetta o deve essere indicato esclusivamente l’operatore alimentare che commercializza il prodotto. Ringrazio anticipatamente per la disponibilità e porgo cordiali saluti. …

Continua »

Le alici marinate hanno un’etichetta poco chiara secondo un lettore. Risponde l’esperto di diritto alimentare Dario Dongo

Buongiorno, dopo avere letto  l’ebook “L’etichetta”, anche io ho iniziato a cercare di capire qualcosa di ciò che compro al supermercato. Vi sottopongono però questa etichetta di alici marinate che secondo me non è proprio chiarissima. Pino   Risponde l’esperto di diritto alimentare Dario Dongo Complimenti anzitutto per l’attenzione, requisito essenziale sul percorso del consumo critico. L’etichetta in esame è in effetti …

Continua »

Come viene realizzato il codice di lotto nei prodotti alimentari? Risponde l’esperto di diritto alimentare Dario Dongo

Ho scaricato l’ebook “L’etichetta” trovandolo molto interessante e preciso. Ho però qualche dubbio sui modi utilizzati dalle aziende per indicare il lotto. Bisogna osservare una sintassi particolare? Può essere solo un numero oppure occorre affiancare lettere dell’alfabeto? Ho trovato su internet alcune indicazioni per decodificare i numeri e le lettere dell’alfabeto per risalire al mese di produzione, sono corrette? Ci sono …

Continua »