Home / Pubblicità & Bufale (pagina 30)

Pubblicità & Bufale

Tutte le bugie di Revidox nella sentenza per pubblicità ingannevole pubblicata sul femminile del Corriere della sera

Il settimanale del Corriere della sera Io Donna,  ha pubblicato a pagamento la sentenza  decisa dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato che condanna la pubblicità ingannevole dell’integratore alimentare Revidox (vedi foto) . Ilfattoalimentare.it si è occupato del prodotto a più riprese: il messaggio era stato censurato dal Garante nel novembre 2011 (con una multa di 150 mila euro, poi …

Continua »

McDonald`s regala un litro di Coca Cola Zero con il menu da 1175 kcal. Forse era meglio frutta e insalata

Nei fast food di McDonald’s dove si entra direttamente con la macchina (McDrive) basta ordinare due menu composti da un panino Big Mac, patatine grandi e una bibita da mezzo litro, per ricevere in regalo una bottiglia di Coca Cola Zero. La promozione è valida sino alla fino alla fine del mese di maggio.   La proposta è allettante e …

Continua »

Repubblica.it copia un articolo de Ilfattoalimentare e non lo toglie dalla rete. Un esempio di mediocre giornalismo

Due giorni fa il sito Repubblica.it, sezione Ambiente, ha copiato l’articolo di Valentina Murelli su Karen (vedi foto) l’applicazione che il Dipartimento dell’agricoltura americano ha messo a punto per informare via smartphone i consumatori su problematiche inerenti la nutrizione. Con una certa ingenuità Lidia Varlese ha riprodotto non solo buona parte dell’articolo ma anche le immagini. Per evitare dubbi o …

Continua »

Pubblicità spazzatura: McDonald`s regala un litro di Coca Cola Zero con il menu da 1175 kcal. Forse era meglio frutta e insalata

Nei fast food di McDonald’s dove si entra direttamente con la macchina (McDrive) basta ordinare due menu composti da un panino Big Mac, patatine grandi e una bibita da mezzo litro, per ricevere in regalo una bottiglia di Coca Cola Zero. La promozione è valida sino alla fino alla fine del mese di maggio.   La proposta è allettante e …

Continua »

McDonald`s, le vacche e la pubblicità: il direttore di Assocarni replica sulla qualità della carne nei fast food. Ma il messaggio di zio Mac resta ingannevole

François Tomei, direttore di Assocarni ci ha inviato questo contributo  inerente l’articolo pubblicato ieri sulla carne di vacca utilizzata da McDonald’s.    Gent.mo direttore, con riferimento a quanto da Lei scritto su Ilfattoalimentare.it relativamente alla qualità della carne utilizzata nella produzione di hamburger surgelati, riteniamo utile fornirle le seguenti precisazioni:   – In Italia, così come in tutta Europa, una …

Continua »

Pubblicità ingannevole: Revidox l`integratore anti-age al resveratrolo continua a pubblicare messaggi censurati

Revidox, l’integratore alimentare a base di uva rossa, continua a fare pubblicità ingannevole. Lo scorso novembre lo spot dell’integratore a base di resveratrolo era stato censurato dall’Autorità garante della concorrenza e del mercato, e la società Paladin Pharma S.p.A., titolare del marchio, invitata a pagare una multa di 140.000 € (ridotta del 25% dal TAR del Lazio pochi giorni fa). …

Continua »

La bufala di McDonald`s sul fast-food italiano di alta qualità. Molti degli ingredienti sono stranieri e la carne è di vacca

La pubblicità di Zio Mac ha convinto milioni di persone che hamburger, pollo fritto e patatine hanno un’anima italiana, e sono prodotti di alta qualità tipici della nostra tradizione alimentare. La realtà non è così.    L’operazione è iniziata in grande stile con l’arrivo di McItaly, il panino in versione italiana firmato dal Ministero delle politiche agricole e forestali. Si …

Continua »

McDonald’s: la carne degli hamburger è di mucche a fine carriera. Non proprio di alta qualità come lascia intendere la pubblicità

hamburger

“Costruiamo la nostra qualità giorno per giorno” è il nuovo slogan pubblicitario scelto da McDonald’s per esaltare la qualità degli hamburger e dei prodotti in vendita nei fast-food. Per capire meglio siamo andati sul sito della società dove si dice che la carne bovina viene macellata negli stabilimenti del gruppo Cremonini (un’azienda leader del settore), che gli animali sono tutti …

Continua »

Red Bull, bibita per adulti, usa disegni per bambini nella pubblicità di un evento all`Idroscalo di Milano (Flugtag). Ingenuità o furberia?

Red Bull, per promuovere un evento che si terrà all’Idroscalo di Milano, Flugtag, ha tappezzato alcune fermate della metropolitana con decine di manifesti e striscioni lunghi 5-6 metri. L’occasione è divertente perché si tratta di un gioco dove si vola per qualche metro e poi si finisce in acqua. Lascia perplessi la scelta di utilizzare per la campagna pubblicitaria disegni …

Continua »

Alcol e tv: uno studio americano evidenzia come gli spot influenzano i giovani a bere di più

Come per i fast food, i soft drinks e le merendine ipercaloriche: la pubblicità televisiva funziona anche per le bevande alcoliche, soprattutto quando i destinatari sono ragazzi. Secondo uno studio condotto da Susanne Tanski, docente di pediatria del Children’s Hospital di Darmouth, c’è una correlazione tra il numero di  spot che  si vedono e il primo contatto con birra e …

Continua »

Nutella: censurato lo spot in USA, multa da 3 milioni. Seconda condanna dopo quella tedesca

Negli ultimi mesi  la Nutella ha dovuto modificare la pubblicità e cambiare etichetta almeno due volte. Si tratta di un bilancio pesante per la crema di nocciole più famosa al mondo, che evidentemente sconta una politica commerciale molto aggressiva ma poco trasparente. L’ultimo episodio in ordine di tempo è quello registrato negli Stati Uniti, dove un tribunale americano ha costretto Ferrero …

Continua »

Il film di Woody Allen, To Rome With Love è una vetrina per il cibo Made in Italy attraverso il `product placement`

L’ultimo film di Woody Allen To Rome with Love, è una dichiarazione d’amore all’Italia e alla capitale, ai suoi attori (da Roberto Benigni ad Antonio Albanese, passando per Scamarcio e vari altri), allo stile di vita e un richiamo alla Dolce Vita di Fellini.    Anche se il film non passerà alla storia come uno dei capolavori del regista americano, …

Continua »

Pomì L+, il Giurì assolve la passata, il prodotto contiene il 50% in più di Licopene ma rispetto al pomodoro fresco!

Coldiretti il 13 luglio 2011 presentava alla stampa la nuova passata di pomodoro Pomì L+ descrivendolo come prodotto in grado di “contrastare l’invecchiamento e le malattie cardio-vascolari”! Il miracolo del pomodoro anti-aging era collegato all’elevata quantità di licopene stimata nel 50% in più rispetto agli altri prodotti concorrenti. Quando in agosto inizia la vendita di Pomì L+ nei supermercati si …

Continua »

Pasta Barilla Piccolini: finalmente arrivano le nuove etichette per dire che non è adatta alla prima infanzia

Ilfattoalimentare.it ha dedicato diversi articoli alla pubblicità comparativa promossa da Plasmon sul Corriere della sera e su la Repubblica, per segnalare che la pasta Piccolini della Barilla e i biscotti le Macine Mulino Bianco, vengono utilizzati impropriamente come alimenti per la prima infanzia (bambini da 0 a 3 anni).   Il messaggio ha provocato una reazione violenta da parte della …

Continua »

Caduta dei capelli: gli integratori alimentari a base di ferro non la frenano. L`Efsa boccia la richiesta di Pierre Fabre

Il ferro assunto sotto forma di integratore in pillole non aiuta a contrastare la caduta dei capelli delle donne. Così si è espresso il Panel on Dietetic Products, Nutrition and Allergies dell’Efsa, in seguito alla richiesta avanzata da Pierre Fabre Dermo-Cosmétique.   L’azienda francese, produttrice di molte linee cosmetiche e di integratori per pelle e capelli, aveva chiesto di inserire …

Continua »