Home / Archivio dei Tag: birra

Archivio dei Tag: birra

L’impatto ambientale del cibo? Cambia in funzione della località, anche se i consumatori possono fare la loro parte

Che cos’è, esattamente, l’impatto ambientale degli alimenti che mangiamo? Come si calcola? Quali sono i cibi peggiori, da questo punto di vista? Lo stesso alimento ha il medesimo impatto a tutte le latitudini?  Secondo quanto scoperto dai ricercatori dell’Università di Oxford, la risposta a queste domande è meno scontata del previsto e riserva non poche sorprese. Gli scienziati, insieme a …

Continua »

Listeria in salmone affumicato dall’Estonia e bottiglie di birra italiane a rischio esplosione… Ritirati dal mercato europeo 134 prodotti

Nella settimana n°45 del 2017 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi (Rasff) sono state 134 (8 quelle inviate dal Ministero della salute italiano). L’elenco dei prodotti distribuiti in Italia oggetto di allerta comprende un caso per mercurio in squalo mako (Isurus Oxyrinchus) congelato, dalla Spagna. Nella lista delle informative sui prodotti diffusi in …

Continua »

Webeers: censurato un post dell’azienda. Secondo lo Iap il messaggio è diseducativo per il pubblico

Il Comitato di controllo dello Iap ha censurato il post dell’azienda WeBeers “Ho letto che bere fa male, ho smesso di leggere”, apparso su Facebook il 19 maggio 2017 perché in contrasto con il Codice di autodisciplina pubblicitaria. La  scritta “Ho letto che bere fa male, ho smesso di leggere” abbinata anche alla possibilità di usufruire di un buono sconto, sembrerebbe …

Continua »

Consumare alcolici per dimagrire? È una bufala che circola in rete. C’è un nesso fra le cellule nervose che regolano la fame e le bevande alcoliche

Altro che bere per dimagrire. Chi ha come obiettivo la perdita di peso o il mantenimento di quello attuale, tutto dovrebbe fare, fuorché alzare il gomito. Mi arrivano ogni giorno segnalazioni a dir poco imbarazzanti che riferiscono tesi di merito relative a birra, vino e presunte proprietà miracolose di dimagrimento e, addirittura, di equivalenza tra l’uso di alcol e ore …

Continua »

NaturaSì richiama birra Bio Cimbra per presenza di glutine non correttamente evidenziato nell’elenco degli ingredienti. Allerta sospeso

Aggiornamento del 28 febbraio 2017 “In merito alla notifica di allerta attivata dal punto di contatto del RASFF della Regione Veneto, per un allergene (malto d’orzo) riportato nell’etichetta di una marca di birra italiana, ma non evidenziato correttamente, la Commissione europea aveva già espresso in passato, in relazione ad una notifica analoga, il parere secondo cui tale tipologia di notifiche …

Continua »

Birra artigianale: è obbligatorio indicare in etichetta l’ingrediente primario? Malto e luppolo sono di provenienza estera nella maggioranza dei casi

Gentile redazione, volevo chiedere se, secondo voi, nelle birre artigianali che riportano in etichetta richiami al fatto che sono italiane, scatti l’obbligo di indicare la provenienza dell’ingrediente primario (in questo caso quello caratterizzante), visto che nella maggioranza dei casi sia il malto che (soprattutto) il luppolo sono di provenienza estera. Dario Cherubini Risponde Dario Dongo, esperto di diritto alimentare   …

Continua »

Birra artigianale: approvata la legge che definisce produzione. Decisi anche finanziamenti per la filiera del luppolo

Al termine di un lungo iter parlamentare, è stata approvato il “Collegato agricolo” alla legge di bilancio per il 2014, un testo con alcune  deleghe al governo e disposizioni in materia di semplificazione, razionalizzazione e competitività del settore agricolo e agroalimentare. Una delle norme contenute nella legge definisce per la prima volta la birra artigianale, ovvero la bibita “prodotta da …

Continua »

Glifosato: residui in 12 birre svizzere (compresa una biologica) su 30 analizzate. Nessun rischio per la salute: si dovrebbero bere mille litri a testa al giorno

Dopo le birre tedesche, anche il 40% circa di quelle svizzere presenta residui di glifosato, l’erbicida più usato al mondo (classificato come “probabilmente cancerogeno” dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), ma assolto dall’Autorità europea per la sicurezza alimentare Efsa). La rivista dei consumatori Gesundheitstipp ha fatto analizzare trenta birre svizzere, tra cui alcune con il marchio di tre catene di distribuzione …

Continua »

Birre tedesche con residui di glifosato. Nel frattempo la Commissione sta decidendo il rinnovo dell’autorizzazione per l’erbicida

Le analisi condotte da un laboratorio incaricato dall’Environmental Institute di Monaco di Baviera hanno rilevato la presenza dell’erbicida glifosato in 14 birre tedesche. Si tratta delle bevande più consumate in Germania: Beck’s, Paulaner, Warsteiner, Krombacher, Oettinger, Bitburger, Veltins, Hasseroeder, Radeberger, Erdinger, Augustiner, Franziskaner, König Pilsener e Jever. Tutto questo avviene mentre la Commissione europea si appresta a rinnovare per 15 …

Continua »

Vino, birra e alcol: nessuna dose è sicura e non ci sono benefici. Se si vuole fare prevenzione, è meglio non bere

Non esiste una quantità di alcol sicura per la salute dell’uomo, e nessuna dose è in grado di apportare benefici. Il governo della Gran Bretagna, nella persona di Sally Davies, consigliere in materia di salute dell’esecutivo, ha messo nero su bianco le evidenze da tempo note alla comunità scientifica. L’aggiornamento delle linee guida per il consumo di bevande alcoliche avverte …

Continua »

Birra: la fusione dei due produttori più grandi del mondo. Secondo alcuni rappresenta una minaccia per la salute globale

Il gruppo anglo-belga Anheuser-Busch Inbev, primo produttore mondiale di birra (Budweiser, Corona, Quilmes, Stella Artois, Beck’s e Lowenbrau), ha acquistato la holding sudafricana SabMiller, cui fanno capo i marchi Foster, Peroni, Nastro Azzurro e Pilsner Urquell. L’operazione, costata novanta miliardi di euro, rappresenta la terza maggiore acquisizione di sempre che porterà il neonato colosso a produrre un terzo della birra disponibile sul mercato globale. …

Continua »

Istamina in filetti di tonno e bottiglie di birra a rischio rottura… Ritirati dal mercato europeo 58 prodotti

Nella settimana n°41 del 2015 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi (Rasff) sono state 58. Tre di queste sono quelle inviate dal Ministero della salute italiano. L’elenco dei prodotti distribuiti in Italia questa settimana non comprende casi di allerta gravi, mentre per le informative dei prodotti che non implicano un intervento urgente troviamo …

Continua »

Fenilalanina non dichiarata in birra con soft drink dalla Germania e pane di segale infestato da muffe… Ritirati dal mercato europeo 48 prodotti

Nella settimana n°39 del 2015 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi (Rasff) sono state 48 (4 quelle inviate dal Ministero della salute italiano). L’elenco dei prodotti distribuiti in Italia oggetto di allerta comprende un caso per fenilalanina non dichiarata in birra con soft drink dalla Germania. Nella lista delle informative sui prodotti diffusi …

Continua »

Residui di medicinali in vitello italiano e istamina in tonno pinna gialla dalla Spagna… Ritirati dal mercato europeo 43 prodotti

maiale carne

Nella settimana n°38 del 2015 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi (Rasff) sono state 43 (9 quelle inviate dal Ministero della salute italiano). L’elenco dei prodotti distribuiti in Italia oggetto di allerta comprende cinque casi: istamina in tonno pinna gialla scongelato dalla Spagna; mercurio congelato in verdesca (Prionace glauca) dal Portogallo; residui di …

Continua »

Calorie degli alcolici: è scontro sull’indicazione in etichetta tra i produttori di birra e quelli di superalcolici. I prodotti sono troppo diversi tra loro

L’associazione dei produttori europei di birra, la Brewers of Europe, ha annunciato l’inserimento volontario dell’indicazione degli ingredienti e dei valori nutrizionali sulle etichette delle birre, per dimostrare che contengono meno calorie del vino e dei superalcolici.   Una tabella pubblicata dall’associazione indica che 100 millilitri di whisky hanno 245 kcal, mentre la stessa quantità di vino rosso ne ha 96, il vino …

Continua »